Ne hai uno da vendere?
Passa al retro Passa al fronte
Ascolta Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un campione dell'edizione audio udibile.
Maggiori informazioni
Visualizza tutte le 2 immagini

Chesil Beach Copertina flessibile – 19 mag 2009

4.0 su 5 stelle 8 recensioni clienti

Visualizza tutti i formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
Copertina flessibile, 19 mag 2009
EUR 12,90

Su questo libro è presente la recensione di Tuttolibri
La trovi più in basso nella pagina. Curiosa tra tutte le recensioni e i percorsi di lettura dello storico settimanale. Scopri
click to open popover

Offerte speciali e promozioni

  • Amazon Warehouse Deals, la nostra selezione di prodotti usati e ricondizionati in offerta. Scopri di più

Descrizione prodotto

Recensione

McEwan «Chesil Beach», la prima notte, discretamente improbabile: le nozze finiscono in spiaggia

Masolino D’Amico, Tuttolibri - La Stampa

Impegnato a sfornare più o meno un libro all’anno, da un po’ di tempo Ian McEwan impiega la sua notevole bravura artigianale, e anche il suo estro, per impostare situazioni che poi però non risolve, perlomeno con soddisfazione di questo lettore.
L’iperrealismo delle descrizioni, nel quale non si dimostra inferiore ai maestri americani un po’ più anziani di lui (John Updike, Philip Roth), gli serve, in altre parole, per tentare di provocare sospensione dell’incredulità davanti a fatti discretamente improbabili. Mi spiego meglio. L’amore fatale comincia con una scena di rara incisività, evocata in modo magistrale: un aerostato che precipita su un parco londinese, e un protagonista che si ritrova suo malgrado coinvolto nell’incidente, al quale è affatto estraneo. Negli sviluppi di questo episodio, però, costui diventa, abbastanza gratuitamente, oggetto della persecuzione di un folle, e questa persecuzione finisce per sabotare irrimediabilmente il suo matrimonio. Mah!
Numero due. Nel peraltro universalmente ammirato Espiazione, un ragazzo viene accusato di stupro da parte di una bambina. E’ innocente, ma il punto non è questo - il punto è che inspiegabilmente costui non reagisce, benché ne avrebbe gli strumenti - è presentato come intelligente, equilibrato, articolato - e si lascia così rovinare la vita per sempre, con gran beneficio del resto della trama. Peggio ancora. Sabato segue il weekend di un neurochirurgo, dettagli e minuzie della cui specializzazione ci vengono porti con una precisione persino affascinante: non tanto però da farci mandar giù il fatto che quando dei teppisti gli invadono la casa, e stanno per esibirsi in una arancia meccanica, costoro si ravvedono o quasi sentendo sua figlia declamare la poesia Dover Beach di Matthew Arnold (della quale la credono autrice!).
Anche nell’odierno Chesil Beach una enorme cura dei particolari prepara uno scioglimento ben poco credibile. Siamo nel 1962, e due fidanzatini coetanei, lui studente di storia ormai disposto ad accettare un lavoro qualunque, lei, di estrazione sociale un po’ superiore, allieva di conservatorio e animatrice di un quartetto d’archi, hanno appena convolato a nozze e stanno per consumarle in un alberghetto al mare. Col solito occhio attento e con la solita verve, McEwan ci dice tutto sul loro retroterra, tutto sulla camera dove adesso si trovano, tutto sulla insipida cena che viene loro servita, in piena e ineccepibile atmosfera di squallore inglese pre-Carnaby Street. Il punto è che entrambi i ragazzi sono vergini. Lui, masturbatore indefesso, avrebbe per la verità qualche idea sul da farsi; ma lei per il sesso ha sempre e soltanto provato una vaga ripugnanza, tant’è che in un anno di fidanzamento non gli ha concesso che qualche sfregamento precario - detesta persino avere la sua lingua in bocca.
La notte fatidica cerca bravamente di adeguarsi, ma la goffaggine di lui prevale, e quando al posto di quella penetrazione alla quale si era in qualche modo rassegnata, la ragazza si sente innaffiare da un liquido vischioso (ejaculatio praecox), reagisce con orrore, raccattando i vestiti e scappando fuori, sulla spiaggia. Lui si riprende, la raggiunge, la insulta (le dice addirittura puttana), e la lascia per sempre. Poche pagine di epilogo seguono la vita di lui dopo l’immediato divorzio, una vita non propriamente felice, fino al giorno d’oggi. Di lei non sapremo più nulla.
Le reazioni dei lettori davanti a questo racconto sono state di due tipi. Alcuni hanno detto, sì, era ora che qualcuno parlasse chiaro sulla soffocante, innaturale atmosfera di repressione che i giovani hanno respirato fino alla rivoluzione del costume di Beatles e compagni. Altri invece trovano che McEwan o presenta un caso-limite, pertanto poco rappresentativo, o semplicemente forza la verità (milioni di inglesi precariamente preparati si sono sposati senza drammi, dopotutto, in quell’anno e nei vari secoli precedenti). Io che ho la stessa età dei suoi personaggi, e che all’epoca delle loro nozze vivevo in Inghilterra, anzi nell’ancora più provinciale e bigotta Irlanda, mi schiero con questi ultimi; e come per le ultime prove di questo autore, ammiro la sua arte, ma, molto semplicemente, non gli credo.

Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.




Dettagli prodotto

  • Copertina flessibile: 136 pagine
  • Editore: Einaudi (19 maggio 2009)
  • Collana: Super ET
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8806197681
  • ISBN-13: 978-8806197681
  • Peso di spedizione: 141 g
  • Media recensioni: 4.0 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (8 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 101.398 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)
  • Garanzia e recesso: Se vuoi restituire un prodotto entro 30 giorni dal ricevimento perché hai cambiato idea, consulta la nostra pagina d'aiuto sul Diritto di Recesso. Se hai ricevuto un prodotto difettoso o danneggiato consulta la nostra pagina d'aiuto sulla Garanzia Legale. Per informazioni specifiche sugli acquisti effettuati su Marketplace consultaMaggiori informazioni la nostra pagina d'aiuto su Resi e rimborsi per articoli Marketplace.


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

4.0 su 5 stelle
Condividi la tua opinione con altri clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
È stato divertente cogliere le sfumature di due 22enni che, agli inizi degli anni Sessanta, fanno l'amore per la prima volta, da sposati.

Lo consiglio perché:
- Bellissima prosa (modo di scrivere calibrato, analitico e intenso)
- Numerosi momenti comici
- Lui è accurato come un chirurgo dell'emozione (spero di rendere l'idea)
- Lettura breve, che ti rapisce fino alla fine.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile
Amo Ian McEwan per la sua capacità di cesellatore, per l'empatia delle sue descrizioni, per il tratteggio preciso dei personaggi.
Chesil Beach risponde a tutto questo, è il racconto della prima notte di nozze di Florence e Edward e solo di questa. Le modalità in cui la notte evolve sono sorprendenti, la delusione dei due sposi, a lungo fidanzati e, secondo le regole in vigore negli anni '60, entrambi vergini e impreparati, è descritta con estrema vividezza, le emozioni sono percepibili, quasi tangibili.
La storia si colloca negli anni '60 ma il racconto ha una sua contemporaneità, nel momento in cui descrive la natura umana e tutte le sue contraddizioni. La scrittura di McEwan è raffinata, eccezionale anche nell'amaro epilogo che lascia un rimpianto triste sia nei protagonisti sia nel lettore, che empaticamente li ha accompagnati lungo la loro tragica notte. Bravo McEwan per la sensibilità e l'acutezza nel descrivere i sentimenti e le emozioni umane.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile
Conoscevo McEwan solo per l'adattamento cinematografico di Espiazione, film che mi era piaciuto tantissimo all'epoca della sua uscita.

Poi quest'anno mi è stato regalato Chesil Beach e l'ho letto tutto d'un fiato. Che dire, il romanzo è molto breve (quasi un racconto lungo) ed è scritto con estrema precisione nella ricostruzione psicologica di due punti di vista completamente opposti sullo stesso evento catartico. Di più non posso dire perchè più che una lettura è un'esperienza da provare sulla propria pelle.

Decisamente consigliato (e non me lo sarei mai aspettato visto è tutto fuorchè il mio genere di lettura).
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Premettendo che la quarta stella la meriterebbe appieno se i refusi presenti nella versione kindle fossero sistemati, il racconto mi ha sorpreso. Sono solitamente scettico sulle storie d'amore ma questa, che storia d'amore in fondo non è, ti guida attraverso la narrazione con spaccati personali dei due personaggi principali di grande chiarezza. Ne esce un romanzo piacevole e concreto.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Ricerca articoli simili per categoria