Profilo di Amazon Customer > Recensioni

Profilo personale

Contenuto
Classifica Top recensori: 1.966
Voti utili: 187

Linee guida: maggiori dettagli sulle Community di Amazon.

Recensioni scritte da
Amazon Customer

Pagina: 1
pixel
Delamax ND3.0 - Filtro a densità neutra, allungamento del tempo di esposizione 1000x, 77 mm
Delamax ND3.0 - Filtro a densità neutra, allungamento del tempo di esposizione 1000x, 77 mm

4.0 su 5 stelle Qualità più che buona (per questa fascia di prezzo), 23 aprile 2014
Acquisto verificato(Cos'è?)
L'aspetto più positivo di questo filtro ND, oltre al prezzo molto interessante e inferiore di un ordine di grandezza rispetto a filtri più prestigiosi, è la nitidezza: provato con un obiettivo di livello medio alto (Canon EF-S 17-55 f/2.8 IS USM), non ha prodotto variazioni apprezzabili sulla qualità dell'immagine, anche con soggetti dai forti contrasti come scritte nere su fondo bianco. Inoltre, non ho rilevato nessuna aberrazione cromatica.

La resa cromatica è invece decisamente migliorabile, come in molti filtri di questa classe di prezzo: le immagini finali presentano un'evidente dominante magenta, facilmente correggibile in post produzione avendo l'accortezza di utilizzare il formato RAW e magari di utilizzare un target calibrato. Per i più esperti, meglio ancora risolvere tutto in macchina utilizzando un bilanciamento del bianco custom: nel caso di Canon (EOS 7D) ho ottenuto colori neutri riducendo la temperatura colore di 700K (rispetto alla temperatura selezionata senza filtro) e impostando un shift sulla posizione A7 (7 passi verso il verde sull'asse verde/magenta, nessuna correzione sull'asse rosso/ciano).

Nella norma, per questa classe di prezzo, anche la vignettatura: praticamente assente a focali "normali", mentre a focali grandangolari diventa evidente. Nei miei test, a 17mm (equivalenti a 24 mm su full frame) ho misurato una perdita di luminosità di circa 1 stop ai quattro angoli, ma già a metà del frame si nota una perdita di circa 1/3 stop. Questa vignettatura va ovviamente sommata a quella introdotta dall'obiettivo usato.

Un accenno anche all'intensità dell'effetto: da un filtro ND 3.0 ci si aspetta una riduzione di 10 stop esatti di luminosità, in realtà il valore che ho misurato è leggermente superiore (tra 1/3 e 1/2 stop), aspetto di cui tenere conto quando si effettuano i calcoli dell'esposizione, altrimenti ci si ritrova con un'immagine leggermente sottoesposta.

Il giudizio è nel complesso più che positivo se rapportato al prezzo d'acquisto. I problemi relativi alla dominante e alla vignettatura sono comunque risolvibili, anche se richiedono un minimo di attenzione o un po' di lavoro in più in post produzione. Considerato che non peggiora la nitidezza, non è uno scandalo utilizzarlo anche con obiettivi di medio e alto livello. Chi è interessato ad un utilizzo continuo e professionale di un filtro ND 3.0 dovrebbe probabilmente cercare un'alternativa di qualità superiore (es. Singh-Ray, potendo permettersi di pagare un prezzo 10 volte superiore...), ma non esito a raccomandare questo filtro a chiunque ne voglia fare un utilizzo saltuario. A poco più di una trentina di Euro, e con misura 77 mm, è difficile trovare di meglio.

Ora il mondo saprà tutto
Ora il mondo saprà tutto
Prezzo: EUR 0,89

6 di 7 persone hanno trovato utile la seguente recensione
1.0 su 5 stelle Pessimo, 28 dicembre 2013
Acquisto verificato(Cos'è?)
Difficile trovare qualcosa di positivo in questo romanzo, prolisso, noioso, fastidioso nell'utilizzo della narrazione al presente, purtroppo nemmeno esente da un discutibile utilizzo della grammatica italiana ("Anche Karen [...] è scossa per quanto GLI abbiamo appena comunicato"). La trama è nel complesso scontata, ad eccezione del concetto di capsula del tempo spaziale, unico elemento di originalità del racconto ed unico aspetto apprezzabile del romanzo. Ma il ritmo è monotono, i colpi di scena assenti. I personaggi principali mancano di caratterizzazione e risultano essere oltremodo deboli, incapaci di esprimere emozioni; quelli secondari altro non sono se non stereotipi (i militari stupidi e guerrafondai, i politici corrotti e attaccati alla poltrona). Da un punto di vista strettamente scientifico la trama regge fino a metà del romanzo, per poi scivolare nel ridicolo (calcolo del movimento di una stella all'interno della galassia in un intervallo di tempo di 5 miliardi di anni? Analisi spettrale di un pianeta orbitante attorno ad una stella distante 1000 anni luce? Cattura di una sonda in orbita polare con velocità di 30Km/s e sua immissione in un'orbita terrestre bassa? E tutto questo con la tecnologia attuale?). Assolutamente inverosimile anche la sezione del racconto che descrive la "fuga". Se sono arrivato alla fine è solo per la speranza del clamoroso colpo di scena finale, che ovviamente non c'è. Ci sarebbe molto altro da aggiungere, ma ho dedicato già troppo tempo a questo libro, in assoluto uno dei peggiori che abbia mai letto.

LG IPS234V-PN, Monitor PC LED 23 Pollici, Colore Nero
LG IPS234V-PN, Monitor PC LED 23 Pollici, Colore Nero

6 di 7 persone hanno trovato utile la seguente recensione
4.0 su 5 stelle Ottima qualità dell'immagine, accessori migliorabili, 20 febbraio 2013
Acquisto verificato(Cos'è?)
Ho scelto questo monitor perchè cercavo un prodotto basato su tecnologia IPS ad un prezzo accessibile. Premetto che mi interesso principalmente di fotoritocco e quindi gli aspetti che più mi interessano in un monitor sono la fedeltà/uniformità dei colori e l'angolo di visione. Sotto questi aspetti ho potuto constatare che il pannello LCD di LG si comporta egregiamente e non a caso viene utilizzato anche in monitor di altre case (Asus, per menzionarne una). Come di consueto per monitor di questa fascia di prezzo, le regolazioni di default sono da dimenticare e servono sostanzialmente solo a stupire gli utenti meno smaliziati. Dopo aver eseguito la calibrazione con una sonda hardware (operazione che tutti coloro che sono seriamente interessati alla fotografia e alla grafica dovrebbero fare periodicamente) i risultati sono stati spettacolari. In particolare, l'aumento di dettaglio nelle ombre è stato sorprendente. Dal punto di vista del tempo di risposta non ho riscontrato scie o presenza di artefatti, tuttavia non utilizzo il PC per videogiochi o applicazioni simili, quindi il mio parere in materia non fa molto testo. I materiali e la costruzione non sono eccezionali, ma in questa fascia di prezzo (e anche oltre) è difficile trovare di meglio.

Quanto a resa delle immagini non avrei esitato ad assegnare le cinque stalle, ma ho trovato decisamente carente la dotazione di accessori: il monitor viene fornito con un cavo VGA me senza cavo DVI o HDMI, scelta che appare quantomeno anacronistica. Il prezzo probabilmente non giustifica la dotazione di un doppio cavo, tuttavia sarebbe stato preferibile che l'unico cavo fosse digitale (qualcuno nel 2013 pensa ancora di collegare un monitor LCD in analogico?). Secondo, l'alimentatore è esterno e del tipo da inserire direttamente nella presa (Schuko, purtroppo), il che non è di per se un difetto, ma la lunghezza del cavo è appena superiore al metro: se la presa non è proprio sotto al monitor probabilmente occorre una prolunga.

In conclusione, il rapporto qualità/prezzo è fantastico e non esito a raccomandare questo prodotto: non fosse stato per quel paio di sbavature le cinque stelle ci sarebbero state tutte.

