Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 0,99
include IVA (dove applicabile)
Leggi questo titolo gratuitamente. Maggiori informazioni
Leggi gratis
OPPURE

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

MORBOSITÀ E CINEMA: UN SECOLO DI STORIE TURPI di [De Gaetano, Giulio, Colagiorgio, Melania]
Annuncio applicazione Kindle

MORBOSITÀ E CINEMA: UN SECOLO DI STORIE TURPI Formato Kindle

4.0 su 5 stelle 1 recensione cliente

Visualizza tutti i 2 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 0,99
Copertina flessibile
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 7,27

Lunghezza: 115 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato

Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?


Descrizione prodotto

Sinossi

"Queste righe vogliono essere un viaggio più o meno psichedelico che parte dai meandri del cinema porno, si avviluppa intorno ai cardini della violenza e sublima nella valenza dell'ossessione dello sguardo. Si narra di quel cinema sporco, mai immaginato dai fratelli Lumière, di quei frame trasudanti significati reconditi o espliciti, sospinto da un focus sulle pellicole ritenute soggettivamente più espressive, stimolanti, anestetizzanti o forse semplicemente più divertenti."

"Morbosità e cinema - un secolo di storie turpi" vuole farvi sbirciare dentro un oblò oltre il quale galleggiano cento anni di società e folclore. Un impietoso sguardo rivolto verso eventi caustici che sembrano voler spingere l'uomo a rintanarsi di fronte alla televisione o nel silenzio di una sala, per non vedere oltre, dimenticando ciò che lo attende fuori. Gemiti di passione, fremiti, urla disperate e sussurri, confluiscono nel cinico scorrere delle immagini di film. "Gola profonda" come "Cannibal holocaust", "Immagini di un convento" come "Velluto blu", "L'ultima orgia del Terzo Reich" come "Un chant d'amour", divengono anfratti dove nascondersi, affilando lo sguardo e graffiando le labbra con i denti.

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 3155 KB
  • Lunghezza stampa: 115
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B014XHUQ0E
  • Word Wise: Non abilitato
  • Screen Reader: Supportato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 4.0 su 5 stelle 1 recensione cliente
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #59.336 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?

Recensioni clienti

4.0 su 5 stelle
5 stelle
0
4 stelle
1
3 stelle
0
2 stelle
0
1 stella
0
Vedi la recensione del cliente
Condividi la tua opinione con altri clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Formato Kindle
Sotto il nome di Giulio De Gaetano, musicista e compositore dedito all’heavy metal e alle colonne sonore e Melania Colagiorgio, traduttrice ed insegnante, troviamo il compendio “ Morbosità e cinema”.

Una mistura di cinema in rassegna, tra sesso e perversioni varie, che gli autori si offrono di elencare soffermandosi in special modo su opere che hanno suscitato scandali, in un periodo cinematografico che si estende dal 1932 ai giorni nostri. Autori che per la prima volta nella storia cinematografica, anzi letteraria si sono posti l’obiettivo di parlare di un tema non così nascosto come lo si credeva.

L’opera si articola in capitoli e sottotitoli allusivi che mettono in rassegna, quasi come in una sfilata di alta moda, i film che hanno scosso gli animi del dopoguerra. Su questa scia troviamo analisi psicologiche delle opere come L’uomo dal braccio d’oro di Otto Preminger (1955), incentrato sulla tossicodipendenza, Nodo alla gola di Alfred Hitchcock o Improvvisamente l’estate scorsa (1959) di Joseph L. Mankiewicz, che nascondono un sottile quanto chiaro messaggio omosessuale, richiami dunque a tematiche difficili da mettere in luce. O film come La ronde (Francia, 1950), arrivato in Italia come Il piacere e l’amore, dove un vortice di relazioni illecite arieggia alla base del film tra sarte concupite da mariti cornuti e militari adescati da prostitute, argomenti spigolosi, intrecci di coppie ed esplosioni delle stesse che costringono Max Ophüls a continui rimaneggiamenti. E così via in un salto di storia e secoli attraverso film incentrati su temi velati che si arrestano al 1999, anno in cui Internet ha rivoluzionato anzi stravolto l’uso delle pellicole, dilatando e storpiando ampiamente il significato di morbosità ed erotismo.
Ulteriori informazioni ›
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
click to open popover