Scopri Tante idee per giocare all'aria aperta Scopri Scopri Cloud Drive Photos Learn more CE En savoir plus Scopri Scopri Shop Kindle Shop now Clicca qui Scopri Sport

La rete di protezione
Formato: Copertina flessibile|Cambia
Prezzo:10,50 €+ Spedizione gratuita con Amazon Prime


I PRIMI 500 RECENSORIil 2 giugno 2017
Mentre Vigàta è scombussolata dalle riprese di una fiction svedese, che la 'maschera' con scenari degli anni '50, a Montalbano viene chiesto aiuto per trovare una ragione a dei filmini di sessant'anni prima. Nel frattempo la scuola media viene sconvolta da una strana incursione intimidatoria...
Divertimento ma anche tanta delicatezza da parte di un maturo Montalbano nel confrontarsi con le difficoltà e le tragedie della vita dei suoi interlocutori. La narrazione, a questo punto, si sdoppia fra la 'carnevalata' delle riprese cinematografiche, con tutto il carrozzone di attori e spettatori, e la struggente malinconia di una verità scoperta dopo sessant'anni ma dolorosamente messa a tacere per sempre con la pietà dettata dalla saggezza.
Una lettura stupenda, che mi sono volutamente concessa a piccoli 'sorsi' (avrei voluto non finisse mai!), notevole per l'arguzia ma soprattutto per l'immensa umanità del suo protagonista.
4 persone l'hanno trovato utile
|0Commento|Segnala un abuso
il 12 agosto 2017
Un libro che mi ha tenuto quasi incollato alle sue pagine. Scorrevole, affascinante, appassionante come il suo protagonista: il commissario Montalbano. Chiunque lo conosca sa di cosa parlo, il suo pensiero e i suoi modi di fare vengono trasmessi a pieno anche in questo libro. Si tratta di due storie (sebbene all'inizio ve ne sia solo una) in cui non ci sono morti (perlomeno nel presente) e questo rende ancora più intrigante la narrazione. Forse l'unico punto debole è l'intreccio tra le due storie, non pienamente convincente e apparentemente un po' forzato. C'è poco altro da dire: Camilleri è un grande scrittore!
2 persone l'hanno trovato utile
|0Commento|Segnala un abuso
il 15 settembre 2017
Fa tenerezza Montalbano alle prese con un'inchiesta che coinvolge la scuola e ragazzini che sembrano lontanissimi ma poi non è così. Camilleri rende ancor più umano e fragile il suo commissario analfabeta digitale. Nessun giudizio sull'uso della tecnologia ma solo uno sguardo delicato su entrambi i soggetti, chi la usa e Montalbano che non ne capisce niente. Più debole il giallo in quanto tale, ma il romanzo resta comunque un grande dono che Camilleri continua a farci malgrado la sua cecità.
Una persona l'ha trovato utile
|0Commento|Segnala un abuso
il 1 settembre 2017
Finalmente il "mio" Montalbano! Ho adorato questo ultimo volume delle serie, in cui ho ritrovato con piacere tutti i personaggi che amo in ottima forma, così riconoscibili, senza risultare stereotipati. La trama ha un buon ritmo e i casi da affrontare sono quanto mai interessanti, essendo contemporaneamente attuali e senza tempo. Una lettura davvero piacevole, che mi ha pienamente soddisfatta! Vorrei che le storie del commissario non finissero mai...
Una persona l'ha trovato utile
|0Commento|Segnala un abuso
il 31 luglio 2017
Rispetto a L'altro capo del filo, questo capitolo della saga di Montalbano sembra tornare alle grandezze di qualche anno fa (Il cane di terracotta e, soprattutto, Il ladro di merendine). Superate le inquietudini dall'inesorabile passare del tempo, Montalbano si lascia trasportare da un'enigma parallelo che, a conti fatti, varrá introspettivamente assai di più delle indagini principali, sebbene quest'ultimo costringeranno il commissario a un doloroso faccia a faccia con la sua coscienza.
2 persone l'hanno trovato utile
|0Commento|Segnala un abuso
il 12 marzo 2018
Sempre 18 il numero perfetto di Camilleri, che ci delizia con il Montalbano che ci piace, quello che litiga con Livia, copre le scappatelle di Mimì e indaga dove solo lui indagherebbe. Meno ritmo del solito, ed una ventata di modernità nel contenuto che non guasta mai. Consiglio agli appassionati, per i neofiti, iniziate magari da uno più classico tipo " il ladro di merendine" .
|0Commento|Segnala un abuso
il 25 luglio 2017
Due storie differente hanno un punto comune: protezione. E basta. Montalbano (Montarella ?) e uguale a se stesso, malgrado che l'eta si fa piu pesante (Montalbano che porta a spasso Selene, il cane dit Livia!). E sempre un piacere ritrovarlo (sono francese e oggi lo leggo in siciliano piutosto che tradutto anche se il traduttore in francese e eccellente - grazie a Serge Quadruppani che me l'ha fatto conoscere).
|0Commento|Segnala un abuso
il 11 agosto 2017
In questa storia Montalbano ha a che fare con le trappole della rete Web dei social. Scomodando addirittura Anonimus. Sembra un tantino inverosimile per un piccolo paese come Licata ma la tessitura della trama in cui si muove Montalbano è sempre perfetta e coerente.
Una persona l'ha trovato utile
|0Commento|Segnala un abuso
il 8 agosto 2017
Camilleri in questo libro mette a confronto due mondi . Il futuro con il tredicenne alle prese con bullismo e social ed il passato con una storia inizialmente incomprensibile ma che ad un certo momento comincia a delinearsi triste e per certi aspetti condivisibile nella scelta. Il commissario risolve entrambe le storie mettendoci come sempre intelligenza ma soprattutto sensibilità e umanità nei confronti di tutti gli attori coinvolti. Grande commissario.........la pensione può attendere ancora un po'.
Una persona l'ha trovato utile
|0Commento|Segnala un abuso
il 3 giugno 2018
Camilleri non si smentisce mai. I suoi romanzi sono come il vino buono. Così è anche Montalbano, che mentre invecchia, migliora la sua attenzione all'animo umano, in tutte le sue sfaccettature. E se lo amiamo così tanto, è perché si appassiona perfino a dei vecchi filmini di un muro bianco. Lo stesso Fazio non può fare a meno di confermarcelo.
|0Commento|Segnala un abuso

I clienti hanno guardato questi articoli

Il metodo Catalanotti
10,50 €
Un mese con Montalbano
11,25 €
La forma dell'acqua
6,00 €
L'altro capo del filo
10,50 €
La giostra degli scambi
10,50 €

Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui