Scopri Scopri MSS_flyout Cloud Drive Photos Learn more CE En savoir plus Scopri Shop Kindle Shop now Clicca qui Scopri Sport GoW



I PRIMI 500 RECENSORIil 7 febbraio 2018
Terzo e ultimo capitolo della serie di Luca Rossi e credetemi, è difficilissimo non far spoiler e, ancor più, evitare di rovinare la sorpresa a chi lo leggerà perché una cosa è sicura: la trama lascia tutto all'immaginazione, senza svelare cosa l'autore avrà in serbo per noi.
Al centro della storia, a capitoli alterni, troviamo sempre la nostra Lil, accompagnata da Miril, la mutante Ipsia, la sovrana Aleia e Milia (ma non saranno i soli ad accompagnarci in questa avventura).
Li avevamo lasciati nello spazio, soli, alla ricerca di tante risposte ai loro interrogativi ma, soprattutto, alla ricerca della soluzione su di un mistero, un'antica profezia che parlava dell'Erede della Luce e, ancora più, della Sorgente.
State iniziando a capire il perché del titolo? Nulla è lasciato al caso.
Non sarebbe Luca Rossi se non ci mostrasse anche l'altro lato della medaglia, quello che succede su un pianeta lontano ancora dalla navicella dei nostri beneamati protagonisti, un luogo conosciuto come Nespor e che giocherà un ruolo importante in questa vicenda.
Un mondo ben diverso da quello in cui viveva Lil, un posto che sembra scisso in due parti, una cupa in cui gli abitanti sembrano ridotti in schiavitù, e un'altra, invece, sommersa dalla luce, governata da una persona che giocherà un ruolo importante ma, soprattutto, nel grembo di questo pianeta esiste un luogo che deve essere protetto con ogni forza, conosciuto come Le Terre Libere di Vaior.
Chi entra in quel luogo non ci capita per puro caso, sa bene che una volta entrato nulla sarà più come prima, che scoprirà parti di sè di cui probabilmente non era nemmeno a conoscenza.

“E perché credete che le Terre Libere abbiano bisogno di protezione militare?”
“Qualsiasi territorio della galassia ne ha.”
Il Maestro tornò serio.
“Ma le Terre Libere di Vaior sono un luogo sacro, una zona franca custodita nel grembo di questo pianeta, un luogo dove ogni abitante della galassia può venire per intraprendere un cammino di crescita spirituale.
È il pianeta che ci protegge, la nostra simbiosi con esso.
Noi ne rispettiamo i confini e riceviamo in cambio la sua protezione.”

Arrivare a Vaior con Lil, per Ipsia, ormai è l'unica certezza in un mare di incertezze. Per secoli e secoli gli abitanti di quel luogo avevano cercato senza sosta, in tutta la galassia, l'Erede designato, quello che avrebbe riportato non solo la pace, ma che avrebbe cambiato le sorti di tutto ciò che era conosciuto.
Ora, però, la battaglia più ardua da combattere spetterà a Lil, poiché a nulla serve un immenso potere se il tuo cuore è pieno di dubbi, di dolore, di colpa e di tristezza.

Ogni potere può essere utilizzato per fare del bene o del male.
La sua natura muta a seconda del modo in cui viene usato.

Un lungo viaggio attende i protagonisti di questa vicenda, non importa quanti ostacoli troveranno lungo il loro cammino o quanto a volte possa sembrare cattivo il destino nei loro riguardi.
Non posso però dirvi altro, perché troppo è già stato detto e voglio che accogliate questo libro nello stesso modo in cui l'ho atteso io: con tanta ansia, un pizzico di gioia e, soprattutto, pronta ad accogliere qualsiasi scelta il nostro autore ci avesse presentato.
E' difficile trovare le parole per dirvi che, arrivata ad un certo punto, non mi aspettavo nulla di tutto ciò che Luca Rossi ha scritto, lasciandomi sbigottita, incredula e, soprattutto, senza parole.
Perché lo dico?
Perché da quel momento ho come inserito la quinta, cercando di capire come abbia fatto ad avere un colpo di genio simile, non solo nella scelta continua di cambiare pov e introdurre qualche nuova figura per spiegarci ogni sfumatura della vicenda, ma di cambiare le sorti di quello che il lettore immaginava.
Ogni personaggio ha avuto il suo spazio in questa serie, crescendo e svelando a noi lettori tante cose che forse all'inizio non ci sembravano tanto scontate, mostrandosi, in quest'opera, senza riserve, rivelandosi in modi che a volte non mi sarei mai aspettata.
Avete mai immaginato che non esistesse un mondo solo, ma un'infinità di mondi uguali al nostro in dimensioni diverse, forse nate nel momento in cui abbiamo scelto una cosa al posto di un'altra, o forse che son sempre esistite?
Se forse la domanda a questa risposta vi intriga, non vi resta che leggere la trilogia dei Rami del Tempo, un'opera in cui mistero, fantascienza, romance e suspense si susseguono in una sfida senza sosta.

P.S. per coloro cui manca quest'opera per concludere il viaggio: rinfrescatevi bene la memoria con i precedenti due volumi perché qui tante sottigliezze verranno svelate!
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 6 dicembre 2017
Da dove iniziare per parlare del nuovo capolavoro dello scrittore Luca Rossi? Dalla “Sincronicità che arriva dalla purezza del cuore” e che il Maestro Elor aveva capito essere la grande forza degli accadimenti e ad essa si affidava con tutto se stesso nei momenti difficili. Leggere il terzo ramo è entrare in un portale magico dell’anima, come la luna entra nel mistero della notte e solo gli occhi del cuore riescono a trovare in quell’oscurità un messaggio speciale rivolto unicamente a se stessi. Gli argomenti trattati sono attualissimi nel mondo della fantascienza e non solo, in tutto quel mondo tecnologico che, a velocità della luce, ci sta invadendo. Lodevole il modo in cui se ne parla, senza fare riferimenti diretti, così tutti i lettori possono ritrovarsi, persino i più esperti e appassionati. Nella storia, tessuta abilmente, si trovano riferimenti alla Terra Cava abitata nelle sue viscere, alle presenze aliene mescolate alla razza umana per dominare interessi economici e politici di questo pianeta, alle comunità con ideali che imprigionano libertà di pensiero e di azione nei singoli individui, alle dimensioni temporali della fisica quantistica: insomma, è un viaggio fantastico da leggere. L’ambientazione, i personaggi, la trama: Luca Rossi ha espresso il meglio di se stesso. Proietta i lettori nello spazio della Galassia e contemporaneamente in un mondo antico di magia: è spettacolare questo volare. “Il segreto della sorgente” si collega straordinariamente ai racconti del primo libro dell’autore che dipingono i pericoli e cosa mai potrebbe succedere in una realtà del futuro o come si potrebbe vivere in una Federazione di pianeti. Personalmente, mi è piaciuto trovare questo filo che fa apprezzare ancora di più “Energie della galassia”.
Tra i personaggi mi sono lasciata affascinare dal Presidente Molov, il nuovo cattivo che possiede una mente acuta, calcolatrice e si innamora di una sacerdotessa. Lui alla ricerca di un cuore, di un amore devoto, lei persa nella dannazione dei piaceri della carne per scoprire in quella fragilità umana l’accedere alla vera spiritualità e alla scintilla divina. L’autore fa trasparire tutti i tormenti di Valika che, alla fine, si sente vincere dal sentimento profondo dell’amore: la luce del cuore rimane per sempre in chi sa amare. Nel nuovo libro i personaggi sono ricamati col prezioso filo dell’introspezione e ogni lettore può trovare molti frammenti sui quali riconoscersi. Tra le pagine d’inchiostro si gustano molte riflessioni e piccole perle di saggezza. Sicuramente, come è capitato a me, una matita diventa la retina per catturare le ali delle parole e far nascere le farfalle dentro al proprio cuore. E che dire di Lil e Miril? Il lettore si trova ad essere un fedele alleato della loro missione e catapultato, con incredibile naturalezza, nella loro comunicazione telepatica, nel loro sentimento, nella loro unione d’anima. In questa nuova storia alcuni momenti dimostrano una squisita sensibilità e conoscenza dello spirito umano da parte dello scrittore: l’attraversamento della sala dello specchio interiore da parte dei protagonisti della missione e il battesimo del corpo e dello spirito di Lil una volta giunta alla Sorgente Sacra.Infine, non si può non parlare delle sfumature erotiche che pennellano tutta la vicenda. E’ una sessualità vera, descritta dal punto di vista maschile, col desiderio dirompente in cui tutto è fuoco, pensiero, sentimento, carne e vissuto in un’unica sensazione esplosiva. “Il segreto della sorgente” è forse quel libro che potrebbe aprire una visione diversa della vita o di voi stessi.
0Commento| 5 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 20 marzo 2018
Ho atteso il terzo volume de "I rami del tempo" impaziente, curiosa, elettrica al solo pensiero di scoprire cosa sarebbe capitato a Lil e Miril, come si sarebbe evoluta la storia, fin dove sarei riuscita a spingermi nell'universo, camminando al fianco di quelli che oramai non considero più solo dei personaggi di un libro, ma dei veri e propri compagni di viaggio, che con le loro paure, gioie, emozioni e azioni mi sono entrati nel cuore. Ognuno di loro si è insinuato dentro di me. Li ho amati tutti, anche quelli negativi, perchè Luca Rossi è riuscito a caratterizzare ogni singolo personaggio così bene da non poterne fare a meno.
Protagoniste indiscusse sono sicuramente Lil e Miril con il loro amore puro e fervente e la loro straordinaria magia, che nasce soprattutto dalla forza di volontà. Eppure ognuno di loro ha uno scopo, ogni personaggio ti porta a scoprire qualcosa che non ti saresti aspettato. Le storie si intrecciano e rivelano un mondo in cui la libertà diventa il fine ultimo al quale aspirano tutti.
Quello che l'autore ci presenta in questo terzo volume è un mondo in cui la tecnologia ed il sapere scientifico sono i fondamenti dell'universo, strumenti potenti con i quali il generale Molov ha creato una dittatura in cui nessuno è davvero libero, in cui tutti sono soggetti a rigide regole, in cui la magia è bandita e tutto ciò che potrebbe anche solo vagamente farla riaffiorare è da distruggere definitivamente.
Ciò che amo della scrittura di Luca Rossi è il tono incalzante con cui racconta le sue storie, l'abilità di spostarsi da un punto di vista all'altro, saltando nel tempo e nello spazio in un sapiente gioco di fatti ed emozioni diverse. Ad ogni pagina che ho sfogliato riuscivo a figurarmi le immagini vivide da lui descritte e man mano, che mi avvicinavo alla fine, ero sempre più curiosa di continuare. Avidamente mi sono nutrita dei suoi racconti e di ognuno di questi meravigliosi compagni di viaggio ho assaporato le emozioni, stupore, meraviglia, tristezza, gioia, sensualità, rabbia.
Se dovessi definire in poche parole la mia visione dei tre volumi de "I rami del tempo", sceglierei curiosità come voglia di scoprire l'ignoto per il primo; accettazione di sè stessi e consapevolezza della propria forza interiore per il secondo; infine, affermazione della forza interiore/magia che risiede in ogni essere vivente e puro.
Ringrazio vivamente l'autore di questa trilogia per avermi reso partecipe del suo meraviglioso progetto, dandomi la possibilità di crescere interiormente insieme a Lil e Miril.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 24 dicembre 2017
"Sono stata una stupida… Dovreste gettarmi fuori da questa astronave. Ero disperata! Dentro di me ho incolpato di tutto Lil. Volevo allontanarmi il più possibile da lei. Ed ero… gelosa, come una sciocca ragazzina!”
Di Luca Rossi ho letto l'intera saga de i Rami del Tempo e devo dire che non mi ha lasciato per niente delusa. Narrazione fluida, periodi intensi e una scrittura curata e in grado di tenerti attaccata alle pagine, alla storia e ai personaggi. Aspetto non scontato per un libro autoprodotto.
La narrazione è fluida e avvincente, come scrittore auto-prodotto ha curato ogni aspetto del suo ultimo libro: narrazione, editing, impaginazione, copertina.
Nel corso degli anni Luca Rossi è molto migliorato sotto ogni punto di vista. Mentre si legge si sente che i temi trattati sono più maturi e profondi; l'erotismo è uno dei suoi tratti distintivi, ma non scende mai nel volgare.

