Ne hai uno da vendere?
Passa al retro Passa al fronte
Ascolta Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un campione dell'edizione audio udibile.
Maggiori informazioni
Visualizza tutte le 2 immagini

Il 18° vampiro Copertina flessibile – 14 feb 2013

4.8 su 5 stelle 12 recensioni clienti

Visualizza tutti i formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Copertina flessibile
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 6,30
click to open popover

Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.



Dettagli prodotto

  • Copertina flessibile: 547 pagine
  • Editore: Gargoyle (14 febbraio 2013)
  • Collana: Pocket
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8889541997
  • ISBN-13: 978-8889541999
  • Peso di spedizione: 540 g
  • Media recensioni: 4.8 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (12 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 143.698 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)
  • Garanzia e recesso: Se vuoi restituire un prodotto entro 30 giorni dal ricevimento perché hai cambiato idea, consulta la nostra pagina d'aiuto sul Diritto di Recesso. Se hai ricevuto un prodotto difettoso o danneggiato consulta la nostra pagina d'aiuto sulla Garanzia Legale. Per informazioni specifiche sugli acquisti effettuati su Marketplace consultaMaggiori informazioni la nostra pagina d'aiuto su Resi e rimborsi per articoli Marketplace.

    Se sei un venditore per questo prodotto, desideri suggerire aggiornamenti tramite il supporto venditore?

Recensioni clienti

4.8 su 5 stelle
5 stelle
10
4 stelle
2
3 stelle
0
2 stelle
0
1 stella
0
Vedi tutte le 12 recensioni cliente
Condividi la tua opinione con altri clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Copertina flessibile
Devo ammettere che comprai questo romanzo proprio alla sua prima uscita nelle librerie e poi venne lasciato a "salare" sugli scaffali per anni.
Sempre di Vergnani, ho comprato recentemente "I vivi, i morti e gli altri" letteralmente divorato e ho deciso di riprendere in mano "Il 18° vampiro" e fare ammenda.
Che dire?
Quattro stelle solo per l'ambientazione modenese, visto che abito ad un tiro di schioppo da Modena e praticamente ho frequentato quasi tutti i posti descritti nel volume.
Il romanzo è crudo, pulp, ruvido, cinematografico, felicemente sboccato, con protagonisti e comprimari degni di nota e con la giusta dose di splatter che non fa mai male!
I vampiri sono sporchi, cattivi e tendono a somigliare più a degli zombie senzienti che alla classica figura del signore della notte, ma anche loro fanno il loro magnifico dovere e si discostano dai questi vampiri neo-romantici che francamente ci hanno rotto le palle a tutti.
Buona l'idea di articolare il romanzo su due linee narrative temporali che si alternano anche graficamente con l'utilizzo di due caratteri diversi.
Unico neo forse la lunghezza (magari un cento pagine in meno) e il capitolo di Venezia un poco avulso dal resto del romanzo.
Quattro stelle abbondanti ed ora vado a leggermi "il 36° giusto". Oh Yeah.... :)
Commento 3 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Eccezionale variazione sul tema vampiresco con trovate davvero originali. Lugubre, ansiogeno, violento e raccapricciante ma anche divertente ed a tratti esilarante. Do 4 stelle a questo primo capitolo della trilogia solo perchè l'autore si infila in alcuni lunghi passaggi introspettivi sul protagonista di cui si poteva davvero fare a meno...non perchè non siano ben scritti o utili alla trama ma perchè rallentano un ritmo incalzante e claustrofobico. D'altronde chi ama come me le storie truculente e ad alto contenuto di tensione, colpi di scena e battutacce tragicomiche, di certo non ha bisogno delle paranoie del protagonista che si auto analizza. Nel complesso complimenti all'autore che ha saputo reinventare un genere trito e ritrito...conferendo ai vampiri un'insolita indole mantenendo però alcuni canoni classici che non guastano mai.
Commento 2 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Un romanzo ben costruito, esplicativo in ogni sua parte (data la giusta lunghezza), e sottolineo, non perde mai di tono, tenendo incollato il lettore dalla prima all'ultima riga in un crescendo di situazioni perfettamente delineate e per giunta “similveritiere” - non ci sono spazi per stupidi vampiri da teen agers come la maggior parte dei romanzi odierni - tramite la particolarità dei dettagli e delle ambientazioni.
Il romanzo è suddiviso in quattro parti e narrato in prima persona da Claudio (personaggio cardine) insieme a Vergy, usufruendo di due diversi tempi; il presente e il passato. Quest'ultima la reputo un ottima scelta narrativa che distingue perfettamente le gesta del passato del gruppo e le fonde con un imminente futuro e opprimente presente.
Le citazioni sono argute e intelligenti e fanno da contraccolpo alle vite scialbe dei personaggi. L'originalità per quanto strana possa sembrare è mettere in bocca ai personaggi frasi che hanno un contesto culturale come citazione, a dimostrazione che “forse” la strada insegna quella pratica negata dalla teoria è in molti casi rende più vivi e ricettivi.
L'ironia è alla base o per meglio dire è il “trainer” portante che lega e giustifica il romanzo, in cui i personaggi sono sottoposti allo stress delle loro azioni contro una lotta che per tanti versi a loro pare ancora indefinita o per meglio dire ignota per mancanza di chiari elementi, parallelamente alla loro vita anormale di cui non hanno di certo le chiavi per conoscere o rimediare al proprio destino.
Ulteriori informazioni ›
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile
Se vi piacciono i vampiri stile Harmony, state alla larga da questo romanzo. Qui si trovano vampiri brutti, sporchi e cattivi, con ben poco romanticismo. Taluni di loro, a dire il vero, sono semplicemente disperati, perché si rendono conto di essere in fondo delle vittime. Mentre i vampiri molto antichi ( i maestri) sono quasi invincibili, i vampiri di nuovo conio sono infatti non di rado dei poveri disgraziati. Come disgraziati sono i cacciatori di vampiri, un gruppo di modenesi spiantati che vengono finanziati e coadiuvati da una donna affascinante e volitiva (l'amica). Spicca su tutti la figura di Vergy, un ex militare dotato di un coraggio da leone e di un turpiloquio davvero divertente (ma tra uno smoccolo e l'altro è capace anche di infilare citazioni dotte, perché l'uomo non è uno sprovveduto). Una rilettura originalissima del mito dei vampiri, personaggi indimenticabili, una storia che tiene costantemente col fiato sospeso, un'ironia dissacrante e sferzante unita a un amaro e disilluso pessimismo di fondo che pervade tutte le pagine. Cosa chiedere di più?
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile
Se Stephen King potesse leggere questo libro non potrebbe che consigliarlo e forse avrebbe qualche dubbio sull'opportunità di essere considerato ancora re dell'horror perché lo scettro spetta ora a Vergnani. Questo libro, primo di una trilogia centrata sui vampiri e primo testo in assoluto dell'autore che leggo, mi ha entusiasmata e già non vedo l'ora che mi arrivi il secondo capitolo della saga. Senza non posso stare. Appassionata del genere (in letteratura e cinema), non mi era mai capitato di calarmi a tal punto in una storia da provare quell'inquietudine anche a libro chiuso, nella realtà. Confesso che mai, la notte, sono rientrata a casa chiudendomi con sollievo la porta blindata alle spalle, pensando, per questa volta, di averla sfangata...salva! Queste emozioni può suscitarle solo un grande racconto, nato dalla mente di un grande autore. Scritto benissimo, personaggi principali ben caratterizzati e in cui è facile, nel bene e nel male, identificarsi, le quasi 500 pagine scorrono velocissime e a ritmo serrato. L'ho finito in meno di 3 giorni, costringendomi a dormire la notte perché la tentazione di proseguire nella lettura, tralasciando il sonno, era tanta. Non posso che consigliarlo e ringraziare l'autore di esserci e di scrivere.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti


Ricerca articoli simili per categoria