Prezzo Kindle: EUR 9,78

Risparmia EUR 1,72 (15%)

include IVA (dove applicabile)
logo kindle unlimited
Leggi questo titolo gratuitamente. Maggiori informazioni
Leggi ora
OPPURE

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Annuncio applicazione Kindle
Mangia con consapevolezza: Analisi sulla moralità dello sfruttamento degli animali di [Francione, Gary L., Charlton, Anna]

Mangia con consapevolezza: Analisi sulla moralità dello sfruttamento degli animali Formato Kindle

1.5 su 5 stelle 2 recensioni clienti

Visualizza tutti i 2 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
EUR 9,78

Lunghezza: 142 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato

Amazon Original Books a 0,99€ l’uno
Questa offerta speciale è valida fino al 31 luglio 2018: affrettati e trova il tuo prossimo eBook a prescindere che tu sia un appassionato di Giallo, Rosa, Thriller o altro genere Clicca qui

Descrizione prodotto

Sinossi

Questo libro mette a tavola il problema del mangiare gli animali.

Noi tutti sosteniamo che gli animali ci stanno a cuore e riconosciamo che essi hanno una qualche valenza morale. Noi tutti siamo d’accordo che è sbagliato infliggere sofferenze e morte “inutili” agli animali. Potremmo non essere più o meno d'accordo circa l’esistenza di una necessità in una determinata situazione, ma siamo tutti d'accordo che non è necessario infliggere sofferenze e morte agli animali per motivi di piacere, di divertimento, o per convenienza. Condanniamo Michael Vick per i combattimenti clandestini di cani proprio perché fondamentalmente sappiamo che qualsiasi piacere o godimento che Vick ha ricavato da questa attività non poteva giustificare quello che ha fatto.

Quindi, come possiamo giustificare l’uccisione di molti miliardi di animali terrestri ed acquatici ogni anno per alimentarci? Anche se alleviamo e uccidiamo questi animali “umanamente”, ciò non toglie che questa è una quantità di sofferenza e morte assolutamente impressionante. Eppure nessuno sostiene che i prodotti alimentari di origine animale siano necessari per una salute ottimale. Infatti, con crescente frequenza è dimostrabile che i prodotti di origine animale sono in realtà dannosi per la salute. Non ci sono seri dubbi che si possa essere in perfetta salute con una dieta vegana. C'è anche un ampio consenso sul fatto che l'agricoltura animale è un disastro ecologico. L'agricoltura animale è anche responsabile per l'inquinamento idrico, il disboscamento, l'erosione dei suoli, l’uso inefficiente delle proteine vegetali e ogni genere di infelici conseguenze ambientali.

La migliore giustifica che abbiamo per imporre la quantità assolutamente impressionante di sofferenza e morte agli animali è che sono saporiti. Ci piace il gusto dei cibi animali. Allora, com’è precisamente differente questa nostra giustifica da quella di Michael Vick che ricavava piacere nell’assistere ai combattimenti clandestini di cani? A Vick piaceva sedersi attorno all'arena per guardare gli animali che combattevano. A noi piace sederci attorno al barbecue ad arrostire i cadaveri degli animali che sono stati trattati altrettanto male, se non peggio, dei cani di Vick. Qual è la differenza tra Michael Vick e quelli che mangiano alimenti di origine animale?

Questo libro dimostra che non c'è differenza o almeno non una differenza che conti moralmente.

Francione e Charlton sostengono che se ritieni che gli animali abbiano una valenza morale e rifiuti l'idea che gli animali sono solo oggetti, le tue stesse convinzioni richiedono che smetti di mangiare prodotti di origine animale. Non c'è nulla di “estremo” in una dieta vegana. Ciò che è estremo è l'incoerenza tra ciò che sosteniamo e come agiamo nei confronti degli animali.

Molti di noi siamo turbati dagli animali che finiscono nei nostri piatti. Forse abbiamo anche pensato di smettere di mangiare prodotti di origine animale ma tante di quelle scuse ci hanno fermato. Gli autori, che sono vegani da molto tempo, esplorano oltre 30 scuse che hanno sentito durante gli anni. Loro affrontano ciascuna scusa mostrando perché non funziona. Questo libro è ricco di senso comune sull'etica nei confronti degli animali ed è scritto chiaramente, senza gergo o teoria complicata. Esso cambierà il come pensi a ciò che mangi.

L'autore

Gary L. Francione è un Board of Governors Distinguished Professor of Law e il Nicholas deB. Katzenbach Scholar of Law and Philosophy nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Rutgers. Anna Charlton è professore associato di giurisprudenza all’Università di Rutgers. Lei è stata il co-fondatore e co-direttore (con Gary L. Francione) della Rutgers Animal Rights Law Clinic dal 1990 al 2000.

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 560 KB
  • Lunghezza stampa: 142
  • Editore: Exempla Press (15 dicembre 2014)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B00R27ZYEQ
  • Word Wise: Non abilitato
  • Screen Reader: Supportato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 1.5 su 5 stelle 2 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #90.982 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?


Recensioni clienti

Condividi i tuoi pensieri con altri clienti
Vedi tutte le 2 recensioni cliente

Principali recensioni dei clienti

11 settembre 2016
Formato: Copertina flessibile|Acquisto verificato
20 dicembre 2016
Formato: Formato Kindle|Acquisto verificato

Le recensioni clienti più utili su Amazon.com

Amazon.com: 5,0 su 5 stelle 1 recensioni
Nadia
5,0 su 5 stelleFORMIDABILE!
2 maggio 2016 - Pubblicato su Amazon.com
Formato: Copertina flessibile
click to open popover

Dove è il mio ordine?

Spedizioni e resi

Hai bisogno di aiuto?