Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 2,99

Risparmia EUR 6,91 (70%)

include IVA (dove applicabile)
Leggi questo titolo gratuitamente. Maggiori informazioni
Leggi gratis
OPPURE

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Cronache Infernali di [Bianchini, Alexia]
Annuncio applicazione Kindle

Cronache Infernali Formato Kindle

4.4 su 5 stelle 24 recensioni clienti

Visualizza tutti i 2 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 2,99
Copertina flessibile
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 8,32

Lunghezza: 122 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato

Descrizione prodotto

Sinossi

Vi è un mondo celato ai nostri occhi, fatto di spiriti e anime erranti. Non è del Regno dei Cieli che stiamo parlando, ma dell’antro in cui demoni e peccatori dimorano dalla notte dei tempi. Siamo certi che solo i corrotti ne siano designati? E quale sorte spetta a coloro che finiscono fra le fiamme dell’Inferno?
Demoni, principi maledetti, cacciatori. Tradimenti e passioni si intrecciano fra le pagine di questa storia, tra Terra e Inferi. Nel Bene c’è sempre un po’ di Male, e nel Male è possibile trovare un po’ di Bene?
A voi l’ardua sentenza.

DICONO DEL ROMANZO:


" Cronache Infernali è un libro che affascina, originale, scritto benissimo con dei bei personaggi." ( LE TAZZINE DI YOKO)

"Lo stile dell'autrice è semplice e preciso. Le descrizioni di alcune scene sono molto cruente e non ci vengono risparmiati sangue, atrocità e morte, ma stiamo parlando del Signore delle Mosche, quindi non mi potevo aspettare niente di meno. Un romanzo che vi consiglio se amate leggere di demoni e atmosfere infernali." ( BRICIOLE DI PAROLE)

"Consigliato a chi ha voglia di leggere un romanzo diverso dal solito, dove l'animo malvagio conserva sempre una possibilità di redimersi o perlomeno di dubitare che ciò che conosce sia l'unica verità possibile e dove l'amore, un sentimento che dovrebbe essere bandito, germoglia anche nel luogo più arido e inospitale." ( SOGNANDO FRA LE RIGHE)

L'AUTRICE


Classe 1973, autrice di romanzi e racconti di genere fantasy, horror e weird.
Ha pubblicato con Ciesse Edizioni, GDS, Scudo Edizioni, Delos, ST books, Linee Infinite, Delmiglio Editore, Diamond Editrice, Domino Edizioni e La Mela Avvelenata. È stata selezionata con i suoi racconti in diversi concorsi e riviste di genere. Editor, curatore di collana, è stata direttore del webmagazine Fantasy Planet per due anni, curatore editoriale per Ciesse e per Lite Edition. Attualmente cura una rubrica per True Fantasy e lavora come grafico in una multinazionale.

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 481 KB
  • Lunghezza stampa: 122
  • Utilizzo simultaneo di dispositivi: illimitato
  • Editore: Dunwich Edizioni (10 novembre 2014)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B00PHMW6YY
  • Word Wise: Non abilitato
  • Screen Reader: Supportato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 4.4 su 5 stelle 24 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #51.532 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Mah, sono stato indeciso fino all'ultimo perché effettivamente non so bene se mi è piaciuto o meno. L'inizio è di sicuro intrigante, come l'atmosfera demoniaca (sia pur stemperata dall'orientamento giustizialista della protagonista), e lo stile dell'autrice è piacevole, scorrevole, e non si risparmia in descrizioni un pò più crude. Ma nel complesso mi sembra un pò troppo cronachistico, tanti capitoli (alcuni molto brevi, dedicati a personaggi secondari, che scompaiono subito) slegati tra loro, come se fossero fatti avvenuti là e messi di contorno: ho fatto fatica, soprattutto nella parte centrale, a definire una direzione d'insieme al romanzo. Mi pare che alla trama principale della cacciatrice (personaggio interessante, va detto. Ma l'unico personaggio interessante, dato che gli altri sono soltanto abbozzati) si sovrappongano tante sottotrame che, come fili senza fine, rimangono così, a orbitare attorno, senza avere una loro direzione o un loro perché. Inoltre, l'idea dei viaggi nel tempo abbinata ai demoni e all'inferno non mi ha convinto molto: che dei demoni abbiano una macchina del tempo mi pare un pò assurdo.. Chi gliel'ha data? Possono farci quello che vogliono? Quante ce ne sono? E' un elemento che potenzialmente potrebbe scardinare qualsiasi certezza ma è stato usato con leggerezza, come la giratempo di Hermione inHarry Potter. Si poteva evitare e magari seguire comunque Maty e Kal nel corso del tempo. Insomma alla fine ho trovato un buon romanzo, con del potenziale e idee interessanti, ma su cui a mio parere si poteva lavorare per dargli maggiore coerenza interna e creare una trama più solida e personaggi con maggior spessore.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
A partire dalla copertina in stile manga (opera dell'autrice stessa e che rappresenta la protagonista Matyamavra in modo simile a come è rappresentata Susono Musubi sulla copertina di "Noise" di Tsutomi Nihei) e dal capitolo iniziale ambientato nel '600 a Milano dove un demone fa strage di cacciatori di streghe, ci si immerge subito in una atmosfera decisamente horror.
A seguire la storia si dipana nel tempo, nello spazio e in altre dimensioni, grondando sangue e amore (sì, anche il lato romance, ben rappresentato anche nell'aspetto carnale, vuole la propria parte) e lasciando scoprire piano piano i diversi personaggi e le loro motivazioni nell'ambito di una cosmogonia poco sovrapponibile alle rappresentazioni religiose abituali.
Quella che la Bianchini propone è la storia di Matyamavra, divoratrice di demoni, amante di Belzebù e figura archetipale (una Diana cacciatrice furiosa ma paziente) che cerca vendetta sui demoni che hanno invaso l'Inferno, un mondo che, prima della loro infestazione, non era il regno del male assoluto.
D'altra parte anche il concetto di male assoluto (come quello di bene) appare sfumato e non è applicabile a tutti i personaggi, umani, demoni, angeli o "alieni" che siano: il bene e il male si fondono e confondono tanto da dare una connotazione umana anche ad esseri che umani non sono.
Horror dalle venature dark fantasy (o è il contrario?): Alexia Bianchini continua a dimostrare di essere una scrittrice decisamente versatile.
Commento 2 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Di che colore è l’inferno? Rosso come il fuoco? Oppure grigio come i nugoli carichi di pioggia? Che forma ha l’inferno? Che profumo ha l’inferno? È così come Dante ce lo ha descritto? Sono solo alcune delle mille domande nate dopo la lettura di “Cronache infernali”, un romanzo che lascia il segno, invitandoci ad abbattere le usuali convinzioni sul tartaro bollente. Tante sono le vicissitudini che si alternano, che si intrecciano, che divampano, amoreggiando con personaggi che nulla hanno di ordinario. Matyamavra, Belzebù, Kalinger; una lotta, un volersi rinfrancare, un desiderio di libertà; una divoratrice di demoni che si ribella, affiancando i dannati bramosi di riscatto. La lettura è una giostra di luoghi e vicissitudini, un viaggio nei meandri oscuri dell’oltretomba tra le urla dei peccatori e la costernazione di chi non ha più speranza: sì, è una corsa irrefrenabile di sensazioni. Non mancano nemmeno i riferimenti storici, di quelle realtà che hanno segnato il nostro mondo: in ciò l’autrice ha mostrato grande abilità. Giocare con due dimensioni, distanti altresì vicine, ha reso il romanzo più concreto di quanto immaginassi. Non so bene come definirlo, che genere attribuirgli, poiché in esso si nascondono tante venature che lo rendono affascinante e contorto: imprigionarlo in un unico standard, sarebbe tarpargli le ali. Alexia Bianchini possiede una fantasia spiccata, un forte senso dell’horror accattivante, un’accesa passione per il funesto. Non si lascia spaventare, anzi osa e lo fa con stile. Credo che “Cronache infernali” non sia un libro per tutti, soprattutto se sia ha il cuoricino debole o si è sognatori.Ulteriori informazioni ›
Commento 2 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Ho comprato questo libro "al buio", estremamente incuriosito dall'estratto e dalle recensioni. Non rimpiango l'acquisto, ma secondo me è un "esperimento riuscito a metà". Premesso che amo i salti temporali e la narrazione non lineare (uno degli aspetti che ho apprezzato di più), la vicenda si perde troppo spesso in capitoli quasi autoconclusivi, incentrati su personaggi che compaiono poco o nulla nella storia principale, se non per brevi tratti (leggasi Arkada, per esempio). Alcune scene che meriterebbero una trattazione più lunga vengono liquidate in due pagine, altre che potrebbero essere ridotte vengono invece allungate fin troppo. Esistono anche alcune "contraddizioni": verso la fine del libro viene specificato che "nuova vita non può nascere all'Inferno"... ma Belzebù si mostra fiero con i suoi due figli (Lux e Ferre)?!
Insomma, il libro è interessante, le scene di caccia al demone appaganti... ma è come se mancasse qualcosa.
Soddisfatto a metà. 3/5
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti

click to open popover

Dove è il mio ordine?

Spedizioni e resi

Hai bisogno di aiuto?