Underground Scopri Toys Books Cloud Drive Photos Scopri Home Improvement Scopri Scopri Fire Shop Kindle Shop now DVD e Blu-ray Sport

Recensioni clienti

4,3 su 5 stelle451
4,3 su 5 stelle
Formato: Copertina rigida|Cambia
Prezzo:12,67 €+ Spedizione gratuita con Amazon Prime
La tua valutazione(Cancella)Vota questo articolo


Al momento, si è verificato un problema durante il filtraggio delle recensioni. Riprova più tardi.

I PRIMI 500 RECENSORIil 30 luglio 2014
Libro avvincente per molti aspetti che l'ho letto praticamente d'un fiato.

Gramellini è una bella penna piacevole da leggere, questo aiuta molto. Ma anche i contenuti sono molto buoni e forti. Sarebbe stato facile scadere nello stucchevole o patetico in questa storia autobiografica e invece anche nei momenti più forti e tragici rimane quella vena di humour che ci fa sorridere anche davanti a eventi che marcheranno per sempre un bambino.

Gramellini è capace di entrare profondamente nell'animo umano e di illustrarcelo in parole semplici ed efficaci. Non solo perché lo ha vissuto in prima persona. In poche righe possiamo far nostri le impressioni, le paure, i sentimenti di un bambino che cerca di spiegarsi il mondo a modo suo per avvenimenti che per lui non possono avere spiegazioni. Il suo tentativo di costruirsi una realtà alternativa per spiegare l'inspiegabile.

Non posso entrare nel dettaglio senza fare rivelazioni della storia, anche se in fondo non è un Thriller e conoscere la "sorpresa" finale non toglie al piacere di leggere. E' una lettura che prende e non la si vuole mollare fino all'ultimo, almeno cosi' è stato con me. Una lettura che attraverso le sue vicende personali ci interroga su come avremmo reagito noi nei ruoli del bambino, del padre, dei parenti. Domande cui è difficile rispondere. Per cui abbracciate questo testo con apertura di spirito e senza aspettative specifiche, sgombrate la mente da preconcetti cosi da godere a pieno di queste pagine.

Buona lettura!
0Commento|2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 22 giugno 2015
Non conoscevo Gramellini se non per qualche articolo sulla prima pagina della stampa, che peraltro ho sempre condiviso.
Ho trovato questo libro in biblioteca e l'ho subito preso. Iniziando a leggerlo ho subito capito che si trattava di un libro interessante, impegnativo perché tratta dei più dolori sentimenti ed emozioni umane. La perdita della mamma deve essere una tragedia indescrivibile, uno shock dal quale difficilmente un bambino si riprende. Ed infatti nel libro si comprende quasi sulla propria pelle cosa voglia dire soffrire questo dolore: la rabbia, la malinconia, la tristezza e soprattutto la certezza che al mondo si è da soli quando non si ha più la mamma è trattata in maniera magistrale attraverso la difficile esistenza del bambino che cresce nonostante tutto ma con grande difficoltà e sofferenza e che patisce sulla propria pelle questa condizione man mano che cresce. E' un'assenza da cui è impossibile guarire! Commovente!
0Commento|2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 31 maggio 2015
Il libro è, in parole semplici, un confronto continuo fra Massimo piccolo e poi Massimo grande con un fantasma, quello della madre, ufficialmente morta per infarto conseguente alla presenza di un cancro allo stato terminale, ma in realtà morta suicida.
Massimo piccolo si chiede perché lui è l'unico, fra i compagni di scuola, a crescere senza mamma, abbandonato ( se lei mi avesse voluto bene, non mi avrebbe lasciato) senza affetti con un padre freddo e una tata anafettiva con i baffi... Massimo grande continua a chiedersi il perché di questo abbandono, a considerarsi un senza famiglia, nonostante abbia una moglie e un lavoro.. Sarà Madrina, quella che è stata la migliore amica di sua madre a dirgli la verità, a spiegargli la vita è la fine di quella ragazza bionda. Bello, lontano anni luce da quello che leggo di solito, mi ha commosso fino alle lacrime.. per ricominciare a vivere è necessario lasciare andare chi non c'è più.
0Commento|Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 24 gennaio 2013
Gramellini mi ha stupita positivamente! non avevo mai letto romanzi suoi e non mi aspettavo di essere coinvolta tanto durante la lettura come mi è successo!!
Attraverso la lettura c'è molta analisi interiore del personaggio che si racconta e che fà ragionare su molti aspetti etici, morali, della vita che ci portano a cambiare, ad atteggiarci con gli altri come vittime di noi stessi e della nostra famiglia!Il personaggio cresce, come cresce il "guardarsi dentro" del lettore stesso, almeno per quel che mi ha riguardato! buona lettura!!
0Commento|21 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 26 aprile 2015
Bello bello bello. Non mi piace scrivere recensioni, ma per questo libro di Gramellini faccio molto volentieri un'eccezione. Non si tratta di un romanzo ma piuttosto di un viaggio nell'anima in cui ognuno può riconoscere un pezzo di se'. Il percorso alterna momenti profondissimi a descrizioni divertenti, quasi esilaranti. Credo che sia un'arma formidabile per tutti coloro ( e sono più di quanto si possa immaginare) che hanno vissuto sulla propria pelle la tragedia del suicidio di una persona cara. E' un inno alla speranza, a non lasciarsi mai andare...... A continuare a fare bei sogni.
0Commento|Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 13 gennaio 2016
Non volevo leggerlo. Non il libro, quello immaginavo che fosse tosto, non volevo leggere Gramellini. lo discriminavo erroneamente; per cosa poi? Perché era un gran bel pezzo di giornalista e non aveva bisogno anche degli onori di scrittore? Eppure egli è, uno scrittore. Non mi era simpatico, pur non conoscendolo di persona. Insomma delle volte prendiamo delle cantonate e, per non perdere il punto, andiamo avanti come arieti. A testa bassa e puntando le corna. Senza una ragione precisa. Forse una ce l'ho: un milione di copie vendute! Cavolo se è una ragione per un aspirante scrittore! Non ammettere, senza rigor di logica, che "quello" (nel mio caso Gramellini) ha scritto qualcosa di così bello che un milione di persone lo hanno letto, obbligando la casa editrice, a stamparne ben 20 edizioni. Poi, chi mi conosce bene, me lo ha regalato perché sa, che dopo un iniziale capriccio puerile, il buon senso prende il sopravvento. Così, l'ho iniziato con il cuore sereno e...me ne sono innamorata. Ho pianto (che è il mio metro di misura) riconoscendo la profonda sensibilità dell'autore, oltre alla sua abilità di scrittore. Il libro, contenente la preziosa rivelazione della sua esistenza di orfano, è un raro esempio di scrittura del sentimento. È un insieme semplice di parole, quelle che scaturiscono dal cuore. Un libro d'amore, di sofferenza e di perdono. Soprattutto di perdono. "Accettando la vita. E smettendo di giudicare gli altri. Il perdono è il passaggio successivo. Perdonare è un grande regalo che fai anzitutto a te stesso, perché il perdono ti consente di affrontare la vita con un bagaglio più leggero.(MG)". Eccezionale. Aurora Cecchini
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 4 aprile 2014
Autobiografia di un'infanzia resa difficile da un trauma infantile profondo e mai realmente affrontato per quarant'anni.
La storia di un'onnipresente assenza perennemente incompresa che obbliga un bambino a crescere, ma non gli permette mai di farlo davvero, sino a quando qualcuno si rende finalmente conto che nessuno gli aveva mai raccontato la verità.
Ma anche la vita di due uomini, devastata dal dolore della donna iù importante della loro vita (e no: non è un romanzetto rosa).
Struggente e bellissimo. L'ho letto tutto di un fiato, in un solo giorno, ritagliandomi il tempo tra gli impegni quotidiani e credo sia uno di quei libri che mi resterà dentro a lungo.
Consigio caldamente di leggere questo libro e di non leggere il precedente "L'ultima riga delle favole", utile solo come allenamento personale che ha permesso all'autore di scrivere questa autobiografia, ma altrimenti molto deludente.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 14 gennaio 2016
Un libro toccante,nel quale Gramellini ci ha raccontato in modo semplice, chiaro e senza veli, il suo dolore, il dolore immenso che lo ha accompagnato per gran parte della sua vita, il dolore per la morte della mamma.
Ci racconta il senso di abbandono provato, il non essere mai a suo agio con il resto del mondo, del non sentirsi amato e del non saper completamente amare, viviamo il suo percorso interiorre, lungo e difficile fino all'accettazione del vivere, "comunque" e "nonostante".
"I SE sono il marchio dei falliti. Nella vita si diventa grandi NONOSTANTE....
SE fossi cresciuto con la tua mamma, adesso avresti meno paura di cadere. Ma avresti anche meno bisogno di volare. NONOSTANTE lei non ci sia più, è tempo che incominci a sbattere le ali".
Un libro emozionante, capace di farmi sorridere ed emozionarmi.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 10 gennaio 2014
"Breve riposo dona alla mamma, Signore. Svegliala, falle un caffè e rimandala subito qui. È mia mamma, capito? O riporti giù lei o fai venire su me. Scegli tu. Ma in fretta. Facciamo che adesso chiudo gli occhi e quando li riapro hai deciso? Così sia."

Coinvolgente. Emozionante. Avrei voluto che non finisse mai.
Una storia davvero toccante, in cui molti possono anche riconoscersi.
Gramellini è riuscito a raccontare il dolore che ha vissuto nella sua vita, dalla perdita della mamma, alle delusioni amorose..
Tutto ciò con una delicatezza capace di toccare le corde più sensibili dell'animo.
Certamente se Gramellini è diventato la persona che è oggi lo deve soprattutto alla grande Donna che è stata la sua mamma!

"Fai bei sogni. Anzi, fateli insieme. Insieme valgono di più."
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 20 agosto 2013
Ho letto questo libro nel giro di poche ore, ma intensamente: assaporando ogni emozione che le righe trasmettono.... irresistibile, non potevo aspettare troppo per arrivare alla fine. E come ogni libro che ti sfoglia l'anima è stato un peccato arrivare all'ultima pagina.... consiglio a tutti di leggerlo, credo che chiunque possa essere toccato nel profondo, Gramellini racconta una storia che può essere in qualche modo la storia di tutti... e lo fa in una maniera divertente anche quando il tema è struggente .... Erano anni che non riuscivo più a leggere, di libri ne ho letti tanti, forse cinismo chi lo sa, forse avevo un blocco... superato! Mi è tonata la voglia di leggere più che stare al pc :P ... Non vi dico altro... LEGGETELO!!!
* valeva proprio la pena *
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso

I clienti hanno guardato questi articoli

8,25 €
13,60 €
7,23 €
7,65 €