Underground Scopri Toys Books Cloud Drive Photos CE Home Improvement Scopri Scopri Fire Shop Kindle Shop now DVD e Blu-ray Sport

Recensioni clienti

4,2 su 5 stelle391
4,2 su 5 stelle
Formato: Copertina flessibileCambia
La tua valutazione(Cancella)Vota questo articolo


Al momento, si è verificato un problema durante il filtraggio delle recensioni. Riprova più tardi.

il 13 aprile 2015
Il libro è stato utile ad arricchire le mie informazioni sulla dieta del sangue che sto seguendo da alcuni anni e sopratutto mi è stato utile per una comparazione tra i vari autori che scrivono sull'argomento.
Il testo è accattivante per il linguaggio ben comprensibile e alla portata dei non esperti in materia con un approccio concreto e pragmatico dell autore.
Inoltre è graficamente e ben impostato è dà un senso di solidità anche per lo spessore della carta satinata.
In quanto al contenuto ho rilevato una carenza di analisi e di conferme e di giudizi relativamente ai fondamentali su cui si basa la dieta del sangue e precisamente non viene citato tutto il processo di agglutinamento delle cellule del sangue e che sta alla base delle prove sperimentali di laboratori elaborate dal precursore della dieta del sangue Peter D'Adamo.
Inoltre in relazione alla classificazione degli alimenti secondo le categorie : favorevoli , neutri , nocivi rilevo le seguente deficienze :
- non si spiega perché un alimento sia neutro
- ho rilevato incongruenze e contraddizioni nella classificazione degli alimenti rispetto ad altri autori; ad esempio nel testo di Anita Hessman Kosaris "dimagrire con la dieta del sangue" e nel testo di Valeria Mangani "Gruppi sanguigni e dieta entrambi di Edizioni natura e salute per il gruppo sanguigno tipo A, il Farro e il grano Kamut vengono classificati come neutri e il caffè come favorele/benefico , mentre nel libro del Dr. Mozzi per lo stesso gruppo sanguigno tipo A i cereali quali Kamut e Farro vengono classificati come nocivi / sfavorevoli e il caffè come neutro.
Questo lascia il lettore perplesso sull argomento.
0Commento96 persone su 107 l'hanno trovata utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 26 giugno 2015
Dopo aver letto il libro alcune perplessità sono rimaste, ma dopo aver cominciato a cambiare alimentazione (non voglio chiamarla dieta) direi che i benefici ci sono eccome. Anche altri amici che hanno cominciato a farla (tra l'altro in modo autonomo senza parlarne tra noi) hanno tutti avuto dei riscontri positivi di cui il più evidente è la perdita di peso. Che dire? Si può dissentire col personaggio, o con l'approccio che lui stesso definisce empirico, fatto sta che la dieta funziona. Come diceva un noto slogan "provare per credere".
0Commento22 persone su 25 l'hanno trovata utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
E' un libro facile da leggere, suddiviso in quattro capitoli per i relativi gruppi sanguigni con schemi in cui vengono indicati i cibi che per noi sono benefici, quelli neutri/indifferenti e quelli da evitare, seguiti da comodi riassunti.
E' molto utile per iniziare a capire i propri "punti deboli" dal punto di vista alimentare che, giorno per giorno, possiamo imparare a gestire per ottenere un miglior stato di salute generale (perché ognuno è diverso dagli altri, anche se esistono cibi che fanno male a tutti e che sono ampiamente utilizzati!)
Alcuni alimenti andrebbero evitati il più possibile per minimizzare o far scomparire reazioni, malattie (tutte acidificazioni degli organi), allergie ecc.. del nostro corpo SENZA ricorrere a inutili e pericolosi test allergici.
A mio avviso, l'aspetto migliore di questo libro è che non lo si può definire una dieta, non impone dogmi, non propone ricette, ma promuove la sperimentazione di alcuni cibi piuttosto che altri per "vedere come va" e sopratutto promuove l'osservazione del corpo e delle sue reazioni con un atteggiamento obiettivo e intuitivo allo stesso tempo.
La mia esperienza iniziale è positiva e, anzi, ho qualche ragione di credere di essere, diciamo, "particolarmente sensibile" a qualche cibo in più di quelli sconsigliati per il mio gruppo sanguigno (che in parte cercavo già istintivamente di evitare perché ormai sensibilizzato dal loro continuo consumo con sfoghi della pelle, continue afte e acidità).
Dopo due settimane di sperimentazione, sto già meglio, ma sopratutto penso di aver intrapreso il percorso giusto per il miglioramento della mia salute a breve e lungo termine.
Assolutamente da leggere, rileggere e adattare alla propria esperienza.
0Commento82 persone su 96 l'hanno trovata utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 28 gennaio 2016
Anni di sviluppo scientifico buttati alle ortiche.
Visto che la natura e la scienza non bastano a togliere le cattive abitudini alimentari e il vivere una vita se non del tutto sedentaria diciamo "quasi", ecco che ci rivolgiamo ai venditori di elisir appena arrivati in città. Elisir di lunga vita e la panacea di tutti i mali.
Crediamo così tanto a questi intrugli tanto facili in quanto con regole precise che abbandoniamo tutto ciò che si sa (o meglio non si sa) del funzionamento del nostro corpo umano, di quella cosa troppo complessa chiamata metabolismo e delle fondamentali regole del buon vivere che ci affidiamo al primo ciarlatano che quando investe in inchiostro su malattie come tumore o diete fa sempre cassa.
Comunque so già di parlare a dei convertiti. D'altronde come la matematica e anche la scienza può essere considerata un opinione.
0Commento12 persone su 14 l'hanno trovata utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 27 gennaio 2016
ho comprato il libro con tanta aspettativa ma l'ho trovato abbastanza generico e banale. Ci sono libri dello stesso genere decisamente migliori sia come argomenti che come spiegazioni. Deludente.
0Commento3 persone su 3 l'hanno trovata utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 27 gennaio 2016
ma vi rendete conto della truffa? a chi date i soldi e la stima? -.- non so se sia peggio questo o l'omeopatia, pseudoscienza per ignoranti e creduloni, che tristezza vedere queste c***** nei best seller
0Commento7 persone su 8 l'hanno trovata utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 9 dicembre 2015
teoria basata su scarse evidenze scientifiche e nel libro i fondamenti non vengono quasi nemmeno citati. Senza dubbio alcuni consigli alimentari sono sensati, il resto è un tentativo complicato di seguire quello che è, allo stato attuale, quasi un "dogma di fede". Ho incontrato personalmente l'autore sia per una "visita" sia nel suo consueto banchetto mensile... la sensazione è che ci sia dietro una bella macchina per far tanti soldi.
0Commento25 persone su 30 l'hanno trovata utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 2 gennaio 2016
Sono rimasto spiacevolmente sorpreso nel notare che questo libro è stato il più venduto delle feste natalizie.

Ho avuto anche modo di conoscere l'esimio autore ad una conferenza, e il suo atteggiamento riflette in pieno la solidità delle sue teorie: vuote, senza fondamento, pericolose.
Grande oratore, molto abile nel vincere le conversazioni e aizzare il pubblico contro i suoi oppositori; peccato che sfrutti l'ignoranza dello stesso per farlo...

Infatti, il fatto che seguire questa fantomatica dieta faccia dimagrire, NON E' SINONIMO di buona dieta. Assolutamente. Anche non mangiare del tutto per 2 settimane fa dimagrire.
I rischi associati ad una dieta sbilanciata sono molteplici: persone che dopo anni si sono ritrovati con gravi problemi alla tiroide per esempio, per aver escluso dalla propria alimentazione gli elementi che secondo questo "dottore" sono nocivi.
D'altronde, non si tratta nemmeno di teorie sue ma riprese da altri: non è mai stato provato che il gruppo sanguigno sia associato all'alimentazione.

Mozzi è stato anche radiato dall'ordine dei Medici, ma giusto, meglio pensare che sia tutto un complotto contro questo povero e saggio indifeso, che si è fatto i soldi propinando le sue teorie da quattro soldi facendo pagare profumatamente i suoi libri.

In conclusione, molto meglio affidarsi ad un dietologo serio piuttosto che a qualsivoglia libretto, compreso questo.
0Commento43 persone su 53 l'hanno trovata utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 2 aprile 2015
Non ho acquistato questo libro, mi è stato prestato, e la prima cosa che ho controllato è la bibliografia di riferimento del sig. Mozzi (chiamarlo dottore mi fa venire i brividi).

Praticamente non esiste.
Niente pubblicazioni su riviste scientifiche, niente verifiche su un campione statisticamente significativo di soggetti che hanno provato a seguire i suoi consigli. NIENTE DI NIENTE.

E' il soggetto in questione, che di sana pianta si è inventato questa "dieta" sui gruppi sanguigni, e tutta la correlazione con i cibi (anzi, in realtà ha scopiazzato per buona parte dalle pseudo-teorie del naturopata americano, Peter J. D'Adamo).

Non esiste però, come dicevo prima, uno (dico uno!!) studio fatto dal sig. Mozzi o da altri ricercatori per dimostrare quanto sostenuto, con rigorosi criteri scientifici.

Anzi, alcune cose da lui scritte sono in contrasto con quanto acclarato da studi seri sugli effetti di taluni cibi. Basterebbe confrontare quello che scrive con l'immenso materiale che si trova su internet al riguardo.

Ah certo, alcune cose che dice possono fare stare meglio, ma non ci vuole un genio per capire che se si aumenta il consumo di verdure e fibre, riducendo contemporaneamente il consumo di grassi animali il fisico ne risente in meglio. Lo sapeva anche mia nonna!!

Questa non è medicina, è fede in un santone, che mescola alcune ovvietà ad argomentazioni strampalate senza fornire uno straccio di prova.

Ed essendo una fede, l'unica certezza che avrete è che comprando il libro ingrasserete il suo portafoglio. Sul resto ci sarebbe da piangere.

p.s.

Ovviamente mi aspetto diversi giudizi negativi sulla mia recensione, specialmente dai "fans" dell'autore del libro. Vi invito però a riflettere su quello che ho scritto. Non è il benessere acquisito da una o più persone che rende di per sè un metodo di alimentazione valido.
E' la possibilità che tale metodo sia replicabile (con gli adattamenti che vogliamo in base alla peculiarità di ogni individuo) fornendo costantemente risultati efficaci su un gruppo di soggetti costantemente monitorati.

Altrimenti ripeto alla noia, è fede in un metodo NON DIMOSTRATO, le chiacchere stanno a zero.

Il giorno che il sig. Mozzi esibirà studi inequivocabili sulla validità delle sue teorie allora se ne potrà parlare. E magari chiedere una verifica anche al ministero della sanità, come è stato fatto per tante "cure" rivelatesi poi delle bufale.
55 commenti76 persone su 94 l'hanno trovata utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 22 dicembre 2015
Onestamente mi aspettavo qualcosa di più. quelle scritte mi sembrano ovvietà e banalità spesso in contrasto tra loro.
decisamente non lo consiglio.
0Commento9 persone su 11 l'hanno trovata utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso