Scopri Scopri MSS_flyout Cloud Drive Photos Learn more CE En savoir plus Scopri Shop Kindle Shop now Clicca qui Scopri Sport GoW



il 9 agosto 2017
**** SPOILER ALERT ****
personaggi:
- Leonard, Ernie e Sammy Bridgestone sono fratelli, dei duri e sono i cattivi. Una sorta di Fratelli Dalton moderni.
- Nathan McBride è il protagonista, è un ex marine, ed il più duro dei duri.
- senatore McBride: il papà dell'ex marine, ex marine pure lui, decorato di guerra, ai suoi tempi duro quanto il figlio se non di più.
- Harv: amico dell'ex marine, ex marine pure lui, un po' meno duro ma duro abbastanza.
- James Ortega: agente dell'FBI che si è fatto sgamare dai cattivi, amputare sei dita, torturare e infine bruciare vivo. Mica tanto duro.
- Greg Ortega: papà passacarte all'FBI del tipo che si è fatto catturare dai cattivi, vive all'ombra del padre e ovviamente ne soffre. Forse è l'unico personaggio verosimile di tutto il romanzo... ma lo si incrocia di sfuggita solo in un capitolo.
- Frank Ortega: nonno dell'agente morto che è un ex marine, duro come pochi ma ora purtroppo costretto sulla sedia a rotelle.
- agente speciale Holly Simpson: la bella di turno. A suo modo, è una dura anche lei.

trama:
Bisogna recuperare un carico di un super-esplosivo di fabbricazione ex-sovietica, salvare l'agente dell'FBI (che si spera essere ancora vivo e invece è morto) e catturare/punire i cattivi, facendo il maggior sfoggio possibile di testosterone.

È la prima opera di un giovane scrittore emergente, per questo gli ho voluto dare una possibilità. La scrittura è, a mio parere, ancora un pochino immatura ed l'introspezione dei personaggi è quasi assente, ma va bene così, in fin dei conti è un romanzo d'azione, non un Harmony.
La trama si sviluppa bene, senza particolari colpi di scena... purtroppo fin dal primo capitolo si sa come andrà a finire... è una storia "all'americana" già vista e rivista dove l'eroe, insofferente a regole e schemi, fa di testa sua, solo contro tutti e alla fine vince.
Ho trovato davvero avvincente solo gli ultimi capitoli, in cui si descrive il duello tra i cecchini. Bello e insolito, mi è piaciuto davvero. Per il resto, è un romanzetto gradevole non particolarmente impegnato, da leggere sotto l'ombrellone... non credo lo rileggerò mai più però.
Contenta di non avere acquistato l'edizione cartacea, consiglio quella kindle che è ben impaginata e priva di refusi.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 5 settembre 2016
non sono riuscita a scaricarlo e quindi non posso dare giudizi e ovviamente non comprerò altri libri finchè non riuscrirò a scaricare il libro acquistato
33 commenti|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 6 ottobre 2017
Un’avventura ben narrata, con personaggi descritti bene. L’autore è riuscito a non complicare l’intreccio così da rendere la lettura scorrevole. Lo consiglio agli amanti del genere.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 13 aprile 2018
Acquistato in offerta, incuriosito dalla trama, devo dire che è un buon libro, interessante ed avvincente fino all'ultima pagina. Non il top del genere ma consigliato, stile "americano", protagonista super eroe della patria. Approvato, ho già acquistato il secondo ebook della saga di Nathan McBride.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 15 aprile 2018
Molto bello, letto tutto d'un fiato, storia verisimile e ben scritta, senza un eccessivo numero di personaggi che alla fine ti confondono
Primo libro dell'autore che leggo, penso ne leggerò ancora, consigliato,
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 25 aprile 2017
Forse non vincerà il Booker's price, però questo romanzo vi inchioderà alla lettura dalla prima all'ultima pagina. Se vi piacciono i libri di azione e tensione continua, questo fa per voi.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 16 aprile 2018
Accattivante, forse troppo crudo, ma molto realistico, alle volte agghiacciante tanto riesce a far partecipe il lettore, ma senz'altro da leggere...
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 6 maggio 2017
Un bel romanzo, giusto mix di suspence e temi rosa
Finale non scontato
Da consigliare per una lettura tranquilla è poco impegnata
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 17 agosto 2016
La trama è buona ma viene rovinata da inutili e pedanti elenchi delle armi usate dai protagonisti: ogni tanto si ha la sensazione di sfogliare un catalogo dell'esercito. Sono presenti frequenti ripetizioni, passaggi logicamente poco chiari o incoerenti e anche alcuni refusi. Ne consiglio la lettura ai soli appassionati di armi e tecniche militari.
0Commento| 3 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 22 maggio 2017
+++ Andrew Peterson, romanzo d’azione (con riflessione) +++
Il primo da uccidere, di Andrew Peterson è un romanzo d’azione geneticamente modificato.
Il libro, difatti, non è un insieme banale di inseguimenti, sparatorie e scazzottate.
Anzi.
L’autore approfondisce la psiche dei personaggi, del buono come del cattivo.
Dalla prima all’ultima pagina, assistiamo – col fiato sospeso – ad una intensa caccia all’uomo.
Con un quesito che si ripete pagina dopo pagina: i buoni, fino a che punto possono spingersi pur di difendere la sicurezza dei cittadini?

+++ I fantasmi del tiratore scelto +++
Dietro la violenza brutale, quale intrigo si nasconde?
Nathan McBride è l’ex cecchino chiamato dall’FBI per fermare i tre folli che disseminano di esplosivi la città.
Userà tutte le armi a sua disposizione – lecite e non – pur di fermare il piano criminale degli assassini.
L’uso autorizzato della violenza per fermare i folli, distingue il romanzo dagli altri del medesimo genere.

Il primo da uccidere, di Andrew Peterson descrive i fantasmi di chi, per lavoro, è costretto ad ammazzare un altro essere umano.
Anche se il nemico appartiene alla peggiore feccia umana.
Anche se chi è abbattuto da un proiettile di un fucile di precisione, è un killer spietato.

I «mostri» interiori del tiratore scelto, sono i principali nemici da affrontare?

Il primo da uccidere, di Andrew Peterson rientra di diritto tra i libri d’azione.
Un romanzo per conoscere il mondo oscuro di chi, per professione, si sporca l’anima per difendere noi altri.

Consigliato per coloro che amano guardare in faccia la dura realtà (anche se fa male)
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso

I clienti hanno guardato questi articoli

Bravo, ragazzo
4,99 €

Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui