Underground Scopri Toys Books Cloud Drive Photos Scopri Scopri Scopri Fire Kindle Shop now DVD e Blu-ray Sport

Recensioni clienti

4,6 su 5 stelle22
4,6 su 5 stelle
La tua valutazione(Cancella)Vota questo articolo


Al momento, si è verificato un problema durante il filtraggio delle recensioni. Riprova più tardi.

il 29 agosto 2012
Una lucida elencazione delle principali "trappole" in cui tutti noi cadiamo nel prendere le nostre decisioni. Ciascuna di queste corredata da esempi pratici e curiosi, nonchè per chi vuole approfondire il tema dai risultati di esperimenti di "psicologia sociale". L'autore riesce a condurci in quasi quaranta capitoli senza annoiare. Utili poi i consigli su come evitare di cadere in trappola, anche se ed è questo forse l'insegnamento del libro "decidere in modo completamente razionale, ci impedirebbe di decidere".
Consigliato a chi vuole essere più consapevole degli errori di tutti i giorni.
0Commento|8 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 8 gennaio 2015
no, per nulla, ma la buona notizia è che l'irrazionalità che guida le nostre scelte e le nostre decisione è sistematica e come tale prevedibile e indagabile con metodo scientifico.

L'autore descrive in modo semplice e realmente comprensibile anche a chi non si occupa di neuroscienze cognitive ed economia comportamentale, i processi automatici (il sistema 1 di Kahneman) che guidano le nostre decisioni, Il vero valore del libro è quello di "portare la pratica di laboratorio per strada", ogni bias cognitivo è infatti corredato da esperimenti che lo descrivono e da esempi calati nella vita reale.
0Commento|7 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
Il nostro cervello è una gran bella cosa, e ci permette di compiere azioni incredibili. Però si è evoluto in un certo tipo di ambiente, e a volte si trova a disagio nel mondo di oggi. Peggio ancora, ci fa credere qualcosa di assolutamente falso, e ci fa sbagliare non solo in perfetta buonafede ma addirittura pensando di avere ragione. In questo suo secondo libro Matteo Motterlini ci presenta alcune decine di queste trappole: la differenza principale con la sua precedente opera Economia emotiva sta nella presentazione del materiale, che questa volta è suddiviso in comodi capitoletti che si possono leggere separatamente senza perdere il filo della storia. Per esempio, si può scoprire come di fronte a due opzioni assolutamente identiche la gente ne preferisca una rispetto a un'altra, solo perché sembra migliore: o peggio ancora, la scelta logica cambia con il cambiare dei dati (tra una cura che non salverà certamente 200 persone e ne farà morire certamente 400 su 600 e una che ha probabilità 2/3 di salvare ciascuna persona la gente sceglie la prima; ma tra una cura che ne farà morire certamente 400 salvandone 200 e una che ha probabilità 1/3 per ciascuna persona la gente sceglie la seconda). Oppure molta gente è convinta che ci siano più parole inglesi di 7 lettere che finiscono in ING piuttosto che parole di 7 lettere inglesi della forma ?????N?.
La prosa di Motterlini è sempre chiara e piacevole, e la bibliografia in fondo al testo è preziosa per chi voglia approfondire gli argomenti. Resta comunque importante ricordarsi che queste trappole sono per così dire "naturali", che non è vero che siamo più stupidi degli altri se ci caschiamo e che la nostra via di uscita è conoscerle e imparare alcuni trucchi per accorgerci quando ci stiamo cascando; e questo libro ci può aiutare.
0Commento|10 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 17 febbraio 2013
Soprendente! L'ho comprato e letto, l'ho regalato, l'ho consigliato. Una serie di trappole nelle quali quotidianamente cadiamo senza rendercene conto (perché ricordiamo solo il primo e l'ultimo elemento di una lista? perché hanno vinto gli altri alle elezioni visto che non conosco nessuno che li vota? e altri quesiti o trabocchetti di questo tipo....)
0Commento|4 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 23 marzo 2014
Questo genere di libri, quando si limitano a un elenco di pure opinioni e interpretazioni, senza mai citare da quali studi e sperimentazioni esse derivino, sono da rifiutare come ciarlataneria. Questo libro, al contrario è molto documentato e cita sempre le fonti di ciò che viene affermato.
Interessante e di lettura non difficile. Lo consiglio senz'altro.
0Commento|2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 17 marzo 2014
Un testo scorrevole, pragmatico, per certi versi illuminante.
Spazio all'esperienza ed alla relativa applicazione nella vita di tutti i giorni di percorsi mentali, luoghi comuni, pregiudizi, preconcetti.
Che ogni santo giorno condizionano i nostri pensieri e le nostre scelte.
Libro denso perché non teoretico ma assai concreto.
Ed a cui tornare, di tanto in tanto, per rinfrescarsi la mente ed affrontare il mondo con un po' meno di ingenuità istintiva.
Certo, a ricordarsi tutto....
Anche l'improvvisazione va salvaguardata: talvolta, c'azzecca.
0Commento|Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 17 ottobre 2014
un trattato interessante sui molti meccanismi della nostra complicata mente e motiva molti degli atteggiamenti più comuni, aiuta a capire se stessi e gli altri, non che dica cose stupefacenti, non è un libro spettacolo, ma aiutare a comprendere, lo consiglio a chi ha voglia di fare un viaggio nei meccanismi delle nostre decisioni e scelte e a chi vuole interpretare il prossimo.
0Commento|Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 30 agosto 2014
Il libro è ottimo, molto godibile da chiunque sia interessato alla psicologia perché spiega come la nostra stessa mente tenda ad ingannarci tutti i giorni nelle più svariate situazioni con delle vere e proprie "trappole mentali". Le spiegazioni sono corredate da esempi tratti dalla vita reale o da brevi racconti ideati appositamente per chiarire i fenomeni esposti.
0Commento|Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 22 ottobre 2012
CONCRETO E MIRATO senza tanti sfornzoli e disquisizioni per altro molto facili quando si tratta questi argomenti.
Il libro valuta in modo lucido e distaccato i meccanismi alla base di alcune scelte e strategie che normalmente consideriamo "normali" e "istintive".

Davvero un bel lavoro ben fatto!!
Consigliato++++++++
0Commento|Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 1 aprile 2016
Sono appassionato di psicologia sociale e di come il nostro cervello sia influenzato da fattori esterni quando ci troviamo ad affrontare una decisione.

Ho letto Kahneman, Cialdini e moltissimi altri autori citati anche in questo libro, per cui i concetti espressi non mi sono nuovi, ma ho trovato questo libro uno dei più belli sul mercato. Il modo di scrivere, riassumere e sintetizzare i concetti ti consente di acquisirli e comprenderli in modo molto più veloce rispetto ad altri saggi, sia tradotti dall'inglese che in lingua.

Matteo riesce a creare un filo logico e coerente tra i concetti separandoli in capitoli della lunghezza perfetta, così da darti le informazioni che ti servono senza rendere la lettura pesante o noiosa.

Che tu sia appassionato di psicologia o meno, ti consiglio senza dubbio questo testo.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso