Scopri Scopri Cloud Drive Photos Learn more CE En savoir plus Scopri Shop Kindle Shop now Clicca qui Scopri Sport GoW



il 3 gennaio 2018
The Martian (2015). Sono pochissimi i Registi che non sbagliano un colpo. Tra questi c'è, senza ombra di dubbio, Ridley Scott! La sceneggiatura, scritta da Drew Goddard, non è significativamente originale, ed è tratta dal romanzo “L'Uomo di Marte” dell'ingegnere informatico Andy Way fattosi scrittore. Scott si “limita” a farne un film che a moltissimi critici non è piaciuto affatto perché ritenuto troppo scontato e soprattutto mancante di pathos e di dinamicità. A mio avviso – invece – il film è da vedere proprio perché l'originalità di Scott sta in quello che riesce a “piazzare” con maestria in una storia che avrebbe potuto facilmente annoiare lo spettatore. Matt Demon, l'astronauta botanico della missione della NASA su Marte denominata Ares 3, dopo una terribile tempesta che investe tutto l'equipaggio con a capo la bellissima Jessica Chastain, viene creduto morto e lasciato da solo su quel pianeta. Tutto il resto dell'equipaggio fugge velocemente verso la terra con la navicella spaziale pronta ad un repentino decollo. Quello che Scott fa emergere con straordinaria efficacia è l'istinto di sopravvivenza umana: nessun uomo o donna, nessun astronauta super-addestrato, sarebbe mai potuto sopravvivere in quelle condizioni, dopo quel terribile disastro, alla solitudine in un pianeta arido, brullo e ancora tutto da scoprire come Marte. Matt Demon è un astronauta che ama la vita e ama vederla crescere e “crearla” botanicamente. La sua mente diventa un vulcano di idee che lo portano a rendere quel luogo coltivabile tanto da fargli produrre frutti commestibili che gli possano prolungare la vita. Dalla Terra, la NASA, vive un'altra dimensione e si pone altri obiettivi: non può permettersi la morte di un astronauta lasciato su Marte e un fallimento così mediaticamente eclatante che avrebbe comportato l'inevitabile taglio di fondi da parte del Governo per ulteriori ricerche spaziali su pianeti dove trovare la vita. E' la vita umana, e la sua salvaguardia, il tema dominante del film di Scott, non la fantascienza o la “sci-fi”, la scienza di fantascienza. La narrazione si muove su questo interessante doppio binario di scopi ed obiettivi inter-planetari: da un lato un uomo che cerca di sopravvivere il più a lungo possibile per essere riportato a casa; dall'altro lato un foltissimo gruppo di scienziati inter-continentali che solidarizza spontaneamente per raggiungere un obiettivo che li avrebbe resi celebri e famosi in tutto il pianeta terra: salvare l'astronauta Watney!
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 31 gennaio 2017
Non avevo letto il libro di Weir da cui è tratto quando ho visto il film, ma l’ho subito recuperato e l’ho appena iniziato, un best seller mondiale subito opzionato per il cinema per un film d’alta caratura, che ha interessato persino un Maestro del cinema di fantascienza come Ridley Scott.

Film del 2015, grande successo con ampi consensi di critica e pubblico, candidato per diversi premi tra cui l’Oscar, grazie anche ad una produzione ad alto budget ed alla mano di un grande regista.
Scott è stato coinvolto solo in un secondo momento (dopo una defezione/licenziamento), affidandogli l’oneroso progetto, ma ha realizzato un piccolo gioiellino, l’ennesimo capolavoro della sua lunga carriera; forse meno personale di altre opere, ma un altro riferimento del genere fantascientifico.. genere di cui è uno dei più grandi esponenti cinematografici..

Il film, come il libro da cui è tratto, è quanto di più verosimigliante ci sarebbe in un futuro veramente prossimo se i fatti narrati fossero veri.. tecnologicamente e scientificamente parlando..
Ovviamente il film ha subito un leggero adattamento rispetto al libro, sorvolando su alcuni aspetti invece analizzati in maniera più approfondita nel libro, e viceversa invece per altri..
Inoltre “graficamente”, si è voluto dare un’impronta di massimo realismo, ma cercando di arrivare ad un giusto compromesso di avanzamento tecnologico vista l’ambientazione futuristica anche se prossima..
In rete alcune parti sono state criticare come non veritiere, ma in realtà sembrerebbe che l’unica vera pecca è l’impossibilità di avere tempeste di così elevata intensità come quella dell’evento scatenante nel film e nel libro.. tutto il resto è teoricamente corretto e fattibile..

Comunque sia, nonostante ci possano essere delle imprecisioni, il film è perfettamente godibile e davvero ben fatto ed è facile lasciarsi coinvolgere emotivamente dal protagonista e dagli eventi.

Il film narra di una spedizione su Marte costretta ad abortire e lasciare il pianeta per colpa di una tempesta di fortissima intensità.. nella fuga uno degli astronauti viene investito da un’antenna trascinata dal forte vento, e quindi abbandonato sul pianeta in quanto creduto morto..
Invece si risveglia vivo e solo su un pianeta ostile..
Il film narra della battaglia quotidiana alla sopravvivenza, del protagonista, quando viveri ossigeno calore, cose per noi scontate, diventano essenziali, ma anche dell’incredibile sforzo della Nasa e della Terra a riportare a casa lo sfortunato astronauta..
Splendido cast, ma nonostante la splendida prova del protagonista (Damon) sono i comprimari a spiccare, soprattutto nella squadra a terra della Nasa, tra cui il sempre più bravo Chiwetel Ejiofor..
Ottima fotografia, di stampo classico, ma che ben bilancia l’esigenza di “inquadrature” tecniche e tecnologiche ad altre di stampo più registico-artistico.

Ottimo il blu ray, di altissima qualità tecnica, e con adeguati contributi aggiuntivi che permettono di avere una vasta panoramica sulla produzione di questo bel film, con interviste, making of e lo splendido trailer (sempre più raro).
Video nitido e luminoso, con un tavolozza grafica di colori vividi e mai spenti, grazie anche alle tante scene luminose; neri intensi e ben tagliati.
Audio corposo e ben equilibrato; sempre nitido e perfettamente leggibile.
Sicuramente la traccia originale ha un’esplosività ed una profondità ben maggiore, ma anche la ns fa il suo dovere ad una normale visione domestica.

In conclusione.. splendido film di sopravvivenza ideale per chi ama la fantascienza e l’avventura in genere, in un’ottima edizione.
Da vedere e rivedere.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 23 ottobre 2017
Avevo letto prima il libro, quindi ho potuto verificare che il regista del film è stato abbastanza bravo nel narrare la storia senza stravolgerla, anche se ha tagliato alcune parti. Nel complesso, mi è piaciuto.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 28 settembre 2017
Normalissimo BluRay nuovo. si vede bene, arrivato nella confezione incellofanato. Tutto Ok lo consiglio a chi vuole farsi una cineteca dei suoi film preferiti.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 4 aprile 2017
Se avessero sbagliato regista, probabilmente sarebbe stato un fiasco, data la difficoltà dell'argomento trattato. Invece hanno scelto Ridley Scott, grande maestro, ed ecco che ne esce un film dove l'aspetto scientifico e quello umano ed emozionale si fondono perfettamente, con tanta ironia che però non è troppa. E si può rivedere più di una volta, che per l'argomento trattato è quasi un miracolo.
0Commento| 3 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 17 marzo 2016
Guardando questo film, perché c'è un mitico Matt Damon in ottima forma, mi viene subito alla mente Cast Away... però in versione marziana.
Per quel che posso conoscere/aver visto, gli ambienti marziani sembrano molto realistici e la sceneggiatura lascia pochi momenti di pausa che non ti lasciano addormentare.
Detto ciò è un film da avere e guardare quando si ha un po' di tempo libero.
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 4 ottobre 2016
Fare un bel film da un buon libro è sempre una sfida complicata, ma secondo me questa volta è una sfida vinta.
Non aspettatevi i millemila dettagli del libro e le sfumature emozionali che trasmette, ma il risultato finale è davvero valido, ed estremamente fedele.

A parte il paragone libro-film, quello che mi sento di rimarcare (oltre gli effetti speciali ai quali ormai siamo abituati bene) è la bellissima fotografia, tanto suggestiva degli ambienti marziani; ma soprattutto la storia molto molto realistica (il giusto mix di fanta-scienza) che quindi diventa coinvolgente e appassionante.

Edizione un poco scarna (come d'abitudine ormai), amaray standard senza libricini o locandine.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 18 marzo 2016
fantascienza senza mostri : tutta una "realistica" immaginazione di come può essere qualcosa di oggi già quasi possibile.
La storia è anche bella dal punto di vista umano.
Da vedere.
Utile sapere che i sottotitoli in inglese rispecchiano fedelmente parola per parola il parlato: utilissimo per imparare l'inglese.
Peccato solo che tra i contenuti speciali non ci sia un pò di "the make of ..."
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 30 gennaio 2016
Un gran bel film, molto innovativo e originale, ben diretto da Ridley Scott con un eccellente Matt Damon, contornato da un ottimo gruppo di attori tra cui Jessica Chastain e Sean Bean. Il bluray è ricco di contenuti interessantissimi. Prenotato il giorno prima dell'uscita in dvd e bluray, e arrivato puntualmente dopo 24 ore.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 31 gennaio 2016
Per che come me ama la fantascienza, è un film gradevole. Si guarda piacevolmente, non è a livelli altissimi, ma comunque è un buon film.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso


Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui