Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 3,49

Risparmia EUR 3,41 (49%)

include IVA (dove applicabile)

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

La bambina che non poteva sognare (eNewton Narrativa) di [Shah, Bina]
Annuncio applicazione Kindle

La bambina che non poteva sognare (eNewton Narrativa) Formato Kindle

4.2 su 5 stelle 11 recensioni clienti

Visualizza tutti i 4 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 3,49
Copertina flessibile
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 5,87 EUR 2,50

Lunghezza: 281 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato
  • Libri simili a La bambina che non poteva sognare (eNewton Narrativa)

Descrizione prodotto

Sinossi

«Con uno stile vivido e suggestivo, Bina Shah ci descrive atmosfere ed emozioni di una terra e di un popolo che vibrano di storie e tradizioni.»
The Friday Times

Laila è una bambina pakistana di famiglia cristiana. Vive in uno dei quartieri più malfamati e poveri della città di Karachi, dove apprende subito cosa significhi sopravvivere a ogni difficoltà. Dopo la morte della sorella Jumana, gravemente malata di tubercolosi, e il crollo emotivo della madre, Laila si ritrova in balia del patrigno che decide di venderla come prostituta. La fuga si rivela la sua unica possibilità di salvezza, e la fortuna sembra sorriderle. Laila incontra Madame Ansari, ricca signora dei quartieri benestanti della città, e finalmente può sognare una vita nuova, più facile, più rassicurante. Ma un giorno un incidente mette a repentaglio la vita della bambina da lei accudita: Laila verrà allontanata e si troverà nuovamente sola, di fronte all’incubo di finire in un orfanotrofio. È un’ulteriore violenza dalla quale deve fuggire, ma dove scappare, da chi nascondersi? Dove trovare l’amore, l’affetto, la speranza di una vita normale?
La bambina che non poteva sognare è la storia di una ragazza costretta a correre da sola, forte e coraggiosa, verso un futuro che non può negarle la felicità.

«La giornalista e scrittrice pakistana narra con vivido stile la storia di Laila, che come un’eroina dickensiana, subisce tutti i colpi della malasorte prima di raggiungere qualcosa che somigli alla felicità.»
Stefano Manferlotti, Il Venerdì di Repubblica

Bina Shah inizia la sua carriera come giornalista nel 1996 per il «Features Editor» (edizione pakistana di «Computerworld»). Nel 1998 è editor della prima rivista Internet pakistana, «Spider». Ha pubblicato diversi articoli come freelance per «Libas» e «The Friday Times». Autrice di altri due romanzi e di una raccolta di racconti, è anche una grande musicista, suona il flauto e il pianoforte. Vive a Karachi, dove il traffico e l’inquinamento la fanno impazzire, ma dove ama fare shopping e andare in spiaggia.

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 1347 KB
  • Lunghezza stampa: 243
  • Editore: Newton Compton Editori (5 agosto 2010)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B0062ZKN72
  • Word Wise: Non abilitato
  • Screen Reader: Supportato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 4.2 su 5 stelle 11 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #11.806 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Ho letto parecchi libri su storie ambientate in Paesi orientali o mediorentali e devo dire che, a parte il mitico impareggiabile Khaled Hosseini, questo è forse uno dei migliori. E' una lettura scorrevole e con un ottimo ritmo, molto equilibrato, pur senza nessuno sconto sulle descrizioni di ambienti degradati e scene crude. E' la storia tormentata di questa povera ragazzina che, nonostante il destino avverso, ha dalla sua un carattere tanto forte da permetterle di superare difficoltà estreme e atroci cattiverie. E' uno spaccato di realtà locale, anche se per noi incredibile perché distante anni luce dal nostro ovattato Occidente, una realtà dove è difficile anche poter sognare, dove la quotidianità più semplice si scontra con la mancanza del minimo indispensabile, dove la vita delle famiglie ricche è così diametralmente opposta a quella della gente comune, e dove il pensiero cristiano si scontra con quello musulmano, anche se poi il Dio è tutto sommato lo stesso, così come gli stessi sono anche i sentimenti umani e le necessità quotidiane. Profondo, stimola la riflessione e si legge tutto d'un fiato: decisamente consigliabile.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Questo libro a tratti molto drammatico,fa conoscere una cultura ed un modo di vivere che è parecchio lontano da ciò che viviamo noi,dà modo di comprendere di più la fatica di essere donna in alcune parti del mondo,queste poveretti sono molto lontane dal vivere in un epoca avanzata ,è difficile anche solo pensare che possanoesistere situazioni dure come quelle descritte benissimo nel libro.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Laila, una bambina di nove anni, vive al limite dell’indigenza in un fatiscente “slum” pakistano. La storia è raccontata in prima persona ma è subito chiaro che non è la voce di Laila che parla e, questa, è una nota stonata. A volte, comunque, si riesce a vedere le cose con gli occhi di bambina come ad esempio quando Laila, dopo un viaggio allucinante in autobus, insieme alla madre, si trova in un mondo meraviglioso, quasi surreale, dove tutto brilla, è luminoso e odora di fresco e di pulito. E’ la casa degli Ansari, una ricca famiglia mussulmana, dove Laila inizierà una vita nuova, troverà un lavoro ma non la serenità. Un compromesso, forse, verrà raggiunto solo alla fine della storia quando, in un modo a mio parere assurdo e improbabile, i due mondi iniziano a conoscersi ma questo non vuol dire che si mescoleranno. Sembra una storia di tempi lontani e, solo la presenza dei cellulari e della televisione ci riporta ai nostri giorni.
Anche se la lettura è scorrevole e piacevole, il finale è piuttosto fiacco, ci sono molti refusi e il formato e-book non è ben curato visto che alcune note si ritrovano nel testo (es. nel Capitolo 4).
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Bel libro da leggere per capire come si viveva e si vive tutt'ora in certi paesi. Come la vita di certe persone, e in particolare a soffrirne maggiormente siano sempre le donne, sia fatta di povertà, violenza, miseria. E' davvero triste sapere di queste cose. Poi si possono fare tutti i discorsi di responsabilità che si vogliono, di culture diverse, di globalizzazione, ma la questione di fondo è che certe popolazioni continuano a vivere nella povertà e nella violenza perchè ad altri popoli "civilizzati" conviene , perchè questi ultimi lucrano e si arricchiscono alle spalle di questa povera gente vendendo loro armi, droghe, .... e tutto il possibile per rovinarli, e far si che si facciano guerra in continuazione.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Scritto con un linguaggio semplice e scorrevole, racconta la storia di una bambina dei nostri giorni in una realtà inimmaginabile per noi. Ritrovarsi a dieci anni a cercare di trovare il modo per sopravvivere in un ambiente così difficile e ostile, a dover scegliere quale sia la strada giusta, quali i pericoli da evitare per non soccombere. Senza perdersi d'animo Laila riuscirà a riconoscere gli amici giusti e a fare le scelte che la porteranno a realizzare i suoi sogni.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di Lucia il 5 marzo 2015
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Un susseguirsi di avvenimenti conducono la protagonista è quanti la circondano a vivere sulla propria pelle cosa comporta essere poveri. Viene messo in risalto che anche i poveri hanno una morale e che nonostante il bisogno restano onesti .....Non diventano ladri. Questa lettura porta a riflettere molto su noi e sulle necessità di chi ci circonda. Adatto anche x i giovani adulti x far apprezzare loro quello che hanno e non scoraggiarsi davanti alle difficoltà.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
click to open popover