oppure
Accedi per attivare gli ordini 1-Click.
oppure
Sì, voglio provare gratuitamente
Amazon Prime!
Altre opzioni di acquisto
Ne hai uno da vendere? Vendi i tuoi articoli qui
Ci dispiace. Questo articolo non è disponibile in
Immagine non disponibile per
Colore:

 
Dillo alla casa editrice.
Vorrei leggere questo libro su Kindle

Non hai un Kindle? Scopri Kindle, oppure scarica l'applicazione di lettura Kindle GRATUITA.

Sex and violence. Percorsi nel cinema estremo [Copertina flessibile]

Roberto Curti , Tommaso La Selva
4.0 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (2 recensioni clienti)
Prezzo di copertina: EUR 32,00
Prezzo: EUR 27,20 Spedizione gratuita. Dettagli
Risparmi: EUR 4,80 (15%)
  Tutti i prezzi includono l'IVA.
o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o
Disponibilità: solo 2 --ordina subito (ulteriori in arrivo).
Venduto e spedito da Amazon. Confezione regalo disponibile.
Vuoi riceverlo domani? Ordina entro e scegli la spedizione 1 giorno. Dettagli

Formati

Prezzo Amazon Nuovo a partire da Usato da
Copertina flessibile EUR 27,20  

Descrizione del libro

1 gennaio 2007 Le comete
Un viaggio dentro l'inferno del non rappresentabile al cinema, o, meglio, di quello che le censure dei vari paesi bollavano come immorale, perverso e quindi proibito. La prima bolgia è l'America puritana e moralista del Codice Hays, destinata a trasformarsi pochi decenni dopo nella fucina di generi fortemente trasgressivi come l'exploitation, lo splatter e l'hardcore, grazie a registi come Herschell Gordon Lewis, George Romero, Wes Craven e Gerard Damiano: zombi, gole profonde, donne in prigione e belve delle SS sono le dannazioni più gettonate. Poi si approda in Europa per inabissarsi nelle ossessioni di autori geniali e dissacranti: gli spostamenti del piacere di Alain Robbe-Grillet, le monache indemoniate di Ken Russell, il sesso rivoluzionario di Dusan Makavejev e quello tentacolare di Andrzej Zulawski, le madri castratrici di Arrabal. Ma c'è spazio anche per le vampire sadiane di Jesús Franco e per le peccatrici nude sotto la sferza di Pete Walker. Non manca il cinema estremo italiano, a partire da Pasolini e passando per gli squartatori di Lucio Fulci o l'impudico terzo occhio di Alberto Cavallone. Infine, ci si addentra nella malabolgia orientale, in cui vagano gli angeli violentati di Wakamatsu Koji, i fornicatori a oltranza di Oshima Nagisa, i maestri della tortura di Ishii Teruo. In chiusura, una panoramica sulla "morte al lavoro" nei documentari shock e nei sedicenti snuff movie, per poi interrogarsi sul futuro di un laboratorio filmico in perenne mutazione.

Offerte speciali e promozioni

  • Amazon Warehouse Deals, la nostra selezione di prodotti usati e ricondizionati in offerta. Scopri di più


Chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche


Dettagli prodotto

  • Copertina flessibile: 626 pagine
  • Editore: Lindau (1 gennaio 2007)
  • Collana: Le comete
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8871806697
  • ISBN-13: 978-8871806693
  • Peso di spedizione: 780 g
  • Media recensioni: 4.0 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (2 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 150.161 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)

Vendi la versione digitale di questo libro nel Kindle Store

Se sei un editore o un autore e detieni i diritti digitali di un libro, puoi vendere la versione elettronica nel Kindle Store. Maggiori informazioni

