Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 3,10

Risparmia EUR 4,89 (61%)

include IVA (dove applicabile)

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

La Scelta di [Zampa, Francesco]
Annuncio applicazione Kindle

La Scelta Formato Kindle

4.7 su 5 stelle 3 recensioni clienti

Visualizza tutti i 3 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 3,10
Copertina flessibile
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 7,99

Lunghezza: 171 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato

Descrizione prodotto

Sinossi

Roma, 6 ottobre 1943. Il giovane brigadiere Flavio Cesari ha grande memoria, sa scrivere a macchina e, anche per questo, cura il censimento dei militari di razza ebraica all'Ufficio Riservato del Ministero della Guerra. È di Trastevere e non poteva desiderare di meglio mentre intorno infuria la follia sanguinaria. Non bastasse, è in segreto innamorato della giovane ebrea Eva. Mentre rientra a casa come sempre, assiste all'eccidio di un graduato sul Ponte Garibaldi da parte dei Tedeschi, sotto gli occhi di tutti: la sua nuova vita è già iniziata, e lui non lo sa. Scioccato, si unisce a un gruppo di sbandati. Da loro sa che il colonnello Kappler ha ordinato la deportazione in Germania di migliaia di carabinieri romani, colpevoli di non dare garanzie ai Tedeschi in vista del loro segreto, orribile proposito. Il terrore lo pervade perché, a forza di compilare e aggiornare elenchi, Flavio è l'unico a conoscere con esattezza gli indirizzi di tutti i suoi colleghi. E lo sanno anche le SS...

Nota storica:
La trama è inventata e cucita su misura per un episodio cruento e misconosciuto della II Guerra Mondiale. I Tedeschi, dovendo liquidare il Ghetto di Portico d'Ottavia oltre ogni resistenza passiva delle Autorità italiane, ritennero opportuno rendere inefficiente i Carabinieri, tradizionalmente radicati nella popolazione, nell'unica maniera a loro congeniale: la deportazione in massa. Il fatto avvenne il 7 ottobre 1943 con la fattiva collaborazione delle altissime gerarchie dell'Arma stessa. Gli ufficiali necessari all'operazione furono minacciati nella persona e nella famiglia. La contabilità delle vittime è incerta, i documenti parlano di almeno 1500 deportati.

Dello stesso autore, la serie "I Racconti della Riviera":
#1: Doppio Omicidio per il Maresciallo Maggio (Italiano, English, Français, Español)
#2: C'è Sempre un Motivo, Maresciallo Maggio! (prequel) (Italian, English, Español)
#3: Gioco Pericoloso, Maresciallo Maggio!
#4: Affari Sporchi, Maresciallo Maggio
#5: L'Eroe

Dello stesso autore:
Qualcuno che ti protegga (romanzo di formazione)
Calciopoli ovvero l'Elogio dell'Inconsistenza (graphic-novel)

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 519 KB
  • Lunghezza stampa: 171
  • Numeri di pagina fonte ISBN: 1502488221
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B00O6TFVP0
  • Word Wise: Non abilitato
  • Screen Reader: Supportato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 4.7 su 5 stelle 3 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #160.894 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?


Recensioni clienti

4.7 su 5 stelle
5 stelle
2
4 stelle
1
3 stelle
0
2 stelle
0
1 stella
0
Vedi tutte le 3 recensioni cliente
Condividi la tua opinione con altri clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Nessuno può essere giustificato per aver fatto del male per essere stato costretto a sua volta, a meno che non abbia avuto una pistola puntata alla tempia. Questo sembra voler dire questa storia, e anche che, in questa drammatica eventualità, ci può essere lo stesso un margine di azione.

Lo Sbarco in Normandia che non vi hanno raccontato Qualcuno Che Ti Protegga
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Messi da parte momentaneamente i panni del maresciallo Maggio, Francesco Zampa si cala in quelli di un altro carabiniere, stavolta a Roma durante gli ultimi anni della Seconda Guerra Mondiale. Passa quindi dal giallo a un romanzo storico non privo di suspense e segue le vicende del brigadiere Flavio Cesari, che cura il censimento dei militari di razza ebraica all’Ufficio Riservato del Ministero della Guerra, durante il peggiore momento della sua vita. Cesari è un personaggio inventato, ma la vicenda storica narrata, quella della deportazione dei Carabinieri della capitale avvenuta il 7 ottobre 1943, è assolutamente vera, anche se ben poco conosciuta. I tedeschi avevano preso quella decisione in previsione della deportazione degli ebrei romani, poiché temevano che gli uomini dell’Arma potessero essere di intralcio alle loro intenzioni.
Flavio Cesari scopre per caso ciò che sta per accadere e da quel momento inizia la sua fuga. Nel cercare delle risposte alle mille domande che affollano la sua mente, Cesari vive quei tremendi momenti facendosi narratore di uno degli eventi più bui della nostra storia recente. Come lettrice, mi sono trovata a trepidare con lui, a temere per la sua vita, con quel particolare terrore che mi accompagna di fronte a una storia ambientata durante la follia nazista. Si tratta del terrore provocato dall’inconcepibilità delle azioni portate avanti da esseri umani che, però, appaiono incapaci di umanità e di alcuna forma di pietà, e proprio per questo non possono che spaventare.
Ho letto questo libro diversi mesi fa, ma ci ho ripensato a lungo più di recente dopo una visita ad Auschwitz e Birkenau, i campi di sterminio che rappresentavano la destinazione finale (in tutti i sensi) dei deportati.
Ulteriori informazioni ›
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Ho già letto altri testi di Francesco Zampa. Tutti incentrati sul personaggio del maresciallo Maggio, questo invece è un romanzo storico. Narra di eventi successi durante la Seconda Guerra Mondiale di cui ignoravo completamente. Nella trama, l'autore segue le vicende del brigadiere Flavio Cesari, che cura il censimento dei militari di razza ebraica all’Ufficio Riservato del Ministero della Guerra a cui fa seguito la deportazione dei Carabinieri della capitale avvenuta il 7 ottobre 1943. Flavio, senza rendersene ben conto, aiuta i nazisti a individuare questi Carabinieri che si è deciso di togliere di mezzo per ovvi motivi. Avrebbero potuto, in quanto militari, intralciare i loro piani.
Quando Flavio si rende conto del reale compito a cui è stato sottoposto inizia a scappare. Non mi sono mai reso conto che quando sei un militare NON puoi scegliere, ma devi ubbidire a ordini superiori anche contro la tua volontà, anche se completamente sbagliati, la tua coscienza viene annullata dal giuramento prestato.
Zampa ci porta per le vie di Roma, nel ghetto, verso vicende atroci. Ogni momento con la paura per la sorte del povero giovane Flavio che si trova proiettato in un mondo che non riconosce. Pensi: "Scappa Flavio, no Flavio, non girare per quella strada, ti prenderanno". Riesci a immedesimarti nel personaggio da subito e ti angosciano le sorti del ragazzo.
L'abilità di questo autore si conferma anche in questo testo.
Ne consiglio la lettura a tutti coloro che amano il romanzo storico e che, come me, ignoravano la deportazione degli uomini dell'Arma, ma anche a coloro che amano la buona scrittura.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
click to open popover