Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 3,99

Risparmia EUR 5,91 (60%)

include IVA (dove applicabile)

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

#Luminol. Tracce di realtà rivelate dai media digitali di [De Baggis, Mafe]
Annuncio applicazione Kindle

#Luminol. Tracce di realtà rivelate dai media digitali Formato Kindle

4.4 su 5 stelle 24 recensioni clienti
I clienti hanno segnalato più problemi relativi alla qualità in questo ebook. Questo ebook contiene: Errori ortografici.
L'editore è stato avvisato della necessità di correggere questi problemi.
Sono stati segnalati problemi relativi alla qualità

Visualizza tutti i formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 3,99
Copertina flessibile
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 9,90

Descrizione prodotto

Sinossi

Chi si farebbe operare da un chirurgo che non ha mai preso in mano un bisturi?
Conoscete qualcuno impaziente di salire su un aereo pilotato da un comandante senza brevetto? Eppure, quando si tratta di orientarci attraverso la contemporaneità, spesso siamo influenzati da chi non può o non vuole decifrarla: dalla grande firma giornalistica che proclama “non twitto perché fa schifo” fino all’alta carica dello Stato sconvolta dalla “violenza della Rete”, decisori e editorialisti fanno a gara ad auto-esiliarsi in un piccolo mondo antico, mentre intorno a loro la realtà sta correndo molto più velocemente.

#Luminol non è l’ennesimo “ebook su Internet”, è un ebook sulla modernità. Mafe De Baggis – media strategist tra le più acclamate del panorama italiano – decide di usare i media digitali come uno strumento di analisi, allo stesso modo in cui i detective della Scientifica impiegano il luminol, la sostanza capace di svelare tracce e indizi sulla scena di un crimine: il risultato dell’indagine è una visione amplificata degli anni ’10 in Italia, tra rigidità mentali ed entusiasmanti slanci in avanti, manie complottiste e sforzi per innovare dal basso, meschini sfoggi di violenza verbale e soluzioni eleganti e inaspettate.

Se il dibattito pubblico si divide tra tecnoscettici e tecnoentusiasti, che spesso si guardano in cagnesco senza riuscire a comunicare, #Luminol riporta l’ago della bussola verso l’essenziale: la Rete è un magnifico strumento, esattamente come la stampa a caratteri mobili o il telegrafo. Ma la responsabilità di cosa intendiamo farci è sempre e solo nostra.

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 3887 KB
  • Lunghezza stampa: 76
  • Utilizzo simultaneo di dispositivi: illimitato
  • Editore: Informant (11 settembre 2014)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B00NIGGV24
  • Word Wise: Non abilitato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 4.4 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (24 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #34.500 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  •  Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?


Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Lettura salutare, un buon antidoto nei confronti del pensiero dicotomico, così diffuso anche nei confronti del digitale: o incondizionatamente a favore o incondizionatamente contro. Stupidaggine che un prontuario di "evidenze del reale", aumentato o no, come quello proposto qui, aiuta a individuare e contrastare.
Si tratta di starci, di esserci, in rete e nel digitale. E lì, anche grazie a questo specchio, fare i conti con quel che realmente siamo. A questo serve il #Luminol, appunto, a vedere meglio in noi e nel mondo.
Lettura d'obbligo per chi, pensando di sapere già tutto, legge poco. A cominciare da giornalisti e insegnanti (universitari e no).
Commento 7 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Un testo interessante, ma soprattutto utile, perché contribuisce ad arricchire la faretra di coloro che da tempo si impegnano a fornire una prospettiva corretta attraverso la quale osservare, usare e interpretare Internet e soprattutto gli spazi sociali digitali su cui tanto si scrive e si parla, spesso a sproposito (e - mi si perdoni il gioco di parole - lo si fa di proposito).
"Internet siamo noi, non i migliori di noi" (né i peggiori). Perciò per districarsi nel Web non è necessaria tanto un'alfabetizzazione digitale, quanto l'educazione civica tout court.
Questi, in sintesi, i presupposti del saggio, che poi procede al loro sviluppo in un tono amichevole ma non ammiccante, fluido ma non semplicistico.
Un saggio, infine, che non intende dare troppe risposte quanto piuttosto invita a farsi le domande giuste, in un contesto dove troppo spesso le voci si sovrappongono e chi alza i toni e il volume non ha quasi mai ragione.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Credo che il grande pregio di questo ebook sia il titolo: un vero colpo di genio che permette di vedere la rete in modo piuttosto nuovo. Ma questo non significa che il contenuto dell'ebook non vada letto, al contrario, si troveranno riflessioni preziose e spunti interessanti.
1 commento 2 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di emazib RECENSORE TOP 500 il 21 settembre 2014
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Mi è piaciuto di questo libro come la De Baggis affronta la contrapposizione culturale tra tecnoscettici e tecnoentusiasti nei confronti della rete che è in atto nel nostro paese, ma non solo nel nostro paese.
Lo fa con documentato equilibrio e buon senso, quel buon senso, oserei dire pleonastico, che lascia intuire come l'avversione pregiudiziale verso la rete sia diffusa nei paesi autoritari, usata come baluardo da centri di potere che non vogliono perdere privilegi e da intellettuali che segnano il passo con la realtà.
Ciò non significa che la rete sia un eden, -ma la realtà fisica lo è?-, è infatti un luogo con il quale ci si deve confrontare anche in termini critici riguardo alle voci negative imperanti che l'autrice analizza: violenza, narcisismo, rigidità mentale, dietrologia, analfabetismo, cialtroneria e conservatorismo, smontando, dati alla mano, certi luoghi comuni.

Di contro la rete è anche altre realtà rappresentate dalla generosità, leggerezza, simpatia, passione, determinazione, indipendenza ed evoluzione che si manifestano in azioni connettive, utili alla cittadinanza ed ai singoli, ma anche a nuove forme imprenditoriali dal trend tutt'altro che trascurabile in regime di stasi sociale ed economica.

Della scuola non si fa accenno esplicito, ma è chiaro che non si possa più prescindere dalla conoscenza della realtà emergente per educare le nuove generazioni. Anche in questo caso non si tratta di insistere sul tecnicismo fine a se stesso, ma di conoscere la tecnologia in funzione di una comprensione del cambiamento culturale. Tema che mi trova totalmente immersa e in accordo.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Questo libro è uno di quei testi che considero "ad albero": ossia lui è il punto di partenza da cui puoi inoltrarti nell'approfondimento delle questioni trattate al suo interno.
E questo è possibile grazie alle numerose citazioni ed ai riferimenti che l'autrice utilizza intelligentemente per farti ragionare attorno all'ampia (e dibattuta) questione del web, dei social network e delle condivisioni.
E qui arrivo al secondo motivo per il quale questo libro mi è piaciuto: mi ha fatto riflettere. Da Migrante Digitale, mi ha fatto vedere (mi ha fatto fare mente locale) su cosa (e come) era prima della "rivoluzione digitale" e su cosa (e come) è adesso.
Libro consigliato, secondo me.
Soprattutto a chi ha ancora dei timori nell'utilizzo degli strumenti che questa nuova era ci mette a disposizione.
Utile anche per tutti quei "dinosauri" e "migranti" digitali (io sono una di questi) che hanno il loro bel da fare anche nell'approccio emotivo (che provoca diffidenza).
Da leggere. E da lì partire con gli approfondimenti.
(Nel mentre lo leggevo ho acquistato un testo citato dall'autrice, per andare ad approfondire in modo insolito alcuni temi trattati)
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Coinvolgente, per nulla scontato. Il Luminol evidenzia la passione per tutto quello che c'è dietro ogni pensiero scritto. E poi, ci ho ritrovato un sacco di amici; sì quelli che seguo su Twitter, per esempio, e che attraverso Twitter ho scoperto e imparato a conoscere, allargandomi la mente e il cuore.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti

click to open popover