Scopri Scopri MSS_flyout Cloud Drive Photos Learn more CE En savoir plus Scopri Shop Kindle Shop now Clicca qui Scopri Sport GoW



il 5 dicembre 2016
Blue & Lonesome
Ancora Loro, maledizione, sempre Loro, i più grandi. Questa volta ci hanno fatto salire sulla loro DeLorean e ci hanno riportato lì, dove tutto ebbe inizio Richmond, Eel Pie, e piccoli pub dove Loro si esibivano come una giovane Blues Band. Hanno chiuso il cerchio sono ritornati a casa.....da maestri. 12 brani, 12 Blues, non loro, ma appertenenti ai maesti del blues: Howlin' Wolf, Jimmy Reed, Otis Rush Little Walter, Magic Sam, Willie Dixon, e altri nomi più per intenditori come Eddie Taylor, Little Johnny Taylor, e Lightin' Slim. 12 brani “minori” o meno noti, non rifanno i soliti pezzi strafamosi (solo I Can't Quit You Baby, cavallo di battaglia degli Zep.), espolrano il lato oscuro della materia (perdonatemi la contraddizione in termini so bene che il Blues è il lato oscuro). Quest'album è il Loro omaggio al Blues, alla loro fonte, forse è il loro ringraziamento.
Blue & Lonesome è un disco di Chicago Blues, poco moderno, fuori dal tempo, è un disco sporco, polveroso sofferto, odora di whisky, e Loro come novelli Magneto dominano la materia, non sono patetici, non sono bolsiti sono credibili sono gli Stones. Zio Keith e Ron Wood “il nuovo degli Stones” (è da quarant'anni che è il “nuovo degli Stones”) saranno andati a nozze con questi brani, loro il cuore nero degli Stones, Mick che dire di lui, semplicemente grandioso, canta divinamente, ha compituto la sua trasformazione, Charlie il saggio (saggio?) preciso impeccabile. 12 brani dicevamo, partiamo dalla Title Track, bella da far male, saltatela se non volete soffrire, lenta, desolata dannata, nella sua solitudine. Hoodoo Blues (alla batteria Jim Keltner grande batterista) qui chitarra, armonica e la voce di Mick ci portano sulle rive del Mississippi. Commit A Crime, Jagger ulula alla Howlin' Wolf e l'armonica fa il resto; Just your fool il brano che apre album è potente grezza, I Can't Quit You Baby arricchita dalla presenza di “Slowhand” Clapton e dal suo tocco inconfondibile; Everybody Knows About My Good Thing, troviamo Clapton anche qui con un titolo che parla da solo.
Don Was. Il produttore ha detto " questo disco è un testamento della purezza del loro amore verso il fare musica, e il blues è, per gli Stones, la sorgente di tutto quello che fanno"; sempre secondo Don Was “Blue and lonesome è stato in lavorazione per cinquant’anni ma è stato registrato in soli tre giorni”
Ascoltate quest'album la sera, sorseggiando ciò che vi pare, chiudete gli occhi e brinderete con gli spiriti di questi quattro maledetti ragazzi che sono riusciti ad espolare tutti gli angoli della nostra anima.
Quest'album non porterà nuovi adepti alla causa, è un album “per noi” che li abbiamo sempre seguiti e sempre li seguiremo sin nel girone più profondo dell'inferno in quella che probabilmente è la loro casa.
0Commento| 38 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 31 dicembre 2016
Da sempre innamorato dei Rolling Stones! Questo disco è un ritorno alle origini prettamente Blues della band . Molti storcono il naso , tacciandolo di cover , in senso dispregiativo... io invece penso si tratti di un omaggio di lusso ai grandi del genere...arrangiamenti bellissimi al pari dei tempi migliori e una verve che manifesta in modo palese la grande gioia di suonare di questi "vecchietti" miei pari (peccato per me...) solo di età... un bel disco che non esiterei a definire disco dell'anno!
0Commento| 11 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 8 marzo 2017
Ero dubbioso per il fatto che siano cover e non blues originali.
Dopo 3 canzoni ho capito che se le suoni così le cover puoi permetterti di farle tue.
Grinta, feeling, e un marchio indelebile STONES su tutti i brani!
Eccellente
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 20 giugno 2017
Non ho niente da dire!!! C'è chi si siede a tavolino a fare musica e chi suona gli strumenti e crea qualcosa!!! Ad alcuni piace ad altri no!!! A me si... Lo ascolto in auto e viaggio in tranquillità..,
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 6 marzo 2017
Questa volta Mick Jagger e compagni hanno voluto stupirci con un album di canzoni non loro. Sono un omaggio ai brani blues che li hanno ispirati quando, all'inizio della loro carriera, si esibivano nei fumosi locali britannici.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 1 gennaio 2017
bellissimo cofanetto e ottimo prodotto (come sempre quando si tratta degli Stones,ma questa è solo una questione di gusti). spedizione nei velocissimi tempi previsti.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 20 gennaio 2017
Gli Stones tornano alle origine con questo album di una grande qualità musicale che richiama allo stile blues delle origini. Sicuramente da avere. Amazon puntuale come sempre.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 25 gennaio 2017
Tra vecchie atmosfere blues e un rock accattivante dei Rolling Stones una serie di cover di ottima qualità. Un disco indiscutibile.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 19 marzo 2017
Pienamente soddisfatto, articolo arrivato perfettamente imballato ed integro , unico neo è arrivato una quindicina di giorni dopo la data prevista , comunque ne è valsa la pena !
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 24 maggio 2017
I quattro vecchietti rotolanti non deludono neanche alla loro età!
cd con un blues spettacolare!
sperando di riuscire a vederli live, mi godo intanto i l cd.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso

I clienti hanno guardato questi articoli

On Air
28,99 €
Sticky Fingers
26,99 €

Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui