• Prezzo consigliato: EUR 15,00
  • Risparmi: EUR 2,25 (15%)
  • Tutti i prezzi includono l'IVA.
Spedizione gratuita in Italia per ordini sopra EUR 29.
Disponibilità immediata.
Venduto e spedito da Amazon. Confezione regalo disponibile.
Venuto al mondo è stato aggiunto al tuo carrello

Spedire a:
Per vedere gli indirizzi, per favore
Oppure
Inserisci un codice postale corretto.
Oppure
+ EUR 2,90 spedizione in Italia
Usato: Buone condizioni | Dettagli
Venduto da Studio Fantinel
Condizione: Usato: Buone condizioni
Commento: La condizione del libro è buona, è perfettamente leggibile, potrebbe avere rade annotazioni e sottolineature a matita, qualche rada fioriture e i segni di un fisiologico invecchiamento.La copertina del libro è in buone condizioni, potrebbe presentare fisiologici segni del tempo, il dorso presenta un lieve stress da lettura.
Ne hai uno da vendere?
Passa al retro Passa al fronte
Ascolta Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un campione dell'edizione audio udibile.
Maggiori informazioni
Visualizza l'immagine

Venuto al mondo Copertina flessibile – 25 mag 2010

4.4 su 5 stelle 100 recensioni clienti

Visualizza tutti i 2 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
Copertina flessibile
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 12,75
EUR 9,85 EUR 7,40
Nota: Questo articolo può essere consegnato in un punto di ritiro. Dettagli
Ritira il tuo ordine dove e quando preferisci.
  • Scegli tra gli oltre 8.500 punti di ritiro in Italia
  • I clienti Prime beneficiano di consegne illimitate presso i punti di ritiro senza costi aggiuntivi
Come inviare un ordine presso un punto di ritiro Amazon.
  1. Trova il tuo punto di ritiro preferito ed aggiungilo alla tua rubrica degli indirizzi
  2. Indica il punto di ritiro in cui vuoi ricevere il tuo ordine nella pagina di conferma d’ordine
Maggiori informazioni

Store Oscar
Questo ed altri titoli fanno parte dello store Oscar Scoprili tutti
click to open popover

Spesso comprati insieme

  • Venuto al mondo
  • +
  • Non ti muovere
  • +
  • Nessuno si salva da solo
Prezzo totale: EUR 35,28
Acquista tutti gli articoli selezionati

Descrizione prodotto

Recensione

La lunga, ossessiva battaglia di una donna, un inno alla maternità, una storia violentemente umana. Un figlio «rubato» nell’inferno di Sarajevo

Lorenzo Mondo, Tuttolibri - La Stampa

Un inno tenero e violento, implacabile e stravolto, al desiderio di maternità, in cui sembra annidarsi, germinalmente, il sentimento di una più grande speranza. E’ il filo rosso che, superando le divaricazioni indotte da varie circostanze e personaggi, percorre il romanzo di Margaret Mazzantini che si intitola "Venuto al mondo". Tutto comincia con una telefonata che Gemma, la protagonista, riceve da Sarajevo. Un vecchio amico, Gojko, facendo appello a passate complicità, la invita a tornare nella capitale bosniaca. La donna vive a Roma, è sposata con un ufficiale dei carabinieri ed ha un figlio adolescente, Pietro, nato fuori da quel matrimonio. Partirà con lui, vuole fargli conoscere i luoghi in cui il suo vero padre è morto. Questo l’innesco di una storia che libera la piena dei ricordi ma non si esaurisce nella rievocazione del passato, operando attivamente, a piani alterni, sul presente, fino a esibire i clamorosi esiti finali. Due sono i nodi che dobbiamo sciogliere per apprezzare questo romanzo complesso, riguardano Pietro e Sarajevo. Il ragazzo è il risultato di una lunga, ossessiva battaglia di Gemma per avere un figlio. Il suo stesso nome sembra irridere all’incapacità di gemmare e procreare. Non c’è cura che tenga, non valgono i tentativi avvilenti di procurarsi all’estero l’affitto di un utero, mentre risultano inutili le pratiche per una adozione. Passando attraverso qualche soverchio e dilatante indugio nelle fasi della ricerca, arriviamo alla sconsolata conclusione di Gemma: «Invecchierò così, asciutta e sola. Il mio corpo non si sformerà. Non si moltiplicherà. Non ci sarà Dio. Non ci sarà raccolto. Non ci sarà Natale». La sua attesa sarà tuttavia esaudita, in modo travagliatissimo e drammatico, a Sarajevo. Quasi per una sorta di nero miracolo, scaturito dall’inferno. Ma perché Sarajevo? Quale l’occasione che ha portato Gemma in questa città «così anomala, un po’ Istanbul un po’ paesotto di montagna»? Ci è arrivata la prima volta a documentarsi per una tesi universitaria su Ivo Andric, l’autore del Ponte sulla Drina. E’ stata conquistata dalla sua vivacità levantina, dall’allegria un po’ sovreccitata della gente, che si trova a rimescolare, senza apparenti timori, Oriente e Occidente. Là ha conosciuto Diego, un ragazzo genovese che sembra portare con fatica sulle spalle magre un passato di essere randagio. Fa il fotografo e non a caso il suo soggetto prediletto sono le pozzanghere. Frequentano ritrovi di artisti e bohémiens, tra i quali spicca la figura di Gojko, il selvaggio poeta che annega nell’alcol i più foschi presagi. Nasce tra Gemma e Diego una passione possessiva e divorante che li accompagna in Italia, sempre con quel martellìo nella mente di un figlio mancato. Torneranno altre volte a Sarajevo, fino a quando si scopriranno prigionieri di una città assediata e martirizzata dalle milizie serbe. Sono pagine bellissime, cadenzate - tra gli stupri, le uccisioni a sangue freddo, la ferocia inventiva della pulizia etnica - da un orrore intollerabile, dalla morte di ogni pietà. Sarajevo viene assunta chiaramente a simbolico ricettacolo delle efferatezze di un secolo. Ma appare anche funzionale al significato più stretto della narrazione. Il suo ventre reso infetto dalle stragi e dall’odio, sembra riverberare una luce dannata su quello infecondo di Gemma, incrociare destino individuale e destino collettivo. Ma perché Diego, con la sua illimitata devozione, abbandonerà la sua donna? Perché non profitterà della pace ritrovata e morirà solo, dopo un ultimo scatto puntato sulla distesa del mare? Perché lei tornerà in Italia, stretta a un neonato, un figlio «rubato» che è venuto alla luce attraverso avventurose peripezie? Sono interrogativi che si scioglieranno con il viaggio in Bosnia di Gemma e di Pietro e che terranno desta la nostra attenzione fino all’ultima pagina. Basti dire che il figlio si rivelerà il frutto di un tempo disperato, d’un impasto inaudito di innocenza e protervia, come un fiore spuntato tra le macerie. E’ sorprendente come Margaret Mazzantini sappia far germogliare, con mano ferma e pensosa moralità, il seme della speranza dall’affondo nei comportamenti più turpi e disperanti della specie umana. Il suo romanzo,    così elaborato nella struttura e nel linguaggio, così tonico sotto la crosta della desolazione, rende onore, nel dilagante abuso della parola scritta, all’arte della narrativa.

Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.



Dettagli prodotto

  • Copertina flessibile: 531 pagine
  • Editore: Mondadori (25 maggio 2010)
  • Collana: Oscar grandi bestsellers
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8804599421
  • ISBN-13: 978-8804599425
  • Peso di spedizione: 522 g
  • Media recensioni: 4.4 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (100 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 2.237 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)
  • Garanzia e recesso: Se vuoi restituire un prodotto entro 30 giorni dal ricevimento perché hai cambiato idea, consulta la nostra pagina d'aiuto sul Diritto di Recesso. Se hai ricevuto un prodotto difettoso o danneggiato consulta la nostra pagina d'aiuto sulla Garanzia Legale. Per informazioni specifiche sugli acquisti effettuati su Marketplace consultaMaggiori informazioni la nostra pagina d'aiuto su Resi e rimborsi per articoli Marketplace.

    Se sei un venditore per questo prodotto, desideri suggerire aggiornamenti tramite il supporto venditore?


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
E' un libro pieno di argomenti, di sensazioni, di pensieri su vari temi: la famiglia, i figli, il mondo borghese, l'amore, la guerra a Sarajevo, la vita, la ricerca di un senso in quello che si fa...è un libro che comunque fa pensare, fa riflettere, commuovere...è scritto con frasi molto corte, concitate, nelle quali si descrive quello che si vede attorno ai protagonisti e quello che loro sentono, con continui paragoni, similitudini. Non sono abituato a questo tipo di scrittura, però ha un suo senso soprattutto in questa storia in cui la protagonista è una ragazza, una donna, che poi alla fine è forte, nonostante la debolezza che manifesta più volte, ma è forte perché è difficile rimanere normali, con le proprie debolezze, desideri, umiliazioni, ed è difficile vivere e superare le prove che la vita ti mette di fronte. E poi la guerra nei balcani, l'assedio di Sarajevo, la inutilità di questa guerra, e la ipocrisia del nostro mondo, l'incredulità di gente normale che nel 1991 non poteva pensare mai e non credeva che si sarebbe potuti ricadere in atrocità e violenze che si pensano ormai appartenere a tempi passati, non certo possibili a noi, in questa epoca di benessere...e invece poi ritrovarcisi increduli immersi.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di Francesca il 17 agosto 2015
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Ho capito perché questo libro non mi piace. Non sono solo le frasi corte, mozziconi di pensieri incompiuti.
È il continuo dolore taciuto e allo stesso tempo sbandierato, calpestato e orgoglioso, un lamento fisso che deve far scaturire lacrime. A forza. Perché senza lacrime cos'è un libro?! A me le lacrime non vengono però, mi sale solo lo schifo.
Dolore dolore dolore... all'estremo, come se fosse solo dolore. Come se non ci fosse altro, come se il mondo non esistesse. Egoismo e dolore.
Puah.
Commento 2 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Libro emozionante che non annoia mai, lettura scorrevole. È bello perchè è molto femminile, interiore e riflessivo, tutto nella cornice della guerra di sarajevo di cui purtroppo ci siamo dimenticati
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Mi aspettavo questa edizione..
ma mi e` arrivata un altra...!!!???!
Doveva essere un regalo x mia nipote...
(Aveva chiesto quello...)
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di Glo il 24 novembre 2013
Formato: Copertina flessibile
Il LIBRO PIU' BELLO DELLA MIA VITA.
E di romanzi ne ho letti parecchi!
Storia, analisi profonda dei personaggi, intreccio e intrigante sbrogliarsi della trama... indimenticabile. Mi è entrato dentro e, anche se letto da molto tempo, spesso mi affiorano alla mente ricordi e nuove sfaccettature su quello che c'era dentro quelle parole.
Commento 7 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di Mariagiulia il 30 luglio 2012
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
La trama, in fondo, è abbastanza intrigante ma non riesco ad andare avanti nella lettura. A mio parere il racconto è sinceramente noioso. Per dirla nello stile dell'autrice (che usa continuamente e incessantemente quelle strane similitudini che dopo poco diventano insopportabili) il racconto è per me... non so ... come una palla piena di spigoli che vorrebbe rotolare giù da un burrone ma non riesce a prendere velocità. Spero di aver reso l'idea.
Solitamente non lascio mai un libro a metà. Perciò con grande fatica finirò di leggere anche questo.
Commento 8 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di Olgrod il 8 febbraio 2013
Formato: Formato Kindle
Nonostante l'indiscutibile capacità letteraria dell'autrice, il racconto a mio avviso non decolla:antipatica lei, innocuo lui, grossolano e volgare l'amico del cuore, irritante il figlio... con un "cast" così male assortito è davvero difficile appassionarsi a questo racconto.
Commento 4 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile
in poche parole sceglierei queste: coinvolgente,struggente,meraviglioso. Ho 19 anni, leggo moltissimo e devo essere sincera, questo è stato uno dei libri che più mi ha emozionato, nel bene e nel male. Nel bene perchè mi sono SINCERAMENTE innamorata di Diego; nel male perchè in vari punti del romanzo ho sofferto così tanto da scoppiare in lacrime. Complimenti alla Mazzantini, mi ha conquistata! CINQUE STELLE MERITATISSIME
Commento 12 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti


Ricerca articoli simili per categoria