Scopri Tante idee per giocare all'aria aperta Cloud Drive Photos Learn more CE En savoir plus Scopri Scopri Shop Kindle Shop now Clicca qui Scopri Sport

Recensioni clienti

5,0 su 5 stelle
9
L'eredità spezzata
Formato: Copertina flessibile|Cambia
Prezzo:15,00 €+ Spedizione gratuita con Amazon Prime

il 31 marzo 2018
"L'eredità spezzata" è una saga familiare che appassiona, una storia che si dipana in luoghi ed epoche diverse per scoprire il segreto della famiglia Spadario, il cui nodo principale è il rapporto, profondo ma irrisolto, tra padri e figli. Soprattutto, però, "L'eredità spezzata" è un libro ben scritto, con frasi avvolgenti, scelte lessicali mai banali, salti temporali ben gestiti e un'alternanza di voci e di punti di vista che dimostra tutta l'esperienza dell'autore.
Se questo è il primo romanzo nella produzione letteraria di Igor Salomone, c'è dunque da augurarsi che sia solo il primo di tanti altri.
|0Commento|Segnala un abuso
il 3 aprile 2018
Ci sono libri che restano per il talento immenso di chi li ha scritti; altri restano per la potenza della storia che raccontano; altri ancora per le emozioni che trasmettono, per il segno che riescono a lasciare in chi legge.
Igor di talento ne ha,la sua scrittura scorre e coinvolge. La storia c’è, anche se è una non storia, fatta di silenzi, vuoti mai riempiti, cose non dette; ma una storia non è fatta solo di ciò che accade, ma anche (e soprattutto) di ciò che non accade, di ciò che sarebbe potuto accadere. E poi ci sono le emozioni, quelle raccontate, che appartengono al romanzo e quelle di chi legge o, meglio, quelle che nascono dall’incontro della storia con il suo lettore.
L’eredità spezzata è un libro dentro ad un altro libro; è la costruzione di un’eredità negata e tuttavia presente; è la storia di padri che generano figli e diventano a loro volta padri e della loro incapacità di lasciare un segno che diventi storia.
Ho letto questo libro con occhi di padre. L’ho letto pensando a mio padre e a mio figlio.
Lasceremo comunque un’eredità, che lo vogliamo oppure no.
Lettura consigliata
|0Commento|Segnala un abuso
il 15 maggio 2018
“L’eredità spezzata” è uno di quei libri che hanno gli ingredienti per piacermi: una saga familiare, un’ambientazione storica intensa e Milano, la mia città, descritta in un momento storico particolare e tanto presente da essere quasi un personaggio.

Questo romanzo mi ha regalato ben altro: quella sensazione, una volta finito, quasi di “nostalgia” per averne terminato la lettura, ma anche molti spunti di pensiero.

La “verità”: nel libro vi si fa cenno più volte. Una verità legata ad un mistero familiare, che trova nel finale una possibile chiave di lettura che non è una soluzione, LA soluzione.
Chiuso il libro mi sono chiesta chi mi ricordasse…. E mi è tornato in mente Pirandello, sia quello di “Così è se vi pare” che dei “Sei personaggi in cerca d’autore”: la ricerca della verità e l’offerta di uno spunto altro, diverso, umano e relativo.

L’altra “verità” di cui si trova eco è quella legata alla Storia, quella che fa da sfondo alla vicenda familiare.
Un gioco di specchi, tra passato e presente, che richiama un dilemma etico e politico ancora attuale: esisteva una “parte giusta” dalla quale stare? Insomma, luci e ombre, tratteggiate con forza nel personaggio di Laura, a mio avviso per nulla secondario.

La “verità” nella ricerca dell’identità personale e familiare, che è il cuore del racconto e che accompagna il lettore come se si trovasse lì, sulla scena, con i protagonisti.

“L’eredità spezzata” è un libro con il fascino incantato di un romanzo e la profonda ricchezza di pensiero di un saggio.
|0Commento|Segnala un abuso
il 21 aprile 2018
Una storia per tutti. Ogni capitolo una folata di vento improvvisa che trascina tra le righe e fa piombare in quello successivo. Ed è proprio questo continuo essere sospinti e lasciati cadere, che permette sguardi diversi sui personaggi e una diversa partecipazione e, per chi vuole, identificazione. Intenso, commovente e inaspettato il capitolo “Il testamento”, che a mio parere, da solo, vale la lettura di tutto il romanzo. È uno di quei libri che quando finisce, non finisce subito. Lo tieni ancora un po’ in mano e anche quando lo hai riposto, se vuoi, ti interroga ancora.
|0Commento|Segnala un abuso
il 9 aprile 2018
L'eredità spezzata: travolgente e compatta. Fuga singhiozzante, pause sinistre, vuoti che ne contengono altri, matrioska di significati. Il filo d'Arianna della psicogenialogia inoltra in un labirinto di domande, gravido di sensi multipli ed enigmatici come specchi. Un libro da leggere, animico e potente. Con-prende anche dove non si fa capire. Una storia, finalmente. Un ritmo da maestro per consegnarla, inesplosa, testimone di quella corsa che è di ognuno la vita.
|0Commento|Segnala un abuso
il 22 maggio 2018
Una saga familiare che proietta il lettore nel tempo.
E' il primo romanzo dell'autore, ma devo dire che si legge in un fiato.
Nonostante non sia il mio genere preferito, mi ha intrigato, travolto, rimesso in piedi, guidato negli anni alla scoperta del segreto di una famiglia.
Spero che l'autore possa regalarci presto un altro romanzo
|0Commento|Segnala un abuso
il 10 marzo 2018
Il primo romanzo di Igor Salomone si legge in un fiato, La modalità di scrittura ed i temi trattati scorrono fluidi tra le pagine, coinvolgendo il lettore intimamente e profondamente nelle vicissitudini di un passato storico patrimonio di tutti, infatti il romanzo si snoda principalmente nella Milano della seconda guerra mondiale, nella travagliata fase del dopo armistizio dal 43 al 45, intrecciando altri due periodi sino ai giorni nostri.
Dentro a questo sfondo si dipanano le traversie intime e personali di una famiglia di origini siciliane, gli Spadario che, di generazione in generazione per volontà dei padri, e sempre in fuga da un segreto, impediscono ai figli di mettere radici. Non è un romanzo storico ma pedagogico che narra del rapporto tra generazioni e paternità, senza sconti su mancanze, silenzi ed ambivalenze. Una grande responsabilità quella della memoria che si deve tradurre in storie da lasciare in eredità ai figli unica chance di sopravvivenza.
|0Commento|Segnala un abuso
il 30 marzo 2018
Il libro che mi è proprio piaciuto. Non sono un esperto, un critico o cose del genere ma credo di essere un buon lettore.
Inanzitutto la scrittura è scorrevole e invita a continuare la lettura, elemento importante se come me leggi di solito a fine di una giornata di lavoro.
Poi la storia è intrigante con salti temporali ben comprensibili e con un’ambientazione credibile e suggestiva.
|0Commento|Segnala un abuso
il 9 marzo 2018
Romanzo avvincente che trascina il lettore nel tempo e nella Storia, ripercorrendo le vicende dei protagonisti principali e facendo crescere la curiosità per un mistero tutto da svelare. Narrazione dal gusto pedagogico che intreccia storie di padri e di figli, tra passato e presente.
|0Commento|Segnala un abuso


Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui