Acquista usato
EUR 3,80
+ EUR 2,90 spedizione
Usato: Ottime condizioni | Dettagli
Venduto da SWAGO SRL
Condizione: Usato: Ottime condizioni
Commento: Copertina Flessibile. Edizione 2011. Disponibilità immediata. Spedito entro 24h dall'ordine
Ne hai uno da vendere?
Passa al retro Passa al fronte
Ascolta Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un campione dell'edizione audio udibile.
Maggiori informazioni
Visualizza l'immagine

Il giorno prima della felicità Copertina flessibile – 9 mag 2012

4.0 su 5 stelle 42 recensioni clienti

Visualizza tutti i 5 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
Copertina flessibile, 9 mag 2012
EUR 6,70 EUR 3,80

C'è una nuova edizione di questo articolo:

Il giorno prima della felicità
EUR 6,38
(42)
Disponibilità immediata.
click to open popover

Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Descrizione prodotto

Recensione

Tra i vicoli brilla la lama De Luca Un Pinocchio rovesciato, nei bassi di Napoli, sullo sfondo le eroiche «quattro giornate» del 1943

Quaranta Bruno, Tuttolibri - La Stampa

Ha il respiro di un cunto Il giorno prima della felicità, apparso a Erri De Luca fra questa e quella lettura biblica. Anche se la Parola qui non tace, a cominciare dal titolo, offerto da un figlio di Sara e di Abramo braccato dai tedeschi: «... capodanno. Lo festeggiamo a settembre. Con la pietra buttata nell’acqua facciamo la mossa di liberarci delle colpe. Domani, per noi comincia l’anno. Voglia il nostro che oggi sia il giorno prima della felicità». Fra «i vicoli più stretti e strilloni» della geografia, Erri De Luca tesse una storia lucente, o, meglio, vi obbedisce, l’asseconda, mai urtandola, mai enfiandola. Perché - avverte - «lo scrittore dev’essere più piccolo della materia che racconta. Si deve vedere che la storia gli scappa da tutte le parti e che lui ne raccoglie solo un poco. Chi legge ha il gusto di quell’abbondanza che trabocca oltre lo scrittore». Non diceva Beppe Fenoglio di scrivere con grande sospetto, ma soprattutto con grande fiducia? Qualcosa di simile accade alla nostra voce napoletana, intonata, intonatissima, tra nidi di fantasmi, grotte, navi, panni sgocciolati. E’ una sorta di Pinocchio rovesciato Il giorno prima della felicità. Geppetto è il portiere don Gaetano, alle spalle vent’anni in Argentina, dove «le solitudini regolavano il fiato in faccia agli orizzonti», senza famiglia come «il bambino smilzo e contorsionista» a cui, giorno dopo giorno, porge le chiavi della vita, meritando ascolto, devozione, complicità. Lo guiderà fino alla maggiore età, nutrendolo, oltre che di cernia e pastepatate, di storie («mi aprivano le orecchie e mi allargavano il cuore»), ogni storia un giorno del mondo - amuleto, grimaldello, memento -, omaggiandolo di una linfa sapienziale così indigena, così densa nelle vene dialettali («il dialetto era speciale per le sentenze, meglio della messa in latino»).Tra guerra e dopoguerra, tra le quattro epiche giornate del settembre ’43 («Così arriva una mattina, finalmente piove e sento in bocca a tutti la stessa parola, sputata dallo stesso pensiero: mo basta») e le carrozzelle «che portavano soldati americani in gita. Erano i figli di quelli arrivati a città liberata». Con magica levità Erri De Luca suscita, di una città «monarchica e anarchica», canovacci remotissimi eppure neanche un filo di ruggine («da noi si scorda il male appena arriva un poco di bene»), anime, pietre, pagliuzze d’oro, lampi di Totò, Marotta, De Sica, come il conte che si giocava le proprietà al circolo, come lo scarparo che al pubblico ufficiale presentatosi quale funzionario delle imposte domanda: «Ah, siete un impostore?», come il ragioniere Cummoglio che «se buttava una paglia in acqua la vedeva andare a fondo, mentre agli altri galleggiava pure il piombo». ..Coltivando il vizio di leggere trasmessogli dal bouquiniste don Raimondo, onorando la scuola, dalle elementari al liceo («io me li porto dietro i libri di scuola, se devo scappare per il terremoto»), delibando le grazie di una vedova, l’eroe involontario di Erri De Luca si avvicina alla resa dei conti. Due sillabe (Anna) che lo scortano da quando, ancora piccolo, giocava a pallone nel cortile e che giungeranno a cozzare contro il guappo. Sarà il coltello, sarà il riflesso benigno del sole («Il sole vuole bene a quelli che abitano in basso, dove non arriva»), sarà l’oceano, dove ottenere l’assoluzione, «impossibile in terra».

Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.



Dettagli prodotto

  • Copertina flessibile: 133 pagine
  • Editore: Feltrinelli (9 maggio 2012)
  • Collana: Universale economica
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8807722305
  • ISBN-13: 978-8807722301
  • Peso di spedizione: 181 g
  • Media recensioni: 4.0 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (42 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 158.929 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)
  • Garanzia e recesso: Se vuoi restituire un prodotto entro 30 giorni dal ricevimento perché hai cambiato idea, consulta la nostra pagina d'aiuto sul Diritto di Recesso. Se hai ricevuto un prodotto difettoso o danneggiato consulta la nostra pagina d'aiuto sulla Garanzia Legale. Per informazioni specifiche sugli acquisti effettuati su Marketplace consultaMaggiori informazioni la nostra pagina d'aiuto su Resi e rimborsi per articoli Marketplace.

    Se sei un venditore per questo prodotto, desideri suggerire aggiornamenti tramite il supporto venditore?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Copertina flessibile
Un toccante racconto di un ragazzo senza genitori cresciuto in una portineria con i ricordi della guerra narrati dal suo padre adottivo. Con la magistrale mano di De Luca viviamo una Napoli reale e senza veli, fatta di ombre e di luce, nebbie e riflessi. La tenera storia da lo spunto all'autore per narrarci del brutto periodo della guerra e come i napoletani, stanchi dell'oppressore tedesco, abbiano con una improvvisa scrollata di audacia, ripreso le redini della città e cacciato l'invasore. Con realistica crudezza De Luca racconta di quel tragico periodo senza remore né freni, con chiarezza e con vivida lucidità, come solo lui riesce a fare grazie a una vita vissuta istante per istante senza perdersi assolutamente nulla.
Commento 8 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Erri De Luca è uno scrittore di spessore... non si tratta di un romanzetto qualunque, come si potrebbe sembrare dalla sua lunghezza ...
ho trovato questa storia sensibile e cruda allo stesso tempo... Lo scrittore non è di certo facile e le sue frasi spesso mi hanno lasciata attonita ed immersa in pensieri profondi e mai banali.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di martina il 19 dicembre 2016
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Come sempre De Luca non mi delude!
Lettura scorrevole, appassionante, profonda.
Mi sono innamorata della figura del portinaio e inorgoglita della crescita del protagonista;
belli anche gli altri personaggi che abitano il condominio.
Leggetelo!!!
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Erri De Luca è uno di quegli autori che ho voglia di imparare a memoria. L'unica pecca è che i suoi romanzi finiscano troppo presto (non faccio testo, mi piacciono i mattoni, le saghe, le dodecalogie). Ma ci sono sempre le riletture.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di mari il 5 ottobre 2016
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Non cè l'ho fatta a finirlo. Mi dispiace perché all'inizio mi era sembrato carino ma poi facevo fatica a proseguire la lettura e ho smesso di leggerlo.
Forse lo riprenderò in seguito.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Linguaggio stretto. Retrologia culturale locale. Richiami alla guerra come esperienza vissuta che lascia strascichi. Bella l'immagine del popolo come entità storica
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Un gran libro, un racconto degno del suo autore. Una narrazione precisa, fatta di emozioni, sentimenti inespressi, di non detto. La mente che narra i sentimenti di un ragazzo, orfano, cresciuto al pragmatismo di Don Gaetano. Don gaetano uomo di mondo. Il suo tuttofare è la regola di sopravvivenza in una napoli post guerra che lentamente esce dal nascondiglio. L'orfanotrofio, la carenza di affetti è quasi condizione necessaria alla felicità.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Com'è bello immergersi dentro la Napoli della fine seconda guerra mondiale. La napoletanita' vera e propria. Solidale verace passionale povera di soldi ma ricca di personalità. L'arte che ha reso celebre, in tutto il mondo, il mio popolo natale. La speranza di guardare al cielo come ad un immenso lenzuolo azzurro, ove trovare il destino. Un abbraccio col futuro felice
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti


Ricerca articoli simili per categoria