Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 4,99
include IVA (dove applicabile)

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Caligo (Vaporteppa) di [Scalzo, Alessandro]
Annuncio applicazione Kindle

Caligo (Vaporteppa) Formato Kindle

3.9 su 5 stelle 35 recensioni clienti

Visualizza tutti i formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle, 16 giu 2014
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 4,99

Lunghezza: 230 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato

Descrizione prodotto

Sinossi

Repubblica di Zena, Italia, 1912.
Barbara Ann ha quasi diciassette anni e un seno che se crescerà ancora diventerà davvero imbarazzante. Ma questo non è il suo problema principale: da alcuni mesi soffre di forti emicranie e allucinazioni. E uno zombie vuole divorarle la faccia.

Cosa c’è nella testa di Barbara Ann? E come si collega alla morte di suo padre, il colonnello Axelrod, il primo uomo a mettere piede su Marte nel 1894, ossessionato dalla ricerca di qualcosa di ignoto fin da quando ritornò dal Pianeta Rosso?
E cosa vuole Michele, quel bel ragazzo biondo col cappotto che puzza di piscio? Barbara Ann si troverà immischiata in un gioco internazionale tra Inghilterra, Austria e il protettorato inglese di Zena... e intanto, chi si preoccuperà dei suoi criceti?

Un’avventura Steampunk spruzzata di commedia sexy con mech, zombie e scafandri potenziati, in una Genova del 1912 che non è mai esistita.

[La prima avventura di Barbara Ann, romanzo Steampunk con 5 illustrazioni interne, collana Vaporteppa, 62.400 parole, circa 211 pagine]

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 3423 KB
  • Lunghezza stampa: 230
  • Editore: Antonio Tombolini Editore (16 giugno 2014)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B00L1G3CWU
  • Word Wise: Non abilitato
  • Screen Reader: Supportato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 3.9 su 5 stelle 35 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #10.630 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Acquisto verificato
... Quella delle 3 stelle. Il libro richiederebbe una recensione davvero lunga, ma cercherò di essere breve.
La storia è interessantissima.
L'Italia (intesa come penisola, non certo come nazione) ucronica e decisamente steampunk immaginata da Alessandro Scalzo è meravigliosa, da 5 stelle, forse l'elemento più interessante del romanzo.
Copertina e illustrazioni? Splendidi davvero, impreziosiscono un ebook realizzato coi fiocchi.
E quindi?
E quindi i personaggi. O meglio, IL personaggio principale, quello di Barbara Ann.
E' terribile.
Definirlo cliché sarebbe un eufemismo.
Diciamo che sembra una figura femminile saltata fuori da un manga hentai scritto da un quattordicenne che ha scoperto le gioie dell'onanismo. Una pecca che, praticamente da sola, guasta il piacere della lettura.
Ora, uso le ultime righe per fare due considerazioni: ho letto Marstenheim, il primo lavoro (gratuito e autopubblicato) dell'autore, sotto lo pseudonimo di Angra. Il libro mi è piaciuto MOLTISSIMO.
Seconda considerazione: ho seguito, per un paio d'anni, il blog del curatore della collana "Vaporteppa", Baionette Librarie del Duca Carraronan.
Alla luce di queste informazioni, dopo la lettura del romanzo, mi sono persuaso che la "colpa" delle trovate peggiori di "Caligo" sia della linea editoriale: ci ho trovato dentro immagini, riferimenti, cliché e battute tipiche dell'ambiente del blog, che invece non erano affatto presenti in Marstenheim. Rimango quindi dell'idea che Alessandro Scalzo, sotto la guida di un diverso editor/curatore, avrebbe prodotto un "Caligo" migliore.
Commento 12 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Acquisto verificato
Anni fa, appena comprato il Kindle, avevo letto Marstenheim, romanzo gratuito dello stesso autore. I due libri sono di diverso genere e per questo è abbastanza ingiusto compararli, ma due sono le cose che mi hanno colpita di entrambi.
La prima è la bravura di Scalzo nel ritrarre gli scenari: posso contare sulle dita di una mano gli scrittori in grado di proporre delle immagini così vivide senza perdersi in descrizioni di luci, colori e atmosfere. In Caligo è anche evidente un passo ulteriore, ossia la funzionalità di ogni singola parola. Insomma, da Scalzo ci si può aspettare che tutto quel che dice sia lì perché è utile alla trama e non perché suona bene, e che sia espresso nel modo più immediato.

La seconda cosa che mi è rimasta impressa dopo Marstenheim e Caligo riguarda le aspettative per questo autore: sarei curiosa di leggere un romanzo che combinasse le tinte cupe del primo e l'ironia del secondo.
Intanto, per il presente, Caligo compie il suo lavoro a meraviglia: intrattiene con una trama solida e uno stile pulito, come Vaporteppa ci sta abituando a richiedere.

Una nota d'obbligo per il prodotto in sé. L'ebook è curato in ogni dettaglio e presenta una nota sulle convenzioni sociali dell'epoca vittoriana, oltre alla specifica sulla scelta di usare la locuzione "sé stesso" al posto di "se stesso", fatto che ricorda l'impegno assunto da Vaporteppa a rispettare il lettore senza se e senza ma, anche sottoforma di attenzione alla lingua.
Commento 5 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Non sono un esperto e un particolare amante del genere steampunk, per cui non ho le carte in regola per valutare il racconto nelle sue sfaccettature proto-fantascientifiche.
Ma il romanzo è scritto bene e si muove con equilibrio fra quelle che mi sembrano essere le caratteristiche principali di questo genere di letteratura: leggera profilatura psicologica dei personaggi (che devono avere la libertà di muoversi anche all'interno dei propri stati di abbandono), libero adattamento di luoghi, fatti e situazioni.
Le componenti tecniche sono certo al centro del racconto, ma non ne sono i protagonisti maniacali, sebbene alcuni riferimenti a macchine particolari e al loro funzionamento non manchi.
Ritengo in ogni caso che la protagonista, di cui questa viene presentata come prima avventura, debba un po' crescere (del resto ha diciassette anni), perché si muove quasi come se non le succedesse niente: insensibile a ogni evento. Certo questo è anche effetto della sua evidente duplice natura, o almeno così si lascia intendere, ma un'eroina così tanto impermeabile mi sembra che debba essere la somma di situazioni e non un punto di partenza. Ma questa è valutazione del tutto personale.
Molto spassosi i nomi delle suore, dove l'autore sembra divertirsi più con assonanze che con l'adesione alla realtà che descrive.
Alcuni personaggi sono loro stessi incarnazioni del genere letterario: vi un Watson, che fa proprio come il Watson inglese, e c'è anche Sherlock Holmes nelle vesti di un italiano Paganini che, a dispetto del suo nome e in contrasto col modello inglese, suona la cornamusa. Lo stereotipo del geniale investigatore esce qui però molto ridimensionato. Chi leggerà, capirà perché.
Ulteriori informazioni ›
Commento 3 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Acquisto verificato
Caligo è un gran romanzo perché ti trasporta davvero in un altro mondo (come del resto fanno tutti i grandi romanzi). Molta letteratura fantasy moderna (soprattutto italiana, ma anche straniera) ha l'odioso difetto di far muovere in universi alternativi al nostro personaggi che ragionano come se fossero abitanti della terra del XXI secolo. Ci si immedesima, ma è narrativa scadente. In Caligo no. La protagonista Barbara Ann, che racconta in prima persona, è figlia del suo mondo, della sua epoca e della sua classe sociale. Non sarà politicamente corretto quello che dice, ma se qualcuno se ne sente disturbato è un problema suo, perché così è credibile. Così come è credibile che gli altri personaggi siano dipinti come burattini, giocattoli, comparse, e non può essere altrimenti: è tutto filtrato dagli occhi di Barbara Ann. La trama è intrigante, con la sua buona dose di misteri e viaggi. L'ambientazione, una Genova del primo Novecento steampunk concreta e affascinante: le parole riescono a trasmettere odori, suoni e colori. Mi è piaciuto tutto, anche il tono scanzonato delle vicende che riesce a essere equlibrato e non diventa mai farsa. Tuttavia ho avuto la percezione di un finale troppo concitato, e con questo intendo la velocità con cui i fatti sono stati narrati, non che la conclusione non sia soddisfacente in sé. In copertina c'è scritto "la prima avventura di Barbara Ann": aspetto le altre!
Commento 3 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti

click to open popover