Ultima notte a Twisted River (La scala) e oltre 1.000.000 di libri sono disponibili per Amazon Kindle . Maggiori informazioni
Ne hai uno da vendere?
Passa al retro Passa al fronte
Ascolta Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un campione dell'edizione audio udibile.
Maggiori informazioni

Ultima notte a Twisted River Copertina rigida – 15 set 2010


Visualizza tutti i 2 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
Copertina rigida
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 9,99

Su questo libro puoi utilizzare il codice promozionale “3 euro da leggere”. Scopri tutti i dettagli.


Offerte speciali e promozioni

  • Amazon Warehouse Deals, la nostra selezione di prodotti usati e ricondizionati in offerta. Scopri di più


I clienti che hanno visto questo articolo hanno visto anche


Questo libro è nuovo ma proviene dalle eccedenze di magazzino o dagli stock di copie invendute dagli editori. Potrebbe presentare segni di usura sulla copertina. Questo titolo fa parte della promozione "-55% sui libri Remainders". Scopri di più.

Dettagli prodotto

  • Copertina rigida: 670 pagine
  • Editore: Rizzoli (15 settembre 2010)
  • Collana: Scala stranieri
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8817043710
  • ISBN-13: 978-8817043717
  • Peso di spedizione: 699 g
  • Media recensioni: 4.0 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (5 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 71.042 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)

Recensioni clienti

4.0 su 5 stelle
Condividi la tua opinione con altri clienti

Le recensioni più utili

18 di 18 persone hanno trovato utile la seguente recensione Di NoNick on 20 gennaio 2013
Formato: Copertina rigida
Si sapeva che Irving fosse un formidabile creatore di storie ed inventore di personaggi formidabili, ma dimostra con questo capolavoro di essere anche un virtuoso della costruzione di un opera letteraria.
Irving con tranquillità pianta la scenografia (le foreste ed i fiumi del Nord Est americano), i suoi personaggi (un cuoco di origine italiana e suo figlio, dei boscaioli canadesi, delle donne forti e passionali)... poi i suoi colpi di scena. Ma dove ci vuole portare ? Pazienza.
L'avventura di Dominic e Danny Baciagalupo (tanti italiani in questo libro, tanta cucina del Bel Paese !) coprirà 3 generazioni della storia degli USA, dal Vietnam a Bush Jr. Questo romanzo è anche una splendida riflessione sul mestiere di scrittore, sul sottilissimo rapporto tra "fiction" e realtà. Ci sono sempre i temi cari a Irving: le relazioni padre-figlio, le donne, i casi e colpi di scena straordinariamente incredibili, la natura, la morte...
Ketchum è senza dubio uno dei personaggi più fantastico della litteratura moderna.
Bisogna tufarsi in questo libro, le pagine di una bellezza sconvolgente di Irving creano dipendenza, impossibile mollare il libro.
Mi ero imposto, verso la fine, di non leggere più di 20 pagine al giorno: l'idea di uscire di questa storia mi rendeva triste.

John Irving è semplicemente un genio.
Leggete "ULTIMA NOTTE A TWISTED RIVER".
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
1 di 1 persone hanno trovato utile la seguente recensione Di Curiosamente RECENSORE TOP 50 on 24 luglio 2013
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
La storia di tre generazioni di uomini e dei loro rapporti di padri e di figli si sviluppa lungo l'arco di cinquant'anni, che arrivano anche a sessanta-settanta con gli antefatti. Forse il protagonista di questo romanzo-fiume è lo scrittore di successo con la sua vita intricata e un po' sognante, ma ci sono almeno altri due caratteri di primissimo piano, uomini fuori del comune con una possente intelligenza intuitiva. Le donne che li accompagnano (con regolare discontinuità) sono spesso donne grandi, floride e meticce, anche se non mancano quelle mingherline, ma sempre dalla tempra molto forte. I destini di tutti i personaggi sono affidati al caso più inverosimile: chi "cade dal cielo" come un angelo, chi annega nel fiume per essersi fermato un attimo di troppo mentre si muoveva su un tronco galleggiante, chi viene scambiato per un orso e ucciso per sbaglio, chi viene scovato nella sua fuga sotto falso nome in seguito a una lite tra due persone lontane migliaia di chilometri....
Il caso è il vero filo conduttore della storia, che non si cura dell'assurdità delle sequenze e, anzi, costruisce una sua filosofia di come il mondo proceda prevalentemente a seguito di una serie di incidenti, di fatalità. E' un romanzo lunghissimo con tanti temi che sarebbe impossibile sintetizzare in poche righe; tra i molti pregi, ho apprezzato in particolare la magnifica ambientazione -quasi cinematografica- in diversi Stati americani e nel Canada man mano che si susseguono le tappe della fuga del padre e del figlio. Una fuga che ha del leggendario e che, nella seconda parte, si intreccia con l'aspra critica politica dell'autore a un'America che sta perdendo se stessa. Consigliato a chi ama Irving e i grandi orizzonti, a chi ha un animo viaggiatore, anche se personalmente ho preferito altri suoi romanzi, primi tra tutti il delizioso "La quarta mano" e "Preghiera per un amico", veramente stupefacente.
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Di Dughi RECENSORE TOP 500 on 6 aprile 2014
Formato: Copertina rigida Acquisto verificato
La storia, lunga una vita, del cuoco italo-americano Dominic e di suo figlio Daniel è al centro di questo bel romanzo ambientato in Canada.
Comincia nel nord del paese, in una piccola comunità di boscaioli la cui economia è legata al taglio degli alberi e al trasporto dei tronchi lungo i fiumi della regione.
Le giornate sono fatte di fatica, ritmi abitudinari e durezza. Durezza della vita e degli uomini.
In questo ambiente, a Twisted River, maturano gli sventurati imprevisti che costringeranno il padre e il figlio dodicenne a lasciare tutto quel che conoscono e a cominciare una nuova vita lontano dalle poche persone che considerano amiche.
Nei loro ricordi la moglie dell'uno, madre dell'altro, morta tragicamente in una notte di molti anni prima.
Passeranno 40 anni e le loro vite trascorreranno nonostante tutto, evolveranno nella reciproca consapevolezza della necessità di proteggersi l'un l'altro. Il figlio avrà a sua volta un figlio.
Una storia tutta al maschile nel quale le donne non hanno mai un ruolo centrale, per scelta o per ventura transitano nella vita dei due uomini, ma non si fermano a lungo. Almeno non quelle che dovrebbero.
Centrale, nella narrazione, la figura di Ketchum, boscaiolo amico del cuoco che negli anni rimarrà sempre unito ai due fuggitivi. Sarà il loro unico legame con il passato e saprà segnare il loro presente.

Nonostante tutte le difficoltà i protagonisti trovano sempre la forza di proseguire la loro strada nella vita, c'è un bel messaggio in questo; e sempre a questo proposito: ci sono legami di vecchia data tra il cuoco e il boscaiolo che si comprendono appieno solo quasi alla fine del libro.
Ulteriori informazioni ›
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
0 di 1 persone hanno trovato utile la seguente recensione Di CR55 RECENSORE TOP 1000 on 6 agosto 2013
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Sinceramente mi aspettavo di più dallo scrittore di "Le regole della casa del sidro", film che ho visto qualche anno fa e che mi era piaciuto molto. Non mi ha convinta l'uso dei flashback: si fa un passo avanti e due indietro nella maggior parte del libro; questo, a lungo andare, appesantisce troppo la lettura, affatica e confonde il lettore. Alla fine il protagonista, che diventa anche l'autore, spiega che inizia a scrivere dall'ultimo capitolo, a ritroso: ecco il perché dello stile un po' confusionario. Non mi ha convinta neanche l'episodio fondamentale, che scatena poi tutte le conseguenze della storia: la padellata in testa. Possibile mai che un ragazzino dodicenne riesca ad ammazzare sul colpo una donna grande e grossa, solo con un colpo di padella sulla tempia...? E poi, perché dover per forza fuggire, visto che il cadavere era già stato sistemato (...perché non avrebbe potuto scrivere il libro?)? Francamente ha un po' del grottesco. Poco convincente anche la maggior parte delle figure femminili: androgine, giunoniche, forzute; sembrerebbe che l'autore abbia un bisogno psicologico di simili figure. E poi troppe parentesi, in un libro ben scritto non dovrebbero proprio essercene. Unico motivo per cui ho dato 3 stelle e non 2 è per il concetto di base che la violenza può diventare inarrestabile e le ambientazioni sono abbastanza ben descritte. Comunque un malloppone tutto sommato piuttosto noioso; la parte politica e dell'attacco alle Torri Gemelle poi, decisamente da eliminare: è inutile e sembrerebbe aggiunto apposta per poter dire la sua. Insomma, non mi sentirei di consigliarlo a un vero amico.
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.

Immagini del prodotto offerte dai clienti


Ricerca articoli simili per categoria