Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 4,99

Risparmia EUR 10,91 (69%)

include IVA (dove applicabile)

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Il furto dei Munch di [Bolzan, Barbara]
Annuncio applicazione Kindle

Il furto dei Munch Formato Kindle

5.0 su 5 stelle 9 recensioni clienti

Visualizza tutti i 2 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 4,99
Copertina rigida
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 13,52

Lunghezza: 274 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato

Descrizione prodotto

Sinossi

Il 5 aprile 2004, un commando mette a segno una spettacolare rapina alla banca di Stavanger, in Norvegia. Il 24 agosto 2004, dal Museo Munch di Oslo vengono sottratti i celebri dipinti L'Urlo e la Madonna. Due fatti apparentemente non correlati, ma che trasci- neranno il lettore in una vertigine di intrighi, pericoli e misteri, portandolo nel cuore del mondo del mercato nero dell'arte e della musica.Quando i dipinti scompaiono, infatti, lasciando dietro di sé una scia di morte, Agata Vidacovich, coinvolta nel traffico d’arte, tenterà di venire a capo dell'intricata vicenda, mettendo a dura prova le proprie certezze. Sposata con un pianista di fama internazionale che ha ormai rinunciato alla propria carriera e a cui ha sempre mentito riguardo alla propria vera vita, Agata si ritroverà costantemente sul filo del rasoio, costretta a mettere a repentaglio tutto quello che ha di più di caro per venire a capo di questo mistero.Dove sono finiti i quadri?Un thriller avvincente, che si snoda tra Milano, Oslo e Trieste e che tiene il lettore col fiato sospeso fino all'ultima pagina.

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 1355 KB
  • Lunghezza stampa: 274
  • Editore: La Corte Editore (9 giugno 2015)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B00Y3CREAA
  • Word Wise: Non abilitato
  • Screen Reader: Supportato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 5.0 su 5 stelle 9 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #46.496 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?
    Se sei un venditore per questo prodotto, desideri suggerire aggiornamenti tramite il supporto venditore?


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

5.0 su 5 stelle
5 stelle
9
4 stelle
0
3 stelle
0
2 stelle
0
1 stella
0
Vedi tutte le 9 recensioni cliente
Condividi la tua opinione con altri clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Uno dei più clamorosi furti realmente accaduti, Svezia, il furto dei Munch. Ammetto che non mi intendo di arte e purtroppo non ho mai visto i Munch dal vivo, ma dopo aver letto questo libro, un pizzico di curiosità c'e' e chissà che un giorno non riesca a vederli. Barbara ha dato vita a un indagine a tutti gli effetti, traffico di opere d'arte per tutta Europa, su commissione e non, omicidi, persone spietate e disposte a tutto pur di avere questi quadri, inseguimenti, minacce, accordi, un intreccio continuo di avvenimenti e persone che l'autrice snoda lentamente per venire a capo di questo furto, una maestria eccellente, tanto che riesce a convincerti che sia tutto vero e non una storia costruita basandosi su notizie vere e certificate sul vero furto. Barbara è sicuramente una donna piena di cultura, ha trattato un argomento come le opere d'arte con familiarità, quasi fosse una professionista nel settore, entrando nei dettagli di perizie e valutazioni di opere antiche. Ho apprezzato molto anche l'accostamento con la musica classica, abbinando a ogni momento una musica da pianoforte adatta alla situazione, molto ben scritto e appassionante. I personaggi sono ben descritti e le loro personalità sono molto precise, nulla è lasciato al caso, Agata è una donna forte, determinata nel raggiungere l'obbiettivo di svelare tutti i retroscena e colpevoli del furto, tanto da mettere da parte la sua vita e il suo matrimonio, non puoi non ammirarla, ma in alcuni frangenti pensi anche male di lei, qui sta la bravura di Barbara Bolzan, a farti vedere quello che vuole, che non necessariamente è la verità. Da leggere assolutamente.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Barbara Bolzan ha un pregio: sa scrivere. Qualunque cosa la sua penna tocca ne trae una storia avvincente… ma in questo caso si è superata!
Artista dell'inganno e abile tessitrice di menzogne letterarie, ha creato una trama fitta di particolari che ti trascina a forza dall'inizio alla fine, perché tu vuoi capire, è tutto chiaro ma tu sai che non lo è.
Un furto, una trafficante d'arte, un pianista che non suona più, una nicchia misteriosa, due quadri di incommensurabile valore e un personaggio spaventoso che solo a nominarlo tutti invecchiano precocemente: il Giapponese.
Chi sarà mai questo Giapponese??? E dove sono finiti i quadri? E la nicchia? Cosa contiene, se davvero contiene qualcosa…
Non posso dire di più per non svelare particolari importanti, sappiate solo, mentre lo leggete (perché davvero lo dovete leggere) che ogni cosa ha un suo perché: nell'immenso puzzle che che si viene a creare alla fine ogni tassello, anche il più piccolo, troverà il suo posto come in un ingranaggio perfetto…

