Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 0,50
include IVA (dove applicabile)
Leggi questo titolo gratuitamente. Maggiori informazioni
Leggi gratis
OPPURE

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

La Mitica 500 Blu (I Nuovi Brevissimi) di [Pattarini, Silvia]
Annuncio applicazione Kindle

La Mitica 500 Blu (I Nuovi Brevissimi) Formato Kindle

4.5 su 5 stelle 14 recensioni clienti

Visualizza tutti i formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle, 7 mag 2015
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 0,50

Lunghezza: 21 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato

Descrizione prodotto

Sinossi

Una bella storia di sincera amicizia nata tra i banchi di scuola, che ruota attorno alle vicende di una diciottenne neopatentata e spensierata, alla prese con la sua mitica 500 blu, che puntualmente la lascia a piedi. Nella splendida cornice dell'Appennino reggiano, all' ombra della Pietra di Bismantova citata da Dante nel Purgatorio, le esilaranti avventure di una ragazza appartenente a una generazione cresciuta senza troppe pretese, ascoltando le canzoni degli Europe, dei Duran Duran, degli Spandau Ballet, di Gianni Morandi e di Zucchero, negli anni in cui Berlusconi era solo un noto imprenditore milanese e la escort era solo un'automobile della Ford.

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 100 KB
  • Lunghezza stampa: 21
  • Editore: Lettere Animate Editore (7 maggio 2015)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B00XBBAXWA
  • Word Wise: Non abilitato
  • Screen Reader: Supportato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 4.5 su 5 stelle 14 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #17.429 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

