Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 3,53

Risparmia EUR 9,99 (74%)

include IVA (dove applicabile)

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Nessuno nasce pulito: poesie esperienziali di [Nigro, Michele]
Annuncio applicazione Kindle

Nessuno nasce pulito: poesie esperienziali Formato Kindle

5.0 su 5 stelle 5 recensioni clienti

Visualizza tutti i 6 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 3,53

Lunghezza: 451 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato

Descrizione prodotto

Sinossi

<<... La presente raccolta contiene poesie esperienziali... [...] È una poesia fatta di folgorazioni e intermittenze della mente. Il poeta registra stati mentali, impressioni, epifanie. È una poesia urbana, che non ricerca una lingua pura, panica e arcaica. La sua parola non è una mimesi della realtà né del parlato. È una voce autentica, che adopera slittamenti di senso e si pone contro la linearità...>>
(dalla Postfazione di Davide Morelli)

<<... lo stile di Michele Nigro è unico, personalissimo, con chiari riferimenti alla sua variegata formazione, cosa che ne fa un autore completo. Padroneggia il linguaggio, alquanto ricercato, tanto che le sue poesie sono ricche di minuzie che creano nel lettore vere e proprie immagini. Ottime le costruzioni sintattiche (diverse dislocazioni), utilizza ossimori (prigionieri liberi, presente assente), scomoda l'antropologo Marc Augé e i suoi "non luoghi". Mentre l'opera è pregnante di scienza e filosofia, la religione viene sfiorata, vorrebbe quasi accantonarla, ma il palese laicismo deve necessariamente confrontarsi con la filosofia e la religione. La sua opera è un viaggio sulle ali dell'incertezza, con continui attacchi al presente, un ciclico tornare indietro per la preoccupazione di aver vissuto male, o quantomeno di non aver vissuto fino in fondo la propria vita. Non c'è paura, però, né del buio né dell'avventura...>>
(dalla Prefazione di Antonio Scarpone)
              
<<... E a voi, a me, reduci da tante, troppe docce al giorno, riparati dietro occhiali da sole per avere più carisma e sintomatico mistero, riabilitati da profumi complessi e dentifrici sbiancanti, dico: "nessuno nasce pulito"...>> 
(dalla Premessa dell'Autore)

L'autore

Michele Nigro, nato nel 1971, vive a Battipaglia (Sa). Si diletta nella scrittura di racconti, poesie, brevi saggi, articoli. Ha diretto la rivista letteraria "Nugae" fino al 2009 e attualmente cura il blog personale "Nigricante" http://michelenigro.wordpress.com
  <<… La presente raccolta contiene poesie esperienziali… […] È una poesia fatta di folgorazioni e intermittenze della mente. Il poeta registra stati mentali, impressioni, epifanie. È una poesia urbana, che non ricerca una lingua pura, panica e arcaica. La sua parola non è una mimesi della realtà né del parlato. È una voce autentica, che adopera slittamenti di senso e si pone contro la linearità…>>
(dalla Postfazione di Davide Morelli)
  <<… lo stile di Michele Nigro è unico, personalissimo, con chiari riferimenti alla sua variegata formazione, cosa che ne fa un autore completo. Padroneggia il linguaggio, alquanto ricercato, tanto che le sue poesie sono ricche di minuzie che creano nel lettore vere e proprie immagini. Ottime le costruzioni sintattiche (diverse dislocazioni), utilizza ossimori (prigionieri liberi, presente assente), scomoda l'antropologo Marc Augé e i suoi “non luoghi”. Mentre l'opera è pregnante di scienza e filosofia, la religione viene sfiorata, vorrebbe quasi accantonarla, ma il palese laicismo deve necessariamente confrontarsi con la filosofia e la religione. La sua opera è un viaggio sulle ali dell'incertezza, con continui attacchi al presente, un ciclico tornare indietro per la preoccupazione di aver vissuto male, o quantomeno di non aver vissuto fino in fondo la propria vita. Non c'è paura, però, né del buio né dell'avventura…>>
(dalla Prefazione di Antonio Scarpone)
  <<… E a voi, a me, reduci da tante, troppe docce al giorno, riparati dietro occhiali da sole per avere più carisma e sintomatico mistero, riabilitati da profumi complessi e dentifrici sbiancanti, dico: “nessuno nasce pulito”…>>
(dalla Premessa dell’Autore)

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 1636 KB
  • Lunghezza stampa: 451
  • Utilizzo simultaneo di dispositivi: illimitato
  • Editore: edizioni nugae 2.0 (2 maggio 2016)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B01F494RV4
  • Word Wise: Non abilitato
  • Screen Reader: Supportato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 5.0 su 5 stelle 5 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #240.849 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?

Recensioni clienti

5.0 su 5 stelle
5 stelle
5
4 stelle
0
3 stelle
0
2 stelle
0
1 stella
0
Vedi tutte le 5 recensioni cliente
Condividi la tua opinione con altri clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Uno stile assolutamente personale e un pensiero poetico sempre libero, a tratti spiazzante, che attraversa la vita senza nessuna concessione alla banalità e alle restrizioni di ogni sorta. Un'ottima lettura! Consigliatissimo
1 commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
La vera poesia è quando un uomo si rivela, senza maschera, per quello che è. Rivela e non teme di farsi leggere dentro, far leggere il suo cammino interiore agli altri, anche se “la polvere sotto i sandali ha il suo peso” (Rif. “A parte”, p.24).
Michele Nigro dedica A parte a Nelson Mandela. Ma chi di noi non si identifica con tali versi? Chi di noi non è mai tornato sui suoi passi? Come ci insegnano i Filosofi: se pensi di non essere giunto a ciò che pensavi fosse giusto cercare o non hai trovato la soluzione lungo il tuo viandare, torna indietro ed abbi il coraggio di riiniziare il tuo cammino.
Questo è il percorso di Michele Nigro nella sua opera “NESSUNO NASCE PULITO”.
Nei suoi versi si ritrova la forma mentale del Filosofo puro. Ci mostra il suo percorso interiore senza pregiudizi nei confronti di se stesso e delle sue esperienze. Piuttosto ne fa tesoro per tornare sui suoi passi ed arrivare non ad una conclusione definitiva, ma lasciando a sé e al lettore le intricate vie del labirinto della Vita come possibili strade sempre aperte.
Michele Nigro non teme il mostrare i suoi limiti, ne è consapevole e se ne giova per continuare ad indagare cosa ha dato finora senso alla sua vita e cosa glielo darà in futuro.
Non è un poeta disincantato, piuttosto curioso di scoprire la reltà oggettiva di ciò che lo circonda e le emozioni, le riflessioni, il travaglio che provoca in lui.
Consapevole che “nulla si crea” ("A world of words", p.26, ), va avanti impavido per la sua strada.
Mi permetto di dare un titolo personale all’opera di Michele Nigro: “La ricerca della Verità inesistente”.
Lo proporrei volentieri come testo di letteratura nelle scuole.
La poesia è un veicolo di ricerca inesauribile!
Le mie preferite:
"Autoscatti", p.45/46
"Beautiful reader", p.47

Stefania Martini
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile
L’ordine alfabetico contempla il disordine cronologico, in questa prima raccolta poetica di Michele Nigro.
Non sono necessari riferimenti temporali per capire l’evoluzione linguistica che c’è stata nel corso degli anni; viene offerta al lettore una miscellanea che comprende il pensare, il sentire, l’avvertire, il credere, lo sperare, il soffrire e il resistere e che prescinde, dal sapere quello che è stato il giorno esatto in cui un sentimento ha prevalso sull’altro. Solo pochi riferimenti scelti e chiariti dall’autore, per tracciare una mappa, ma la struttura è quella di un labirinto in cui, pur ripercorrendo temi già citati, parranno ai nostri occhi come luoghi inesplorati.
Scriveva Sophia De Mello Breyner Andresen: “Non l’uomo, ma i segni dell’uomo,/la sua arte, le sue abitudini, il suo violento azzurro,/…/I segni dell’uomo dicono la storia dell’uomo.”
Cosa ha a disposizione il Poeta, pertanto, se non la bellezza e la grandezza della Poesia che diviene “segno dell’uomo che dice la storia dell’uomo”. Mezzo per appropriarsi delle parole, lasciando ad esse la libertà di potersi esprimere, eternamente, in maniera svincolata. “Lascio tracce presuntuose di me nel futuro, figli/di carta” (Autoeredità).
Chi è avvezzo alla Poesia, dunque, non troverà nei versi di Michele Nigro, nessun rimando a qualcosa di già letto, nessun eco di immagini note o usurate. È una parola nuova, originale e che non necessita di alcun riferimento, ma si muove con padronanza all’interno dei versi dotati di una sfrontatezza e una sicurezza nel non voler mai imitare, creando così, una scrittura riconoscibile in quanto personalissima.
Ulteriori informazioni ›
1 commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Nessuno nasce pulito
Solitamente un musicista suona e un giornalista/scrittore recensisce ciò che il musicista ha composto.
In questo caso invece io, musicista, mi improvviso recensore spinto dalla lettura di questa corposa e interessante raccolta di poesie di Michele Nigro, dal titolo Nessuno Nasce Pulito.
L'ulteriore spinta arriva dopo avere sfogliato il libro ed essermi soffermato, casualmente, su Postcards, una delle poesie presenti nel volume, che mi ha subito incuriosito anche grazie al titolo che presenta curiose vicinanze con un nostro lavoro di qualche anno fa. Stesse tematiche, stesse vibrazioni seppur lavorando con un notevole differente approccio stilistico.
In quei pochi versi c'è tutto il mondo di Michele: ricordi, istantanee, rimandi, insomma tutta una serie di connessioni e tematiche racchiuse in una manciata di parole che proiettano immediatamente il lettore in altri mondi e in altre realtà.

La scelta bizzarra di pubblicare le poesie in rigoroso ordine alfabetico di titolo offre al fruitore una differente chiave di lettura, come a voler dire: eccomi, prendetemi in maniera totale, dalla A alla Z, senza distinzioni e/o scelte prioritarie.
Partendo da (P)ossession(e) si affronta un intenso viaggio esperienziale passando fra Crudeltà, Digiuno, Disfatta, Fuoco Amico, Limbo, Marciapiedi, Munnezza, Ossa, Ritorni, Tempesta Solare, arrivando infine a destinazione con Zivago.
Ulteriori informazioni ›
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
click to open popover