Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 0,99
include IVA (dove applicabile)

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

La Macchia - Eufemia n. 2 di [Cometto, Maurizio]
Annuncio applicazione Kindle

La Macchia - Eufemia n. 2 Formato Kindle

4.4 su 5 stelle 9 recensioni clienti

Visualizza tutti i formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle, 24 feb 2016
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 0,99

Lunghezza: 27 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato

Descrizione prodotto

Sinossi

"L'assessore alla cultura e manifestazioni Giordano Derenzi ha relazionato in merito. La Macchia è visibile non solo qui in paese, come ormai notorio, ma risulta un fenomeno di portata mondiale. Essa si posiziona, almeno vista dall'abitato di Magniverne, e precisamente dal balcone frontale del Municipio, quattro virgola sette gradi sopra il cocuzzolo nord della collina del Moro. Ha forma definita fungoidale, con la punta del cappello rivolta a sud-ovest, e contorni sfumati. Di giorno si presenta dello stesso colore e consistenza del tipo di nuvola denominato 'Cirro'. Di notte è maggiormente visibile, e riempita di una luminescenza che ricorda il latte cagliato. Stando ai continui bollettini del CNR, la Macchia appare ferma nel cielo.
Nessuno delle migliaia di comitati scientifici che studiano il fenomeno ormai da tre giorni è addivenuto a conclusioni precise sulla sua natura, che pertanto si può considerare ancora sconosciuta".
(Collana Eufemia n. 2 - racconto autoconclusivo)

"Se mi chiedessero, a bruciapelo, qual è l'autore italiano di narrativa fantastica che preferisco, risponderei Maurizio Cometto" - Valerio Evangelisti

"Maurizio Cometto è una delle voci più autenticamente originali del fantastico italico" - Danilo Arona

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 4326 KB
  • Lunghezza stampa: 27
  • Utilizzo simultaneo di dispositivi: illimitato
  • Editore: Acheron Books (24 febbraio 2016)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B01C7VRBJW
  • Word Wise: Non abilitato
  • Screen Reader: Supportato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 4.4 su 5 stelle 9 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #88.411 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?

Recensioni clienti

4.4 su 5 stelle
Condividi la tua opinione con altri clienti

Principali recensioni dei clienti

Acquisto verificato
Una macchia nel cielo, dove scientificamente non dovrebbe starci nulla, vista da un paese qualsiasi in cui la macchia comincia a lasciare ricadere effetti sulle persone (percezioni alterate, malattia del sonno). Una realtà che, in certi punti, sembra arretrare nel tempo. L'ho trovato un racconto molto dickiano, collocabile dalle parti del moratorium di Ubik. Un finale inevitabile e, se vogliamo, definitivo: un gran finale, insomma. "Doppio clic".
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Da: La bancarella del libro

Questa è una storia dove il lettore deve fare lo sforzo di andare oltre, deve aggiungere lui quello che non viene narrato, al fine di colpare con la propria immaginazione quello che accade nelle ultime pagine. Quello che appare come un corpo estraneo, alieno, e proveniente da chissà dove, si rivela invece essere qualcosa di molto più vicino di quanto possiamo pensare.
La distruzione della terra e di quanto abbiamo sotto gli occhi dipende unicamente da noi, è questo il forte messaggio che viene lanciato, non esistono alieni, non esistono mostri, è tutto qui. Apprendiamo non solo che in un attimo tutto potrebbe finire, ma anche che è tutto nelle mani dei più giovani, che sono il nostro futuro, giovani che spesso non vengono ascoltati (come appunto accade al sindaco e sua figlia Cassandra, che porta un nome profetico). Ecco l'ulteriore metamessaggio sganciato dall'autore, ovvero quello di considerare maggiormente le nuove generazioni, passare del tempo con loro per spiegare cosa sia giusto e cosa no, per fargli capire che non è assecondando ogni loro capriccio che si educano nel giusto modo. I giovani, i ragazzi e le ragazze, hanno sin sa piccoli in mano le chiavi per portare avanti in modo dignitoso questo nostro mondo, ma qualcuno deve insegnare loro a capirne il vero significato, pena lo spegnimento del sole, delle idee, della vita.
Consigliato.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
La comparsa in cielo di una misteriosa macchia fungoidale sconvolge progressivamente la vita degli abitanti del paesino di Magniverne e, con essi, del mondo intero. La manifestazione, considerata dalla comunità scientifica una forma di allucinazione collettiva, non è solo ottica: ben presto si accompagna ad essa una serie di perturbazioni collaterali; tra queste una dilagante epidemia di malattia del sonno, detta tripanosomiasi africana.
Il sindaco di Magniverne si ritrova in prima linea, da solo, a fronteggiare questa minaccia alla sua comunità e alla sua famiglia; ad accentuarne la confusione c'è un fenomeno inspiegabile che colpisce la sua collezione di automobiline. L'unica in grado di aiutarlo è la figlioletta Cassandra, che sembra aver capito la natura della Macchia ma, fedele al nome che porta, non viene ascoltata…
LA MACCHIA, dello scrittore piemontese Maurizio Cometto (classe 1971), è un racconto fantastico lontano anni-luce dalla fantascienza e dal fantasy tradizionali; una narrazione che può affascinare l'amante del surrealismo o del realismo magico. Attraverso gli occhi del protagonista, fatto apposta per l'immedesimazione da parte del lettore, si vive una storia a tratti irrazionale, piena di punti interrogativi, all'apparenza senza grandi colpi di scena ma dove l'incubo minaccia di balzare fuori in ogni momento. Una storia dove angoscia e inquietudine si fanno più forti ad ogni paragrafo, anche a causa di una venatura nascosta ascrivibile al genere horror. Il finale, forse prevedibile se si legge con attenzione fin dalle prime righe, è la degna conclusione di una realtà dove l'assurdo s'impadronisce della vita di tutti i giorni.
Echi di Philip K.
Ulteriori informazioni ›
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Acquisto verificato
Cometto scrive come un grande professionista , giunge al bersaglio in poche pagine , toglie il superfluo e ci lascia con la sensazione che , chissà , potrebbe anche succedere ,un giorno ....
Perché ognuno di noi abita il suo borgo tranquillo e noioso , placido e irreprensibile , vissuto giorno per giorno in attesa che accada qualcosa , solo che non sempre quello che accade è piacevole o innocente .
E quando sono i bambini a tenere il bottone del comando , le cose si complicano inevitabilmente .
Racconto che arriva come una coltellata , fredda e inesorabile , consigliato assolutamente agli amanti dell'insolito e del fantastico , ennesima dimostrazione che non serve valicare l'oceano per trovare grandi narratori , anche in poche pagine .
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di Popsy76 il 30 agosto 2016
Primo racconto letto di questo autore piemontese che mi hanno caldamente suggerito.Il racconto ambientato in una fittizia cittadina Magniverne ha come protagonista il sindaco della città alle rpese con i problemi di tutti i giorni quando appare inaspettatamente una macchia nel cielo...Attraverso gli occhi del protagonista si viene catapultati in questo angosciante e surreale incubo moderno, dove tra interrogativi sospesi e grottesca irrazionalità si giunge ad una conclusione tanto sconcertante quanto geniale nella sua assurdità.Lo stile mi ha ricondotto al Buzzati della "boutique del mistero" e per rimanere nel contemporaneo anche le contorte suggestioni di Thomas Ligotti.Davvero una bella scoperta,consigliato!
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
click to open popover