Giradischi: Guida all'acquisto

Benvenuto nella nostra guida all'acquisto per giradischi. Scopri le differenze tra i diversi modelli ed esplora la nostra ampia selezione di giradischi con trazione a cinghia, giradischi a trazione diretta, giradischi manuali, giradischi automatici e giradischi con USB.


Sia che stiate comprando il vostro primo giradischi, sia che vogliate aggiornare il vostro sistema, sono molte le caratteristiche da tenere in considerazione. I giradischi hanno un prezzo molto variabile e possono essere realizzati per l’ascolto domestico o per sessioni professionali da DJ: ecco quindi alcuni consigli per aiutarvi a trovare il giradischi perfetto per voi.

Trazione a cinghia o trazione diretta?

Trazione a cinghia

  • Un giradischi con trazione a cinghia è azionato da un motore che utilizza una cinghia elastica per far girare il piatto sul quale viene messo il disco.
  • Il motore di un giradischi con trazione a cinghia è montato a lato e la cinghia serve ad assorbire lo shock, producendo meno vibrazione e meno rumore esterno, portando quindi a una migliore qualità del suono.
  • Se siete degli audiofili o state semplicemente cercando un sistema di fascia alta, un design a cinghia potrebbe essere la scelta ideale.
Scopri i bestseller dei giradischi con trazione a cinghia

Trazione diretta

  • Il piatto di un giradischi a trazione diretta è collocato direttamente sull’albero del motore girevole – non è necessaria quindi una cinghia elastica – garantendo in questo modo una velocità costante e un’elevata precisione del suono.
  • A differenza dei modelli con cinghia, i giradischi a trazione diretta sono spesso più robusti, più affidabili e si azionano più rapidamente. È possibile inoltre regolare la velocità di riproduzione del disco.
  • I giradischi di questo tipo sono perfetti per i DJ o per chiunque sia interessato a creare effetti speciali o mixaggi del suono dal momento che permettono di far girare manualmente i dischi avanti e indietro.
Scopri i bestseller dei giradischi a trazione diretta

Funzionamento manuale o automatico?

Funzionamento manuale

Un giradischi manuale richiede una certa finezza. Per riprodurre un disco, dovrete posizionare il braccio direttamente sul disco e toglierlo una volta terminato l’ascolto. Ma potrebbe essere più facile di quello che sembra: infatti la maggior parte dei giradischi ha un meccanismo di sollevamento che mantiene il braccio sospeso sopra il disco fino a quando non sarete pronti ad abbassarlo sul piatto.

Scopri i giradischi manuali

Funzionamento automatico

I giradischi a funzionamento automatico fanno il lavoro per voi: basta mettere il disco e premere play. Il braccio si sposterà automaticamente sul bordo del disco e ritornerà al suo posto quando il disco sarà finito e il piatto avrà finito di girare.

Scopri i giradischi automatici

Giradischi con USB

I giradischi con USB permettono di convertire i vostri dischi in CD o in file MP3 connettendosi direttamente al vostro computer o a una chiavetta USB. Questo processo vi richiederà un po’ di fatica, ma molti giradischi equipaggiati con entrata USB sono venduti con dei software che facilitano il lavoro.

Scopri i giradischi con USB

Preamplificatore phono interno o esterno?

I giradischi producono un suono microfonico, che necessita di essere convertito in un segnale di linea. Se da una parte molti giradischi hanno un preamplificatore incluso (all’interno), altri richiedono l’acquisto di un preamplificatore esterno per far funzionare il vostro giradischi con i vostri sistema stereo, computer o altoparlanti. Se il vostro ricevitore non ha un ingresso microfonico, avrete bisogno di comprare un giradischi con un preamplificatore incluso oppure dovrete acquistare un preamplificatore esterno.
Ecco altre cose da sapere quando si acquista un giradischi:

  • Molti giradischi con un’uscita USB hanno già un preamplificatore incluso.
  • Molti sistemi di giradischi di fascia alta richiedono un preamplificatore esterno
  • I giradischi con altoparlanti integrati non richiedono un preamplificatore esterno
Scopri i ricevitori, gli amplificatori e i preamplificatori

Accessori per giradischi

Testine per giradischi

La testina è montata alla fine del braccio e controlla la precisione dei suoi movimenti mentre si muove lungo i solchi/gli incavi del disco. La testina influisce sulla qualità del suono del vostro LP molto più di altri componenti: migliori testine sono più delicate e aiutano a preservare il disco. La maggior parte dei nuovi giradischi include già la testina, ma assicuratevi di controllare. E se state per comprarne uno nuovo, optate per magnete mobile piuttosto che una bobina mobile, a meno che non siate degli user esperti. Accertatevi inoltre di sostituire la testina dopo 700 ore di ascolto.

Scopri le testine e puntine per giradischi

Panni per giradischi

I DJ utilizzano i panni per ridurre la frizione sui propri dischi, ma i panni sono degli strumenti importanti per tutti i giradischi: migliorano infatti la qualità del suono e proteggono i vostri dischi dai danni. Non provate a riprodurre un disco senza panno. I panni in feltro sono i più comuni grazie alla loro versatilità, quelli in sughero invece sono migliori per aprire lo spettro sonoro e infine i panni in gomma riducono le vibrazioni per una maggior chiarezza del suono.

Scopri i panni per giradischi

Store Vinili

Perché scegliere un vinile? Perché ha un suono migliore. Le registrazioni analogiche replicano i suoni originali in un modo in cui le registrazioni digitali (CD e MP3) non sono in grado – i solchi di un disco rispecchiano realmente le onde audio di una registrazione. Se non siete ancora convinti, provate voi stessi.

Scopri lo Store Vinili di Amazon