Manfrotto MM294C4 Monopiede Serie 290 per Fotografia, 4 Sezioni, in Carbonio, Nero
Manfrotto MM294C4 Monopiede Serie 290 per Fotografia, 4 Sezioni, in Carbonio, Nero
Offerto da Yeppon-it
Prezzo: EUR 77,10
14 nuovo e usato a partire da EUR 77,10

4 di 4 persone hanno trovato utile la seguente recensione
5.0 su 5 stelle Compattenza, rigidità e leggerezza ad un prezzo OK, 15 gennaio 2013
Acquisto verificato(Cos'è?)
Dopo alcuni anni di fotografia calcistica a mano libera, mi sono arreso alla necessità di acquistare un monopiede, non tanto per ottenere una maggiore stabilità della mia reflex (nelle condizioni tipiche della foto sportiva - ovvero tempi di esposizione molto brevi - non serve), quanto piuttosto per evitare il carico sulle mie articolazioni dovuto alla reflex stessa e all'obiettivo che uso (un 70-200 f/2.8 - complessivamente siamo a circa 2.5 Kg). Tuttavia cercavo anche un prodotto dimensionato per sostenere con ampio margine la mia attrezzatura (orientativamente almeno 5 Kg), il più possibile leggero per non appesantire ulteriormente il mio zaino, molto compatto per essere facilmente trasportabile (sostanzialmente a 4 sezioni) e con un altezza massima di almeno 150-155 cm.

Il Manfrotto MM294C4 risponde a tutte queste esigenze e offre molto altro ancora. Nell'uso sul campo l'ho trovato estremamente stabile quando vengono aperte solo 1 o 2 sezioni (generalmente fotografo il calcio da seduto, al limite anche per terra, per una questione prospettica), ma anche con tutte le 4 sezioni estese la stabilità e la rigidità si sono dimostrate più che sufficienti ed è quindi perfettamente utilizzabile anche in posizione eretta. Il peso lascia senza parole, tanto che si ha quasi la sensazione di maneggiare un rotolo di cartone. Solide le alette di sblocco delle sezioni (la forza di serraggio può essere regolata con la chiave incorporata nel fermo in plastica del cinturino), confortevole la zona spugnosa dedicata all'impugnatura. Una nota di merito particolare per la piastra di fissaggio della fotocamera o della testa: grazie alla doppia vita coassiale da 1/4" e 3/8" (con meccanismo a molla) è possibile montare sul monopiede indifferentemente una fotocamera, oppure il collare di un teleobiettivo o anche una testa a sfera senza preoccuparsi di dover utilizzare alcun sistema di adattamento della filettatura.

In definitiva, un ottimo prodotto offerto da Amazon ad un prezzo di poco superiore ad un equivalente prodotto in alluminio (al momento dell'acquisto meno di 80€)

Phottix Varos Supporto regolabile per flash con fissaggio per ombrelli da studio
Phottix Varos Supporto regolabile per flash con fissaggio per ombrelli da studio

4.0 su 5 stelle Costruzione solida, prezzo ragionevole, 15 gennaio 2013
Acquisto verificato(Cos'è?)
La sensazione generale è quella di un prodotto di buona fattura, prodotto con materiali all'altezza della situazione. Superiore alla media, in termini costruttivi, il meccanismo di serraggio della slitta porta flash: rispetto ad altri supporti in questa fascia di prezzo l'accoppiamento con il flash risulta quindi più stabile e con minor rischio di caduta del flash stesso. Nel complesso il prezzo appare più che ragionevole per le caratteristiche offerte. Raccomandato.

Wacom Bamboo Pen & Touch Tavoletta grafica, CTH-460-DE
Wacom Bamboo Pen & Touch Tavoletta grafica, CTH-460-DE

4 di 4 persone hanno trovato utile la seguente recensione
4.0 su 5 stelle Buona, ma non perfetta, 12 luglio 2011
Acquisto verificato(Cos'è?)
Ho acquistato questa tavoletta grafica soprattutto in funzione delle mie esigenze di fotoritocco. Nell'utilizzo con la penna in dotazione, la Bamboo si è dimostrata precisa e sufficientemente sensibile per questo genere di utilizzo. L'orientamento della penna non viene rilevato e ciò la pone un gradino al di sotto dei modelli Intuos, ma si tratta di una funzione più utile per il disegno che per il ritocco.
La superficie attiva ha un formato A5; poichè viene "mappata" sulla dimensione dello schermo in uso, con un monitor HD Ready si ha un compromesso ideale tra sensibilità e dimensioni, mentre con risoluzioni Full HD e superiori un minimo movimento della penna corrisponde ad una distanza di parecchi pixel sullo schermo. Nel mio caso specifico questo aspetto non rappresenta particolari preoccupazioni (in ritocco si lavora quasi sempre con alti livelli di zoom), ma altri potenziali acquisrenti potrebbero voler propendere per un modello con una superficie attiva più ampia.
Nessun problema con il driver (su Windows 7) e ottime le possibilità di regolazione e di personalizzazione (i 4 pulsanti sulla tavoletta e i due sulla penna sono completamente configurabili).
Note meno positive riguardo alla funzione "touch": comode, e anche "divertenti" sotto certi aspetti, le possibilità di effettuare lo scrolling, il pinch-zoom e la rotazione con due dita, interessante anche la possibilità di passare ad un'altra applicazione aperta con uno "swipe" a quattro dita. Ma la precisione nel tracciare la posizione delle dita non è all'altezza di quella della penna e, con movimenti di precisione, si ottiene spesso un andamento a scatti. E' possibile che ciò sia dovuto all'attrito tra il particolare materiale plastico utilizzato per la superficie attiva e la pelle delle dita (almeno nel mio caso).
In sintesi, un ottimo prodotto per il fotoritocco (considerato il prezzo), utilizzabile (con qualche limitazione) per il disegno a mano libera, ma che non consiglio quale semplice sostituzione del mouse.

Canon EF 70-200mm 1:2,8L IS II USM Obiettivo
Canon EF 70-200mm 1:2,8L IS II USM Obiettivo
Prezzo: EUR 2.117,60
30 nuovo e usato a partire da EUR 2.106,50

57 di 61 persone hanno trovato utile la seguente recensione
5.0 su 5 stelle Un prodotto di autentica eccellenza, 17 giugno 2011
Acquisto verificato(Cos'è?)
Di fronte ad un obiettivo del genere ci si chiede se davvero possa esistere un ottica migliore e se sia possibile raschiare ancora qualcosa sul fondo del barile senza incocciare nel muro costituito dalle leggi della fisica. Dopo una decina di giorni di utilizzo del "Mark II" posso solo confermare i risultati delle prove di laboratorio: una nitidezza estrema, quasi "tagliente" in tutta l'estensione focale e, soprattutto, già alla massima apertura. La distorsione geometrica è molto contenuta, come anche la vignettatura (per lo meno con un corpo APS-C). Stupisce anche l'aberrazione cromatica, o meglio la sua assenza, anche sui bordi ad elevatissimo contrasto. Fenomenale lo stabilizzatore: i quattro stop dichiarati ci stanno tutti e non è poi così improbabile portare a casa un buono scatto anche con pose attorno al mezzo secondo. Ottimo l'autofocus, rapidissimo e super-preciso.
La costruzione è impeccabile e l'unico appunto riguarda l'impossibilità di sfilare il collare (fornito di serie con paraluce e custodia morbida, quasi una stranezza per Canon) senza rimuovere l'obiettivo dalla macchina. Il peso e le dimensioni non sono certo indifferenti; tuttavia, una volta innestato sulla macchina il bilanciamento è ottimo, con il baricentro che cade più o meno sulla ghiera dello zoom. E' una valutazione soggettiva, ma il feeling è ottimo e la fatica non si sente più di tanto: nel corso di una partita di calcio con oltre 600 scatti la fatica non si è fatta sentire pur non avendo utilizzato un monopiede, ma mi rendo conto che una donna o un maschio meno corpulento di me potrebbe pensarla diversamente.
Proprio lo sport è una delle applicazioni più indicate per questo obiettivo: quando si tratta di congelare l'azione il rapporto focale di f/2.8 permette di guadagnare quello stop sul tempo di esposizione (rispetto al fratellino f/4) che può fare la differenza tra una buona foto ed una inutilizzabile (a parità di ISO). Ma ci sono vantaggi, a mio avviso, anche per i ritratti (soprattutto outdoor) o per le foto macro, dove una ridotta profondità di campo può risultare molto utile per far scomparire uno sfondo ingombrante.
Se l'azione non è tra le vostre priorità, probabilmente la versione f/4 è la scelta più logica, vista anche la notevole differenza di prezzo (e la qualità pressochè identica). Una buona alternativa, per l'utilizzo prettamente sportivo, potrebbe essere anche la versione f/2.8 non stabilizzata. Tuttavia, se volete abbinare la massima qualità e la massima flessibilità di utilizzo, il 70-200 f/2.8L IS II USM è quanto di meglio si possa chiedere ad un 70-200, soprattutto ora che (grazie ad Amazon) il prezzo è di poco superiore ai 1900 Euro (6/6/2011).

Canon EOS 60D Fotocamera Digitale Reflex 18 Megapixel
Canon EOS 60D Fotocamera Digitale Reflex 18 Megapixel
Offerto da Settestore
Prezzo: EUR 618,34
7 nuovo e usato a partire da EUR 485,00

65 di 68 persone hanno trovato utile la seguente recensione
5.0 su 5 stelle Un ottimo acquisto, 21 marzo 2011
Avendo deciso di far fare un salto di qualità alla mia attrezzatura fotografica, da Canonista convinto ho passato molti giorni a sfogliare la margherita tra 550D, 60D e 7D. Per la scelta sono partito dal mio genere abituale: la fotografia sportiva (calcio dilettanti). Avendo scartato subito la 550D (3.5 fps sono troppo pochi per i miei scopi), alla fine ho optato per la 60D: a parità si sensore, si differenzia dalla sorella maggiore per un corpo macchina in policarbonato (piuttosto che in lega di magnesio) e per una velocità di raffica di 5.5 fps (veri! li ho testati sul campo) contro i circa 9 della 7D: una differenza non proprio trascurabile, ma comunque accettabile per chi, come me, scatta per passione e non per professione. Altri corpi di questo segmento (vedi Nikon) promettono magari un frame al secondo in più ma, aspetto da non trascurare, la velocità di 5.5 fps della 60D viene mantenuta per una sessantina di immagini (JPEG, o 16 RAW), a dimostrazione che il buffer è ben dimensionato.
Naturalmente tra i due corpi c'è anche una differenza di prezzo importante: praticamente, la differenza di prezzo mi ha permesso di acquistare un obiettivo EF 70-300mm f/4-5.6 IS USM, fondamentale per il mio genere. Dopo tre settimane di utilizzo ho già ottenuto tante soddisfazioni e i miei scatti hanno fatto davvero un salto di qualità.
La qualità costruttiva è decisamente buona, nonostante l'uso delle plastiche: certo, non è proprio il massimo sotto la pioggia, ma nel mio caso ciò non è un problema (in caso di pioggia mi piazzo comunque in tribuna). Molto buona anche l'ergonomia; peccato solo che (rispetto alla precedente 50D) sia sparito il joystick per la selezione del punto di messa a fuoco, scelta abbastanza discutibile. In compenso lo schermo articolato può essere molto utile in situazioni scomode o durante la ripresa di fimati. A proposito di video, i filmati Full HD fanno veramente una bella figura e la potenza del processore Digic 4 si dimostra sempre all'altezza.
Veramente ottima l'autonomia: nell'arco di una partita (90 minuti e oltre 400 scatti con mirino) il livello si è mantenuto oltre il 75%, in linea con le specifiche dichiarate da Canon (1600 scatti).
In sostanza, un ottimo prodotto per un appassionato del settore prosumer o per un professionista che necessita di un secondo corpo. Veloce nell'accensione, nella messa a fuoco (9 punti Autofocus a croce) e nell'uso generale, quindi adatta a chi ne fa un uso sportivo/naturalistico (e di conseguenza valida per tutti gli altri ambiti).
Giudizio ottimo anche sul sensore APS-C: i 18 Mpixel sono "reali", nel senso che il rumore si mantiene sempre a livelli accettabili anche a livelli ISO elevati: praticamente invisibile fino a ISO 800, accettabile a ISO 1600 e tutto sommato utilizzabile anche a ISO 3200 (magari solo per stampe in formato ridotto o per pubblicazione su web) con un minimo di lavoro sui file RAW (ma anche lo sviluppo interno fa il suo onesto lavoro). Potenzialmente il limite è fissato a ISO 12800 ma in questo caso di tratta effettivamente più di una funzionalità "commerciale" che di una reale possibilità di utilizzo. A differenza di altri, trovo che i MPixel non siano mai abbastanza: rimanendo alla mio genere preferito, indovinare la composizione corretta mentre l'azione evolve rapidamente non è affatto semplice e di conseguenza uso normalmente un'inquadratura più larga, utilizzando poi il crop su PC. Probabilmente per foto paesaggistica o macro 12 MPixel potrebbero già essere sufficienti, ma nel mio caso la risoluzione extra è un plus da non sottovalutare.
Molti criticano la 60D sostenendo che si tratta di un modello "top" tra le entry level, piuttosto che un bottom delle pro: francamente trovo questo tipo di affermazioni prive di significato pratico. Quello che conta è capire se, dato un certo livello di prezzo, si ottengono le funzionalità e le qualità di cui si ha veramente bisogno.
Nel mio caso, l'accoppiata 60D + EF 70-300 f/4-5.6 IS USM è un acquisto azzeccato al 100% e non esito a consigliarla a chiunque faccia della fotografia sportiva il proprio hobby.

