Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci l'indirizzo e-mail o il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 0,00

Risparmia EUR 8,31 (100%)

include IVA (dove applicabile)

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Passa al retro Passa al fronte
Narrazione Audible Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un esempio di narrazione Audible per questo libro Kindle.
Maggiori informazioni

I Mille Formato Kindle

3.9 su 5 stelle 18 recensioni clienti

Visualizza tutti i formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 0,00
Copertina flessibile
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 8,31
Forniture assortite
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 165,00

Lunghezza: 436 pagine

Descrizione prodotto

Sinossi

Questo ebook è un testo di pubblico dominio. Potete trovare il testo liberamente sul web. La presente edizione è stata realizzata per Amazon da Simplicissimus Book Farm per la distribuzione gratuita attraverso Kindle.

L'autore

Giuseppe Garibaldi (Nizza, 4 luglio 1807 – Caprera, 2 giugno 1882) è stato un generale, patriota e condottiero italiano. Noto anche con l'appellativo di Eroe dei due mondi per le sue imprese militari compiute sia in Europa, sia in America Meridionale. È la figura più rilevante del Risorgimento, uno dei personaggi storici italiani più celebri al mondo. È considerato dalla storiografia non indipendente e nella cultura popolare del XX secolo da essa influenzata un eroe nazionale. Iniziò i suoi spostamenti per il mondo quale ufficiale di navi mercantili e poi quale capitano di lungo corso al comando. Giuseppe Garibaldi nacque a Nizza il 4 luglio 1807,nell'attuale Quai Papacino, in un periodo in cui la relativa contea (già parte dei domini sabaudi) era sotto sovranità francese, poiché in quegli anni erano stati annessi dal Bonaparte all'Impero tutti i territori continentali sabaudi Fu battezzato il 29 luglio 1807 nella chiesa di San Martino di Acri e registrato come Joseph Marie Garibaldi, cittadino francese. La sua famiglia si era trasferita a Nizza nel 1770; il padre Domenico Garibaldi (1766-1841), originario di Chiavari, era proprietario di una tartana chiamata Santa Reparata. La madre Maria Rosa Nicoletta Raimondi (22 gennaio 1776-20 marzo 1852) era una figlia di pescatori originaria di Loano, nel 1807 territorio francese (sino al 1805 Repubblica Ligure), e morì a Nizza. Giuseppe era il secondogenito di sei figli: Angelo (1804-1853), il fratello maggiore, divenne console negli Stati Uniti d'America, Michele fu capitano di marina, Felice rappresentante di una compagnia di navigazione, Elisabetta (1798-1799) e Maria Teresa morirono in tenera età: la prima in un incendio insieme alla balia, la seconda di malattia. Per diverso tempo, gli storici dettero credito a una versione, dimostratasi poi falsa, secondo la quale Garibaldi avrebbe avuto origini tedesche. La famiglia divideva con alcuni parenti, i Gustavin, una casa sul mare. Dell'infanzia di Giuseppe si hanno poche notizie, per lo più agiografiche. Risulta invece certa la notizia che a 8 anni salvò una lavandaia caduta in acqua e che il soccorso a persone in procinto di annegare fu una costante, tanto che ne salvò almeno 12. Nel 1814 la casa dei Garibaldi fu demolita per ampliare il porto e la famiglia traslocò. Nel 1815 Nizza fu restituita al Regno di Sardegna per decisione del Congresso di Vienna e restò sotto il governo dei Savoia fino al 1860.

