Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 3,49

Risparmia EUR 5,51 (61%)

include IVA (dove applicabile)

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Il giorno della civetta (Gli Adelphi) di [Sciascia, Leonardo]
Annuncio applicazione Kindle

Il giorno della civetta (Gli Adelphi) Formato Kindle

4.4 su 5 stelle 83 recensioni clienti

Visualizza tutti i 11 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 3,49
Copertina rigida
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 4,50 EUR 5,80

Lunghezza: 137 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato

Descrizione prodotto

Sinossi

Pubblicato nel 1961, Il giorno della civetta è l’opera più nota di Leonardo Sciascia, nonché la prima rappresentazione romanzesca della mafia, capace di diradare la nebbia dell’omertà e di illustrare il passaggio di Cosa Nostra dal mondo contadino a quello degli appalti, delle commesse e di altre realtà «cittadine», non più regionali ma nazionali e internazionali.

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 328 KB
  • Lunghezza stampa: 137
  • Editore: Adelphi; 10 edizione (22 settembre 2011)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B0067K1WTA
  • Word Wise: Non abilitato
  • Screen Reader: Supportato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 4.4 su 5 stelle 83 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #308 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Di fernando RECENSORE TOP 1000 il 17 marzo 2016
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Romanzo scritto da Leonardo Sciascia , tocca la tematica della Mafia.
Tematica veramente dura da descrivere, che ancora oggi colpisce la maggior parte del territorio italiano.
E' un romanzo che prende spunto di ispirazione dall'omonimo film, e nelle prime edizioni, il povero Sciascia fu costretto a dover aggiungere nel suo racconto una nota dove diceva che i fatti erano frutto della sua finzione.
Queste sono notizie che ho tratto da internet riguardo l'autore, Sul libro lascio a voi la lettura perchè non ci sono parole a poter descrivere un libro che col passare del tempo sembra essere stato scritto di recente.
Commento 3 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Sorprendente l'attualità di questo romanzo breve a cinquant'anni dalla sua pubblicazione.
Sciascia partendo da un fatto apparentemente isolato, un omicidio a sangue freddo al centro di un piccolo paese del profondo sud avvenuto nel secondo dopoguerra, si addentra con uno stile giornalistico lucido e analitico in un precisa disamina sul fenomeno della mafia, sia a vari livelli di potere, sia nel suo aspetto culturale, ovvero nella concezione distorta dell' "onore" che è profondamente inculcata nella mente e nella scala di valori dei criminali mafiosi.

Un libro che fa riflettere, anche se la lettura non è facile perché la storia è scritta come un denso resoconto giornalistico e i dialoghi molto lunghi e complessi vengono riportati sempre in maniera diretta e fedele, quasi come una trascrizione degli atti di un procedimento penale.

Comunque un testo di grande valore letterale e culturale.
Commento 4 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Questo libro è un capolavoro! La cosa più affascinante e allo stesso tempo terrificante (in senso positivo però!) è che questo libro è stato scritto da Sciascia nel 1961 e gli eventi narrati sono UGUALI alla situazione italiana odierna. Non è cambiato nulla, oggi 2015, dal 1961. La mentalità è sempre la stessa, purtroppo!
Mafiosi e gente criminale che viene coperta, poliziotti corrotti, governo corrotto, mafia e stato che si alleano..... gente che non ha commesso nulla viene incriminata senza un motivo valido e senza prove... l'omertà!!!
La cosa più terrificante è proprio questa....non è cambiato nulla dal 1961. E la cosa più terrificante ancora è che già Sciascia, nel 1961, ha descritto la crisi economica (soprattutto del SUD) che ha costretto la mafia a spostarsi al nord.
CONSIGLIO QUESTO LIBRO A TUTTI!!!!!
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di maverick il 16 giugno 2017
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
ho una certa pratica del mondo; e quella che diciamo l'umanità, e ci riempiamo la bocca a dire umanità, bella parola piena di vento, la divido in cinque categorie: gli uomini, i mezz'uomini, gli ominicchi, i (con rispetto parlando) pigliainculo e i quaquaraquà.. FRASE TRATTA DAL LIBRO. piace molto il linguaggio di Sciascia, fu uno dei primi a raccontare la mafia e l'omertà.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Rileggere Sciascia oggi, in eta' adulta, e' un piacere senza pari. I suoi libri rendono l'idea esatta dell'Italia, e della Sicilia, di tanti anni fa ma per certi versi simile ai nostri.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Acquistato per indicazione della prof di mia figlia. Nelle librerie tradizionali erano poche le copie disponibili. Non si trovava. Su amazon Sì.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Molto meglio rispetto al film degli anni settanta.È proprio vero che quello italiano è un popolo di poeti santi e navigatori
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile
Il giorno della civetta è ambientato come sempre nella Sicilia tanto amata e denunciata da Sciascia.
Il Capitano Bellodi, venuto dal Nord, come ci tengono a precisare taluni personaggi del racconto, si ritrova ad indagare sull’omicidio dell’imprenditore Salvatore Colasberna, un omicidio a mio parere descritto in maniera magistrale, come una vera e propria scena di un film (a proposito, ancora devo vedere la trasposizione cinematografica), poiché viene ucciso mentre sta entrando nell’autobus diretto a Palermo. Ovviamente (e che ve lo dico a fare), ad un secondo dall’accaduto, tutto l’autobus affollato si svuota, nessuno ha visto niente, nessuno sa nulla.
In questo clima di omertà, che ritroviamo sempre negli scritti di Sciascia, il capitano Bellodi lotta con tutte le sue forze e la sua caparbietà per venirne a capo (trovo che sia una figura molto bella), ma stavolta non è solo la mafia ad ostacolare il suo operato. Infatti, in alcuni tratti, Sciascia abbandona la Sicilia per condurci a Roma, dove uomini di una certa rilevanza politica tentano di far trasferire Bellodi, a causa delle sue indagini.
Dobbiamo, perciò, tener presente anche il periodo storico nel quale è stato scritto Il giorno della civetta, il 1961, quando ancora il governo italiano negava ostinatamente l’esistenza della mafia.
Ora, chi ha già letto Sciascia sa già che quando si affronta un suo testo non ci si ritrova mai di fronte ad un semplice romanzo, ma ad un vero e proprio atto di denuncia e come tale il bene non trionfa sempre, anzi quasi mai.
Lettura ovviamente consigliata.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti

click to open popover