Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 9,99

Risparmia EUR 1,01 (9%)

include IVA (dove applicabile)

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Gli anni al contrario (Einaudi. Stile libero big) di [Terranova, Nadia]
Annuncio applicazione Kindle

Gli anni al contrario (Einaudi. Stile libero big) Formato Kindle

4.0 su 5 stelle 23 recensioni clienti

Visualizza tutti i 3 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 9,99
Copertina flessibile
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 9,35

Lunghezza: 144 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato
  • Libri simili a Gli anni al contrario (Einaudi. Stile libero big)

Descrizione prodotto

Sinossi

Messina, 1977. Aurora, figlia del fascistissimo Silini, ha sin da piccola l'abitudine di rifugiarsi in bagno a studiare, per prendere tutti nove immaginando di emanciparsi dalla sua famiglia, che le sta stretta. Giovanni è sempre stato lo scavezzacollo dei Santatorre, ce l'ha con il padre e il suo «comunismo che odora di sconfitta», e vuole fare la rivoluzione. I due si incontrano all'università, e pochi mesi dopo aspettano già una bambina. La vita insieme però si rivela diversa da come l'avevano fantasticata. Perché la frustrazione e la paura del fallimento possono offendere anche il legame piú appassionato. Perché persino l'amore piú forte può essere tradito dalla Storia.

«Non abbiamo mai usato lo stesso dizionario. Parole uguali, significati diversi. Dicevamo famiglia: io pensavo a costruire e tu a circoscrivere; dicevamo politica: io ero entusiasta e tu diffidente. Io combattevo, tu ti rifugiavi. Se non ci fosse stata Mara ci saremmo persi subito, ma almeno non avremmo continuato a incolparci per le nostre solitudini. Quando penso agli anni trascorsi mi sembra che siano andati tutti al contrario».

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 457 KB
  • Lunghezza stampa: 144
  • Editore: EINAUDI (13 gennaio 2015)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B00S0BS92W
  • Word Wise: Non abilitato
  • Screen Reader: Supportato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 4.0 su 5 stelle 23 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #11.453 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Un racconto veramente eccezionale, che consiglierei a chiunque. Il libro è arrivato entro i termini previsti e in condizioni perfette.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
E' tipico di questo paese non avere memoria, civile, politica, letteraria, persino poetica. Non si capisce mai abbastanza come approfondire e metabolizzare la storia senza riflettere che conoscere il passato è l'unico atto civile possibile per costruire presente e progettare futuro. La storia e persino la cronaca invece vengono strumentalizzate sempre per altri fini e persino l'estetica e il gusto di ognuno vengono alterati e depressi da una schizofrenia che tutto sa e tutto distrugge. Di certo una ragazza nata nel '78 non può fornire un contributo accademico su quegli anni ma almeno tenta con grazia, riuscendoci meravigliosamente, di appassionare il lettore e di parlargli dell'universale (la passione, la gioventù, l'amore, la disillusione, la speranza, l'utopia, la famiglia, l'infanzia messa a dura prova, il crescere a gradini) proprio perché si parla di persone pescate in quella zona del verosimile da cui attinge ogni scrittore di razza. I temi alti sono il contesto e il paratesto, la storia è semplicemente quella di una coppia di ventenni che vivono in salita. Pagherà la società ma pagheranno anche le loro vite e questo non sempre, nella vita come nei romanzi, è scontato. Scrittura che toglie invece di aggiungere, pennella un ritratto di un decennio o poco più con pochi fronzoli e barocchismi. Colpisce al cuore e alle lacrime ma ancor di più alla nostra coscienza.
Finale struggente e poetico, chi scrive quelle parole parla a tutti noi con precisione sentimentale millimetrica. [p.m.]
Commento 5 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Non lo so. E' un libro che mi ha lasciata perplessa.
Avendolo letto perché scelto da un book club che seguo, pregna di aspettative (leggendo i commenti di alcuni del gruppo che erano più avanti nella lettura) sono arrivata al termine senza avere provato empatia per i personaggi e la loro storia.
Ho provato qualche irritazione qui e là, leggendo i dialoghi "politicizzati" dei protagonisti (contestualizzati all'interno della vicenda ambientata negli anni '70), ma il tutto mi ha lasciato... così, senza nessuna emozione.
Sicuramente il libro scorre via molto bene, grazie alla scrittura agevole e fluida.
Ma mi è mancata l'emozione. Fondamentale per permettermi di vivere il libro.
Commento 5 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Un libro che secondo me va recensito sotto vari aspetti, che però si collocano tutti in un posto di mezzo.
La scrittura è fluida, scorrevole, senza particolari guizzi di gusto, ma anche senza inutili fronzoli.
Gli anni settnta, per buona parte del libro, sono lì, quasi messi a caso, con le sue macro-immagini: dal movimento al terrorismo, dall'eroina all'aids. In pratica ci sono tutti (in realtà, la storia si dipana tra la seconda metà del decennio e il 1989) gli elementi caratterizzanti, apparentemente sullo sfondo, ma in realtà determinanti per lo svolgimento della storia. Manca, nei protagonisti, la motivazione forte di certe scelte, soprattutto Giovanni, che affronta sì la lotta di classe con determinazione ma si ritrova tossico e malato quasi per caso. Così come appaiono casuali le reazioni delle due famiglie d'origine, uguali, troppo uguali a tante famiglie italiane del tempo, sempre così inconsapevoli di quello che accadeva ai propri figli.
Però c'è una costante che pervade tutto il racconto: la dignità. Tanta in Aurora, sofferta in Giovanni, in embrione in Mara. Ecco, Mara... Mara per me è stata la chiave di lettura positiva del libro. L'epilogo "recitato" in prima persona. E poi essere nata nel 1978 a Messina, esattamente come l'autrice. A Mara quegli anni sono stati raccontati (probabilmente in sintesi, come fa il libro), ma ne ha vissuto sulla propria pelle le conseguenze. A Nadia Terranova quegli anni sono stati raccontati; il resto possiamo provare a immaginarlo, senza alcuna certezza da parte nostra.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Nadia Terranova si conferma un'ottima scrittrice del nostro panorama italiano. Libro ben scritto, prosa fluida e storia avvincente soprattutto per chi è interessato ad indagare pezzi della nostra storia italiana che spesso cadono nel dimenticatoio, come gli anni di piombo e le scelte che i giovani del tempo si sentivano chiamati a compiere. Storia non scontata. Da leggere.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Un libro ben scritto, che incuriosisce ed invoglia nel proseguire la lettura, narrando bene l'atmosfera che si respirava negli anni'70, soprattutto se bambini, soprattutto se osservatori; ...Forse si perde nell'ultima parte, un po' sfilacciata e il finale arrivato come per caso, improvviso, sinceramente un pochino mi ha deluso.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Libro consigliato dalla mia prof di letteratura e storia, all'inizio ero preoccupato che fosse un libro che parlasse solo di politica e avvenimenti storici. Alla fine sono rimasto molto contento di come questa autrice sia riuscita a congiungere fatti storici e una trama avvincente. Davvero piacevole e soprattutto scorrevole!!
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Consiglio la lettura di questo libro che ripercorre la storia di due ragazzi fra gli anni 70-80-90 italiani.
Dopo il '68, le brigate rosse, la droga, il dramma di molte famiglie.
Ho conosciuto Nadia Terranova tramite il programma di Radio2 "Pascal", complimenti.
Spedizione ok.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti

click to open popover