Un Grillo qualunque: Il Movimento 5 Stelle e il populismo... e oltre 1.000.000 di libri sono disponibili per Amazon Kindle . Maggiori informazioni

Ne hai uno da vendere? Vendi i tuoi articoli qui
Ci dispiace. Questo articolo non è disponibile in
Immagine non disponibile per
Colore:

 
Inizia a leggere Un Grillo qualunque su Kindle in meno di un minuto.

Non hai un Kindle? Scopri Kindle, oppure scarica l'applicazione di lettura Kindle GRATUITA.

Un Grillo qualunque. Il Movimento 5 Stelle e il populismo digitale nella crisi dei partiti italiani [Copertina flessibile]

Giuliano Santoro
4.7 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (3 recensioni clienti)

Attualmente non disponibile.
Ancora non sappiamo quando l'articolo sarà di nuovo disponibile.


Formati

Prezzo Amazon Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle EUR 6,49  
Copertina flessibile EUR 13,60  
Copertina flessibile, 24 ottobre 2012 --  

Descrizione del libro

24 ottobre 2012 RX (Libro 39)
Crisi globale, impoverimento democratico e svuotamento della funzione dei partiti tradizionali: sono le condizioni dentro le quali si sviluppa il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. Uno strano animale anfibio, che affonda il suo corpo nel linguaggio della televisione, dal quale proviene il suo leader, e nella sfera della rete telematica, nella quale si muovono, lavorano e si riproducono i nuovi elettori. Per comprendere l'ideologia di riferimento del comico genovese bisogna infatti partire dai due uomini che lo hanno segnato: il patron di Striscia la notizia Antonio Ricci, e il guru telematico Gianroberto Casaleggio. E proprio nel massiccio utilizzo della rete che si fonda quella che i grillini stessi chiamano "una nuova forma di democrazia". Alla luce del terremoto politico che ha portato il Movimento 5 Stelle a conquistare diverse "poltrone" è necessario dunque capire quali proposte porti avanti questo temuto nuovo soggetto politico, quali interessi difenda davvero e chi al suo interno prenda le decisioni che contano. Questo è il primo libro che indaga il successo dell'antipartito fondato da Beppe Grillo, svelandone i meccanismi di comunicazione e i codici linguistici che l'hanno portato alla ribalta. Un testo che spiega come, al tempo stesso, il grillismo possa essere classificato sotto la forma di "populismo digitale", rappresentando non una soluzione ma l'ennesima mutazione genetica dei mali che da anni affliggono il sistema democratico.

Offerte speciali e promozioni

  • Amazon Warehouse Deals, la nostra selezione di prodotti usati e ricondizionati in offerta. Scopri di più


Chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche


Descrizione prodotto

Recensione

Comico, divulgatore, controinformatore, blogstar, filosofo, arruffapopolo. Chi è davvero Beppe Grillo? Difficile rispondere, perché un personaggio che ha fatto dell’intreccio e dell’ambiguità di ruoli (e del perenne equilibrio tra mistificazione e sincera enfasi) la propria formula vincente è per definizione inclassificabile. Ci prova Giuliano Santoro, giornalista e blogger specializzato in politica, tracciando una veloce storia del “fantasista” genovese (la definizione è dello stesso Grillo) cresciuto alla scuola di Antonio Ricci, epurato dalla tv di Stato di Craxi, rinato come star della satira economico-ecologica che snobba i media istituzionali e riempie i palasport, e infine conquistato dalla Rete (lui che i computer li distruggeva a martellate sul palco!) dal guru della web economy Gianroberto Casaleggio, che dal 2005 gestisce strategicamente e finanziariamente il blog beppegrillo.it, simbiosi potente e schizofrenica tra perfetto negozio e-commerce ed efficientissimo negozio di consenso. Già, consenso. Quello in crescente escalation intorno a Grillo (alla chiusura delle regionali in Sicilia il Movimento 5 Stelle è il primo partito dell’isola con proiezioni nazionali che sfiorano il 20 per cento) è frutto della sua capacità – istintiva ma anche molto congiunturale – di generare appartenenza. Un popolo trasversale, quello di Grillo, che vuole essere informato ma anche intrattenuto e che trova in lui il veicolo per liberare la propria rabbia repressa: “All’indomani del trauma generazione del G8 genovese – scrive Santoro -, mentre i partiti rimanevano ipnotizzati dai giochetti seriali di Berlusconi e venivano travolti dai processi epocali legati alla fine della rappresentanza, Grillo è riuscito a costruire una trama che fornisse ai naufraghi della generazione perduta calpestata in piazza uno scenario dentro al quale muoversi”. Con un leader che gioca parossisticamente a sottrarsi, accorto fino alla paranoia nella gestione delle informazioni che lo riguardano e similmente diffidente nei confronti degli adepti che osano frequentare il piccolo schermo, lavorare intorno al suo pubblico diventa l’unico modo di definirlo. Un popolo che parte dalla rete (il laboratorio dei Meet Up) ma non è più soltanto della rete. Un popolo che si stratifica col passare degli eventi: studenti, precari, scienziati, manager, persone in cerca di una battaglia o di un gruppo a cui appoggiarsi, fan, entusiasti, irriducibili… e ormai sempre più definitamente transfughi dai partiti tradizionali.Sono questi delusi da Destra e da Sinistra che stanno cambiando la composizione e i valori del Movimento facendone un nuovo bacino per i voti di protesta. O semplicemente di disperazione. La cronaca parlamentare del futuro prossimo ci dirà.

recensione di "www.bookdetector.com"

Dettagli prodotto

  • Copertina flessibile: 180 pagine
  • Editore: Castelvecchi (24 ottobre 2012)
  • Collana: RX
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8876157182
  • ISBN-13: 978-8876157189
  • Peso di spedizione: 340 g
  • Media recensioni: 4.7 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (3 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 79.404 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)
ARRAY(0xbaa94774)

Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?


Recensioni clienti

3 stelle
0
2 stelle
0
1 stella
0
4.7 su 5 stelle
4.7 su 5 stelle
Le recensioni più utili
1 di 1 persone hanno trovato utile la seguente recensione
Di Massimiliano RECENSORE TOP 1000
Formato:Copertina flessibile
Il libro, attraverso una ricostruzione cronologica della nascita del Movimento 5 Stelle, disseziona ogni aspetto della neonata formazione politica. Si parte dal Grillo cabarettista emergente fino all'attualità più stretta tracciando un ritratto dei due fondatori, delle loro modalità comunicative, della strategia politica (o di marketing) e dell'elettorato.
Ne viene fuori un sofisticato esperimento di marketing che proclamando l'uso libero e trasparente della rete, mette in pratica di fatto meccanismi populistici e autoritari.

Un libro intelligente uscito in tempi non sospetti (ora proliferano instant book su Grillo) che analizza efficacemente OGNI aspetto del Movimento 5 stelle.
Questa recensione ti è stata utile?
1 di 2 persone hanno trovato utile la seguente recensione
Formato:Formato Kindle|Acquisto verificato Amazon
Il testo si addentra scrupolosamente nei meandri della filosofia di Grillo, ne studia minuziosamente il linguaggio del suo padre-padrone e fornisce gli strumenti per interpretare il boom del suo partito-movimento. Dalle origini televisive del comico genovese al suo incontro con Casaleggio, l'evoluzione del suo pensiero, il richiamo del web, l'uso degli slogan e dello spettacolo-comizio in piazza dove l'attore si esprime al suo meglio nel suo "recitare di non recitare". Consigliatissimo.
Un unico appunto sull'impaginazione non impeccabile (i margini sono troppo stretti, perlomeno sul mio tablet 7" android)
Questa recensione ti è stata utile?
1 di 3 persone hanno trovato utile la seguente recensione
4.0 su 5 stelle Ottima analisi 29 dicembre 2012
Formato:Copertina flessibile|Acquisto verificato Amazon
Un'ottima analisi per comprendere meglio il fenomeno "Grillo" e per capire bene i rapporti con Casaleggio e i Meetup del M5S.
Questa recensione ti è stata utile?

Ricerca articoli simili per categoria