Acquista usato
EUR 5,00
+ EUR 2,90 spedizione
Usato: Come nuovo | Dettagli
Condizione: Usato: Come nuovo
Commento: Testo in ottime condizioni. Copertina senza alcun segno. Nessuna sottolineatura. Nessuna parte evidenziata. Spedito con raccomandata tracciabile.
Ne hai uno da vendere?
Passa al retro Passa al fronte
Ascolta Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un campione dell'edizione audio udibile.
Maggiori informazioni
Visualizza l'immagine

Il giorno prima della felicità Copertina flessibile – 9 mag 2012

4.2 su 5 stelle 19 recensioni clienti

Visualizza tutti i formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
Copertina flessibile, 9 mag 2012
EUR 5,00

C'è una nuova edizione di questo articolo:

Il giorno prima della felicità
EUR 5,25
(19)
Disponibilità immediata.

Offerte speciali e promozioni

  • Amazon Warehouse Deals, la nostra selezione di prodotti usati e ricondizionati in offerta. Scopri di più

Descrizione prodotto

Recensione

Tra i vicoli brilla la lama De Luca Un Pinocchio rovesciato, nei bassi di Napoli, sullo sfondo le eroiche «quattro giornate» del 1943

Quaranta Bruno, Tuttolibri - La Stampa

Ha il respiro di un cunto Il giorno prima della felicità, apparso a Erri De Luca fra questa e quella lettura biblica. Anche se la Parola qui non tace, a cominciare dal titolo, offerto da un figlio di Sara e di Abramo braccato dai tedeschi: «... capodanno. Lo festeggiamo a settembre. Con la pietra buttata nell’acqua facciamo la mossa di liberarci delle colpe. Domani, per noi comincia l’anno. Voglia il nostro che oggi sia il giorno prima della felicità». Fra «i vicoli più stretti e strilloni» della geografia, Erri De Luca tesse una storia lucente, o, meglio, vi obbedisce, l’asseconda, mai urtandola, mai enfiandola. Perché - avverte - «lo scrittore dev’essere più piccolo della materia che racconta. Si deve vedere che la storia gli scappa da tutte le parti e che lui ne raccoglie solo un poco. Chi legge ha il gusto di quell’abbondanza che trabocca oltre lo scrittore». Non diceva Beppe Fenoglio di scrivere con grande sospetto, ma soprattutto con grande fiducia? Qualcosa di simile accade alla nostra voce napoletana, intonata, intonatissima, tra nidi di fantasmi, grotte, navi, panni sgocciolati. E’ una sorta di Pinocchio rovesciato Il giorno prima della felicità. Geppetto è il portiere don Gaetano, alle spalle vent’anni in Argentina, dove «le solitudini regolavano il fiato in faccia agli orizzonti», senza famiglia come «il bambino smilzo e contorsionista» a cui, giorno dopo giorno, porge le chiavi della vita, meritando ascolto, devozione, complicità. Lo guiderà fino alla maggiore età, nutrendolo, oltre che di cernia e pastepatate, di storie («mi aprivano le orecchie e mi allargavano il cuore»), ogni storia un giorno del mondo - amuleto, grimaldello, memento -, omaggiandolo di una linfa sapienziale così indigena, così densa nelle vene dialettali («il dialetto era speciale per le sentenze, meglio della messa in latino»).Tra guerra e dopoguerra, tra le quattro epiche giornate del settembre ’43 («Così arriva una mattina, finalmente piove e sento in bocca a tutti la stessa parola, sputata dallo stesso pensiero: mo basta») e le carrozzelle «che portavano soldati americani in gita. Erano i figli di quelli arrivati a città liberata». Con magica levità Erri De Luca suscita, di una città «monarchica e anarchica», canovacci remotissimi eppure neanche un filo di ruggine («da noi si scorda il male appena arriva un poco di bene»), anime, pietre, pagliuzze d’oro, lampi di Totò, Marotta, De Sica, come il conte che si giocava le proprietà al circolo, come lo scarparo che al pubblico ufficiale presentatosi quale funzionario delle imposte domanda: «Ah, siete un impostore?», come il ragioniere Cummoglio che «se buttava una paglia in acqua la vedeva andare a fondo, mentre agli altri galleggiava pure il piombo». ..Coltivando il vizio di leggere trasmessogli dal bouquiniste don Raimondo, onorando la scuola, dalle elementari al liceo («io me li porto dietro i libri di scuola, se devo scappare per il terremoto»), delibando le grazie di una vedova, l’eroe involontario di Erri De Luca si avvicina alla resa dei conti. Due sillabe (Anna) che lo scortano da quando, ancora piccolo, giocava a pallone nel cortile e che giungeranno a cozzare contro il guappo. Sarà il coltello, sarà il riflesso benigno del sole («Il sole vuole bene a quelli che abitano in basso, dove non arriva»), sarà l’oceano, dove ottenere l’assoluzione, «impossibile in terra».

Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone

Per scaricare una app gratuita, inserisci l'indirizzo e-mail o il numero di cellulare.




