EUR 8,08
  • Prezzo consigliato: EUR 9,50
  • Risparmi: EUR 1,42 (15%)
  • Tutti i prezzi includono l'IVA.
Spedizione gratuita in Italia per ordini sopra EUR 29.
Disponibilità immediata.
Venduto e spedito da Amazon. Confezione regalo disponibile.
Le intermittenze della mo... è stato aggiunto al tuo carrello

Spedire a:
Per vedere gli indirizzi, per favore
Oppure
Inserisci un codice postale corretto.
Oppure
Ne hai uno da vendere?
Passa al retro Passa al fronte
Ascolta Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un campione dell'edizione audio udibile.
Maggiori informazioni
Visualizza tutte le 2 immagini

Le intermittenze della morte Copertina flessibile – 24 gen 2013

4.1 su 5 stelle 42 recensioni clienti

Visualizza tutti i 5 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
Copertina flessibile
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 8,08
EUR 8,08
Libro di testo
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 15,40
Nota: Questo articolo può essere consegnato in un punto di ritiro. Dettagli
Ritira il tuo ordine dove e quando preferisci.
  • Scegli tra gli oltre 8.500 punti di ritiro in Italia
  • I clienti Prime beneficiano di consegne illimitate presso i punti di ritiro senza costi aggiuntivi
Come inviare un ordine presso un punto di ritiro Amazon.
  1. Trova il tuo punto di ritiro preferito ed aggiungilo alla tua rubrica degli indirizzi
  2. Indica il punto di ritiro in cui vuoi ricevere il tuo ordine nella pagina di conferma d’ordine
Maggiori informazioni
click to open popover

Spesso comprati insieme

  • Le intermittenze della morte
  • +
  • Cecità
  • +
  • Il Vangelo secondo Gesù Cristo
Prezzo totale: EUR 24,66
Acquista tutti gli articoli selezionati

Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.



Dettagli prodotto

  • Copertina flessibile
  • Editore: Feltrinelli (24 gennaio 2013)
  • Collana: Universale economica
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8807881357
  • ISBN-13: 978-8807881350
  • Peso di spedizione: 118 g
  • Media recensioni: 4.1 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (42 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 5.017 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)
  • Garanzia e recesso: Se vuoi restituire un prodotto entro 30 giorni dal ricevimento perché hai cambiato idea, consulta la nostra pagina d'aiuto sul Diritto di Recesso. Se hai ricevuto un prodotto difettoso o danneggiato consulta la nostra pagina d'aiuto sulla Garanzia Legale. Per informazioni specifiche sugli acquisti effettuati su Marketplace consultaMaggiori informazioni la nostra pagina d'aiuto su Resi e rimborsi per articoli Marketplace.

    Se sei un venditore per questo prodotto, desideri suggerire aggiornamenti tramite il supporto venditore?


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
se devo recensire Amazon , sempre al top, il libro è arrivato il giorno dopo l'ordine perfettamente incartato. Il libro, invece, non mi è piaciuto molto ho letto altri libri di Saramago e questo è quello che mi è piaciuto di meno, ma questo è un giudizio decisamente personale
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di Boskoop il 28 gennaio 2014
Formato: Copertina flessibile
Non avevo mai letto nulla di Saramago fino ad oggi e devo confessare che all'inizio la sua scrittura mi ha piuttosto destabilizzata. Superate però le prime pagine, mi sono abituata a questo stile particolare, avaro di punti, prodigo di periodi lunghi ed articolati, che ignora i segni d'interpunzione del discorso diretto e - concentratami sulla narrazione - ho trovato la lettura avvincente e stimolante. Che succederebbe se improvvisamente in una fantomatica nazione non morisse più nessuno? Quali sarebbero le conseguenze poilitiche, sociali, economiche, umane? E se poi di colpo, dopo alcuni mesi, ricominciassero a morire anche le persone la cui dipartita era stata interrotta? Saramago immagina con ironia sferzante questa situazione che è pretesto di tantissime riflessioni. E anche di molte disgressioni, visto che spesso parte per la tangente e disquisisce su argomenti a volte seri, a volte surreali e che nulla hanno a che fare con la vicenda che sta raccontando. Notevole pure l'eleganza verbale con cui sferra stoccate coraggiose e micidiali ai politici, alla Chiesa, alla stampa, e a tanti altri. Mi ha un po' deluso il finale del romanzo, troppo melenso e nello stile "happy end" rispetto al resto del libro, caustico e cinico quanto basta. Ma nel complesso è un libro che regalerei e consiglierei e che mi fa venire voglia di leggere altre opere di Saramago. Concludo citando un brano del libro che ho letto e riletto. "Voi, gli esseri umani, conoscete solo questa piccola morte quotidiana che sono io, questa che persino nei peggiori disastri è incapace di impedire che la vita continui, un giorno verrete a sapere che cos'è la Morte con la lettera maiuscola, e in quel momento, se lei, improbabilmente, ve ne desse il tempo, capireste la differenza reale che c'è fra il relativo e l'assoluto, fra il pieno e il vuoto, fra l'essere ancora e il non essere più."
Commento 6 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile
Eros e Thanatos, Eros è Thanatos, ma quando c’è Eros non c’è più Thanatos e non si muore più. Se non fosse per quello stile così originale quanto complicato per la lettura e l’attenzione, l’opera sarebbe potuta uscire anche anonima ed essere facilmente attribuita ad uno scrittore della temperie mitteleuropea dei primi del Novecento, invece è di un portoghese morto qualche anno fa. Il quadro vagamente thomasmanniano nel quale si situa l’opera è dato dalla musica classica tedesca, dai riferimenti alla mitologia antica, dalle disquisizioni filosofiche e teologiche sulla costituzione del tempo in relazione alla vita e alla morte, che fanno da cornice in un tempo indeterminato e in un luogo imprecisato. Non solo, ma decadente è anche la rappresentazione della morte, protagonista principale, e quella del violoncellista, uomo solo, con passioni d’altri tempi e che sembra quasi puzzare di materiale incartapecorito. Sarà proprio lui, il violoncellista, a beffare la morte, a sedurla con la sua musica e a concederle un’altra pausa dal suo pesante e assiduo lavoro quotidiano. Forse perché sono innamorato, ma il messaggio che ricavo da questo simpatico esperimento letterario è, parafrasando anche un noto cantautore dei nostri tempi, che “l’amore è l’unico modo per fregar la morte!”.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile
La storia è nota, basta aver letto anche di sfuggita le prime parole dell’incipit: “Il giorno seguente non morì nessuno. Il fatto, poiché assolutamente contrario alle norme della vita, causò negli spiriti un enorme turbamento, cosa del tutto giustificata, ci basterà ricordare che non si riscontrava notizia nei quaranta volumi della storia universale, sia pur che si trattasse di un solo caso per campione, che fosse mai occorso un fenomeno simile, che trascorresse un giorno intero, con tutte le sue prodighe ventiquattr'ore, fra diurne e notturne, mattutine e vespertine, senza che fosse intervenuto un decesso per malattia, una caduta mortale, un suicidio condotto a buon fine, niente di niente, zero spaccato.” In un Paese del mondo, ed uno solo, la morte smette di fare il suo dovere e la gente si trova con un sogno realizzato - poter avere la vita eterna in terra - ma anche con grandissimi problemi. Non ci vuole molto tempo, infatti, per prendere coscienza che la morte è un “male necessario”. Imprese ed istituzioni che avevano ragione di essere solo in funzione della morte sono le prime soffrire di questa assenza. Agenzie di pompe funebri, case di riposo, ospedali si trovano a dover fronteggiare problemi enormi: da un lato la mancanza di “materia prima” su cui operare, dall'altro l’ingorgo di viventi, fermi a tempo indeterminato in uno stato di “non vita” o di “morte rinviata”. Ma chi più di tutti mostra evidenti segni di difficoltà è la chiesa che, in assenza della morte perde la sua principale ragion d’essere, la promessa della resurrezione della carne in un remoto aldilà.Ulteriori informazioni ›
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti


Ricerca articoli simili per categoria