Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 4,90

Risparmia EUR 10,00 (67%)

include IVA (dove applicabile)

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

La bambina con il fucile di [De Ciechi, Susanna]
Annuncio applicazione Kindle

La bambina con il fucile Formato Kindle

4.6 su 5 stelle 10 recensioni clienti

Visualizza tutti i 2 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 4,90

Lunghezza: 326 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato

Descrizione prodotto

Sinossi

"La bambina con il fucile" racconta la storia di una bambina-soldato. Oggi i bambini-soldato sono presenti in tutti i conflitti in atto e il loro numero non è quantificabile. Spesso sono strappati alle famiglie per essere addestrati e inviati sui campi di battaglia. Come nel caso di Pratheepa, la giovane tamil di cui racconta il libro.

Il romanzo prende ispirazione da una storia vera, attuale, che in qualche modo riguarda ciascuno di noi anche se lo scenario in cui è collocata è molto lontano dalla nostra realtà. Le vicende narrate si svolgono nello Sri Lanka dilaniato dalla guerra civile, in un periodo che parte dal 2000 per arrivare ai giorni nostri.
Pratheepa, quindici anni, è a scuola quando i guerriglieri tamil la rapiscono per addestrarla e costringerla a combattere nelle loro fila. La scolara si trasforma ne "La bambina con il fucile", è torturata e, per sopravvivere, diventa un cecchino, una pedina nel gioco della guerra. Ferita a un braccio, non può più muoverlo, tuttavia continua a combattere lanciando granate. I ribelli tamil perdono la guerra e Pratheepa finisce in carcere. Nel frattempo un medico italiano, Massimiliano Fanni Canelles, in missione per verificare la situazione dei bambini resi orfani dallo tsunami, scopre una realtà perfino peggiore: seguendo usi ancestrali ormai fuori legge, ancora troppi adulti violentano i bambini, anche in famiglia. I piccoli sono carne da macello senza diritti e senza difese. Grazie al suo intervento e a quello dei volontari di @uxilia onlus, Pratheepa e tanti altri bambini potranno avere una seconda occasione.

Susanna De Ciechi ha scritto la storia di Pratheepa ispirandosi ai racconti di Massimiliano Fanni Canelles, di Laura Boy, presidente e vicepresidente di @uxilia Onlus, e di altri volontari che hanno avuto una parte nelle vicende di Pratheepa, la bambina-soldato tamil. Quella raccontata in questo libro è una storia vera, che tu puoi contribuire a cambiare.

I diritti della vendita di questo libro saranno interamente devoluti a sostegno delle attività di @uxilia Onlus - www.auxiliaitalia.it -

“Queste pagine si ficcano nella testa come una scheggia. La vita poi scorre, si può superarle e dimenticarle, ma non dura: tornano a farsi sentire”. Dalla prefazione di Davide Giacalone

Susanna De Ciechi - www.iltuoghostwriter.it- milanese, scrittrice e ghost writer. Oltre a "La bambina" con il fucile ha pubblicato "La regola dell’eccesso" (2015), "Tessa e basta" (2015), anch’essi ispirati a storie vere, e "Il Paese dei tarocchi" (2016), romanzo collettivo scritto con il gruppo de Gli Spiumati.

L'autore

Susanna De Ciechi - www.iltuoghostwriter.it- milanese, scrittrice e ghost writer. Oltre a "La bambina con il fucile" ha pubblicato "La regola dell’eccesso" (2015), "Tessa e basta" (2015), anch’essi ispirati a storie vere, e "Il Paese dei tarocchi" (2016), romanzo collettivo scritto con il gruppo de Gli Spiumati.

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 3258 KB
  • Lunghezza stampa: 326
  • Numeri di pagina fonte ISBN: 8894211606
  • Utilizzo simultaneo di dispositivi: illimitato
  • Editore: Auxilia Books (15 novembre 2016)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B01M1NOSR4
  • Word Wise: Non abilitato
  • Screen Reader: Supportato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 4.6 su 5 stelle 10 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #65.492 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?