Trama
La protagonista Lil in questo capitolo della saga completerà il suo percorso di maturazione. Imparerà a convivere con i suoi demoni del passato e ad accettare i suoi poteri e le conseguenze che potrebbero portare.
Insieme a lei, gli amici di sempre e la sua nuova famiglia l'accompagneranno lungo tutto il suo destino. Quando tutti quanti riusciranno a superare il senso della perdita, nuove strade si apriranno di fronte a loro.
Colpi di scena emozionanti e riflessioni sono solo alcuni degli aspetti di quest'ultimo capitolo della saga de i rami del tempo!

Versione cartacea e digitale
Entrambe le versioni sono molto valide.
Kindle version: l'e-book è ben curato e impaginato. L'indice dei capitoli è presente e durante la lettura non si vedono errori di impaginazione.
Libro cartaceo: La copertina, questa volta, è molto ben curata e studiata. Le scritte non sono a ridosso dei margini e il tutto la rende molto bella alla vista. I colori vividi catturano l'occhio.

Consigli agli acquisti
Chiunque ami il genere fantasy fantascientifico questa saga e quest'ultimo capitolo è un acquisto da non perdere! Non appena inizierete a leggerlo non saprete più staccarvi. Il ritmo cadenzato e la curiosità non vi permetteranno di accantonarlo se non quando sarete arrivati alla fine.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 13 gennaio 2018
Ammetto di non averlo ancora letto fino alla fine ma per quanto riguarda la consegna del link relativo al eBook che dire consegna alla prima ore della giornata prevista dell’uscita.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 28 dicembre 2017
Questo è il terzo libro di Luca Rossi; dopo aver letto gli altri due che lo hanno preceduto non potevo non leggere anche questo, e decisamente ho fatto bene a farlo. E' un libro molto appassionante, che ci trascina in un mondo fantastico ma anche in qualche modo reale, ed è questa la magia della fantascienza, quella di farci sentire parte di un mondo che non c'è, ma esiste dentro ciascuno di noi. Per gli appassionati del genere è una vera chicca, impossibile non leggerlo. Bene, Luca, avanti così
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 28 dicembre 2017
Recensione a cura di
Eleonora Sophia Leone (Ele)
.............................................................
" Finalmente la trepidante attesa durata due anni si è conclusa...
dopo il successo de
"I Rami del Tempo" e "L'Erede della Luce-I Rami del Tempo Volume II"
l'autore dei bestsellers ritorna a farci sognare con " Il Segreto della Sorgente -I Rami del tempo Volume III"
Uno spettacolare come back dopo anni di successi mondiali
Alzi la mano chi non si è mai chiesto quale fosse il destino di Lil e compagni dopo la distruzione del loro amato mondo
In questo terzo capitolo della saga ritroviamo Lil che sta per compiere il suo destino per ristabilire la connessione diretta con la Fonte ed irradiare la luce in ogni parte della galassia attanagliata dalla famigerata Federazione Galattica
Conosceremo dei nuovi personaggi che affiancheranno i nostri beniamini in questa nuova avventura verso la liberazione interiore ed esteriore dei mondi visibili ed invisibili
La riconnessione con la Sorgente ci illuminerà e ispirerà la parte più profonda di Noi Stessi.
Con questa consapevolezza sopraggiunta scopriremo che siamo tutti Uno e possiamo anche noi saltare da un Ramo all'altro del Tempo
Con uno stile coinvolgente,completo ,dal gusto rotondo e a tratti profetico quando descrive la verità sulle Energie e sulle galassie. Con il vezzo di una scrittura pulita ,corposa ed intrigante ci condurrà e guiderà in un affascinante viaggio intergalattico alla scoperta delle origini dell'Erede della Luce e della profezia che lo annuncia
Come sempre vivremo in prima persona le emozioni dei personaggi attraverso le caleidoscopiche descrizioni dell'autore che enfatizza il pathos dei sentimenti di ogni personaggio
Con infinita grazia dipinge mondi e paesaggi a noi sconosciuti come se vivendo in queste realtà parallele ne avesse avuto esperienza diretta
Ogni pagina vi lascerà senza fiato ...ogni pagina divorata vi spingerà a proseguire spinti dall'irrefrenabile frenesia della storia
Vi catapulterà in un magico sogno lucido dove eros e thanatos si intrecceranno in un turbinio di estasi e tragedie
Allora cosa state aspettando ad immergervi e gustare questo nuovo capolavoro del nostro Amato Luca Rossi e mi raccomando lasciate una bella recensione entusiasmante e corposa !!!!! "
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 12 aprile 2018
Luca Rossi ti stupisce sempre , si rinnova sempre colpendoti sempre non lasciando niente al caso . Trilogia grandiosa .
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 25 febbraio 2018
Ho sempre pensato che un narratore per definirlo tale deve in primis dimostrare di aver saputo creare, con l’ausilio della propria fantasia, un mondo alternativo e averlo reso verosimile al lettore. Luca Rossi è questo tipo di narratore. Ho letto “Il Segreto della sorgente” in un paio di giorni e a distanza di tempo dai primi due. È incredibile come io sia potuto entrare da subito nel clima della narrazione, riappropriandomi delle atmosfere che, consone evidentemente all’intera saga, mi venivano restituite a mano a mano che leggevo. I ricordi dei primi due romanzi affioravano e la storia assumeva un unico, grande corpo. In questo romanzo, come gli altri due del resto, non c’è nulla di scontato o di prevedibile, ci si deve solo affidare alla scrittura e lasciarsi guidare da essa: che sa dove andare a parare. Il lettore ne esce arricchito: sentimento, tensione, disperazione e situazioni grottesche o claustrofobiche fanno il pendant a descrizioni davvero originali, una via di mezzo tra il fantasy e il fantascientifico, descrizioni che a mio parere conferiscono una marcia in più.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 2 febbraio 2018
Lettura molto piacevole, la trama infatti e' molto originale, avvincente e ricchissima di colpi di scena che stuzzicano la curiosità di scoprire gli avvenimenti successivi, le parentesi erotiche piacevoli e mai eccessive e mai volgari. La narrazione dell'autore e' veloce, descrittiva e molto precisa, sembra di vedere già il film mentre si legge, i personaggi poi sono molto ben strutturati ed interagiscono perfettamente tra di loro e ad alcuni di loro ci si può affezionare, ad esempio Lil per via della sua profonda maturazione e trasformazione rispetto al primo captolo della saga.
Consiglio agli amanti del fantasy questa lettura iniziando dal primo capitolo della saga.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso