Il fondamentalista riluttante (Super ET) e oltre 1.000.000 di libri sono disponibili per Amazon Kindle . Maggiori informazioni
EUR 8,08
  • Prezzo consigliato: EUR 9,50
  • Risparmi: EUR 1,42 (15%)
  • Tutti i prezzi includono l'IVA.
Spedizione gratuita per ordini sopra EUR 19.
Disponibilità immediata.
Venduto e spedito da Amazon.
Confezione regalo disponibile.
Quantità:1
Il fondamentalista rilutt... è stato aggiunto al tuo carrello
Ne hai uno da vendere?
Passa al retro Passa al fronte
Ascolta Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un campione dell'edizione audio udibile.
Maggiori informazioni
Visualizza tutte le 2 immagini

Il fondamentalista riluttante Copertina flessibile – 16 set 2008


Visualizza tutti i 3 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
Copertina flessibile
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 8,08
EUR 8,08

Offerte speciali e promozioni


Spesso comprati insieme

Il fondamentalista riluttante + Nero Pakistan
Prezzo per entrambi: EUR 16,58

Acquista tutti gli articoli selezionati

Chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche



Dettagli prodotto

  • Copertina flessibile: 134 pagine
  • Editore: Einaudi (16 settembre 2008)
  • Collana: Super ET
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 880619481X
  • ISBN-13: 978-8806194819
  • Peso di spedizione: 141 g
  • Media recensioni: 3.9 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (44 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 16.379 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)

Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

3.9 su 5 stelle

Le recensioni più utili

11 di 11 persone hanno trovato utile la seguente recensione Di Spinillo Patrizio RECENSORE TOP 100 il 30 gennaio 2013
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Un libro che si legge tutto d'un fiato, anche con una certa suspence creata dalla vicenda che si svolge nel presente, secondaria rispetto alla rievocazione, da parte del protagonista, della sua vicenda passata. Ne risulta quasi una pièce teatrale, persino - paradossalmente, vista la tesi di fondo - una sceneggiatura perfetta per un film hollywoodiano.
Tuttavia, digerito lentamente dopo una rapida scorpacciata, il libro rivela qualche piccola crepa logica ed eccessiva semplificazione che ruba qualcosa alla stringente logica che il protagonista vorrebbe individuare nella propria vicenda.
In ogni caso un romanzo scritto in maniera originale e ben riuscito.
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
9 di 9 persone hanno trovato utile la seguente recensione Di gattosiamese RECENSORE TOP 1000 il 2 marzo 2011
Formato: Copertina rigida
mi è bastata questa frase per "obbligarmi" a leggerlo..."Vidi crollare prima una e poi l'altra delle torri gemelle del World Trade Center. E allora sorrisi". Scoprire cosa poteva aver riportato alle sue origini un uomo ormai americanizzato,ad aver risvegliato una repulsione atavica verso un paese forse nemico per il suo popolo, ma non per lui in prima persona, è stato interessantissimo e affascinante.Lo consiglio, si divora.
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
5 di 5 persone hanno trovato utile la seguente recensione Di npiero45 RECENSORE TOP 1000 il 28 maggio 2013
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Nel romanzo, disse l'autore a un intervistatore, c'è una crisi personale che e' anche politica; la grande malattia di questo secolo: la nostalgia, anche della giovinezza, ora le cose vanno molto in fretta. Occidente e Oriente sfruttano questa nostalgia: Bush evocando gli alleati di grandi guerre passate e la potenza di un modo dominato dai bianchi, Bin Laden i sultanati del '300 e gli europei il rimpianto dei paesi monoetnici. Il protagonista vive questa nostalgia ben rappresentata dalla ragazza di cui di cui perdutamente si innamora, inutilmente perché lei continua ad amare il fidanzato morto tanto da essere incapace di prefigurarsi un futuro diverso. Ma ci puo' essere essere un futuro diverso?, un futuro di integrazione, di tolleranza?
Il protagonista racconta la sua storia a un turista americano al tavolo di un ristorante di Lahore. Quel turista siamo noi, lettori, noi con la nostra curiosita' e insieme paura per lo straniero. Avvincente seguire la trasformazione del protagonista, da ammiratore del sogno americano a deluso e infine arrabbiato; il libro è interessante; spiega tante cose che non capiamo; quest'odio verso chi ti ha accolto, questa rivolta. Il tema è assolutamente attuale, il libro scorre via con velocita'; sorretto da una scrittura che non lascia spazio a sentimentalismi, non si sorregge con similitudini, incisiva ed efficace, ed alla fine....scopritelo voi, vi invito a leggerlo.
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
2 di 2 persone hanno trovato utile la seguente recensione Di RC RECENSORE TOP 500 il 18 settembre 2013
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Changez, colto ventiduenne di buona e decaduta famiglia pakistana di Lahore, biglietto da visita della prestigiosa Underwood Samson in tasca, laurea a pieni voti a Princeton, determinatissimo e ormai prossimo alla vetta – l’upper class di Manhattan, ed Erica, è bellissima Erica - scopre l’11 settembre di non amare ciò di cui è divenuto in/consapevolmente parte; le immagini violente di quel giorno in TV spezzano il processo di assimilazione culturale e sociale di Changez. Il suo sogno americano va in frantumi; la reazione dell’America, sospetti e umiliazioni immotivate, l’orgoglio infine, lo riavvicinano al suo popolo.
Un diverso approccio ai temi della globalizzazione e del fondamentalismo. Nostalgico e disperato l’amore di Erica. Ben costruito e scritto, ma non il capolavoro annunciato da parte della critica.
« Io non ero in guerra con gli Stati Uniti. Anzi, ero il prodotto di un’università americana; stavo guadagnando un lucroso salario americano; ero infatuato di una donna americana. Perché allora una parte di me desiderava il male degli Stati Uniti? Non lo sapevo; sapevo solo che i miei sentimenti sarebbero stati inaccettabili per i miei colleghi, e mi sforzai di nasconderli più che potevo. »
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
4 di 4 persone hanno trovato utile la seguente recensione Di AlessandraT RECENSORE TOP 100 il 30 luglio 2013
Formato: Formato Kindle
questo racconto lungo (o romanzo breve) sembra nato per essere un monologo teatrale. Tutto incentrato su un incontro,che parrebbe fortunato, in una piazza tra due personaggi,un colto professore universitario pakistano. Changez, un occidentale di cui percepiamo la presenza solo nelle battute dell'altro. Durante una bevuta , che poi diventa cena, nel mercato principale, il protagonista ci racconta la storia,molto personale,ma con tratti di universalità, dell'11 settembre e delle due conseguenze, vista con gli occhi di un pakistano. A nulla vale la sua istruzione a Princeton,la ricchezza o la posizione sociale: changez è solo un nemico, un fondamentalista.E ne esce il ritratto di un'America razzista, spaventata, intollerante, che sacrifica il sogno americano (se meriti otterrai tutto quello p ed c io hai lottato) davanti a l Timor panico dello straniero. Ben scritto e molto originale,ho trovato m o lato più interessante la parte di riflessione politica rispetto alla storia d'amore tragico. Breve.
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
2 di 2 persone hanno trovato utile la seguente recensione Di susanna bassano il 15 ottobre 2013
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
un libro che è un piacere per come è scritto e come stimolo alla riflessione. Il contesto estremamente pericoloso - un pakistano brillante e sul punto di americanizzarsi quando si verifica l'attentato alle torri gemelle - non esclude il rimando alla situazione di chiunque viva stabilmente lontano dalla propria patria. Un problema che si verifica costantemente per noi italiani, ospiti di altri paesi e a nostra volta ospitanti di tanti espatriati. Ci sarebbe troppo da dire ma io consiglio a chiunque di leggere questo libro.
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.

Le più recenti tra le recensioni dei clienti