Dettagli prodotto

  • Copertina flessibile: 133 pagine
  • Editore: Feltrinelli (9 maggio 2012)
  • Collana: Universale economica
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8807722305
  • ISBN-13: 978-8807722301
  • Peso di spedizione: 181 g
  • Media recensioni: 4.2 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (19 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 101.008 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)

Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Copertina flessibile
Un toccante racconto di un ragazzo senza genitori cresciuto in una portineria con i ricordi della guerra narrati dal suo padre adottivo. Con la magistrale mano di De Luca viviamo una Napoli reale e senza veli, fatta di ombre e di luce, nebbie e riflessi. La tenera storia da lo spunto all'autore per narrarci del brutto periodo della guerra e come i napoletani, stanchi dell'oppressore tedesco, abbiano con una improvvisa scrollata di audacia, ripreso le redini della città e cacciato l'invasore. Con realistica crudezza De Luca racconta di quel tragico periodo senza remore né freni, con chiarezza e con vivida lucidità, come solo lui riesce a fare grazie a una vita vissuta istante per istante senza perdersi assolutamente nulla.
3 persone su 3 l'hanno trovata utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Questa storia se viene letta con gli occhi o gli strumenti contemporanei è semplicemente assurda e fuori da qualsiasi regola civile o penale. La lontanza dalle nostre realtà quotidiana la rende però avvincente. Questo racconto lascia il segno, forte, nell'anima del lettore che senza pregiudizi, coglie l'essenziale di questo mondo perduto nelle regole di sangue e onore. La passione per la vita, la scoperta della sessualità istintiva e la saggezza data dalle necessità, rendono questo romanzo una perla del nostro recente passato.
l'assoluta, meravigliosa, abiltà espressività dell'autore, la sua capacità di concentrare in una frase o in poche parole, concetti fondamentali per tutti, rendono questo romanzo assolutamente imperdibile.
1 persone su 1 l'hanno trovata utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
De Luca è un compositore, questa la prima cosa che sento di scrivere.
Compone a caratteri mobili neri su fondo bianco, il duplice volto di una città, della gente che la abita, di due generazioni accomunate dalla povertà e dall'orfanezza.
È una Napoli flagellata dai bombardamenti durante la seconda guerra mondiale, il teatro della giovinezza di don Gaetano, uomo dalla pelle “tosta”, perché “Un bambino che cresce senza una carezza indurisce la pelle, non sente niente, neanche le mazzate.”
Ma c'è anche la Napoli “bella di notte”, nella quale “c'è pericolo ma pure libertà”, in cui “girano quelli senza sonno, gli artisti, gli assassini, i giocatori”. Quest'ultima, la città scenario della vita dello “smilzo”, ragazzo orfano, cresciuto da un don Gaetano che, per mestiere fa il portinaio, per dono, anticipa i pensieri di chi si trova dinanzi.
Tra una partita a scopa con la consapevolezza che “t'aggia 'mparà e t'aggia perdere”, “ devo insegnarti e poi lasciarti andare”, una pasta e patate “riposata” e l'ennesima lite di condomini desiderosi di essere ascoltati da chi sa “stare a sentire”, perché “Questa è la prima qualità di chi deve parlare”, procedono, quasi senza soluzione di continuità, i racconti di “quel corpo che si chiama popolo” che con dignità e forza riesce ad allontanare le milizie tedesche da una città che “tiene il terremoto sotto e il vulcano pronto”, e la ricerca di un giorno felice dai contorni evanescenti.
Vorrebbe riconoscerlo il giorno prima, lo smilzo, quel momento atteso. Prova a immaginarne i contorni, un segnale che possa preannunciare la felicità, “un regalo” che “ non dipende se uno fa bene il portiere e para i rigori”.
Ulteriori informazioni ›
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
in genere di Erri De Luca mi piace più come dice che quello che racconta ma in questo libro le due cose si fondono perfettamente! belle le ambientazioni, i dialoghi e il concetto, sorpassato ma impregnato nella cultura partenopea, dell'onore da cui non ci si può sottrarre nemmeno a costo della proprioa vita...
1 persone su 1 l'hanno trovata utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Non dò 5 stelle solo perchè 5 le ho date a "Montediddio", che secondo me è il suo libro più bello. Ma le 4 stelle sono meritatissime! Davvero un bel libro, per chi ama De Luca, è un testo assolutamente da non perdere! Consigliatissimo! Il prezzo è ottimo e la consegna, come sempre, velocissima!
1 persone su 1 l'hanno trovata utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Amo Erri De Luca, amo il suo modo semplice di esprimere profondi sentimenti, amo la scelta studiata delle sue parole.
Il giorno prima della felicità non va raccontato ma letto per capire come, un pensiero altrui, può essere ascoltato nella propria testa e scoprire che "Pur'io comincio a ricevere i pensieri"
5 persone su 6 l'hanno trovata utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
La maestria di Erri De Luca come scrittore è quella di chi sa toccare l'anima senza dover spargere fiumi di inchiostro: poche parole, scelte con sapienza, e tanti non-detti, che cinematograficamente si potrebbero rappresentare come tanti sguardi senza parole. Il romanzo narra dell'iniziazione alla vita di un bambino orfano, lo "Smilzo", che grazie alle parole dette e, appunto, non-dette di Don Gaetano (l'uomo tuttofare che vive nello stesso caseggiato del protagonista) imparerà a crescere. Sullo sfondo una Napoli viscerale, e la guerra ,non raccontata, ma percepita in maniera intensissima.
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
il libro è molto bello toccante e sentimentale,ma la versione del kindle è veramente pietosa: errori di ortografia,di punteggiatura, parole scritte attaccate e alcune separate, spazi chilometrici fra una parola e l'altra e addirittura lacune di diverse pgine. Un vero schifo illegibile, tanto che ho comprato il cartaceo e dopo averlo letto posso dire che questa versione fatta così male rovina soltanto questo libro.
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti


Ricerca articoli simili per categoria