Ne hai uno da vendere?
Passa al retro Passa al fronte
Ascolta Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un campione dell'edizione audio udibile.
Maggiori informazioni
Visualizza tutte le 2 immagini

1861. La storia del Risorgimento che non c'è sui libri di storia Copertina rigida – 21 set 2010

4.0 su 5 stelle 18 recensioni clienti

Visualizza tutti i 2 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
Copertina rigida
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 52,10
click to open popover

Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.



Dettagli prodotto

  • Copertina rigida: 273 pagine
  • Editore: Sperling & Kupfer (21 settembre 2010)
  • Collana: Saggi
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8820049112
  • ISBN-13: 978-8820049119
  • Peso di spedizione: 558 g
  • Media recensioni: 4.0 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (18 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 131.218 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)
  • Garanzia e recesso: Se vuoi restituire un prodotto entro 30 giorni dal ricevimento perché hai cambiato idea, consulta la nostra pagina d'aiuto sul Diritto di Recesso. Se hai ricevuto un prodotto difettoso o danneggiato consulta la nostra pagina d'aiuto sulla Garanzia Legale. Per informazioni specifiche sugli acquisti effettuati su Marketplace consultaMaggiori informazioni la nostra pagina d'aiuto su Resi e rimborsi per articoli Marketplace.

    Se sei un venditore per questo prodotto, desideri suggerire aggiornamenti tramite il supporto venditore?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Una luce su alcune vicende storiche del nostro paese in una prospettiva diversa rispetto alla storiografia ufficiale. La seconda parte del libro però troppo legata a vicende particolari per arrivare a desumere "intrighi" di Stato.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina rigida
Che la storia venga scritta dai vincitori, è cosa ovvia e risaputa. Che la formazione scolastica di intere generazioni di studenti sia manovrata dagli stessi vincitori, è, dopo aver letto 1861, un dato di fatto. Se Umberto Eco da, nel cimitero di Praga, qualche spunto di riflessione parlando della prima strage di stato (l'affondamento della "Ercole" e l'eliminazione di Ippolito Nievo con tutti i suoi carteggi), Fasanella e Grippo danno la spiegazione dettagliata delle motivazioni e, pur non accusando apertamente nessuno, lasciano nel lettore le chiavi di lettura adeguate per decifrare correttamente l'incidente avvenuto all'imbarcazione. Cavour, Garibaldi, massoneria ed intrighi nazionali, doppiogochisti ed arrivisti; in 1861 viene fotografato il retro della medaglia offrendo al lettore una serie di informazioni che i vincitori e i puristi del risorgimento hanno sempre nascosto. Leggendo qusto libro, giusto nell'anno dell'anniverario dell'unità d'Italia, nasce spontanea una domanda: 150 anni d'unità d'Italia o 150 d'anni di Regno d'Italia? Unione o conquista?
Commento 25 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di Ed il 15 gennaio 2014
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Si legge in maniera piacevole e scorrevole. Sconsigliato a chi si aspetta un libro di storia supportato da studi accademici. Tuttavia all'interno si trovano fatti sconosciuti che gettano una luce nuova e sinistra sul processo che ha portato all'Unità d'Italia.
Commento 3 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina rigida Acquisto verificato
La vera storia del Risorgimento che forse nessun altro prima aveva scritto, e che senz'altro nessuno di noi ha mai ascoltato a scuola.
L' Unità d' Italia non come risultato di una rivoluzione da parte di pochi eroici patrioti, ma come il risultato di intrighi internazionali (senza gli Inglesi e i Francesi l' Unità d' Italia non ci sarebbe mai stata), di doppio gioco (la maggior parte dei generali dell' esercito borbonico furono comprati con il denaro piemontese, per cui un intero esercito e la seconda flotta più forte del mondo furono sopraffatti da pochi rivoluzionari) e di cooperazione con la criminalità locale (mafia e camorra acquisirono soltanto con l' Unità d' Italia la loro preminenza sui territori meridionali).
D'altra parte, il libro non demonizza la vicenda nè i suoi protagonisti, ma soltanto li spoglia della loro aurea sovrumana per renderli alla verità storica: Cavour con la sua passione per il gioco e l'amore per l' Inghilterra, Garibaldi con la sua artite e i suoi legami carbonari e la dubbia vicenda della morte di sua moglie Anita, Vittorio Emanuele con la sua passione per le donne, e così via.
E, soprattutto, in queste vicende gli autori individuano le cause di alcune tare che ancora affliggono la nostra Repubblica 150 anni dopo l' Unità.
Peccato per alcuni capitoli, gli ultimi, che narrano vicende molto marginali (ad esempio gli accoltellatori di Bologna), neanche chiaramente collegati, e che appesantiscono un po' il libro proprio alla fine.
Commento 11 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina rigida Acquisto verificato
getta una luce nuova sul "Risorgimento" e ha contribuito ad aprirmi gli occhi in maniera sostanziale rispetto a quello che ci insegnano a scuola.
Però che tristezza.........
Commento 2 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Per chi desidera capire i retroscena delle politiche internazionali di cavour, i rapporti e il ruolo dell'Inghilterra, e francia, con il governo piemontese, i rapporti della russia con il regno delle due Sicilie, un ritratto inedito su garibaldi e lo sbarco dei mille a marsala centro sotto tutela dell'Inghilterra. Leggendo il libro si scopre il ruolo dei maggiori personaggi, dimenticate i libri di scuola e i loro insegnamento. Consigliato a chi vuole approfondire e capire.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina rigida
Ho dato cinque stelle, per il coraggio mostrato dall'autore ad andare controcorrente, contro uno status quo che non può essere modificato o alterato da nessuno pena l'ostracismo e l'emarginazione. Uno stato di fatto che pone un coperchio sulla verità storica degli avvenimenti riguardanti l'unità d'Italia, avvenimenti che si cerca di celare e di far dimenticare ad ogni costo, perchè le responsabilità dei vincitori sono talmente grandi da non poter essere ripagate. I fatti contenuti nel libro potranno a volte anche essere romanzati o privi di fonti storiche certe oppure essere raccontati con un trasporto dell'autore, ma il contenuto nel suo insieme racconta una verità che deve essere letta e diffusa affinchè non si dimentichi. Consiglio di leggere quanti più libri trovate sull'argomento in quanto c'è ne sono molti anche di un certo spessore con fonti storiche certe e documenti che valgono molto più dei tanti libri di storia che ci obbligano a leggere e imparare nelle scuole pubbliche italiane.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Qesto libro descrive quegli eventi accaduti nella nostra penisola tra il 1855 e il 1865, rappresentativi del periodo più denso e importante del Risorgimento italiano. È un libro di approfondimento e non di introduzione, quindi consiglio di affrontarlo dopo aver letto un qualsiasi libro che descriva in maniera più ampia la storia dell'unificazione degli Stati Italiani.

