Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 1,99

Risparmia EUR 7,91 (80%)

include IVA (dove applicabile)
Leggi questo titolo gratuitamente. Maggiori informazioni
Leggi gratis
OPPURE

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Mi hanno fatto sedere qui di [Cuzzocrea, Francesca]
Annuncio applicazione Kindle

Mi hanno fatto sedere qui Formato Kindle

4.7 su 5 stelle 30 recensioni clienti

Visualizza tutti i 2 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 1,99
Copertina flessibile
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 8,42

Lunghezza: 86 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato

Descrizione prodotto

Sinossi

“Mi presento: sono Adele. O almeno, quello che rimane di lei. Sono un piccolo sussurro della sua coscienza, nascosta in un angolo sempre più buio della sua memoria… La mia voce è sempre più sottile, ma finché esisterò racconterò di me. Penso, dunque esisto. Ancora.”È in questo modo che la protagonista del romanzo, Adele, ci introduce nella sua realtà alterata dalla demenza senile, di cui soffre. Con lei e le sue due figlie percorreremo il tortuoso cammino della malattia, che segnerà in modo indelebile le loro vite e i loro rapporti famigliari.

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 233 KB
  • Lunghezza stampa: 86
  • Editore: Lettere Animate Editore (10 settembre 2015)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B0157JGZ16
  • Word Wise: Non abilitato
  • Screen Reader: Supportato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 4.7 su 5 stelle 30 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #46.917 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

4.7 su 5 stelle
Condividi la tua opinione con altri clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Avevo acquistato da tempo questo l'ebook di questo breve romanzo, ma ogni volta che aprivo il mio kindle, in me si verificava un conflitto: la voglia di leggerlo, perché ne avevo sentito parlare bene, si scontrava con quel timore scaramantico che si prova di fronte a certe tematiche delicate come la morte e la malattia. In particolare, il tipo di malattia toccato da questo romanzo, ossia la demenza senile, non solo mi turbava in considerazione della rilevante possibilità di soffrirne personalmente negli anni futuri, ma rischiava di smuovere anche dei ricordi dolorosi legati al passato. Ciò nonostante, molto stoicamente, ho deciso di intraprenderne la lettura e devo dire che l'esperienza è stata molto meno penosa del previsto.
La protagonista è Adele, una dolce signora neppure tanto anziana, vedova e madre di due figlie che, inizialmente, si accorge di soffrire di alcuni vuoti di memoria i quali, con il tempo, diventano sempre più frequenti, sino a farla entrare in una dimensione in cui il reale si confonde con la fantasia, il presente con il passato.

“Mi presento: sono Adele. O almeno, quello che rimane di lei. Sono un piccolo sussurro della sua coscienza, nascosta in un angolo sempre più buio della sua memoria.”

Il romanzo inizia con la protagonista che si trova già allo stadio avanzato dell'infermità e ospite di una casa di riposo. Si viene a conoscenza del suoi trascorsi attraverso alcuni flashback i quali, inizialmente, ci portano agli esordi della sua storia d'amore con l'uomo che poi diventerà suo marito. Sin qui, ho creduto di approcciarmi a una trama simile a quella ben nota di “Le pagine della nostra vita” di Nicholas Sparks, ma non è stato propriamente così.
Ulteriori informazioni ›
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Ho trovato questo romanzo molto ben fatto e commovente. Ho notato una certa abilità da parte della scrittrice nel ricreare i momenti della giornata della protagonista e nel descrivere le sensazioni e i momenti di ricordi. Tutte le sensazioni descritte sono verosimili e la parte finale, lo confesso, mi ha fatto piangere. Se proprio devo trovare un difetto posso dire che è troppo corto, forse alcune situazioni avrebbero potuto essere analizzate con un ritmo più lento, ma In ogni caso la storia è esauriente e ben fatta e fa legate ai personaggi. É davvero un bel libro per riflettere sulla vita e sull'importanza di vivere ogni momento.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Racconto breve ma estremamente intenso ...tocca i sentimenti più profondi,quelli tra genitori e figli e fa davvero riflettere sui drammi e le fragilità che si susseguono quando sono proprio i primi ad aver bisogno di cure.Scritto bene con una dolcezza e una'attenzione particolare che fa capire che chi l'ha scritto sa molto bene la delicatezza dell'argomento che sta trattando...consigliato a tutti...insegna sicuramente qualcosa!!
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Questo libro ci apre due visioni sulla malattia dell' alzheimer, la prima e la più intensa ed interessante è proprio quella di chi la vive ma importante è anche l'esperienza di chi sta accanto a questi malati. Meraviglioso libro, consigliatissimo perchè molto veritiero. Complimenti a Francesca Cuzzocrea:
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Fa concorrenza ai romanzi rosa di Harmony, senza contare gli orrori di grammatica. Alcune pagine le ho saltate addirittura. Sconsigliato vivamente.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Sono stata in forse, all’inizio, dopo aver scorso la presentazione, se leggere o meno il libro: le ferita che mi porto dentro per la morte di mia madre, deceduta dopo un lungo periodo di vita-non vita a causa della demenza senile, è ancora aperta e io temevo la sofferenza che me ne sarebbe derivata. Invece… una volta iniziato il romanzo non sono più riuscita a smettere e sebbene io vi abbia ritrovato tutti, ma proprio tutti, i motivi che hanno caratterizzato la malattia della mia mamma, e che hanno riportato alla mente con estrema vivezza quel periodo tremendo della sua, e della mia, vita, in qualche modo me ne sono sentita consolata. Perché la tragedia che si abbatte su una persona che perde il senso della propria esistenza non è solo sua, ma è anche, e oserei dire soprattutto, di coloro che la amano, i figli in prima linea. Quello che più mi ha colpita, e consolata, allora, è la descrizione veritiera, e a volte impietosa, delle reazioni della due figlie di Adele, che affrontano il “problema” della madre in modo diverso eppure ugualmente tanto umano e comprensibile. Io mi sono immedesimata in Sofia, la figlia che l’ha seguita più da vicino e ho ritrovato in lei i miei stessi sentimenti: l’incredulità iniziale, il dolore e la pena, ma anche la rabbia, la stanchezza, l’incertezza, l’ansia di dover decidere tra due scelte diverse, tra l’autodistruggersi, e rischiare di distruggere la propria famiglia, o optare per un istituto. Ho sentito Sofia infinitamente vicina e mi sono, come ho già detto, in parte consolata. Perché qualunque soluzione si scelga, e la mia è stata diversa dalla sua, i sensi di colpa sono lì, in agguato.Ulteriori informazioni ›
Commento 3 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti

click to open popover

Ricerca articoli simili per categoria

Dove è il mio ordine?

Spedizioni e resi

Hai bisogno di aiuto?