Potrai iniziare a leggere Accabadora (Supercoralli) sul tuo Kindle tra meno di un minuto. Non possiedi un Kindle? Scopri Kindle Oppure inizia subito a leggere con un'applicazione di lettura Kindle gratuita.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

 
 
 

Prova gratis

Leggi gratuitamente l'inizio di questo eBook

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Tutti possono leggere gli eBook Kindle  anche senza un dispositivo Kindle  con la App di lettura Kindle gratuita per smartphone e tablet.
Accabadora (Supercoralli)
 
Visualizza l'immagine in formato grande
 

Accabadora (Supercoralli) [Formato Kindle]

Michela Murgia
4.4 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (41 recensioni clienti)

Prezzo Copertina Ed. Cartacea: EUR 9,90
Prezzo Kindle: EUR 6,99 include IVA (dove applicabile) e il download wireless gratuito con Amazon Whispernet
Risparmi: EUR 2,91 (29%)
Questo prezzo è stato fissato dall'editore

Formati

Prezzo Amazon Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle EUR 6,99  
Copertina rigida EUR 15,30  
Copertina flessibile EUR 9,75  
Copertina flessibile, Audiolibro EUR 8,42  

Chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche


Descrizione prodotto

Sinossi

Maria e Tzia Bonaria vivono come madre e figlia, ma la loro intesa ha il valore speciale delle cose che si sono scelte. La vecchia sarta ha visto Maria rubacchiare in un negozio, e siccome nessuno la guardava ha pensato di prenderla con sé, perché «le colpe, come le persone, iniziano a esistere se qualcuno se ne accorge». E adesso avrà molto da insegnare a quella bambina cocciuta e sola: come cucire le asole, come armarsi per le guerre che l'aspettano, come imparare l'umiltà di accogliere sia la vita sia la morte. D'altra parte, «non c'è nessun vivo che arrivi al suo giorno senza aver avuto padri e madri a ogni angolo di strada». Perché Maria sia finita a vivere in casa di Bonaria Urrai, è un mistero che a Soreni si fa fatica a comprendere. La vecchia e la bambina camminano per le strade del paese seguite da uno strascico di commenti malevoli, eppure è così semplice: Tzia Bonaria ha preso Maria con sé, la farà crescere e ne farà la sua erede, chiedendole in cambio la presenza e la cura per quando sarà lei ad averne bisogno. Quarta figlia femmina di madre vedova, Maria è abituata a pensarsi, lei per prima, come «l'ultima». Per questo non finiscono di sorprenderla il rispetto e le attenzioni della vecchia sarta del paese, che le ha offerto una casa e un futuro, ma soprattutto la lascia vivere e non sembra desiderare niente al posto suo. «Tutt'a un tratto era come se fosse stato sempre così, anima e fill'e anima, un modo meno colpevole di essere madre e figlia». Eppure c'è qualcosa in questa vecchia vestita di nero e nei suoi silenzi lunghi, c'è un'aura misteriosa che l'accompagna, insieme a quell'ombra di spavento che accende negli occhi di chi la incontra. Ci sono uscite notturne che Maria intercetta ma non capisce, e una sapienza quasi millenaria riguardo alle cose della vita e della morte. Quello che tutti sanno e che Maria non immagina, è che Tzia Bonaria Urrai cuce gli abiti e conforta gli animi, conosce i sortilegi e le fatture, ma quando è necessario è pronta a entrare nelle case per portare una morte pietosa. Il suo è il gesto amorevole e finale dell'accabadora, l'ultima madre. La Sardegna degli anni Cinquanta è un mondo antico sull'orlo del precipizio, ha le sue regole e i suoi divieti, una lingua atavica e taciti patti condivisi. La comunità è come un organismo, conosce le proprie esigenze per istinto e senza troppe parole sa come affrontarle. Sa come unire due solitudini, sa quali vincoli non si possono violare, sa dare una fine a chi la cerca. Michela Murgia, con una lingua scabra e poetica insieme, usa tutta la forza della letteratura per affrontare un tema così complesso senza semplificarlo. E trova le parole per interrogare il nostro mondo mentre racconta di quell'universo lontano e del suo equilibrio segreto e sostanziale, dove le domande avevano risposte chiare come le tessere di un abbecedario, l'alfabeto elementare di «quando gli oggetti e il loro nome erano misteri non ancora separati dalla violenza sottile dell'analisi logica».

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 315 KB
  • Lunghezza stampa: 164
  • Editore: EINAUDI (7 ottobre 2010)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B005VOHD5A
  • Media recensioni: 4.4 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (41 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #3.765 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)

Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?


Recensioni clienti

Le recensioni più utili
17 di 18 persone hanno trovato utile la seguente recensione
5.0 su 5 stelle una storia lunga un attimo 29 dicembre 2010
Formato:Copertina rigida|Acquisto verificato Amazon
Poche pagine per un racconto intenso ed insolito che si legge tutto d'un fiato ma che resta nel cuore e nella mente a lungo. Identità della tradizione e sentimenti universali si potenziano a vicenda in questa fiaba senza tempo densa di immagini che lasciano una traccia indelebile. Un film da "leggere" e da tenere nel cuore. Ed uno stile letterario di rara sobrietà ed eleganza degno della grande letteratura.
Questa recensione ti è stata utile?
6 di 6 persone hanno trovato utile la seguente recensione
5.0 su 5 stelle capolavoro 5 maggio 2012
Di formika
Formato:Formato Kindle
Rimango basita dalla recensione di marcella Atzori, mi rendo conto che alcune persone dovrebbero evitare proprio di leggere e darsi all'ippica. Non ci sono emozioni, non particolarmente pregevole lo stile? Sforzo compiuto? ma che libro hai letto? Avevi le traveggole mentre leggevi? la cosa che più mi dà fastidio di queste recensioni negative è il modo in cui liquidano i libri senza nemmeno averli letti. l'hai lasciato a metà? E cosa recensisci a fare? Qual è l'utilità della tua recensione per la comunità? mi meraviglio che Amazon vi permetta di recensire, bisognerebbe superare un test di idoneità prima di potere aver accesso al tasto "scrivi una recensione". Siete come il prezzemolo purtroppo, oltretutto. non sono un parente della Murgia e non lavoro per lei, sono solo veramente innervosito dalla superficialità di certi utenti.
Questa recensione ti è stata utile?
3 di 3 persone hanno trovato utile la seguente recensione
Di Germano Dalcielo RECENSORE TOP 500
Formato:Formato Kindle
questo è un libro che fa star male. Si può dire male con la M maiuscola?
Credo di non aver mai letto in vent'anni pagine più pregne, struggenti, dolorose di quelle in cui Maria assiste Tzia Bonaria bloccata nel letto.
Non c'è buonismo o sentimentalismo spiccio della Murgia in queste pagine, né tantomento una morale spiattellata da un piedistallo. L'autrice non si pronuncia se sia giusto o sbagliato il ruolo dell'accabadora. A mio parere si limita a ritrarcela magistralmente con tutto il suo dolore e lotta interiori. E a disegnare l'ineluttabile fatalità, predestinazione di quel ruolo.
Premio meritatissimo il Campiello e libro da leggere assolutamente.