Recensioni clienti

4.6 su 5 stelle
5 stelle
6
4 stelle
4
3 stelle
0
2 stelle
0
1 stella
0
Vedi tutte le 10 recensioni cliente
Condividi la tua opinione con altri clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Ti fa capire che possiamo essere importanti per tutti gli uomini della terra. Qualcosa possiamo fare anche noi per i lontani... Grazie della testimonianza!!!
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Questo libro è veramente toccante, racconta di bambini dello Sri Lanka rapiti dalle loro famiglie e seviziati / torturati dalle Tigri Tamil per trasformarli in macchine da guerra e carne da macello; il tutto ben conosciuto dal Governo di Sri Lanka che però se ne frega in quanto sono bambini Tamil, extracomunitari deportati anni prima dal governo Cinese. E di un dottore Triestino che combatte contro tutto questo con la sua Onlux @uxilia . Il racconto (secondo il mio modesto parere) è scritto in maniera sublime, non ho trovato punti di stanca. La cosa che più soprende e turba è che sono storie successe intorno al 2005!!! Mentre i turisti se ne stavano sulle spiagge dorate dello Sri Lanka!!! Mah! Secondo me vale la pena leggerlo. E poi qui Susanna De Ciechi ha veramente tirato fuori il meglio di sè. Scrive in maniera divina
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Sapevo già dell'esistenza dei "bambini soldato", ma leggere nero su bianco in modo così preciso ed attendibile è stato come calarmi in una realtà così lontana dalla mia ma così vera da lasciarmi oggettivamente scosso. Confesso che, all'inizio, è stata dura, ma la curiosità, che genera la lettura di questo libro, mi ha fatto divorare tutte le parole, tutta la storia, d'un fiato solo, come una corsa mozzafiato, per una discesa molto scoscesa.
Il mondo dello Shri Lanka sembrerebbe così lontano da noi ed invece ci siamo dentro tutti! Non si può non pensare che i bambini sono spesso considerati delle nullità,da parte degli adulti"cose da utilizzare a piacimento ", che vedono in loro la possibilità di soddisfare i loro capricci, qualunque essi siano! Anche il nostro mondo, considerato civilizzato, nasconde sotto le pieghe del perbenismo e dell'ipocrisia, le più turpi abitudini: dobbiamo considerare che relativamente da poco tempo, in Europa non vengono più utilizzati nei lavori pesanti e degradanti (almeno ufficialmente) Nella seconda parte del libro invece si apre uno spiraglio di speranza, anche se è chiaro l'immenso lavoro che ci vuole per riuscire ad arrivare là dove le necessità sono più urgenti. Le attività di Auxilia Onlus vengono fuori in maniera eccezionale e non si può non ammirare queste persone, in particolare Massimiliano Fanni Canelles, per il loro coraggio e la loro determinazione. Leggendo il libro si nota come le difficoltà siano enormi, i mezzi siano limitati, ma essere convinti di fare la cosa giusta, pone tutto in secondo piano. Sono persone coraggiose con una marcia in più.
Ulteriori informazioni ›
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Già dalle prime righe questo romanzo appare per quel che è: un concentrato di emozioni forti al limite dell’orrore. E non si smentisce fino all’ultima pagina.
Non è certamente un libro facile da leggere, occorre una forte dose di equilibrio emotivo e uno stomaco capace di assorbire veleni imprevedibili.
Nella prefazione scritta dal giornalista Davide Giacalone, si ha immediatamente la dimensione di quel che si vivrà poco dopo, pagina dopo pagina, un sentimento di rassegnazione all’orrore che non si può dimenticare.Sullo sfondo della guerra civile in Sri Lanka, in un ventennio di tragedie umane e drammi senza fine, si muovono i personaggi di questa storia. Tanti, tutti che si intersecano a più riprese tra polverosi agglomerati umani, che di umano finiscono per avere solo il ricordo. Immagini che sembrano formarsi, prendere vita tragicamente tra le pagine e non voler più andare via, affezionate, forse, alla nostra pietà. Al nostro sbigottimento.Sembra non sia possibile, ma quel che si legge ha un fondo di verità, la storia è una sorta di resoconto di eventi realmente accaduti, trascritti dall’autrice dopo averli appresi dagli stessi protagonisti.
Così il dottor Max, che tanto ha fatto e che con la sua caparbietà continua a fare con @uxilia, una onlus di volontari nell’ambito della cooperazione internazionale, è una persona reale, un medico. Così leggiamo nel libro le sue avventure tra le Tigri Tamil, nel post tsunami, nel suo viaggio verso la guerra, dei suoi incontri con personaggi ambigui, persi, senza umanità. E di quelli con personaggi straordinari che riescono ad illuminare una strada buia tra milioni di strade accese.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Susanna De Ciechi ci offre l'ennesima macabra testimonianza di un mondo moderno ancora afflitto da orrendi crimini che non dovrebbero più esistere in una realtà civilizzata come la nostra.
Bambini violentati dai loro stessi parenti, e imprigionati in carceri per tenerli al sicuro!
Un libro che non ci risparmia nulla, è brutale, crudo, è lo specchio di un orrore reale.
Con questo suo scritto, l'autrice vuole non solo farci aprire gli occhi ma anche spingerci ad aiutare l'@uxilia, nel nostro piccolo.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
click to open popover