Recensioni clienti

5 stelle
0
3 stelle
0
2 stelle
0
1 stella
0
4.0 su 5 stelle
4.0 su 5 stelle
Le recensioni più utili
5 di 5 persone hanno trovato utile la seguente recensione
4.0 su 5 stelle perché il cinema è arrivato dove è arrivato 11 maggio 2012
Di Luca Terrinoni RECENSORE TOP 100
Formato:Copertina flessibile|Acquisto verificato
Riporto da pag. 302 : "mentre viene abolito il reato di adulterio femminile, il cinema prepara una controffensiva misogina senza precedenti". Così si apre il il paragrafo "Desideri a serramanico", all'interno del capitolo sul cinema italiano.
Come si può vedere l'approccio è assolutamente serio, e ci tengo a dirlo perché il titolo e soprattutto il tema del lavoro potrebbero indurre a gravi malintesi. Qui abbiamo uno studio approfondito e documentato, che non ha nulla che fare con le tante rassegne falsissimamente compiaciute e oculatamente illustrate sul cinema estremo.

Fra gli autori analizzati possiamo trovare: Robbe-Grillet, Makaveiev, Ken Russell, Zulawski, John Waters, Oshima; ma c'è anche un'ampia trattazione del "caso Pasolini", con riferimento particolare alle vicende giudiziarie di "Salò".
Particolarmente interessante il capitolo sul cinema italiano; densissimo, come immaginabile, quello sull'estremo (in tutti i sensi) Oriente; lucida e istruttiva la sezione sullo "snuff movie".

Nel complesso una lettura impegnativa ma utile, che sa dar conto, storicizzandole, di derive altrimenti incomprensibili assunte dalla produzione cinematografica, ma serve anche ad isolare filoni ed opere privi di reale valore artistico (spesso il mero riflesso di allucinate visioni di improbabili "autori").
Il volume è suddiviso nei seguenti capitoli:

1. "Mondo Weirdo". Le quattro generazioni dell' "exploitation" statunitense.
2. L'altro lato dello specchio : cinema estremo europeo.
3. I teorici della provocazione.
4. ...e sul corpo tracce di violenza : gli anni '70 e l'estremo.
5. L'occhio selvaggio : il cinema estrema italiano.
6. Alla periferia dell'Impero.
7.
Ulteriori informazioni ›
Questa recensione ti è stata utile?
Di Miro
Formato:Copertina flessibile|Acquisto verificato
Le informazioni che dà Luca Terrinoni nella sua recensione sono interessanti ed esaustive, e mi accodo a lui nel raccomandare di non lasciarsi traviare dal titolo (che urla il tentativo di farsi notare, ma non rende giustizia al saggio). Evito perciò di ripetere cose già dette.

Ciò che mi premeva sottolineare è che comunque la scrittura è spesso accattivante e la lettura piuttosto scorrevole (a patto di avere un minimo di familiarità con la saggistica, cinematografica e non). A tratti, però, gli autori peccano di pedanteria e il loro registro è altalenante: giustappongono frasi elaborate farcite di termini piuttosto impegnativi a periodi molto più scorrevoli, quasi "bassi"; le due cose non sempre si amalgamo bene assieme.
n ultimo, rimprovero il fatto che troppo spesso gli autori si sentano in dovere di descrivere con precisione le varie amenità o i deliri rappresentati nel film truculento di turno, rovinando a volte il piacere della scoperta (e, vi assicuro, non sempre le descrizioni sono giustificate dal discorso significante del momento).

Il libro è in ogni caso molto utile come mappa di orientamento all'interno del cinema estremo, e tutto sommato il giudizio degli autori sui vari film è equilibrato e argomentato. Inoltre, che io sappia, è uno dei più validi e seri in questo campo, scritto da due esperti e appassionatissimi.

Il libro è naturalmente corredato di un elenco delle fonti utilizzate per ogni capitolo (molto utile per un eventuale approfondimento) e dall'immancabile lista dei film (per ognuno dei quali sono indicate le pagine nelle quali se ne fa riferimento).

Acquisto assolutamente consigliato per chi volesse avere un panorama completo (almeno fino alla metà degli anni 2000) di questo tipo di cinema.
Questa recensione ti è stata utile?

Ricerca articoli simili per categoria