G.Dalcielo
Autore de "Il Peccatore: Il discepolo ombra"
Questa recensione ti è stata utile?
1 di 1 persone hanno trovato utile la seguente recensione
5.0 su 5 stelle Splendido 16 luglio 2013
Di Fede RECENSORE TOP 500
Formato:Formato Kindle|Acquisto verificato Amazon
Una nuova storia Sarda, della tradizione sarda di qualche decennio fa.
Michela Murgia la racconta dagli occhi di una bambina, che non sa cosa avviene dietro a certi termini che lei sente, o a certi ruoli che sono impersonati da uomini o donne del paese.
Ma un po' per volta la bambina cresce, rielabora e capisce.
E ne viene fuori una storia di eutanasia abbastanza primordiale, ma che era accettata. Tanto da attribuire un termine specifico a chi la esercitava.
Veramente avvincente, quasi un thriller.
Questa recensione ti è stata utile?
1 di 1 persone hanno trovato utile la seguente recensione
5.0 su 5 stelle Consigliatissimo 12 marzo 2013
Di Timido
Formato:Copertina rigida|Acquisto verificato Amazon
Un quadro umano, geografico, sociale molto significativo. Intenso, rapido nel linguaggio e nelle descrizioni, si legge d'un fiato, costretti a rallentare per non finirlo troppo in fretta.
Questa recensione ti è stata utile?
3 di 4 persone hanno trovato utile la seguente recensione
4.0 su 5 stelle Bello,bello,bello! 12 settembre 2012
Di gattosiamese RECENSORE TOP 500
Formato:Copertina rigida|Acquisto verificato Amazon
Bella e intensa la storia, bello lo stile narrativo fluido e originale, bella Maria, nella sua limpida saggezza di bambina cresciuta chiedendosi senza capire prima e capendo fin troppo bene in seguito. Mi piace molto la scrittura dell'autrice, ironica e intrigante. La trama rapisce e svela una realtà che pare tanto lontana dal nostro vivere e pensare, eppure è solo lí.... E solo un paio di generazioni fa...
Questa recensione ti è stata utile?
3 di 4 persone hanno trovato utile la seguente recensione
5.0 su 5 stelle INTENSO E STRUGGENTE 17 agosto 2012
Formato:Copertina flessibile|Acquisto verificato Amazon
Un libro bellissimo,potente a tratti deflagrante, che entra nel profondo dell'anima e scava.La gonna frusciante di Bonaria che si muove nel silenzio della notte non si dimentica facilemnte...Nessun personaggio di questo libro si dimentica,eppure è un libro che fa male,fa piangere,fa pensare..E' un libro non sulla morte,nè sull'eutanasia come molti,semplicisticamente,lo hanno catalogato..è un libro sull'essere madre,su come non esista un modo assoluto di essere madre,su come l'amore segua percorsi tortuosi eppure sappia sempre trovare la giusta collocazione..e' un libro corale,dove le storie e le voci di ciascun personaggio si fondono in un unico verso
Avrei voluto scriverlo io un libro così bello,così intenso e poetico,ma posso solo limitarmi a consigliarvi di leggerlo..e poi di rileggerlo e rileggerlo ancora..e ancora...
Questa recensione ti è stata utile?
3 di 4 persone hanno trovato utile la seguente recensione
4.0 su 5 stelle figli d'anima 10 luglio 2012
Di AlessandraT RECENSORE TOP 50
Formato:Copertina rigida
Certe storie sono belle solo se ben scritte. Questa e' una di quelle, e la Murgia sa farlo.
Una storia profonda, scritta con passione, che fa riflettere sulla profonda modernita' di alcune tradizioni.
Un bel romanzo.
Questa recensione ti è stata utile?
Le più recenti tra le recensioni dei clienti
5.0 su 5 stelle Ottimo
Un tuffo nei ricordi, nelle usanze, tradizioni e modelli comportamentali della mia terra che la mia generazione ha cominciato a dimenticare.
Pubblicato 12 giorni fa da Putugna
4.0 su 5 stelle acca adora
E' un libro particolare che tratta con arguzia tutta femminile di madre e figlia adottiva e di come l'amore abbia volti diversi. Molto bello va letto.
Pubblicato 1 mese fa da Manuela Liverani
3.0 su 5 stelle non mantiene le promesse
Parte bene, raccontando un ambiente antico. E' curioso, accattivante, misterioso, ma per strada perde di intensità e ci si resta male. Peccato.
Pubblicato 1 mese fa da Carlo Auriemma
4.0 su 5 stelle Inaspettato
Non me l'aspettavo. Acquistato per preparare un viaggio in Sardegna, ho scoperto una scrittrice dei luoghi e della terra sarda; stile asciutto, moderno ma rispettoso di regole e... Ulteriori informazioni
Pubblicato 2 mesi fa da npiero45
5.0 su 5 stelle accabbadora libro
è stato un regalo e l ho scelto in base alle recensioni scritte da altri...e devo ringraziarli perchè è stato un regalo apprezzatissimo. Ulteriori informazioni
Pubblicato 2 mesi fa da elisa
5.0 su 5 stelle La nascita e la morte
È intriso di nascite e morti Accabadora. Nascite e morti biologiche, ma non solo, perché ogni rinnovamento nella vita è una nascita e ogni legame spezzato,... Ulteriori informazioni
Pubblicato 2 mesi fa da Boskoop
3.0 su 5 stelle Attenzione alla rilegatura
Riguardo al prodotto ISBN 978-88-6621-311-6 (versione italiana), chi ama la "copertina rigida" faccia attenzione perchè questa versione ha la copertina flessibile... Ulteriori informazioni
Pubblicato 4 mesi fa da Emanuele
5.0 su 5 stelle ottimo
ottimo acquisto, prezzo migliore che in qualunque negozio. lo consiglio a tutti. Sono rimasta totalmente soddisfatta, il servizio perfetto, ottimo
Pubblicato 5 mesi fa da Nada
5.0 su 5 stelle Finalmente un libro straordinario
Raro leggere qualcosa di così intenso e profondo. Di altissimo livello l'uso del linguaggio, che penetra nei sentimenti della Sardegna meno nota e che alterna passaggi di... Ulteriori informazioni
Pubblicato 6 mesi fa da rossella zanini
5.0 su 5 stelle chiamarla recensione non è il caso
Cosa mi piace ? Una storia che non ti permette di abbandonare il libro per troppo tempo; l'eleganza e la sapienza delle parole che descrivono i sentimenti. Ulteriori informazioni
Pubblicato 6 mesi fa da <<fishbone>>

I più evidenziati

 (Cos'è?)
&quote;
Come gli occhi della civetta, ci sono pensieri che non sopportano la luce piena. &quote;
Evidenziato da 6 utenti Kindle
&quote;
«No, Maria, il lutto non serve a quello. Il dolore è nudo, e il nero serve a coprirlo, non a farlo vedere». &quote;
Evidenziato da 5 utenti Kindle
&quote;
Le colpe, come le persone, iniziano a esistere se qualcuno se ne accorge. &quote;
Evidenziato da 5 utenti Kindle

Ricerca articoli simili per categoria


ARRAY(0xa5c2087c)