Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 5,99

Risparmia EUR 9,01 (60%)

include IVA (dove applicabile)

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Biglietto di terza classe di [Pattarini, Silvia]
Annuncio applicazione Kindle

Biglietto di terza classe Formato Kindle

4.3 su 5 stelle 41 recensioni clienti

Visualizza tutti i 2 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 5,99

Lunghezza: 180 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato

Descrizione prodotto

Sinossi

Lina è una ragazza di vent'anni che agli albori del '900 emigrò in America in cerca di fortuna. Il lungo viaggio per mare sul bastimento, con destinazione New York. Le paure durante la traversata, in terza classe, giù nella stiva, con emigranti che fuggivano dalla disperazione alla ricerca di una vita migliore. Il Nuovo Mondo, gli umilianti controlli sull'isola di Ellis, chiamata dai migranti "l'Isola delle lacrime". La nuova vita da cittadina americana. Le difficoltà, le lotte per i diritti delle donne e contro lo sfruttamento minorile. I pericoli e le avversità da affrontare. Infine l'amore, ma per questo ci sarà un alto prezzo da pagare.

Dalla seconda/terza di copertina

Silvia Pattarini è nata a Milano nel 1969. Diplomata in ragioneria, vive da sempre in Valtrebbia e ha tre figli. Ama viaggiare, ballare, collezionare minerali, scrivere poesie e potare le rose. "Biglietto di terza classe" è il suo romanzo d'esordio.

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 639 KB
  • Lunghezza stampa: 211
  • Editore: 0111 Edizioni (20 luglio 2013)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B00LAMXAAE
  • Word Wise: Non abilitato
  • Screen Reader: Supportato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 4.3 su 5 stelle 41 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #103.680 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
ottima lettura, storie di un passato che vanno lette

lettura ottima, veloce e scorrevole

altamente consigliato da leggere, letto su Kindle
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Recensione completa sul blog [...]
La protagonista è Lina una giovane di 20 anni di Piacenza, una ragazza normale figlia di contadini, che agli inizi del ‘900 decide di intraprendere il viaggio verso l’America.
In questo libro viene raccontata la storia di Lina a 360 gradi, dall’infanzia, al suo percorso di crescita, al viaggio verso il Nuovo Mondo e alla sua nuova vita.
Questo libro parte da un fatto vero, Silvia Pattarini alla fine degli anni novanta, quasi per caso aiuta la nonna a trovare una carta in uno di quei vecchi cassetti dei nonni, con sua grande sorpresa,si ritrova tra le mani una busta dove c’era un biglietto di terza classe per l’America datato 20 agosto 1919, come quello che si vede nella copertina del libro e nella foto.Da quel foglietto Silvia inizia a scrivere il suo romanzo.

Ma partiamo per gradi, innanzitutto troviamo la ragazza nel suo paese d’origine, lei è molto conosciuta in quanto è una delle poche persone che sapeva leggere e scrivere quindi molti si rivolgevano a lei per farsi leggere lettere o cartoline di parenti lontani.
Molti italiani in quel periodo decidevano di emigrare per trovare fortuna o semplicemente per fuggire da una situazione di miseria e povertà, il lavoro era poco e il cibo scarseggiava.
Vi chiederete come mai Lina così di umili origini sapesse leggere e scrivere?
L’autrice ce lo spiega poco dopo, quando a 10 anni Lina cade su una pietra appuntita che le causa una brutta ferita alla gamba, i medici le dicono che non possono guarirla ma l’unica cosa possibile è quella di amputare la gamba.
Ulteriori informazioni ›
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Il libro di Silvia Pattarini mi ha sorpreso. E' una piacevolissima storia d'altri tempi, dolce e amara, piena di avversità e di grande coraggio.
Amo le storie con una protagonista femminile forte, e Lina ha dovuto prendere il coraggio a due mani e farsi strada nel mondo. Questo libro è anche un documento storico, dato che è tratto da una storia vera.
Ho sofferto con Lina, ho gioito con lei, in quel mondo così ingiusto e pieno di razzismo e diffidenza. Non è cambiato molto rispetto a oggi.
Silvia sa trasportare il lettore sulle navi che solcano gli oceani, tra i ricchi e i poveri della terza classe, tra la fame e la ricerca di lavoro, gli esami sugli immigrati, la mafia e la coesione tra tutti quegli italiani che si aiutavano in quel paese straniero, uniti dalla cultura, le tradizioni e la vita piena di difficoltà.
Ringrazio l'autrice per avermi dato la possibilità di leggere il suo romanzo, degno di essere letto per riletto, degno documento storico su quegli anni difficili.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Viaggio della speranza, ma non stiamo parlando di barconi a Lampedusa ieri, oggi, domani; stiamo invece parlando dei primi del novecento, e delle navi che trasportavano centinaia di emigrati dal sud dell’Italia e non solo, verso l’America, Terra promessa che di promesse ne faceva tante e ne manteneva poche.
Lina si trova a dover lavorare quasi a livello di schiavitù. Pensate all’aneddoto, che sembra ridicolo, quando trova il lavoro da sarta, deve portarsi la sedia da casa, altrimenti il padrone le trattiene dallo stipendio, già da fame, anche l’affitto della “sua” sedia. Comunque Lina è forte ancorché menomata, resiste, lavora, s’innamora e si sposa con Giacomo; arrivano anche le lotte operaie, c’è anche lei, nella rivolta delle ventimila, e fu anche sua la vittoria nel dicembre del 1910. Le sfortune però non sono finite, vive il famoso incendio, l’incontro con la mafia, che più drammatico non si può pensare. L’epilogo non lo racconto ma si può tranquillamente immaginare, perché la storia non è complessa, è semplice e anche intuitiva, nel senso che conosciamo come sono andate centinaia di storie di emigrazione come questa e nello stesso periodo. Un’ondata di razzismo percorre l’America e New York in particolare, figlia della crisi economica. Ecco, non impariamo niente, la storia si ripete di continuo, forse un libro come questo di Silvia Pattarini, come direbbe un emigrato dell’epoca, ci può finalmente “imparare” qualcosa.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Biglietto di Terza Classe è un romanzo estremamente pregno di contenuti. Il titolo è abbastanza fuorviante, nel senso che, almeno per quanto mi riguarda, sembra rimandare a una storia incentrata sul racconto di viaggio di emigranti italiani verso gli Stati Uniti. Le prime pagine confermano questa previsione, inquadrando la storia appunto all'inizio del ventesimo secolo, con le protagoniste impegnate nel viaggio della speranza che dalla misera vita di campagna le condurrà alla "Merica", la terra delle opportunità. Ma procedendo con la lettura scopriamo che le vicende vanno ben oltre la semplice traversata dell'oceano e che abbracciano un arco di tempo molto esteso e ricco, come dicevo all'inizio, di sviluppi interessanti.

Lo stile della narrazione è uno degli aspetti che mi ha colpito maggiormente, e in senso positivo. Per tutte le 180 pagine del romanzo l'impressione, se me lo concedete, è quella di trovarsi seduti davanti al caminetto e di ascoltare la storia raccontata dall'autrice, allo stesso modo in cui potrebbe accadere con una bella favola. Il linguaggio è molto informale, colloquiale, quotidiano, il che risponde certamente alla necessità di coerenza rispetto allo status sociale dei protagonisti, ma porta anche il beneficio di cui sopra. Perché questa leggerezza stilistica, questa semplicità sintattica e lessicale, favoriscono l'interesse verso la storia, senza appesantirla, anzi accendendo il desiderio di proseguire per sentire che cosa succede.

Alla ricchezza di contenuti corrisponde inoltre una ricchezza di tematiche non indifferente. L'autrice ha, tra i suoi obiettivi, il chiaro intento di portare il lettore a riflettere.
Ulteriori informazioni ›
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti

click to open popover

Ricerca articoli simili per categoria