EUR 11,90
  • Prezzo consigliato: EUR 14,00
  • Risparmi: EUR 2,10 (15%)
  • Tutti i prezzi includono l'IVA.
Spedizione gratuita in Italia per ordini sopra EUR 29.
Disponibilità: solo 2 --ordina subito (ulteriori in arrivo).
Venduto e spedito da Amazon. Confezione regalo disponibile.
Il drago, il custode, lo ... è stato aggiunto al tuo carrello

Spedire a:
Per vedere gli indirizzi, per favore
Oppure
Inserisci un codice postale corretto.
Oppure
Ne hai uno da vendere?
Passa al retro Passa al fronte
Ascolta Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un campione dell'edizione audio udibile.
Maggiori informazioni
Visualizza l'immagine

Il drago, il custode, lo straniero Copertina flessibile – 1 gen 2016

5.0 su 5 stelle 5 recensioni clienti

Visualizza tutti i 2 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
Copertina flessibile
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 11,90
EUR 11,90
Nota: Questo articolo può essere consegnato in un punto di ritiro. Dettagli
Ritira il tuo ordine dove e quando preferisci.
  • Scegli tra gli oltre 8.500 punti di ritiro in Italia
  • I clienti Prime beneficiano di consegne illimitate presso i punti di ritiro senza costi aggiuntivi
Come inviare un ordine presso un punto di ritiro Amazon.
  1. Trova il tuo punto di ritiro preferito ed aggiungilo alla tua rubrica degli indirizzi
  2. Indica il punto di ritiro in cui vuoi ricevere il tuo ordine nella pagina di conferma d’ordine
Maggiori informazioni
click to open popover

Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.



Dettagli prodotto

  • Copertina flessibile: 180 pagine
  • Editore: Edizioni Creativa (1 gennaio 2016)
  • Collana: Edizioni Creativa
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8869120481
  • ISBN-13: 978-8869120480
  • Peso di spedizione: 259 g
  • Media recensioni: 5.0 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (5 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 264.038 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)
  • Garanzia e recesso: Se vuoi restituire un prodotto entro 30 giorni dal ricevimento perché hai cambiato idea, consulta la nostra pagina d'aiuto sul Diritto di Recesso. Se hai ricevuto un prodotto difettoso o danneggiato consulta la nostra pagina d'aiuto sulla Garanzia Legale. Per informazioni specifiche sugli acquisti effettuati su Marketplace consultaMaggiori informazioni la nostra pagina d'aiuto su Resi e rimborsi per articoli Marketplace.

    Se sei un venditore per questo prodotto, desideri suggerire aggiornamenti tramite il supporto venditore?

Recensioni clienti

5.0 su 5 stelle
5 stelle
5
4 stelle
0
3 stelle
0
2 stelle
0
1 stella
0
Vedi tutte le 5 recensioni cliente
Condividi la tua opinione con altri clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Formato Kindle
E' un peccato che libri di valore etico e sociale vengano vergognosamente snobbati dai blog di oggi. E' quasi un insulto alla letteratura che si prediligano molesti romance finto storici, lacrimosi libretti di evasione, favoritismi ad amici di amici artefici di fantasy che di fantastico hanno solo la favolosa limitazione di fantasia e creatività
Enrico Pompeo ha creato qualcosa di unico e di importante, ha messo nero su bianco la storia umana, sociale e antropologica di quello strano, affascinante e controverso soggetto chiamato uomo.
Il drago, il custode e lo straniero è un libro scritto per tutti eppure dono per pochi, per i coraggiosi, per quelli che hanno bisogno di sollevare il velo di Maya e penetrare nel lato oscuro dell'esistenza, quello pigro, flaccido, patetico a volte ma sostanza fangosa da cui, necessariamente, si può e si deve creare il nuovo.
Le tre storie descritte sono in realtà un'unica storia, apparentemente diverse eppure cosi precisamente collegate tra loro e descrive un percorso umano specifico: quello della comprensione di se stessi, attraverso i lati meno visibili del percorso di esistenza. Quelli che una straordinaria poetessa di Ragusa, Simona Accarpio, ha definito

