Evergreen Scopri Toys Books CE Shop Fire HD 6 Shop Kindle DVD e Blu-ray Sport Cloud Drive Photos
Se niente importa (Guanda Saggi) e oltre 1.000.000 di libri sono disponibili per Amazon Kindle . Maggiori informazioni
EUR 15,30
  • Prezzo consigliato: EUR 18,00
  • Risparmi: EUR 2,70 (15%)
  • Tutti i prezzi includono l'IVA.
Spedizione gratuita per ordini sopra EUR 19.
Disponibilità: solo 7 --ordina subito (ulteriori in arrivo).
Venduto e spedito da Amazon.
Confezione regalo disponibile.
Quantità:1
Se niente importa. Perch&... è stato aggiunto al tuo carrello
Ne hai uno da vendere?
Passa al retro Passa al fronte
Ascolta Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un campione dell'edizione audio udibile.
Maggiori informazioni
Visualizza tutte le 2 immagini

Se niente importa. Perché mangiamo gli animali? Copertina flessibile – 25 feb 2010


Visualizza tutti i formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
Copertina flessibile, 25 feb 2010
EUR 15,30
EUR 15,30

Offerte speciali e promozioni

  • Amazon Warehouse Deals, la nostra selezione di prodotti usati e ricondizionati in offerta. Scopri di più


Spesso comprati insieme

Se niente importa. Perché mangiamo gli animali? + Perché sono vegetariana + Perché amiamo i cani, mangiamo i maiali e indossiamo le mucche. Un'introduzione al carnismo e un processo alla cultura della carne e alla sua industria
Prezzo per tutti e tre: EUR 40,80

Acquista tutti gli articoli selezionati




Dettagli prodotto

  • Copertina flessibile: 363 pagine
  • Editore: Guanda (25 febbraio 2010)
  • Collana: Biblioteca della Fenice
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8860881137
  • ISBN-13: 978-8860881137
  • Peso di spedizione: 440 g
  • Media recensioni: 4.6 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (72 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 34.999 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)

Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

Le recensioni più utili

Formato: Copertina flessibile
Nel suo saggio, Foer ci fornisce una quantità inverosimile di risposte a questa domanda e quindi altrettanti punti di vista.
La testimonianza iniziale è quella della nonna ebrea che, stremata dalla fuga dai nazisti, rifiuta in tempi di guerra della carne offertale da un russo perché non è cibo 'kosher'. Nelle successive pagine si spazia dagli attivisti della PETA fino alla premurosa allevatrice vegana, dalle crude e strazianti testimonianze dei lavoratori degli allevamenti intensivi statunitensi fino a quelle dei sempre più rari allevatori di campagna, che continuano a prediligere il benessere degli animali a discapito della produttività e del guadagno.
Vengono sfatati tutti i falsi miti dell'essere vegetariano (la mancanza di proteine, l'essere cagionevole, l'eccessiva tenerezza di chi decide di diventarlo) e messe in luce con chiarezza le insidie nascoste dietro alla carne (sistematiche torture inflitte agli animali d'allevamento e la crudeltà della pesca, business legati all'economia, farmaco-resistenza dovuta all'eccesso di antibiotici somministrati come mangime, virus trasmessi dall'avicoltura e dagli allevamenti intensivi fino all'uomo, inquinamento dovuto ai rifiuti organici).
Inoltre, si sottolinea, finalmente, l'estrema influenza che questa scelta, apparentemente personale e intima, può avere sulle sorti dell'intero pianeta.
Partendo dal presupposto che nessuno mangerebbe il proprio cane, e che presumibilmente i lettori inorridiranno alla lettura delle ricette a base di cane proposto in uno dei capitoli iniziali, l'autore fa propria la visione che Orwell utilizza ne 'La fattoria degli animali', secondo la quale 'Tutti gli animali sono eguali ma alcuni animali sono più eguali degli altri'.
Ulteriori informazioni ›
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
34 di 36 persone hanno trovato utile la seguente recensione Di Marco Berlendis il 4 gennaio 2011
Formato: Copertina flessibile
Ottimo libro che getta un po' di luce sull'agghiacciante mondo dell'allevamento industriale, il quale produce ormai il 95% della carne in commercio nel mondo. Lo scopo dell'autore non è quello di fare proseliti vegetariani (anche perché lui stesso mette in mostra il proprio accidentato e difficile percorso pieno di dubbi e tentennamenti) ma quello di aprire gli occhi e renderci più consapevoli riguardo a ciò che portiamo in tavola ogni giorno, che non sbuca dal nulla e non proviene nemmeno più dalle vecchie fattorie di una volta, che ancora nutrono la nostra immaginazione. I problemi che il sistema di allevamento industriale porta sono di tre ordini: 1) l'atroce sofferenza causata agli animali 2) il danno ambientale (il settore incide sul riscaldamento globale più di quello dei trasporti, senza contare l'inquinamento delle falde acquifere) 3) le gravi minacce per la salute umana provocati dalle allucinanti condizioni in cui sono tenuti e 'lavorati' gli animali. Le risposte dell'autore a questi problemi non sono semplici, e non si limitano a proporre la scelta vegetariana (sebbene sia la più coerente) ma anche a vagliare metodi di allevamento alternativi e pi rispettosi per l'animale e per l'ambiente. Certo le descrizioni delle condizioni in cui sono tenuti gli animali sono così sconvolgenti da mettere in discussione se valga veramente la pena, potendo scegliere tranquillamente di mangiare qualcos'altro, di provocare tanta sofferenza solo per il piacere del nostro palato.
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
5 di 5 persone hanno trovato utile la seguente recensione Di ValeBrando il 2 ottobre 2012
Formato: Formato Kindle
Questo di Safran Foer è più che un saggio. è una finestra aperta sulla verità, senza veli, senza pregiudizi e con tanti riferimenti che il lettore può verificare in prima persona.
La scrittura è sciolta, invita il lettore a riflettere senza inutili giri di parole. Lo scrittore si mette dalla parte del lettore che deve ancora conoscere la verità, non si erge a piedistallo solo perchè già conosce i crudi fatti. Lo consiglio spassionatamente a chiunque voglia aprire gli occhi e a chiunque condivida il messaggio implicito nel titolo "Se niente importa". Perchè davvero, se niente importasse...perchè svegliarsi e ostinarsi a vivere?
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
2 di 2 persone hanno trovato utile la seguente recensione Di arianna ricciotti il 22 luglio 2013
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
E' un libro meraviglioso, che tutti dovrebbero leggere, perché conduce a riflessioni sul rapporto con noi stessi e con la realtà, indelebilmente connesso a quello col mondo animale. Non tratta come si potrebbe pensare, delle efferatezze e le crudeltà degli allevamenti, ma analizza in maniera lucida e sofisticata la nostra cultura, con digressioni nella letteratura e nella filosofia fatte da uno scrittore giovane ma di notevole cultura e talento. Dopo averlo letto, l'alternativa non è più essere carnivori o vegetariani, ma prima di tutto essere sinceri e vivere una vita reale, oppure vivere una vita irresponsabile, ipocrita e fondata sulle mistificazioni, senza correre il rischio di incontrare mai quella vera. Un'esperienza che può cambiare la vita, e che l'ha cambiata per certo a molti americani.
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
1 di 1 persone hanno trovato utile la seguente recensione Di Luca Ciavatta RECENSORE TOP 500 il 23 settembre 2013
Formato: Copertina flessibile
Aprire gli occhi di fronte alla piaga degli allevamenti intensivi, comprendere gli interessi miliardari delle lobby dell’alimentazione e realizzare che il dolore non è soltanto una prerogativa dell’uomo. Un saggio intenso, completo e commovente. Un viaggio attraverso gli States alla scoperta di persone che pongono l’etica davanti al profitto e che lottano ogni giorno con la propria coscienza e contro le multinazionali senza scrupoli.

Per sapere cosa c’è dietro al pollo o alla bistecca in vendita al supermercato, per scoprire come non alimentare i continui soprusi che vengono perpetrati contro gli animali da allevamento, per essere onnivori, ma onnivori consapevoli.
Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback. Se questa recensione è inappropriata, comunicacelo.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.

Le più recenti tra le recensioni dei clienti