Scopri Scopri Scopri Cloud Drive Photos CE En savoir plus Scopri Scopri Shop Kindle CE Shop now Clicca qui Scopri Sport

Recensione cliente

29 novembre 2017
“Il Nulla Umano” è un pezzo di vetro affilato che riflette uno spaccato di verità.
Serena è una bambina grassa. Serena non riesce a smettere di mangiare e nel cibo trova la soluzione a tutti i suoi guai. Inizialmente essere grassa o di modi rozzi non è nemmeno un problema, l’unica sua preoccupazione è quella di avere una scorta di cibo (comprese scatolette per gatti in caso di emergenza) sempre pronta e sempre a disposizione, ma sarà l’odio degli altri verso il suo aspetto a farle prendere coscienza della propria condizione. Già, perché i personaggi del romanzo stimano la propria vita in base alle reazioni degli altri, sono specchi, sono esseri piatti, sono l’incarnazione del Nulla Umano che trova nell’esteriorità la misura del proprio successo. Nemmeno quando Serena perderà peso a costo di grossi sacrifici gli altri (e lei stessa) riusciranno ad apprezzare i risultati: saranno pronti a sottolineare i difetti di un culo ancora grosso o di un viso comunque paffuto.
Monica è la madre di Serena. È un’insegnante di ginnastica dal corpo perfetto, piace agli uomini, odia sua figlia perché grassa e rozza. È incapace di spunti di dolcezza e i suoi sentimenti sono altamente selettivi perché sembrano manifestarsi solo verso ciò che appaga il suo occhio.
Il conflitto tra madre e figlia si protrae per anni, si mangia l’infanzia della piccola, corrode l’adolescenza di Serena fino a quando non prende vita sottoforma di un essere antico e terrificante. Un essere dalla bellezza perfetta, vendicativo, vuoto, che trova il modo di uscire dalla sua dimensione di specchio e vivere in questo mondo, sublimazione perfetta di ciò che il romanzo vuole raccontare.
“Il Nulla Umano” incuriosisce il lettore con i suoi rimandi nel tempo, con i tasselli che si uniscono poco a poco, con i personaggi odiosi, schiacciati dai propri istinti, folli, a volte grotteschi, ma sempre ben inquadrabili nella realtà quotidiana. Ha una tensione sempre viva. Ha un linguaggio anche scomodo, ma perfettamente intonato all’atmosfera di astio e mal sopportazione che aleggia tra i protagonisti. Ha sia il ritmo di un romanzo di intrattenimento che la giusta profondità per rifletterci sopra.
Una persona l'ha trovato utile
0Commento Segnala un abuso Link permanente

Dettagli prodotto

4,8 su 5 stelle
9
2,99 €