“gli angoli dell'eterna mia vita”

Ed è che questo appare dalle tre storie. I percorsi non sono così lineari, così centrali come ci aspetteremo, i significati si trovano nelle periferie, quelle degradate, fatte d'immensi errori senza luce, quelli che portano a cadere vittime delle tentazioni, a cadere preda d'impulsi oscuri, quasi degradanti, ma che ci sembrano l'unico mezzo per reagire di fronte a una vita cosi piatta, così banale così...senza senso.
Ulteriori informazioni ›
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile
‘L'inizio è una fucilata. Il Drago divora la vita e il lettore le sue pagine, dove l'autore fa vivere storie intrecciate di personaggi del mondo notturno e della società urbana, ognuna con le sue ambiguità e corruzioni.
Poi entra in scena il Custode, il personaggio misterioso della parte lenta del romanzo, quella da leggere ascoltando chitarre acustiche accordate in D alla Ry Cooder. Anche qui, storie di droga e traffici illegali, in cui il Custode è artefice e allo stesso tempo parte passiva di un meccanismo a cui non può più sottrarsi.
La terza parte del romanzo è per lo Straniero, dove il ritmo aumenta di nuovo, malgrado l'ambientazione sudamericana. Geniale e surreale la trovata "tennistica" in Amazzonia (attenzione spoiler!) di respiro evidentemente "wallaceiano", e bella la chiusura metanarrativa, di cui però non diremo altro.
I richiami alla narrativa post-modernista, però, finiscono qui. La scrittura di Pompeo ha infatti un respiro poco contaminato dalle tendenze contemporanee. È una scrittura ricca, a volte troppo, forse perché influenzata dal monologo teatrale. Un maggior uso di dialoghi e un approccio "show don't tell", senza il rischio di cedere al minimalismo, avrebbe reso alcune parti più fluide, a mio parere.
È comunque un romanzo ricco di storie e di personaggi; pieno di spunti per futuri spin-off; profondo e ricco di critica sociale.
Ci sono voluti un paio di lustri per leggere un libro di Pompeo dopo "Una curva improbabile", ed ora speriamo di leggere qualcosa di nuovo senza dover aspettare così tanto.
Buona lettura.’

David Marsili – Scrittore
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile
Ho letto il primo capitolo è scritto da Dio. Ecco gli appunti che ho scritto mentre lo leggevo:

Incantata da un linguaggio intrigante, cinematografico e genialmente irriverente, ho bisogno di riflettere sul primo capitolo usando le tue parole...le sole che si possono usare per descrivere il tuo testo: La grinta del drago è taumaturgica, è forza e vigore estremo che ti fa stare bene e che ti fa venire voglia di "fendere la marea umana con decisione". Le parole creano un turbinio di sensi che ti fanno entrare in un mondo reale visto da diversi punti percettivi come faceva Picasso nei suoi quadri: le vibrazioni e gli ormoni sono sudati, i decibel sfregano l'aria e le chiazze sul pavimento sono "rosso vena". Il drago è insolentemente aggressivo come un "toro a Pamplona". È bello e fa bene empatizzare col drago. Il personaggio è costruito bene ed è coerente con se stesso: è insolente e soggiogante persino il suo modo di stare immobile nel letto e di guardare il soffitto...solo un drago potrebbe "distruggerlo con un solo respiro". Ti fa desiderare di essere un po' meno formica metropolitana e di "succhiare il midollo della lotta". E l'occhiata dal colore perverso? Non lascia indifferenti le lettrici...le imbarazza e le turba. La lotta è sete di umanità e di vita, è "forza da strappare all'esistenza" Fantastico anche "il bollettino di caccia cameratesco" tra i tre protagonisti dopo aver posseduto le tre donne. Che dire del saggio Navajo finale? Per me è il nostro drago al di sopra di Tutta l'umanità melmosa e amorfa. Questa volta non colpisce ma cade giù per lo sgretolarsi della roccia.... Che meraviglia...che goduria grazie Enrico Pompeo!!!!
Non vedo l'ora di continuare

Barbara Pisano barbarapisano@alice.it
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Ricerca articoli simili per categoria