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 537 KB
  • Lunghezza stampa: 436
  • Utilizzo simultaneo di dispositivi: illimitato
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B004TWANCK
  • Word Wise: Non abilitato
  • Miglioramenti tipografici: Non abilitato
  • Media recensioni: 3.9 su 5 stelle 18 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #623 gratuiti nel negozio Kindle Store (Visualizza i Top 100 gratuiti nella categoria Kindle Store)
  •  Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Formato Kindle
garibaldi..come non lo immaginavo...e come non ce lo fanno studiare a scuola!Testo un pò difficile per uno stile ormai fuori dal tempo...ma ne vale davvero la pena!
3 persone su 3 l'hanno trovata utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Libro di grande interesse, scritto con una retorica di altri tempi da chi ha vissuto un periodo eccezionale. Da leggere
2 persone su 2 l'hanno trovata utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Non conoscevo assolutamente l'opera letteraria di Garibaldi e ne sono rimasto piacevolmente sorpreso. Il libro è un documento di prima mano dell'impresa dei Mille che non indulge eccessivamente nella descrizione di battaglie, ma si concentra su singoli personaggi o sull'affresco generale.
La posizione anticlericale, ma anche anti-savoia è molto netta ed in qualche modo inaspettata, almeno nella violenza dei toni. Inoltre si evince un odio profondo per Napoleone terzo. Entrambi, Savoia e Napoleone, colpevoli per la cessione di Nizza come compenso della second aguerra di indipendenza per di più fermata prima della conquista del Veneto.
Un documento che dovrebbe avere una maggiore diffusione sia per il valore letterario, sia, soprattutto, per il valore di testimonianza storica diretta
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Solo tre stelle perché questa cronaca in prima persona delle imprese dei Mille è troppo lunga e dispersiva: infatti oltre a narrare le battaglie della campagna del 1860, il biondo eroe si perde a narrare una serie di episodi minori legati a personaggi (per noi minori, ma per lui importanti) che hanno partecipato all'impresa.
Il libro però aiuta a capire il pensiero di Garibaldi, quello che a scuola non è mai espresso: feroce odio verso il clero e, in certi punti, verso la monarchia sabauda.
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di Beppe RECENSORE TOP 500 il 10 gennaio 2012
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Il libro narra delle imprese dei mille viste dalla parte di chi ne è stato promotore e partecipe.
Leggere gli scritti autografi di un personaggio storico è sempre un ottimo metodo per farsene un'idea obiettiva senza filtri ed enfasi storiografiche, in questo caso particolarmente accentuati dalla ben nota - e assai stucchevole - retorica risorgimentalista.
Leggendo il libro mi sono fatto l'idea di un personaggio certamente animato da idealismo e dalle migliori intenzioni, ma che evidentemente - pur appartenendo alla massoneria - non aveva assolutamente capito le trame internazionali che Piemonte e Inghilterra stavano ordendo contro gli altri stati italiani (con l'intenzione gli uni di sanare il proprio enorme debito pubblico mettendo le mani sulle fiorenti finanze duo-siciliane e gli altri di spazzare via la più potente flotta del mediterraneo in occasione della apertura del canale di Suez, e di ri-affermare il proprio monopolio assoluto sulle preziose miniere di zolfo siciliane).
Dal libro inoltre emerge una visione del mondo estremamente semplicistica, riduttiva e spesso contraddittoria.
Si dichiara uomo di pace ma poi declama le "...splendide baionettate..." che il popolo italiano (se non fosse reso sagrestano dai "maledetti preti") potrebbe infierire al tiranno, ai preti e ai loro sgherri.
Dice di odiare ogni forma di tirannide e di oppressione ma esaltando gli inglesi ("...gente graziosa...") dimentica il loro colonialismo, quintessenza dello sfruttamento e dell'oppressione su altri popoli.
Definisce i preti scarafaggi, vermi, perversi ecc. ignorando l'opera di Don Bosco (suo co-evo) e di tantissimi altri sacerdoti che praticavano diffusamente l'unica forma di "welfare" allora esistente: la carità cristiana.
Ulteriori informazioni ›
9 persone su 12 l'hanno trovata utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Pur se scritto in un linguaggio "antico", questo libro ci aiuta nella comprensione del pensiero di Garibaldi. Risaltano perchè molte volte richiamati il Suo forte anti-clericalismo come la sua grande ammirazione e la esaltazione per i suoi eroici compagni di "avventura".
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di igor il 27 novembre 2014
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Lo dovrebbero far leggere nelle scuole, anche x non dimenticare gli eroi che hanno dato la vita per Italia, ci sono delle idee e delle considerazioni di Garibaldi che si rispecchiano anche alle vicende politiche dei nostri giorni.
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Molto suggestivo in alcuni passaggi, rivela alcune qualità e aspetti di Garibaldi che non insegnano a scuola. A tratti la realtà romanzata si configura benissimo in un romanzo d'azione.Non è un libro di memorie.
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti


Ricerca articoli simili per categoria