• Tutti i prezzi includono l'IVA.
Spedizione gratuita per ordini sopra EUR 29.
Disponibilità immediata.
Venduto e spedito da Amazon. Confezione regalo disponibile.
Ciò che inferno non è è stato aggiunto al tuo carrello
+ EUR 2,90 spedizione
Usato: Buone condizioni | Dettagli
Venduto da Ghironda Srl
Condizione: Usato: Buone condizioni
Ne hai uno da vendere?
Passa al retro Passa al fronte
Ascolta Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un campione dell'edizione audio udibile.
Maggiori informazioni
Visualizza l'immagine

Ciò che inferno non è Copertina flessibile – 27 ott 2015

4.5 su 5 stelle 121 recensioni clienti

Visualizza tutti i 5 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
Copertina rigida
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 12,75
Copertina flessibile, 27 ott 2015
EUR 14,00
EUR 13,93 EUR 7,00
Nota: Questo articolo può essere consegnato in un punto di ritiro. Dettagli
Ritira il tuo ordine dove e quando preferisci.
  • Scegli tra gli oltre 8.500 punti di ritiro in Italia
  • I clienti Prime beneficiano di consegne illimitate presso i punti di ritiro senza costi aggiuntivi
Come inviare un ordine presso un punto di ritiro Amazon.
  1. Trova il tuo punto di ritiro preferito ed aggiungilo alla tua rubrica degli indirizzi
  2. Indica il punto di ritiro in cui vuoi ricevere il tuo ordine nella pagina di conferma d’ordine
Maggiori informazioni

C'è una nuova edizione di questo articolo:

Ciò che inferno non è
EUR 11,90
(121)
Disponibilità immediata.

Store Oscar
Questo ed altri titoli fanno parte dello store Oscar Scoprili tutti
click to open popover

Spesso comprati insieme

  • Ciò che inferno non è
  • +
  • Cose che nessuno sa
  • +
  • L'arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita
Prezzo totale: EUR 42,05
Acquista tutti gli articoli selezionati

Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.



Dettagli prodotto

  • Copertina flessibile: 317 pagine
  • Editore: Mondadori (27 ottobre 2015)
  • Collana: NumeriPrimi
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8866211133
  • ISBN-13: 978-8866211136
  • Peso di spedizione: 381 g
  • Media recensioni: 4.5 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (121 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 63.088 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)
  • Garanzia e recesso: Se vuoi restituire un prodotto entro 30 giorni dal ricevimento perché hai cambiato idea, consulta la nostra pagina d'aiuto sul Diritto di Recesso. Se hai ricevuto un prodotto difettoso o danneggiato consulta la nostra pagina d'aiuto sulla Garanzia Legale. Per informazioni specifiche sugli acquisti effettuati su Marketplace consultaMaggiori informazioni la nostra pagina d'aiuto su Resi e rimborsi per articoli Marketplace.

    Se sei un venditore per questo prodotto, desideri suggerire aggiornamenti tramite il supporto venditore?


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Di Rosco Reviewer RECENSORE TOP 100 il 28 settembre 2016
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Ciò che inferno non è è davvero un capolavoro. L'opera di D'Avenia è particolarmente interessante dal punto di vista scrittorio e altresì logistico: delinea perfettamente personaggi, luoghi, avvenimenti; i personaggi assurgono alla quotidiana realtà del lettore come fossero il vicino della porta accanto o quei soggetti che non vorresti mai incontrare. Descrive, infatti, una Palermo drammatica, tragica, nascosta all'ombra di una facciata signorile, entro la quale cresce il giovane protagonista, che si scontra con una realtà tanto vicina quanto impensabile. In tutto ciò sembra fungere da sfondo il personaggio, delicato, forte, reso quasi mortale da queste righe, di don Pino Puglisi. Don Pino esiste così come esiste Brancaccio, una realtà imprescindibile per il Don, che ne rappresenta l'antitesi: il luogo e l'uomo rappresentano,infatti, il male e il bene ma, come D'avenia brillantemente dimostra,il bene e il male sono due risvolti della stessa medaglia,così Don Pino diventa Brancaccio e Brancaccio diventa l'anima di Don Pino, ciò che muove ogni suo gesto. Commovente, affascinante, interessante. davvero stupendo. CONSIGLIATISSIMO
Commento 2 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile
“Togli l’amore e avrai l’inferno, mi dicevi, don Pino.
Metti l’amore e avrai ciò che inferno non è.”
3P, ovvero Padre Pino Puglisi. La sua ultima estate, vista con gli occhi di coloro che grazie a lui hanno imparato cos’è l’Amore.
La vicenda è raccontata da un narratore, in terza persona, riportando pochissimi fatti di cronaca, e da un adolescente, in prima persona, che scopre la realtà che la vita gli riserva. Due mondi diversi che si cercano, si incontrano, si scelgono partendo da similitudini che neanche ci si immagina. Parrì è don Pino – Parrì è don Graviano, il mandante del suo omicidio. E allora dove sta la differenza? Nelle scelte! Quelle che possono fare di te un uomo, "determinato che si fa carico dei propri errori e non ha paura di rimanere per questo solo". Oppure che possono “fare di te un camaleonte, uno che si adatta, si mimetizza e non sceglie”.
A.D’Avenia ha incontrato 3P durante il suo cammino scolastico. Ne ha ricevuto la benedizione? Non lo so! So che in questo romanzo non è uno scrittore ma un poeta!
“...mi ricordo ancora la prima lezione con lui. Si era presentato con una scatola di cartone. L’aveva messa al centro dell’aula e aveva chiesto cosa ci fosse dentro. Nessuno aveva azzeccato la risposta. Poi era saltato sulla scatola e l’aveva sfondata. “Non c’è niente. Ci sono io. Che sono un rompiscatole.” Ed era vero. Uno che rompe le scatole in cui ti nascondi, le scatole in cui ti ingabbiano, le scatole che separano un uomo da un altro uomo simulando muri spessi come quelli della canzone dei Pink Floyd.”
Commento 14 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Autore sempre molto attento alla descrizione dello stato d'animo dei giovani, che dimostra anche in questo romanzo, da buon insegnante, di conoscere benissimo; in questo caso poi inserendo una vicenda rilevante come quella di don Pino Puglisi, trattata con impegno, come solo persona biograficamente coinvolta ha potuto fare. Il libro è avvincente e si fa fatica a interromperne la lettura.
Lo consiglierei a tutti, a cominciare dai ragazzi della scuola media, ma anche a tutti quegli intenditori di letteratura (o sedicenti tali) che continuano a consigliare autori meno attuali, anche se del secolo scorso, disdegnando la lettura degli autori contemporanei: i problemi trattati vanno assolutamente conosciuti.
Commento 4 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Ottimo lettura , conoscevo già alessandro d'avenia e sono soddisfatto .al prezzo acquistato è un affare. Nel complesso soddisfatto dell'acquisto , che rifarei certamente . Ricevuto in tempi brevissimi .
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Volendo fare il "gioco" di un protagonista (Federico) ho provato a cercare le cinque parole che mi ha lasciato questo libro.
Spasimo e Porto sono Palermo con la sua storia e la sua geografia, così come emerge da questo libro. Perla del Mediterraneo, "Tutto porto" per tante genti del passato e di oggi, piena di possibilità esposte e negate allo stesso tempo.
Ossimoro: è la vita di tutti; il buono e il cattivo in fondo ci crescono dentro e attorno, sempre e ovunque. Noi siamo un ossimoro. Ha ragione D'Avenia quando suggerisce che il coraggio è riconoscerlo.
Amore e Verità le porta la figura di Puglisi, che in questo libro è così umano e così grande da far piangere.
Il romanzo è bellissimo, il linguaggio un po' troppo "palermitano", barocco, a volte ripetitivo. Ma la capacità di D'Avenia di pennellare i personaggi e, finalmente, di raccontare una storia diversa sono ammirevoli. Il libro vale.
Commento 2 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Al termine della lettura dell’ultimo libro di D’Avenia resto con molte perplessità. La storia è di quelle che preferisco perchè inquadra il momento in cui il giovane protagonista cessa di essere un ragazzino e diventa uomo. IL passaggio avviene durante un'estate in cui in lui nasce una consapevolezza nuova: ad operare la svolta è l’incontro con i bambini dell’oratorio di don Pino, la loro rabbia che nasconde storie di solitudine e abbandono. Ha qualche cosa di straordinario il momento in cui si scopre che il male del mondo è qualche cosa che ci riguarda e ci interpella e la risposta che sappiamo dare in quel momento definisce chi siamo.
Apprezzo il tentativo di D’Avenia di dire qualche cosa di importante al suo pubblico che, per molta parte, è composto da giovani. Come scrittore però non suscita il mio entusiasmo. Preferisco i narratori che usano con parsimonia le parole, scegliendole e riducendole all’osso. Il suo invece è uno scrivere barocco, sempre alla ricerca della frase memorabile, della descrizione ad effetto, di quelle che i ragazzi poi trascrivono sulle loro agende.
Sentimenti e sensazioni sono continuamente sottolineati, enfatizzati, ma chi sottolinea tutto corre il rischio di lasciar più capire cosa sia davvero importante.
Commento 11 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti


Ricerca articoli simili per categoria