A scuola ci hanno insegnato che l'Unità d'Italia è stata attuata attraverso nobili ideali portati avanti da persone eroiche, Garibaldi in primis. Questa è una versione romanzata dei fatti, creata per dare uno spirito nazionale ad una compagine di popoli che per più di mille anni sono rimasti divisi dalla differente lingua parlata, dal clima, dalla geografia e dall'economia. La realtà è che il Regno di Sardegna conquistò gli altri stati italiani, e lo fece grazie ad una serie di fortunate circostanze: la guerra in Crimea, il benestare di Napoleone III, il potere emergente della Prussia, gli interessi inglesi per le miniere di zolfo in Sicilia. Cavour fu bravo e scaltro a cogliere al volo queste fortuite circostanze e a confrontarsi con le super-potenze di allora.

Svestendo il Risorgimento della sua vena eroica e romanzata si scopre la realtà dei fatti. In questo modo vengono a galla intrighi e complesse macchinazioni che sono molto più interessanti delle quattro fesserie che vengono raccontate nelle aule scolastiche, o che troviamo scritte malamente su Wikipedia. Vengono a galla anche azioni torbide e per niente eroiche, in particolare l'annessione del Regno delle Due Sicilie, che era ben lungi dall'essere quello stato retrogrado e oppressivo che la storiografia piemontese ci ha lasciato in eredità.
Ulteriori informazioni ›
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti


Ricerca articoli simili per categoria