Scopri Books Cloud Drive Photos Scopri Scopri Scopri Fire Shop Kindle Shop now Scopri Sport
Profilo di BARALDO LORENZO > Recensioni

Profilo personale

Contenuto
Classifica Top recensori: 1.139
Voti utili: 372

Linee guida: maggiori dettagli sulle Community di Amazon.

Recensioni scritte da
BARALDO LORENZO (Bologna)

Mostra:  
Pagina: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11-16
pixel
PNL: applicazioni (Strumenti e strategie)
PNL: applicazioni (Strumenti e strategie)
Prezzo: EUR 8,99

4.0 su 5 stelle Strumenti, 7 dicembre 2014
Di questo libro mi è piaciuta la semplicità con cui sono presentati i tanti strumenti che la pnl offre.
In particolare ci sono anche molti esempi e casi che ci riportano alla sua utilità nella vita di tutti i giorni


Coaching
Coaching
Prezzo: EUR 8,99

1 di 2 persone hanno trovato utile la seguente recensione
5.0 su 5 stelle Self coaching, 7 dicembre 2014
Questa recensione è su: Coaching (Formato Kindle)
Se in un qualche modo ti sei interessato al miglioramento di una tua performance personale, sportiva, professionale, etc... questo è il libro giusto per te. Inizierai un viaggio fantastico


Dura solo un attimo, la gloria: La mia vita
Dura solo un attimo, la gloria: La mia vita
Prezzo: EUR 6,99

5 di 5 persone hanno trovato utile la seguente recensione
5.0 su 5 stelle Eterno, 28 novembre 2014
Zoff è nella storia leggendaria del calcio. Ho letto con grande piacere questo libro che farebbe bene a tanti.
Commovente il capitolo sul Vecio, belli tutti i suoi passaggi Sarebbe bello lo leggessero in tanti per trarre ispirazione nel proprio sport, nel proprio lavoro, nelle cose che facciamo. Sono i valori del campione.

A pag. 118 vi segnalo questo bel passaggio "... Ho sempre considerato il calcio un insieme di valori indiscutibili; l'educazione, la crescita della persona come individuo singolo e come parte di una squadra, la lealtà e la correttezza, l'autodisciplina, la capacità di riconoscere i propri limiti e la voglia e la fatica di provare a superarli, l'affannosa ricerca dell'equilibrio tra uomo e atleta.
Questo ho sempre pensato fosse il senso dello sport cui un giorno lontano, su un campo pieno di pozzanghere in Friuli, decisi che avrei dedicato la vita. E per questo ho lavorato e vissuto, prima come uomo, poi come atleta e infine come "campione", termine che non è sinonimo di grande giocatore o di fenomeno, come lo si usa oggi, ma n sostantivo ben preciso, che indica alcune qualità e prescrive un'infinità di obblighi, a partire da quello di dare l'esempio a chi campione non è....

Oggi mi guardo attorno e ho l'impressione di non aver influito, di non aver cambiato niente, di aver remato controvento per quarant'anni. E basta. Mi dicono che sono entrato nella Storia, che sono un monumento. Mi viene da ridere. Parlano di coppe e di trionfi, ma quelli sono miei e dei miei compagni di squadra. Come campione ho fallito la mia missione. La Storia è altra cosa e i monumenti, quando non fanno una brutta fine per motivi politici, di solito finiscono per essere poco più che arredo urbano, habitat per piccioni o cose del genere.
La verità è che ho vinto qualche coppa, ho battuto molti record, ma non ho lasciato il segno e il tempo si porterà via tutto, come una folata di vento in autunno spazza le foglie.
E mi viene da ridere quando mi chiamano "saggio", perchè in quella parola - che a un certo punto avevano affibbiato anche a Berazot, ovviamente dopo essere stati costretti a rimangiarsi quell'altra, "vecchio" con cui lo sbeffeggiavano- c'è tutta l'ipocrisia del calcio e, per estensione, del paese.
Se per qualche motivo hai una storia non trascurabile, e però non sei un "personaggio", non fai notizia, non strepiti cose bislacche, non sei funzionale a qualcuno, allora diventi "saggio". Ma sono solo chiacchiere.
I giornalisti ti chiamano per un commento quando uno scandalo stravolge provvisoriamente la realtà come la conoscono e allora hanno bisogno di qualcuno che rimetta le cose al loro posto o che li rassicuri. Le "istituzioni" ti invitano, quando se lo ricordano, a qualche cerimonia commemorativa, ma per lo più ti ignorano. Poi quando ci sarebbe bisogno della tua "saggezza", allora spariscono tutti. Perchè, in realtà, è proprio la saggezza che gli fa paura...."


Parliamo di calcio (Overlook)
Parliamo di calcio (Overlook)
Prezzo: EUR 9,99

4.0 su 5 stelle Il calcio è un gioco, 8 novembre 2014
Acquisto verificato(Cos'è?)
E' stato piacevole leggere questo libro-intervista a Platini che racconta la sua visione del calcio. Per lui il calcio è "un gioco prima di essere un prodotto, uno sport prima di essere un mercato, uno spettacolo prima di essere un affare...". Ci sono molti interessanti riferimenti alla storia del calcio, ma soprattutto c'è tutta la passione di Platini per il calcio, dei suoi sogni per il calcio. Chi si occupa di calcio, in qualsiasi ruolo o a qualsiasi titolo dovrebbe leggerlo per comprendere lo spirito che uno degli uomini più influenti attualmente nel calcio intende dargli.


Sul serio. La mia storia
Sul serio. La mia storia
da John McEnroe
Edizione Copertina rigida

4.0 su 5 stelle Bella biografia, 25 ottobre 2014
Una stella in più solo per le emozioni che mi ha regalato da bambino. La biografia è divertente, godibile, si legge e scorre bene.
Ti fa ripercorrere gli anni d'oro del tennis, in cui Wimbledon, Parigi e gli Us Open (un po' meno gli open d'Australia) ti tenevano attaccati alla tv per ore. Chissà cosa avrebbe combinato John se avesse avuto un allenatore della mente. Da questo libro alcune persone con talento per lo sport dovrebbero comprendere quanto possono sprecare. John ha vinto molto, ma avrebbe potuto vincere molto di più.
Se vuoi passare qualche ora divertente leggilo, se hai talento studiatelo!


Lezioni americane: Sei proposte per il prossimo millennio (Oscar opere di Italo Calvino Vol. 7)
Lezioni americane: Sei proposte per il prossimo millennio (Oscar opere di Italo Calvino Vol. 7)
Prezzo: EUR 6,99

30 di 31 persone hanno trovato utile la seguente recensione
4.0 su 5 stelle Da leggere, 18 ottobre 2014
Mi sono letto questo classico di Calvino, valeva la pena di leggerlo solo per questo passaggio scritto su una delle 6 lezioni, l'esattezza in particolare.
Vi propongo di leggere questo passaggio, sapendo che è stato scritto nel 1985,... a me ha molto colpito.
"...Alle volte mi sembra che un'epidemia pestilenziale abbia colpito l'umanità nella facoltà che più la caratterizza, cioè l'uso della parola, una peste del linguaggio che si manifesta come perdita di forza conoscitiva e immediatezza, come automatismo che tende a livellare l'espressione sulle formule più generiche, anonime, astratte, a diluire i significati, a smussare le punte espressive, a spegnere scintilla che sprizzi dallo scontro delle parole con nuove circostanze.
Non m'interessa qui chiedermi se le origini di quest'epidemia siano da ricercare nella politica, nell'ideologia,, nell'uniformità burocratica, nell'omogeneizzazione dei mass-media,nella diffusione scolastica della media cultura. Quel che mi interessa sono le possibilità di salute. La letteratura può creare degli anticorpi che contrastino l'espandersi della peste del linguaggio.
Vorrei aggiungere che non è soltanto il linguaggio a essere colpito da questa peste. Anche le immagini, per esempio. Viviamo sotto una pioggia ininterrotta di immagini, i pù potenti mass-media non fanno che trasformare il mondo in immagini e moltiplicarlo attraverso una fantasmagoria di giochi di di specchi: immagini che in gran parte sono prive della necessità interna che dovrebbe caratterizzare ogni immagine, come forma e come significato, come forza d'imporsi all'attenzione, come ricchezza di significati possibili. Gran parte di questa nuvola di immagini si dissolve immediatamente come i sogni che non lasciano traccia nella memoria; ma non si dissolve una sensazione d'estraneità e di disagio.
Ma forse l'inconsistenza non è nelle immagini o nel linguaggio soltanto: è nel mondo. La peste colpisce anche la vita delle persone e la storia delle nazioni, rende tutte le storie informi, casuali,confuse, senza principio nè fine. Il mio disagio è per la perdita di forma che constato nella vita e a cui cerco d'opporre l'unica difesa che riesco a concepire: un'idea della letteratura...."

Chissà cosa direbbe oggi... all'epoca di facebook, twitter e instagram...


È facile lavorare felici se sai come farlo
È facile lavorare felici se sai come farlo
Prezzo: EUR 9,99

1 di 1 persone hanno trovato utile la seguente recensione
3.0 su 5 stelle Ispiratore, 4 ottobre 2014
Ho letto questo libro che mi ha entusiasmato a tratti, avrei voluto leggere più esempi concreti applicati. Può essere buona fonte di ispirazione per il proprio miglioramento personale.


Scopri google plus e conquista il web (Web book)
Scopri google plus e conquista il web (Web book)
Prezzo: EUR 16,99

2 di 3 persone hanno trovato utile la seguente recensione
4.0 su 5 stelle Esaustivo, 22 settembre 2014
Acquisto verificato(Cos'è?)
Escludendo l'ultimo aggiornamento su authorship avvenuto a fine agosto 2014, questa guida rappresenta davvero tutto quel c'è da sapere su Google plus. Se non avete voglia di leggere tutte le guide ufficiali di Google, ma soprattutto se volete capire cosa e come potete utilizzare al meglio tutti gli strumenti offerti da Google, questo libro può fare al caso vostro.
Molto utile per chi possiede un'attività e vuole sapere come risaltare al meglio nel local search.


IMPARA L'INGLESE IN UN MESE. NUOVA EDIZIONE
IMPARA L'INGLESE IN UN MESE. NUOVA EDIZIONE
Prezzo: EUR 13,99

2 di 3 persone hanno trovato utile la seguente recensione
3.0 su 5 stelle Discreto libro, 12 settembre 2014
Può piacere o annoiare, ma è un libro diverso dagli altri.
A me è piaciuto perchè utilizza le mappe mentali e stimola la memorizzazione attraverso l'uso delle immagini.
Si legge velocemente, chiaramente è consigliato a chi è ali inizi nello studio dell'inglese.


Quasi un romanzo
Quasi un romanzo
Prezzo: EUR 9,99

1 di 1 persone hanno trovato utile la seguente recensione
4.0 su 5 stelle Piacevole e molto ricco, 2 settembre 2014
Questa recensione è su: Quasi un romanzo (Formato Kindle)
Davvero un bel libro quello di Leonardo Martinelli che ti permette di fare un viaggio nell'economia con la possibilità di vagare nel tempo.
L'autore riesce a spiegare tanti termini dell'economia, quelli che si trovano nei quotidiani economici e nelle varie discussioni televisive, utilizzando scene storiche e soprattutto altri libri che richiamano o avevano già anticipato quei concetti o i concetti dai quali poi si sono evoluti nei termini attuali.
A me è particolarmente piaciuto lo stile di questo libro


Pagina: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11-16