4.5 su 5 stelle
Condividi la tua opinione con altri clienti

Principali recensioni dei clienti

Acquisto verificato
Un racconto piacevole, e per certi versi inusuale, che mi ha trasportata in un tempo fatto di giovinezza e di ore spensierate. Quello dei miei figli (il mio è molto meno recente!), un tempo che ho amato e che rammento molto bene, in fondo non è troppo lontano, non sono passati poi tanti anni dalle vicende narrate dalla Pattarini. Eppure il presente appare molto differente e suscita nell’animo un po’ di malinconia per un periodo in cui le cose rivestivano un valore diverso e i giovani erano capaci di apprezzare anche gli aspetti del vivere che ai ragazzi di oggi apparirebbero, probabilmente, piccoli e insignificanti.
La Pattarini ha saputo girarsi indietro e ha voluto raccontare quegli anni indimenticabili, con una scrittura in cui si coglie la spontaneità di chi sente dentro l’urgenza di tradurre in parole le emozioni che affiorano prepotenti nel ricordo. Una scrittura a tratti persino un po’ ingenua, impreziosita da qualche espressione e parola dialettali, ma ben adatta a permettere al lettore di cogliere il piacere e il divertimento dell’autrice nel riportare episodi gustosi, a volte umoristici, che fanno parte di un passato felice. Un tempo in cui la serenità non era data dall’essere benestanti, piuttosto dalla vicinanza di genitori severi, ma tutto sommato comprensivi, attenti e affettuosi, e di amiche care con cui condividere la spensieratezza di certi momenti irripetibili.
Ho apprezzato l’idea di un’ambientazione ben precisa, con la Pietra di Bismantova che pare sorvegliare, ammiccante e sorridente, le disavventure della protagonista e delle sue compagne, legate alla mitica 500. Tutti, credo, rammentiamo con nostalgia e affetto la nostra prima auto, anche se magari era malconcia e piena di magagne.
Ulteriori informazioni ›
Commento 2 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Acquisto verificato
La mia impressione su questo breve romanzo è condizionata dall'aver vissuto anch'io la mia gioventù negli anni così ben descritti dall'autrice. Stessa musica, stessa mancanza di tecnologia, stessi divertimenti e ... stesse macchine senza optional, ma ricche di anima.
E' un racconto che si può leggere con il sorriso sulle labbra, ma questa macchinetta blu che sfreccia nell'immaginario di più generazioni è anche qualcosa di più. E' l'idea di un movimento lento, senza pretese. Un richiamo a quella cultura del non buttare le cose senza aver tentato di ripararle almeno un centinaio di volte.
Tra le righe si legge qualche nota nostalgica, o forse è la mia? Non è quel tipo di nostalgia che vorrebbe tutto come un tempo, più una riflessione che invita a una sintesi, a una valutazione con le giuste proporzioni delle incredibili possibilità che il mondo di oggi ci offre, senza dimenticare che le relazioni umane non sono tecnologia.
Commento 2 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Acquisto verificato
Decisamente un bel libro, seppur breve, d’altra parte, renderlo più lungo ne avrebbe fatto perdere la bellezza e l’efficacia. Per quel che mi riguarda è perfetto esattamente così com’è. Se volete una lettura leggera, ma “impegnata” al punto giusto questo è il testo che fa per voi, che vi lascia la libertà di scegliere se soffermarvi semplicemente al sorriso spontaneo, che nasce dagli episodi descritti, oppure addentrarvi in un’altra epoca in cui l’era tecnologica ancora non aveva preso possesso delle nostre vite e in cui la parola “condivisione” non era un’operazione da fare su Facebook, ma un atto materiale da effettuare di persona, con gli amici.
Commento 2 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di Paola il 25 gennaio 2016
Acquisto verificato
La mitica 500 blu : un'idea geniale, un titolo perfetto, per questo racconto che ci catapulta in un'altra epoca, l'epoca senza telefonini, l'epoca in cui un padre poteva ancora sfogare la sua rabbia con due calci nel sedere alla figlia. Io c'ero. E credo che tutti quelli che c'erano, in quell'epoca, lo leggeranno col sorriso sulle labbra, immedesimandosi nelle avventure di una ragazza all'ultimo anno delle superiori e delle sue amiche, ma anche pensando ciascuno alle proprie esperienze legate a quell'auto. Almeno un amico o un parente ha avuto una mitica 500 e le avventure della protagonista permettono di farci rivivere attimi rimasti nelle pieghe dei ricordi.
Il racconto non vuole insegnarci niente, non vuole farci cadere in ricordi malinconici o nostalgici. Resta brillante, a volte esilarante, il tutto con lo sfondo della splendida cornice dell'Appennino reggiano, all'ombra della Pietra di Bismantova citata da Dante nel Purgatorio.
Pare quasi di sentire il profumo del gnocco fritto col salume e il gusto di un bel bicchiere di lambrusco. Sono sapori genuini, accompagnati dalle sensazioni del calore dell'amicizia e dalle canzoni degli Europe, o di Morandi. Naturalmente ascoltate con mezzi di fortuna, dato che non c'era nemmeno l'autoradio.
C'è tutto quello che occorre in poche pagine, ed è giusto che sia limitato a quei ricordi, non avrebbe potuto essere più lungo per poter rimanere così incisivo.
E ora non mi resta che leggere il romando di Silvia Pattarini, Biglietto di Terza Classe.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Acquisto verificato
Un libricino, questo, il cui diminutivo si deve riferire solo al numero limitato delle sue pagine, non certo al contenuto. La mitica 500 blu è un breve scorcio di vita vissuta circa trent’anni fa dall’autrice, diplomanda e neo patentata, piena di entusiasmo ma scarsa di mezzi economici. Lei vorrebbe l’auto nuova, l’ultimo modello reclamizzato che va tanto di moda, ma i suoi genitori le consentono solamente l’utilizzo di un catorcio di seconda mano, se non di terza, che si arranca, a fatica, sulle strade appenniniche della sua Romagna e qualche volta perde i pezzi o la lascia a piedi. Tuttavia, alla fine, lei fa buon viso cattivo gioco e con quella macchinina ne combina di tutti i colori. In fondo, a quei tempi, non si dava troppo peso alle apparenze; non c’era ancora l’esigenza di possedere l’ultimo ritrovato tecnologico o di indossare il capo firmato, non si dava troppa attenzione al proprio look e una smodata considerazione al fitness per dover apparire trandy, ma esistevano già questi termini?
Ciò che sta a cuore, alla giovane, è la compagnia delle sue amiche con le quali organizza delle uscite spensierate e, perché no, anche qualche “marinata” da scuola, salvo poi venire scoperta miseramente dai suoi ed essere presa a calci sul sedere dal padre, nell'indifferenza totale degli astanti. Immaginiamo una scena del genere ai nostri giorni: quante occhiatacce e rimproveri potrebbe ricevere quel genitore?
Silvia Pattarini si è cimentata in un altro racconto del passato, dopo il suo storico “Biglietto di terza classe” che ho pure molto apprezzato, ma questa volta lo fa con uno stile ben diverso. In questo caso, la narrazione è brillante, nell'accezione umoristica del termine.
Ulteriori informazioni ›
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti

click to open popover