Canon EF 70-300mm f/4-5.6 IS USM Obiettivo
Canon EF 70-300mm f/4-5.6 IS USM Obiettivo
Prezzo: EUR 455,40
29 nuovo e usato a partire da EUR 443,00

40 di 46 persone hanno trovato utile la seguente recensione
5.0 su 5 stelle Un complemento eccellente per una prosumer, 21 marzo 2011
Acquisto verificato(Cos'è?)
Il prezzo di acquisto (compreso quello di Amazon, veramente competitivo) non è certo trascurabile, essendo praticamente pari a quello di un corpo macchina entry level. Ma è un prezzo adeguato alla qualità che si ottiene ed in tal senso i tanti commenti positivi che si registrano, anche in siti specializzati, non sono immeritati. La qualità dell'immagine è eccellente a tutte le lunghezze focali e ben superiore a quella degli obiettivi Canon entry-level (quelli forniti in kit con i vari corpi), sia in termini di nitidezza che di distorsione geometrica; anche la vignettatura è molto contenuta. Molto interessante la possibilità di utilizzare la stabilizzazione delle immagini IS in due modalità: quella standard e quella solo verticale, fondamentale quando si vuole eseguire un panning.
Lo sto utilizzando da tre settimane per la fotografia sportiva (calcio), un'applicazione dove conta molto anche la velocità di autofocus (a differenza di altre discipline sportive è praticamente impossibile "anticipare" l'azione ed utilizzare la messa a fuoco manuale) e mi ha già regalato moltissime soddisfazioni.
Forse non raggiunge le prestazioni di un obiettivo serie L (ma probabilmente se ne accorgerebbe solo un occhio particolarmente allenato), ma il livello di prezzo non è nemmeno paragonabile.
Vivamente consigliato a chiunque cerchi un tele di qualità ad un prezzo ancora abbordabile per il segmento prosumer.

Giotto MTL9351 B Treppiede + MH5011 kit tre teste.
Giotto MTL9351 B Treppiede + MH5011 kit tre teste.

5 di 5 persone hanno trovato utile la seguente recensione
5.0 su 5 stelle Meglio del previsto, 21 marzo 2011
Acquisto verificato(Cos'è?)
Ho acquistato questo kit in sostituzione del precedente treppiede, troppo limitato per la mia nuova Canon EOS 60D con obiettivo 70/300 mm. La costruzione è decisamente solida e conferisce al treppiede una notevole stabilità, in tutte le condizioni di utilizzo. Notevoli le possibilità di regolazione: oltre ai tre assi della testa inclusa nel kit, la barra centrale può essere estratta ed inclinata fino a quasi 180°, il che può essere molto utile per la fotografia macro o per inquadrature da angolazioni inusuali. Il peso non è trascurabile, ma rimane comunque ampiamente gestibile (circa 2 Kg). Molto interessante anche l'estensione in altezza, da pochi centimetri a circa 160, il tutto regolabile molto comodamente mediante leve a sblocco rapido: niente di particolarmente innovativo, ma rispetto alla concorrenza (Manfrotto, ecc.) il prezzo è davvero interessante. Davvero una bella sorpresa: raccomandato per chiunque cerchi una soluzione semi-pro ad un prezzo ragionevole.

Pagina: 1