ps: se Scorsese lo leggesse davvero ci farebbe un film dei suoi…
Commento 2 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Ottimo thriller, spicca senz'altro la fantasia dell'autrice e la meticolosità nella cura dei dettagli. Un romanzo che si beve tutto d'un fiato, le pagine scorrono veloci, senza accorgersene si arriva al finale con la tentazione di ricominciare daccapo per essere sicuri di aver colto tutte le sfumature e i dettagli. Intricato ma mai contorto, divertente senza scadere nella banalità del clichè, avvincente e contestualmente teso e incalzante. Voto pieno per un'autrice di cui sicuramente sentiremo ancora parlare in futuro
Commento 2 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina rigida
Romanzo intenso dalla scrittura potente. In prima persona, spesso usata per rendere più coinvolgente ed efficace l'introspezione del personaggio: entrambi gli intenti riusciti, con maestria. Lo stile è forte e consolidato nella penna di questa scrittrice.
I periodi brevi conferiscono alla narrazione un andamento veloce, quasi incalzante, nonostante l'azione sia presente in realtà in solo alcuni frangenti. La storia è costruita sui pensieri e ragionamenti della protagonista, Agata, attorno a cui si sviluppa il fitto intrigo. Dove non mancavo i colpi di scena.
Il furto di due quadri del famoso pittore Edvard Munch, L'Urlo e la Madonna, è la premessa. Fatto realmente accaduto nel 2004. La vicenda narrata invece si snoda da fine 2005 alla seconda metà del 2006, contornata da eventi collaterali che si andranno ad amalgamare con il tema centrale dell'opera, il precedente trafugamento. Gli accadimenti storici sono intrecciati ad altri di fantasia con novizia di particolari e digressioni mai pesanti che bene si integrano con le varie situazioni.

Consigliato.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Sebbene non ami il genere poliziesco, non sono riuscita a fare a meno di divorare questo testo...
La trama è apparentemente molto semplice: ad Oslo hanno rubato due capolavori di Munch. A distanza di mesi sono stati recuperati, ma cosa è successo in quei mesi? e chi è in realtà Agata? che ruolo riveste nelle dinamiche del ritrovamento?
Pagina dopo pagina scopri i misteri del dietro le quinte di quello che presumibilmente accade nella vita reale, tuttavia non riesci ad affezionarti a nessun personaggio in particolare, perchè in realtà la protagonista è talmente fredda che risulta difficile affezzionarlesi. Eppure Giulio ( il povero Giulio) ti accompagna nei meandri di un ambiente ignoto ai più (quello del mercato nero dell'arte) e al suo fianco cerchi di svelare i misteri contenuti in questo romanzo e di comprendere i vari interrogativi che attorniano Agata.
Dopo tante saghe e trilogie, finalmente un romanzo che ha un inizio e una fine... anche se, nonostante tutti i cerchi si chiudano attorno ai vari perosnaggi, la storia tra Giulio e Agata non può dirsi veramente conclusa, e lascia il lettore con una domanda: e adesso?!?!
Ancora una volta la Bolzan crea un gioco di scatole cinesi, dove nulla è dato per scontato e dove ogni volta crollano tutte le certezze riportando il lettore al punto di partenza nel tentativo di svelare il mistero (o i misteri) che ruota attorno al furto dei Munch.
Nella speranza di ritrovare in futuro Agata e Giulio alle prese con nuovi misteri da risolvere, ringrazio l'autrice per averci regalato ancora una volta un assaggio del suo talento, che spazia tra i generi...
Di fatto, Barbara Bolzan rimane una certezza per chiunque ami leggere.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
click to open popover