Ne hai uno da vendere?
Passa al retro Passa al fronte
Ascolta Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un campione dell'edizione audio udibile.
Maggiori informazioni
Visualizza l'immagine

Il 36° giusto Copertina flessibile – 26 ago 2010

4.6 su 5 stelle 5 recensioni clienti

Visualizza tutti i formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Copertina flessibile
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 6,50 EUR 9,90
click to open popover

Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.



Dettagli prodotto

  • Copertina flessibile: 528 pagine
  • Editore: Gargoyle (26 agosto 2010)
  • Collana: Nuovi incubi
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8889541482
  • ISBN-13: 978-8889541487
  • Peso di spedizione: 721 g
  • Media recensioni: 4.6 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (5 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 178.809 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)
  • Garanzia e recesso: Se vuoi restituire un prodotto entro 30 giorni dal ricevimento perché hai cambiato idea, consulta la nostra pagina d'aiuto sul Diritto di Recesso. Se hai ricevuto un prodotto difettoso o danneggiato consulta la nostra pagina d'aiuto sulla Garanzia Legale. Per informazioni specifiche sugli acquisti effettuati su Marketplace consultaMaggiori informazioni la nostra pagina d'aiuto su Resi e rimborsi per articoli Marketplace.

    Se sei un venditore per questo prodotto, desideri suggerire aggiornamenti tramite il supporto venditore?

Recensioni clienti

4.6 su 5 stelle
5 stelle
4
4 stelle
0
3 stelle
1
2 stelle
0
1 stella
0
Vedi tutte le 5 recensioni cliente
Condividi la tua opinione con altri clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Sono tornato alla trilogia di Vergnani, dopo aver abbandonato il 18 vampiro e letto le altre opere dell'autore, e la magia è ricomparsa dopo poche pagine. Stessa atmosfera decadente, i soliti strepitosi personaggi. Poesia orrore e malinconia distribuite da mani sapienti. Vergy come sempre strappa risate nelle situazioni più improbabili, Claudio si conferma il vero grande personaggio dell'autore. Se il primo volume (apparentemente) chiudeva la storia, questo secondo fa da ponte con il terzo tomo (l'ora più buia) che inizierò prestissimo. Libro da massimi voti, scritto benissimo, colto, pieno di idee e di situazioni coinvolgenti. Secondo me i due punti di forza dell'autore, la qualità della scrittura e la poetica malinconia dei personaggi, risplendono di una luce abbagliante. Da leggere e da consigliare.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di giulio RECENSORE TOP 1000 il 21 dicembre 2013
Formato: Copertina flessibile
Secondo intenso capitolo dell'originale trilogia vampiresca ideata da Vergnani.I personaggi principali,gli improbabili e spiantati cacciatori di vampiri del primo capitolo(il diciottesimo vampiro)tornano in azione e ci regalano ore di violenza,avventure e discussioni ,davvero gustose,caratterizzate da una dialettica senza peli sulla lingua.Vergy,uno degli eroi,vi stupirà con divertenti uscite e sagaci riflessioni,come vi stupiranno le varie avventure in cui verrà catapultato questo manipolo mal assortito di eroi.Un'altro ottimo libro di questo eccellente scrittore,consigliatissimo.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile
Questo secondo volume della trilogia sui vampiri firmata Claudio Vergnani a me personalmente è piaciuto piu' ancora del primo (Il 18^ vampiro). L'ho trovato terapeutico e intriso in sottofondo di autentico spleen di Baudelaireiana memoria, grazie alle riflessioni amare del buon Claudio, uno dei protagonisti insieme all'inarrivabile Vergy, il mio personaggio preferito.
Anche in questo volume troviamo i nostri eroi (a modo loro) alle prese con avventure mozzafiato, adrenalinici inseguimenti e fughe disperate, piani improbabili (sempre accantonati in poco tempo in favore del più pratico "suonare a orecchio") per fare la pelle (o quello che ne rimane) a vampiri ancora piu' reietti e disperati di loro che vagano, ultimi degli ultimi e abbandonati dai loro Maestri, per una terra inospitale, cupa, tetra, violenta, in lenta ripresa dalla botta sanguinolenta della mattanza vampirica del primo libro. Ritroviamo qui personaggi del primo capitolo della saga e ne conosciamo di nuovi, sempre ottimamente caratterizzati con la consueta dose di ironia guascona, che ne dipinge miserie e fattezze, soprattutto grazie allo sguardo impietoso e caricaturale del saggio dei saggi: Vergy, la voce della verità in questo mondo di ipocriti lecchini.
Anche in questo libro la tensione sale ai massimi livelli e ti mozza il fiato, sciogliendosi poi nelle riflessioni amare di Claudio, la vera voce narrante (il protagonista ma anche, mi sa, lo scrittore). I luoghi dell'azione si moltiplicano e i bersagli si differenziano in un saliscendi che scaraventa il lettore dentro la scena, a trascinarsi nel fango, nella neve, sotto la pioggia, macero, sfinito e sbrindellato a fianco della ciurma dei buoni.
Ulteriori informazioni ›
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile
Estasiato dopo la lettura del "Il 18° vampiro", mi sono buttato sul suo seguito "Il 36° giusto" pregustando chissà quale meraviglia!
Purtroppo qualcosa si è perso per strada.
Niente da dire sulla figura del vampiro ideata dal nostro Vergnani, che rimane una boccata d'aria fresca in un genere decisamente inflazionato.
Le sue creature della notte sono decisamente disturbanti ed inquietanti.
C'è una abbondante dose di splatter che arriva come un pugno nello stomaco.
Pure i protagonisti fanno il loro dovere.
Quello che manca è la storia... Alla fine ci troviamo tra le mani una raccolta di episodi legati da un filo abbastanza modesto (la pseudo-agenzia di Paride).
Gli episodi presi ad uno alla volta, in se non sono per niente male anche se quello ambientato nel cimitero monumentale di Modena è troppo lungo, quasi estenuante ed in un certo senso surreale ed a tratti grottesco.
Alla fine il giudizio non può essere che un "così così"... Ma adesso mi fiondo a leggere l'ultimo della trilogia "L'ora più buia" nella speranza di ritrovare un Vergnani in gran spolvero.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile
Dopo essermi letteralmente divorato il primo libro, "Il 18' vampiro", mi sono fiondato in libreria a comprare "Il 36' giusto". Spesso nelle trilogie accade che il secondo capitolo sia quello meno interessante, perchè non ha nè un vero e proprio inizio nè una vera e propria fine; non è questo il caso. Anche se, personalmente, ho preferito il primo capitolo, devo dire che le mie aspettative non sono andate assolutamente deluse. Anche qui le risate sono frequenti e fragorose (impagabile l'episodio ambientato nel cimitero monumentale di Modena) , le ambientazioni horror sono rese con forza, i personaggi sono ben delineati. Se esordire è difficile, ancor di più lo è confermarsi. Claudio, ottimo lavoro.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Ricerca articoli simili per categoria