Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 2,99
include IVA (dove applicabile)

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Nero di memoria di [D'Orazio, Concetta]
Annuncio applicazione Kindle

Nero di memoria Formato Kindle

4.5 su 5 stelle 17 recensioni clienti

Visualizza tutti i formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 2,99

Lunghezza: 134 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato

Descrizione prodotto

Sinossi

Un IMI, Antonio è un militare italiano internato. Trascina la sua esistenza nel campo di prigionia, pagando duramente il suo rifiuto a proseguire la guerra.
Nella sua quotidiana lotta per la sopravvivenza, l’unica consolazione è il pensiero che rivolge alla sua donna e ai figli che ha lasciato a casa. Due figli.
Filomena non sa dove sia Antonio, il suo Tonino. Lo immagina e lo aspetta. Unica sua preoccupazione è quella di custodire i bambini. Tre bambini.

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 404 KB
  • Lunghezza stampa: 134
  • Utilizzo simultaneo di dispositivi: illimitato
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B00G26EU4S
  • Word Wise: Non abilitato
  • Screen Reader: Supportato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 4.5 su 5 stelle 17 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #89.130 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

4.5 su 5 stelle
Condividi la tua opinione con altri clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Purtroppo, leggendo alcuni commenti, volutamente e meschinamente malevoli, non posso che constatare con tristezza quanto poco si conosca di quel tragico periodo, da parte di persone che, con saccenza e sicumera, negano che l'autrice racconti una storia vera e simile a centinaia di altre di quel periodo. Ebbene, i miei anni sono tanti ma ho ancora buona memoria: nell'epoca in cui si sono verificate le vicende descritte nel libro, io c'ero, e la narrazione è perfettamente corrispondente a molte realtà, altre, simili, furono ancora più tragiche e dure, e la mia è tra queste. Malafede, invidia o ignoranza della commentatrice? Ogni commento o recensione dovrebbe essere fatto con competenza e cognizione di causa e non per fini puramente distruttivi.
Vi sono episodi della storia recente, in particolare quelli riguardanti la spaventosa seconda guerra mondiale, che sono stati quasi del tutto, e non involontariamente, trascurati e dimenticati. Dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Badoglio con le forze degli alleati il 3 settembre 1943, e annunciato durante la sera del l’8 settembre, il re fuggì da Roma alla volta di Brindisi, insieme con il governo e con i vertici militari. Nessuna disposizione e nessuna informazione fu impartita ai nostri soldati che, a centinaia di migliaia, erano sparsi nei vari fronti di guerra in Italia e all’estero. In questo sfacelo generale le truppe tedesche occuparono agevolmente e violentemente il territorio italiano e tutti i territori esteri ove si trovavano ancora truppe italiane. Ai nostri soldati fu imposto il disarmo, chi si rifiutò o si oppose fu fucilato. Molti si diedero alla macchia, ingrossando le fila della resistenza, moltissimi altri, oltre seicentomila, rifiutarono di continuare la guerra nelle file tedesche.
Ulteriori informazioni ›
Commento 14 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Nella seconda guerra mondiale uno dei momenti più drammatici per gli italiani è iniziato, paradossalmente, dopo la fine della guerra stessa, o meglio dopo la firma dell'armistizio: i tedeschi da alleati sono diventatati occupanti e si sono imposti con la forza e la violenza sulla popolazione e non solo su quella.
Il romanzo di Concetta D'Orazio mostra le difficoltà che le persone si trovano ad affrontare in una nazione già provata dalla guerra: le donne in paese con i figli, gli uomini non più soldati ma internati in campi di prigionia. E sia le une che gli altri combattono quotidianamente la loro battaglia contro la fame e la miseria, per una sopravvivenza che non sia comunque a costo della perdita della dignità umana. Persone rassegnate a subire le conseguenze di eventi che non capiscono fino in fondo ma nello stesso tempo non disposte a rinunciare proprio a tutto.
L'atmosfera e i sentimenti sono resi molto bene dal linguaggio adottato, le ripetizioni di frasi fanno provare al lettore il disorientamento dei personaggi e danno un ritmo originale alla narrazione. Un piccolo libro da leggere.
Commento 3 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Una storia intensa, drammatica e nostalgica al tempo stesso, narrata con grande sensibilità. Incisiva quanto basta per non dimenticare gli orrori della guerra, ma piena di vita vissuta e di sapori genuini. Un occhio imparziale sul conflitto che ha devastato una generazione e che, grazie ai racconti dei nonni, continua vivere come monito nella nostra memoria. Molto bello.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Volutamente ripetitivo, questo stile intende sottolineare in modo semplice ed essenziale i drammi della guerra: di chi la vive in prima persona, all'oscuro di cosa stia succedendo, di dove lo stiano portando e se mai potrà rivedere un giorno la sua famiglia; e di chi invece aspetta un proprio caro, nella paura che non torni mai più, nella paura dei bombardamenti e di non poter sfamare i figli. Apprezzabile, anche se appena accennato, il concetto che il dolore in comune unisce: questa semplice gente di un paesello abruzzese crea senza volerlo un patto di "mutuo soccorso". Il risultato è uno spaccato di umanità a tinte chiare e forti, che arriva in modo diretto e, pur non essendo un capolavoro, mi ha fatto piacere leggerlo, anche perché davvero breve.
Commento 7 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di Lettrice74 il 26 dicembre 2013
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Un romanzo breve che si legge d'un fiato. Un'occasione per approfondire lo spaccato storico dell'Italia dopo la firma dell'armistizio: l'8 settembre 1943. Le vicende umane della famiglia abruzzese spaccata a causa della guerra sono dolorose e fanno riflettere: lui, Antonio, fatto prigioniero; lei, Filomena, sola a crescere i tre figli, di cui uno appena nato. In filigrana l'autrice passa in rassegna le tematiche tipiche della narrazione di guerra: l'abbruttimento dei soldati catturati, la solidarietà tra i paesani che restano a casa, la forza d'animo ai limiti dell'eroico e dell'impossibile, le prove, le tentazioni, la solitudine, la povertà. Lo stile è a volte rindondante e ripetitivo, e la storia procede un po' a rilento; si capisce, però, che l'intento è di fare memoria: sottolineare l'estrema crudezza della guerra e rivelare che, nonostante tutto, la vita riserva semi di speranza anche nelle brutture più orrende.
Commento 5 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Nero di memoria narra una delle pagine più tristi e drammatiche della nostra storia.
Lo fa attraverso gli occhi di due protagonisti: Tonino e Filomena.
Ma potrebbero benissimo chiamarsi Marco e Maria, Luca e Giovanna: i nomi non sono importanti. Assumono un peso fondamentale, invece, le loro vite. E la capacità di una speranza, colpita duro, ma mai distrutta.
Molti dei nostri padri e nonni hanno affrontato quegli anni con il medesimo spirito, aggrappandosi all'esistenza giorno dopo giorno, augurandosi di vedere, prima o poi, un'alba migliore. Leggiamo qui la disperazione, l'angoscia, la fame, ma anche lo straordinario ingegno che nasce nelle piccole cose. Perchè la guerra mette l'uomo di fronte a delle scelte obbligate: smarrire la ragione diventando un involucro freddo e vuoto, oppure aggrapparsi agli affetti e mordere la polvere per rimanere a galla.
L'autrice riesce, con una scrittura fluida e indagatrice, nelle gesta di una coppia separata dal conflitto, a trasmetterci la straordinaria forza di un'umanità mai doma, capace di sopravvivere ai suoi lati peggiori. E lo fa con ottima padronanza della lingua.
Consigliato.
Commento 2 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti

click to open popover