Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 2,99

Risparmia EUR 12,91 (81%)

include IVA (dove applicabile)
Leggi questo titolo gratuitamente. Maggiori informazioni
Leggi gratis
OPPURE

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Fahryon - Il suono sacro di arjiam ( Parte prima) di [Lojarro, Daniela]
Annuncio applicazione Kindle

Fahryon - Il suono sacro di arjiam ( Parte prima) Formato Kindle

3.9 su 5 stelle 29 recensioni clienti

Visualizza tutti i 2 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 2,99
Copertina flessibile
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 15,90

Lunghezza: 290 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato

Descrizione prodotto

Sinossi

«Esisterebbe la luce senza il sole? O il calore senza il fuoco? Il Suono Sacro ha creato il Mondo e noi facciamo parte del Suo canto.»Nel regno di Arjiam, Fahryon, neofita dell'Ordine sapienziale dell'Uroburo, e Uszrany, cavaliere dell'Ordine militare del Grifo, si trovano coinvolti nello scontro tra gli adepti dell'Armonia e della Malia, due forme di magia che si contendono il dominio sulla vibrazione del Suono Sacro.Le difficoltà con cui saranno messi a confronto durante la lotta per il possesso di un magico cristallo e del trono del regno, permetteranno ai due giovani di crescere e di diventare consapevoli del loro ruolo e delle loro responsabilità in questa guerra per il potere sul mondo e sugli uomini.Daniela Lojarro è nata a Torino. Terminati gli studi classici e musicali (canto e pianoforte), vince alcuni concorsi internazionali di canto che le aprono le porte fin da giovanissima a una carriera internazionale sui più prestigiosi palcoscenici in Europa, negli U.S.A., in Sud Corea, in Sud Africa nei ruoli di Lucia di Lammermoor, Gilda in Rigoletto e Violetta in Traviata. Alcuni brani che ha inciso sono entrati nelle colonne sonore di diversi film, fra i quali «The Departed» di M. Scorsese, «Il giovane Toscanini» di F. Zeffirelli e «I shot Andy Wharol» di M. Harron. Si dedica anche all’insegnamento del canto e alla musico-terapia come terapista in audio-fonologia, una rieducazione della voce e dell’ascolto rivolta ad adulti o bambini con difficoltà nello sviluppo della lingua oppure ad attori, cantanti, commentatori televisivi, insegnanti, manager per sviluppare le potenzialità vocali.

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 987 KB
  • Lunghezza stampa: 290
  • Editore: editrice GDS (25 luglio 2015)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B012JOPXW4
  • Word Wise: Non abilitato
  • Screen Reader: Supportato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 3.9 su 5 stelle 29 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #59.109 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
La recensione completa sul blog LA LETTRICE SULLE NUVOLE

Questo libro è un fantasy di tipo classico, senza creature strane ma con una forte predominanza della magia. Siamo in un paese inventato, abitato da gente normale che però coltiva la magia, cioè non si nasce così, ma ci si esercita attraverso il canto. Ci sono persone più o meno portate ma questa viene allenata con dedizione e studio. Se una persona si dedica a questo si ritira in santuario e ambisce a divenire Magh.
Credeva nel Suono Sacro, sapeva che esisteva perché negarlo sarebbe stato come negare l'esistenza del sole.
La nostra storia inizia con una visione indotta dall'Armonia, cioè quella magia indotta col canto, il Suono Sacro. Questa visione svela la vera natura del marito di Xhanys, colei che ha la visione e dell'importanza strategica della figlia che porta in grembo. Lei ovviamente ne ha paura. Mazdraan, suo marito e Primo Cavaliere del Re, infatti vuole tutto il potere per sé, vuole soggiogare il mondo. In un sacrificio estremo, Xhanys riesce a tutelare la nuova creatura, legando il suo destino a quello del Magh Tyrnahan, della neofita Fahryon e del Cavaliere Uszrany.
Secondo gli insegnamenti appresi alla Casa dell'Armonia, le scelte di ognuno determinavano il succedersi degli avvenimenti.
Questo libro è il primo di una serie e la trama è complicata. Ammetto che ho faticato un po' a entrare nella storia, colpa anche secondo me dei nomi non facili di tutto e del tipo di fantasia molto astratta. E' spiegata bene l'Armonia, il canto sacro ecc, ma per me è stato difficile. Come anche capirne il contesto fisico, l'ambientazione.
Ulteriori informazioni ›
Commento 2 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Lo ripeterò fino allo sfinimento (vostro e mio): ogni genere ha una precisa identità che va rispettata. Sempre se si vuole scrivere qualcosa di decente. È come la tela sui cui l’artista di turno dipinge. Può essere di buona fattura, come di pessima, ma deve essere sempre con una superficie, in grado di accogliere la tempera o l’acquerello o i colori a olio. Se fosse diversa, per esempio spugnosa, assorbirebbe il colore rendendolo quasi inesistente. Che sia di cotone, juta o altro, resta sempre una tela e come tutto quello che è tessuto, ha una trama costituita da un intreccio e un ordito.
Cosa cambia? L’artista. È l’artista, che con la sua formazione umana, tecnica e persino biologica (ossia con che mano dipinge), fa la differenza.

Prendiamo la tela chiamata “fantasy” su cui andremo a impostare la nostra “trama”. È fatta di materiali diversi rispetto a quella del pittore (ovviamente) ma è comunque una tela. Non muro, non quaderno, non abbecedario, ma tela. Lo ripeto perché vorrei che per voi autori fosse chiaro che, quando vi accingete a scrivere un romanzo, è di vitale importanza che riusciate a creare una sinergia vitale e fluida tra la trama e genere. Se non c’è coerenza strutturale, il testo di perde e non comunica.
Il fantasy ha regole molto più rigide di altri generi. Può essere contaminato con il thriller, il romance l’horror, ma le sue caratteristiche dovranno spiccare su tutte le altri. E cosa più rilevante dovrà far parte della tradizione mitologica ed etnologica della nostra specie.
Ulteriori informazioni ›
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Nell'epoca in cui viviamo, densa di ottimi Urban-Fantasy, mi sono un po’ preoccupata nell'affrontare dopo tanto tempo, il genere Fantasy-Classico, e difatti l’inizio di questa lettura non è stato proprio “agevolato”. Questo perché, durante l’incipit, ci è stato presentato un personaggio differente da quello principale, ovvero colei che dà il nome al libro. Ma alla fine sono sciocchezzuole: ognuno scrive come gli pare, l’importante è che il tutto funzioni!
Dopo aver superato il momento iniziale, cominciamo a conoscere i due personaggi principali, che ci regaleranno dei momenti davvero esilaranti, nei loro incontri/scontri: Fahryon e Uszrany. Sono caratterizzati piuttosto bene, anche se temo che il personaggio maschile sia un pelo forzato nella sua impulsività seguita da una troppo veloce arrendevolezza, sono certa che non è così, e forse, se fossero stati introdotti, come voce, anche i suoi pensieri personali, sarebbe stato un po’ più piacevole. Fahryon invece mi piace, la trovo più naturale, più vera.
Qualcosa che non digerisco molto invece è la scelta dei nomi, probabilmente bisognerebbe superare l’impasse di dover usare per forza nomi così complessi nel genere di cui stiamo parlando. Ma sono solo opinioni personali.
Il romanzo che ritengo assai valido, soprattutto nella parte iniziale: è un puro godimento poetico. Il mondo narrato da Daniela trascorre nelle svariate note musicali dei riti: quello del mattino e quello della sera, l’equivalente dell’alba e del tramonto. Sono scene di un’intensità davvero elevata!
Come dervishi danzanti!

Recensione completa su -Solo 1 altra riga- raggiungibile sulla piattaforma di Wordpress (primi risultati su google)
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti

click to open popover