Ne hai uno da vendere?
Passa al retro Passa al fronte
Ascolta Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un campione dell'edizione audio udibile.
Maggiori informazioni
Visualizza l'immagine

Il mondo dei vinti Copertina flessibile – 4 apr 2005

4.2 su 5 stelle 10 recensioni clienti

Visualizza tutti i 5 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
Copertina flessibile
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 16,40
Libro di testo
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 9,80

Store Einaudi Tascabili
Questo ed altri titoli fanno parte dello store Einaudi Tascabili Scoprili tutti
click to open popover

Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.



Dettagli prodotto

  • Copertina flessibile: 564 pagine
  • Editore: Einaudi (4 aprile 2005)
  • Collana: Einaudi tascabili. Scrittori
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8806173782
  • ISBN-13: 978-8806173784
  • Peso di spedizione: 399 g
  • Media recensioni: 4.2 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (10 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 132.747 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)
  • Garanzia e recesso: Se vuoi restituire un prodotto entro 30 giorni dal ricevimento perché hai cambiato idea, consulta la nostra pagina d'aiuto sul Diritto di Recesso. Se hai ricevuto un prodotto difettoso o danneggiato consulta la nostra pagina d'aiuto sulla Garanzia Legale. Per informazioni specifiche sugli acquisti effettuati su Marketplace consultaMaggiori informazioni la nostra pagina d'aiuto su Resi e rimborsi per articoli Marketplace.

    Se sei un venditore per questo prodotto, desideri suggerire aggiornamenti tramite il supporto venditore?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Copertina flessibile
Sì, sono interviste; il dialetto, certo, è spesso difficile (sopratutto pero uno come me, che non sono italiano; piemontese manco a parlarne). Ma come si può non amare questo libro? Come si può non rimanere incantato davanti a un libro come questo, che ti fa identificarsi con delle persone lontane, con le quali forsè non hai niente in comune, se non la consapevolezza della propia sconfitta?

Questi i titoli delle interviste che mi hanno colpite particolarmente: "Li conosco i fascisti che mi hanno fucilato"; "L'America dei cow-boy"; "L'ho girata tutta la California, paese per paese"; "Ero la maestra delle mie marmotte"; "Io avevo bisogno del mondo, erano i soldi che cercavo"; "Mia madre mi ha venduta per poche pagnotte di pane."
Commento 3 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Consigliato a chi ama la montagna e sogna una vita lassù fra le nuvole, proprio perché questa lunghissima serie di interviste (condotte negli anni '70) ad anziani contadini delle alte valli cuneesi offre un brutale punto di vista su una vita fatta di miserie (gente che mangiava le serpi, che affittava i bambini a padroni senza cuore e cose del genere) e di povertà.
Nel testo si trovano spesso frasi in dialetto, praticamente incomprensibili a chi non lo conosce; tuttavia esse sono puntualmente tradotte mediante delle note a conclusione dei capitoli.

Libro piacevole da leggere, anche se alla lunga, molte interviste risultano un po' ripetitive nei contenuti. Risulta però un documento di grande valore per chi ama le testimonianze di un passato ormai lontano anni luce dalla nostra quotidianità.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Difficile è il primo aggettivo che mi viene in mente. Difficile per me, cuneese delle zone più povere, ingoiare questo libro che riporta la cultura dei miei direttissimi avi, fatta di fame e miserie intellettuali. Difficile accettare di trovarsi davanti ad uno specchio che pensi distorga la tua immagine, mentre la riflette tale e quale. Difficile accettare le proprie miserie, gli egoismi, le pochezze: soprattutto se non abbiamo la pancia vuota che potrebbe giustificare certe bassezze. Difficile accettare la condizione umana quando non esprime alcuno slancio progressista. Un libro che è un macigno, uno schiaffo, una lezione.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Un documento interessantissimo, che descrive come si viveva "ai bei vecchi tempi" - che, salta fuori, non erano per niente belli. Alcune testimonianze fanno accapponare la pelle - soprattutto se si pensa che sono cose che succedevano nel "progredito" Nord, in tempi nemmeno troppo lontani. L'introduzione di Revelli (oltre 120 pagine!) è un libro nel libro, e da sola vale il prezzo di copertina. Vivamente consigliato agli appassionati di storia, di antropologia, e del Cuneese.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Scrittura asciutta, priva di retorica, documentaristica ,Viene fuori l'immagine vivida e illuminante di un mondo contadino che sembra lontanissimo, di una umanità provata dalle guerre, dalla fame, dalle fatiche che tenacemente lotta per la vita. Gli immigrati che oggi arrivano sulle nostre coste non sono molto diversi dai nostri contadini che alla fine dell'800 e primi 900 emigravano in America, in Francia, Belgio, spinti dai bisogni primari per la sopravvivenza. E infine lo sguardo sul dopo guerra, sull'abbandono delle terre, sull'uso indiscriminato del suolo, sul "miracolo" economico del dopoguerra, sulla malinconia dei superstiti. Un bellissimo libro che fa riflettere e interrogarsi sulla nostra storia recente e sul nostro precario futuro.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Ricerca articoli simili per categoria