EUR 19,72 + EUR 2,90 spedizione
Disponibilità immediata. Venduto da RAREWAVES USA
Quantità:1

Ne hai uno da vendere? Vendi su Amazon

Immagine non disponibile

Immagine non disponibile per
Colore:
  • Andrew Lloyd Webber S Love Nev [Edizione: Germania]
  • Ci dispiace. Questo articolo non è disponibile in
      

Andrew Lloyd Webber S Love Nev [Edizione: Germania]


Prezzo: EUR 19,72
Tutti i prezzi includono l'IVA.
Disponibilità immediata.
Venduto e spedito da RAREWAVES USA.
Nuovi: 3 venditori da EUR 19,72 Usati: 2 venditori da EUR 33,83

Offerte speciali e promozioni

  • Amazon Warehouse Deals, la nostra selezione di prodotti usati e ricondizionati in offerta. Scopri di più


Spesso comprati insieme

Andrew Lloyd Webber S Love Nev [Edizione: Germania] + The Phantom Of The Opera At The Royal Albert Hall - Edizione 25 Anniversario + Les Miserables - 25° Anniversario
Prezzo per tutti e tre: EUR 39,70

Questi articoli sono spediti e venduti da venditori diversi.

Acquista tutti gli articoli selezionati

Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?


Dettagli prodotto

  • Formato: Dolby, Sottotitolato, Schermo panoramico, Import
  • Audio: Inglese (Dolby Digital 2.0 Stereo), Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua: Inglese
  • Sottotitoli: Francese, Spagnolo
  • Sottotitoli per non udenti: Inglese
  • Formato immagine: 2.35:1
  • Numero di dischi: 1
  • Studio: Universal Studios
  • Media recensioni: 4.1 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (25 recensioni clienti)
  • ASIN: B006GHA9QQ

Recensioni clienti

Le recensioni più utili

4 di 4 persone hanno trovato utile la seguente recensione Di EternoSognatore il 8 giugno 2012
Formato: Blu-ray Acquisto verificato
premetto che io avevo già visto il musical a Londra con Ramin Karimloo e Sierra Boggess,nonostante le musiche straordinarie e la bravura incredibile dei performer, lo spettacolo mancava della cosa più importante....ovvero della storia.....molto approssimativa e scontata,e questa pecca è ancora più evidente in questa produzione australiana,prima di tutto si capisce come la parte del Phantom sia stata scritta su Karimloo,le scenografie molto diverse dalla produzione inglese,cosi come alcuni adattamenti della messa in scena.....

Insomma in parole povere,se siete appassionati di Musical e siete curiosi questo è un titolo che bisogna vedere,se invece avete già gia visto lo spettacolo di Londra vi consiglio di lasciar perdere l'acquisto.....
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
9 di 10 persone hanno trovato utile la seguente recensione Di Malakia il 18 febbraio 2012
Formato: Blu-ray
(..)

Innanzitutto parliamo delle qualità tecniche:
- audio: ovviamente solo inglese
- sottotitoli: in tutte le lingue possibili ed immaginabili anche se con traduzioni non proprio brillanti (i sottotitoli italiani sono piuttosto approssimativi e presentano numerosi errori).
- contenuti speciali: making of di 10 minuti scarsi.

Cast: Ben Lewis, Anna O'Byrne, Maria Mercedes, Simon Gleeson, Sharon Millerchip

Avendo visto e amato alla follia l'originale produzione londinese nonostante i vistosi limiti del musical di per sè stesso (Love Never Dies ha parecchie note dolenti, comunque lo si metta in scena, a prescindere dagli attori e dalle scenografie) ero assai incuriosita di assistere all'adattamento australiano, così tanto esaltato dalla critica e da Sir Webber in persona. Mi accingo a scrivere questa recensione dopo aver visionato il film tre volte e mezza: alla prima ero troppo impegnata a fare confronti con il cast londinese, la seconda a criticare la traduzione italiana e solo alla terza mi sono decisa a guardarlo "a mente sgombra". Adesso mentre scrivo, il video sta scorrendo in TV per la mezza quarta volta e sono pronta per cominciare.
Innanzitutto parliamo dell'allestimento. Bello, non c'è che dire. Il palco è costruito con tutt'attorno una sottospecie di ottovolante dove i ballerini e i personaggi si spostano su più livelli facendo apparire tutto più grande di quanto non sia, il colore predominante è il rosso che viene sostituito da toni più freddi soltanto dalla fine del primo atto in poi quasi a fare da spartiacque.
Ulteriori informazioni ›
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
1 di 1 persone hanno trovato utile la seguente recensione Di Veroniquet il 28 settembre 2013
Formato: DVD
Premetto che adoro THE PHANTOM OF THE OPERA e sono appena tornata da Londra dove ho visto il musical al HER MAJESTY'S THEATRE (assolutamente meraviglioso). Devo dire che avrei preferito non continuasse la storia. Tutti abbiamo fantasticato sul fatto che o lui o lei avrebbero fatto in modo di incontrarsi nuovamente e così il compositore ci ha provato. Di per sè il musical è bello e ben fatto. Gli interpreti Australiani, seppur dotati di voci bellissime, risultano un po' freddi, senza quell'impeto di passione che contraddistingue proprio il fantasma e la sua opera....Le musiche sono belle e mi piacciono i riferimenti qua e là al vecchio spartito. Avrei preferito, per esempio, quando entra il fantasma, che ci fosse la Sua musica, perchè lui è sempre lui, anche se un po' addolcito e un tantino meno folle. Mi piace la parte rock. Il fantasma è rock e quando presenta il regno al bambino è perfetto (meglio, ripeto, con altro fantasma....). Stupenda la canzone LOVE NEVER DIES, la musica mi emoziona tantissimo e la Christine australiana è molto brava ad interpretarla (sembra un po' Rossella O'hara...). Quindi, tirando le somme: è un bello spettacolo e consiglio a tutti di vederlo. L'atmosfera circense è azzeccata.
Per il seguito del fantasma, il meraviglioso THE PHANTOM OF THE OPERA, bè, chissà, avrei preferito un po' più di impeto, di un visconte un po' più combattivo, un Erik un po' più potente e virile o forse, semplicemente, preferivo finisse con quella maschera bianca nelle mani di Meg Giry, ancora sana di mente....NEL VECCHIO SPARTITO.
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
1 di 1 persone hanno trovato utile la seguente recensione Di Marco Giacomelli il 20 febbraio 2012
Formato: DVD
Concordo con ciò che è già stato detto: non era assolutamente necessario dare un seguito ad uno dei musical più belli mai creati. Nonostante tutto, il confezionamento del DVD mi è piaciuto, e vocalmente parlando i due protagonisti mi sembrano davvero ottimi. Soprattutto Anna O' Byrne, vocalmente davvero squisita, di gran lunga migliore rispetto alla Boggess. Per non parlare del gelido fascino di Ben Lewis! In effetti ci si può godere questo spettacolo solo evitando di pensare al suo predecessore.
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Di TBUGoth il 27 maggio 2014
Formato: DVD
Ho visto The Phantom of the Opera , quando avevo 12 anni , e ho sentito la Original London Cast Recording of Love Never Dies quando avevo 16 anni . Da allora la mia vita era passato attraverso alcuni cambiamenti importanti . Per prima cosa il mio papà è morto 2,75 mesi dopo che ho visto The Phantom of the Opera sul palco ( che ci crediate o no) e la mia vita continuava a peggiorare , così la mia personalità come i personaggi di " Love Never Dies" cambiato la vita . Quello che sto cercando di dire è " Misery Loves Company ", soprattutto da amici intimi . Quando avevo 13 anni avevo letto " The Phantom of Manhattan ", quindi non era una sorpresa per me quando Christine morì. : ( !

In una classe denominata " Lavorare con i bambini piccoli " Ho imparato che se un bambino è nato meno di un anno in un matrimonio è molto probabile che cade a pezzi , il che contribuisce PERCHE Christine sceglie la Phantom . Inoltre , attrazione di Gustave musica , e anche avendo lo stesso concetto di bellezza come fantasma , può essere spiegato con l'esistenza del Gene hobby . Ciò significa che, essendo entrambi i suoi genitori, come la musica , è più probabile che pure.

Anche il gioco d'azzardo era popolare tra le persone ricche durante il tempo che è stato fissato il Fantasma dell'Opera . Questo sarebbe risultato più probabile in un reddito più basso , che avrebbe messo l'accento sulla Raoul e il matrimonio di Christine , che contribuirebbe a PERCHE Christine sceglie la Phantom . Raoul nel romanzo originale è immaturo e le persone immature sono impulsivo , e fare le cose come bere troppo, e gioco d'azzardo.
Ulteriori informazioni ›
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.

Le più recenti tra le recensioni dei clienti


Ricerca articoli simili per categoria